Un’Associazione forte e aperta per un Coaching Professionale al servizio del bene comune

Il X Congresso dell’Associazione Italiana dei Coach Professionisti ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo. La nuova Presidente Laura Leone: “Serve un’accelerazione evolutiva; la nostra visione è ambiziosa e ha bisogno di un’associazione forte e aperta.”

E’ stato un congresso particolarmente sentito quello che si è svolto sabato 26 settembre, per la prima volta in forma totalmente online, al quale hanno partecipato in gran numero i soci AICP chiamati ad eleggere il nuovo Consiglio Direttivo e la nuova Commissione Etica.

AICP è l’associazione tutta italiana di coach professionisti in costante crescita e da oggi potrà contare su un nuovo gruppo dirigente che si impegnerà ad affrontare le nuove sfide con determinazione e passione. I nuovi membri del Consiglio Direttivo sono i coach Laura Leone, presidente, Rudy Orzes vice presidente con delega alla Ricerca, Stefania Silla, vice presidente con delega agli Eventi, Walter Bolognesi, Responsabile Segreteria Organizzativa, Mauro Cavosi, delega allo Sviluppo Organizzativo, Andrea Della Melina, delega alla Formazione e Tesoreria, Vincenzo Lecce, delega a Soci e Orientamento, Gianluca Masolini, delega al Sito Web, Mauro Visintainer, delega alla Comunicazione.

La visione dell’associazione guarda al futuro come una grande opportunità, per l’umanità intera, per trovare una felicità che voglia dire realizzare la pienezza del potenziale di ciascuno, così da trasformarlo in forza concreta di scelta e cambiamento. Tutto questo nel rispetto degli individui, della collettività e del bene comune.

La nuova presidente, Laura Leone, da anni attiva nella vita associativa e già membro del precedente Consiglio Direttivo, ringraziando per l’ottimo lavoro svolto i colleghi della squadra uscente formata da Massimo Negro, Roberto Assente, Maria Grazia Biggiero, Sonia Casalicchio, Mariangela Grimaudo, Gianpaolo Lapesa e Vincenzo Lecce, ha presentato il suo programma per il prossimo biennio, saldamente ancorato alla visione associativa, in cui parla anche di “accelerazione evolutiva”:

“AICP è uno spazio permanentemente a servizio dei propri soci, e se è vero che vogliamo realizzare la nostra visione, dobbiamo innanzitutto creare quelle condizioni ideali al nostro interno. Coerenza sarà il faro: vorrei che AICP fosse un luogo di realizzazione per il potenziale dei soci, un campo solido e sicuro di costante allenamento. In una società come la nostra, il bene comune più prezioso è il tempo: il tempo per la cura di sé, il tempo per sapere chi si è, il tempo per riconoscersi e prendersi cura delle relazioni, il tempo per scegliere dove andare e il tempo per cambiare rotta se quella intrapresa non è una rotta per la felicità; il tempo di guardare in faccia l’incertezza e costruire insieme soluzioni ecologiche. In AICP ci prendiamo quel tempo; è un augurio e un impegno.”

La stessa assemblea ha eletto anche la nuova Commissione Etica, organo di garanzia a tutela del cliente e per le controversie interne secondo la legge 4/2013 sulle Associazioni Professionali, che ora, in linea con il programma presidenziale, vuole essere anche organo di indirizzo e prevenzione. La CE è ora composta dai coach Roberto Assente, responsabile, Maria Grazia Biggiero, Sonia Casalicchio, Massimo Negro, Giorgio Giancarlo Renzulli.

—-

Qualche informazione utile.

Cos’è Aicp?

AICP è un’associazione di coach professionisti iscritta nell’elenco delle Associazioni Professionali presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ex legge 4/2013. La sua missione è costruire insieme ai soci crescita professionale tramite il confronto, la ricerca e la formazione continua per garantire ai clienti un coaching di eccellenza con tre scopi fondamentali:
1-Approfondire la metodologia, la ricerca e la filosofia del Coaching in un’ottica di confronto leale, onesto e pluralista tra Coach.
2-Promuovere la ricerca, la formazione e la divulgazione del Coaching in Italia, in modo da sviluppare la credibilità e l’efficacia del Coaching stesso.
3-Organizzare servizi per i soci con il fine di orientare i Coach alla professione, all’avvio della stessa, assicurare e garantire ai clienti la massima professionalità.
Ogni regione ha organismi dove si può decidere e agire insieme: i Coaching Club.

Cosa fa il Consiglio Direttivo?

Il Consiglio Direttivo è nominato dal Congresso dell’Associazione, si compone di dieci membri: il Presidente, il quale sceglie due Vice Presidenti, il Responsabile Segreteria Organizzativa, i Responsabili delle funzioni Eventi, Ricerca, Tesoreria, Comunicazione, Soci e Orientamento, Formazione, Sviluppo Organizzativo, Sito Web. Il CD rimane in carica 2 anni.

Cos’è la Commissione Etica?

Il Congresso dell’Associazione, tramite scrutinio segreto, elegge anche il Responsabile della Commissione Etica Indipendente e i membri della stessa. Il Responsabile della Commissione Etica Indipendente coordina la Commissione, vigila sul rispetto della Carta Etica da parte degli associati; promuove i procedimenti disciplinari che sono decisi a maggioranza semplice dalla Commissione, sentito il parere non vincolante del Presidente AICP; è responsabile dello Sportello per il Cittadino Consumatore.

Cos’è il Coaching?

E’ prima di tutto una filosofia di vita basata sul rispetto della persona, sulla convinzione che le potenzialità di ognuno, così come la fiducia, la speranza, la determinazione, possono essere allenate. Nella pratica il Coaching è un metodo di sviluppo personale e organizzativo che si basa sulla relazione di fiducia tra Coach e Cliente (Coachee) al fine di valorizzare e allenare le potenzialità del Cliente o dell’organizzazione per il raggiungimento di obiettivi definiti.

Mauro Visintainer
Responsabile Comunicazione AICP