Universolibero2021, il libro vincente

Il titolo del romanzo vincente il Talent online Universilibero2021 è Nemmeno il tempo di un abbraccio (PlanetEdizioni, pag. 214). L’autore è lo scrittore Mimmo Parisi.

Il contesto che ospita la storia narrata con pochi cedimenti al barocchismo letterario e con terso intento di arrivare subito al lettore, è quello della stagione del coronavirus. Il racconto fitto di personaggi, vede due sedicenni impegnati in una lotta che non si aspettavano.

Un tempo che nessuno si aspettava

Che nessuno si aspettava. Lo scritto è giunto in prima posizione, con un certo distacco sugli altri titoli partecipanti, grazie ai lettori online che lo hanno visitato più volte,  decretando così la sua ascesa verso l’alto. Nella storia ci sono personaggi intensi, un’amicizia che si trasforma in qualcosa di molto più profondo. E le perplessità scritte sulle facce della gente che, alle prime avvisaglie dei contagiati nel mondo, si guardava intorno con aria di sorpresa. Alla fine, un racconto di resilienza e amore che celebra la forza della rinascita in ogni caso.

Due eroi per caso

I due protagonisti di Nemmeno il tempo di un abbraccio, Nico e Stella, resistono come possono contro le asperità di un tempo caratterizzato da un virus che rimanda a eventi patogeni di grande portata sociale e storica, successi nel passato. I due giovani sono animati da un sentimento che li aiuta a sopportare tutto; e perfino quando è il verdetto finale sarà inclemente, li vedrà comunque vincitori: perché chi resiste non è perdente.

Mimmo Parisi, l’autore del libro vincente

È scrittore e cantautore. Come romanziere ha pubblicato Il figlio del drago (2018), La stella di Geq (2019), Ti voglio bene come nei film (2019), Nemmeno il tempo di un abbraccio (2020).

La seconda edizione del romanzo

Arricchito di nuovi capitoli, in questa SECONDA EDIZIONE ritorna il romanzo ispirato all’era del covid-19, Nemmeno il tempo di un abbraccio. Mimmo Parisi ha aggiornato in maniera misurata la storia che le si era presentata durante il primo inaspettato lockdown il quale, indubbiamente, resterà a lungo nelle nostre menti. Il libro, che vede come protagonisti i due sedicenni Nico e Stella, si dipana intorno all’esperienza di clausura forzata e dettata dall’invasione mondiale del coronavirus.
Una situazione la loro che per certi versi accomuna poi tutti. Più in generale il libro è alla fine, un percorso che accompagna il lettore a rivedere e riconsiderare quei giorni inattesi. Tra la fine dell’inverno e l’inizio del 2020, è stato bloccato tutto ciò che sembrava ordinario: fosse anche una vita spesa a osservare in tv banali reality show. Nico e Stella si conoscono dai balconi.
Provano a inventarsi le giornate. Per quanto il ragazzo sia affetto da una patologia ingravescente, riesce grazie all’intervento di Stella a superare l’impasse. La storia è narrata attraverso un lungo flashback, per giungere poi verso un orizzonte temporale spostato in avanti di circa un ventennio.
Quando ormai l’epoca del Covid-19 è materia per libri scolastici, e ci si è dimenticati di aver vissuto un’esperienza planetaria che, per la prima volta nella Storia, ha interessato perfino le tribù dell’Amazzonia. Un libro che presenta un Teen Drama dove i due ragazzi sono essi stessi i protagonisti. Una lettura per Young Adult? Certo. Ma non solo.