Tutto sulla pulizia dei barbecue elettrici – Lovebrico

Grazie ai barbecue elettrici anche chi vive in appartamento e non dispone di un’area all’aperto non deve più rinunciare al piacere di cuocere alla griglia. Per garantire un buon funzionamento e una durata ottimale del barbecue elettrico nel tempo è fondamentale pulirlo periodicamente e nel modo corretto. Come fare? Ecco la guida Lovebrico alla pulizia del barbecue elettrico.

Milano, agosto 2022 – Il barbecue elettrico è la soluzione ideale per gli amanti della griglia che vivono in un appartamento senza giardino e con balconi di piccole metrature. Grazie al principale vantaggio di cuocere senza generare la fiamma nuda e senza produrre fumi e forti odori, è possibile utilizzare questo apparecchio anche all’interno della propria casa con la massima sicurezza e ottimi risultati nella cottura. 

Per avere un barbecue elettrico al meglio delle sue funzionalità e che sia duraturo nel tempo è però necessario pulirlo correttamente. Come farlo? Ecco i passaggi da seguire:

  1. Coperchio: per la parte esterna usare un panno umido e un detergente delicato; per la parte interna, rimuovere immediatamente il grasso carbonizzato con una spazzola con setole in acciaio inossidabile o, subito dopo la cottura, a barbecue ancora caldo, pulire con un panno di carta; questo eviterà lo spellamento della vernice all’interno del coperchio.
  2. Griglie: se si procede subito dopo la cottura con il barbecue caldo, utilizzare una spazzola metallica per griglie per rimuovere il grasso e i resti di cibo. Se invece si procede dopo un po’, una volta raffreddata la griglia e passata della carta assorbente, pulire le piastre con una spugna, sapone per piatti e acqua; risciacquare bene e asciugare con attenzione. In caso di sporco ostinato, sciogliere due cucchiaini di bicarbonato in mezzo litro d’acqua; accendere il barbecue e far riscaldare la griglia a coperchio chiuso per far evaporare gli ultimi odori e sapori di sapone.
  3. Vaschetta raccogli grasso: eliminare i depositi di grasso raffreddato con carta assorbente.

Se la griglia è in ghisa, per evitare la formazione di ruggine è consigliabile non utilizzare acqua; impiegare, invece, la spazzola metallica per griglia e la carta assorbente accartocciata quando la superficie è ancora calda.

Praticità, libertà d’uso e facilità di impiego negli ultimi anni hanno reso il barbecue elettrico molto diffuso un po’ dappertutto e in particolare nei contesti urbani dove non è possibile grigliare a carbone o dove non si può installare barbecue a gas per motivi di spazio.

Tra i migliori prodotti in commercio, Lovebrico consiglia la serie di barbecue elettrici senza fumo Weber, in grado di offrire ottime prestazioni nella cottura – superiori a qualsiasi bistecchiera – e comodamente utilizzabili anche come griglia elettrica da interno quando non si ha spazio sul balcone o non si dispone di un giardino. 

Non resta che scegliere il modello più adatto alle proprie necessità e iniziare a grigliare!