Antonio Cospito elogia l’operato di Matteo Salvini

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Politica

Durante la passata tornata elettorale, Matteo Salvini ha potuto contare, ancora una volta, sui consensi di molti cattolici. C’è chi ha votato Lega per difendere l’identità occidentale, chi per la linea restrittiva in bioetica, specie rispetto ai tentativi aperturisti dei grillini, e chi per il rosario e le invocazioni.

Certo, non tutti coloro che si professano credenti hanno scelto di sostenere la causa sovranista. Sappiamo come la pensino le gerarchie ecclesiastiche del Vaticano e non possiamo non sottolineare come è dai tempi della fine Democrazia Cristiana che non esiste più compattezza nel voto catolico. Qualcosa però è successo. Su La Stampa si legge di un'”opa sulla base dei credenti” e di una moltiplicazione dei voti in cui emerge “l’identikit dell’elettore catto-sovranista forgiato a marzo nell’infuocato Congresso delle famiglie a Verona”. Costituisce un ottimo punto di partenza. Indagare non è poi complesso: basta porsi in ascolto delle voci di chi fa parte di questo insieme o di quelle di chi è in grado di analizzare il fenomeno.

Il Dehoniano Orante Antonio Cospito, già autore di numerosi libri cattolici e della prima canzone dedicata a Papa Francesco afferma: “Molti Cattolici vedono nel leghista Matteo Salvini una risposta alle loro preoccupazioni. Perdità dell’identità, immigrazione incontrollata, islamizzazione e disgregazione della famiglia. Infatti, gli stessi cattolici hanno la sensazione che quelle tematiche non vengano prese sul serio proprio dalla Chiesa cattolica. Sicuramente, gli ecclesiastici invece di giudicare male il gesto di Matteo Salvini del Santo Rosario, dovrebbero preoccuparsi dei sacerdoti gay e pedofili, che oltre ad essere inpuniti celebrano la Santa Messa anche dopo rapporti sessuali. Senza poi dimenticare che personalmente ho lavorato come musicista per il Vescovo di Noto – Mons. Antonio Staglianò, ed a un anno del lavoro non mi ha ancora pagato. Certi soggetti della Chiesa Cattolica, vogliono ottenere tutto ma senza pagare”.