Verona Women: l’impegno di Antonio Franchi per il Club

Da Verona Calcio Femminile a Verona Women: dietro il rinnovamento del club di calcio femminile c’è Antonio Franchi , Vicepresidente e Consigliere Delegato del club dall’estate 2017.

Antonio Franchi

Antonio Franchi: il rebranding del Verona Calcio Femminile, oggi Verona Women

È il club di calcio femminile più titolato d’Italia il Verona Women e merita un’immagine degna del suo prestigio. Ne è convinto Antonio Franchi, dall’estate 2017 Vicepresidente e Consigliere Delegato della società. Forte di questa consapevolezza, il manager ha promosso un’operazione totale di rinnovamento che nei mesi scorsi ha riguardato non solo il brand ma anche le strutture dell’AGSM Olivieri Stadium, dove il team si allena e gioca. Già vincitore di 5 Scudetti Nazionali, 3 Coppe Italia, 4 Coppe delle Coppe e protagonista di una Semifinale di Champions League, l’ex Verona Calcio Femminile è ora conosciuto come Verona Women. Ad accompagnare la ridefinizione del nome e del logo anche il restyling del sito e di tutti i canali di comunicazione del club, modernizzati nella forma e nei contenuti: il portale dedicato al team, ad esempio, è stato ridisegnato e reso ulteriormente “a misura di tifoso” grazie anche all’introduzione di una nuova area per l’e-commerce. In questa prospettiva è stato riprogettato anche il profilo Youtube del Verona Women: l’obiettivo è informare in modo sempre più preciso e puntuale i tifosi documentando in diretta allenamenti, partite e iniziative che coinvolgono le calciatrici per continuare a scrivere in questo modo la già importante storia del team, come ha confermato Antonio Franchi.

Antonio Franchi: i lavori di ammodernamento dell’AGSM Olivieri Stadium

Con l’inaugurazione del nuovo spogliatoio della prima squadra, lo scorso 12 marzo ha segnato un’ulteriore tappa nel percorso generale di rinnovamento intrapreso dal Verona Women. Al taglio del nastro, oltre al Vicepresidente e Consigliere Delegato Antonio Franchi, erano presenti le autorità locali e importanti personaggi del settore, dalla FIGC alla INFRONT. Il manager ha definito “avveniristica e davvero spettacolare” la nuova dressing-room: basti pensare che la porta è ad apertura biometrica, con impronta digitale, mentre all’interno l’arredo in boiserie in rovere impreziosisce le venti postazioni personalizzate coi grandi numeri in acciaio delle maglie delle atlete. L’illuminazione è a led giallo e blu, i colori della squadra, gli armadietti sono dotati di casseforti e prese USB, ci sono doppi frigoriferi: alla parete l’immagine del team. Come ha sottolineato il Vicepresidente, lo spogliatoio è stato dedicato a Mister Longega. Ma l’AGSM Olivieri Stadium è stato interessato anche da altri interventi che hanno interessato l’area living e gli uffici: sono state create la zona hospitality con vista sul campo, arredata lussuosamente e impreziosita dal maxi-schermo per la proiezione e l’intrattenimento, la media-room e la press-meeting room. L’idea era di renderlo ulteriormente “a misura di calciatrice”: lo “impone”, secondo Antonio Franchi, l’imponente crescita di tutto il movimento del calcio femminile a livello nazionale.Altrettanto importanti gli spogliatori, che come ha ricordato il professionista sono tra i più belli d’Europa, anche in riferimento a quelli dei grandi club di calcio maschili.