Tergicristalli, tutto quello che bisogna sapere

Se pensate a quando è stata l’ultima volta che avete cambiato i tergicristalli della vostra auto e la vostra memoria fa fatica a individuare il momento in cui ciò è avvenuto, vuol dire che è passato troppo tempo. Come ci spiega la carrozzeria di Udine Autronica vi siete comportati, dunque, come automobilisti saggi e attenti alla sicurezza, visto che in teoria sarebbe opportuno procedere alla sostituzione di questi componenti una volta all’anno. Tale accorgimento deve essere messo in pratica sia che i tergicristalli siano stati utilizzati molto, sia che i tergicristalli siano stati utilizzati poco: non si deve pensare, infatti, che un loro impiego sporadico (per esempio, perché si vive in un posto in cui piove di rado, o semplicemente perché si è soliti prendere la macchina solo quando c’è bel tempo) permetta di mantenerli più a lungo.

Le lame di gomma, in particolare, si deteriorano nel tempo anche per colpa dei raggi ultravioletti del sole, e così finiscono per non garantire una buona visibilità attraverso il parabrezza. Una pulizia costante e regolare è di certo un buon modo per fare sì che i tergicristalli svolgano sempre il proprio dovere nel migliore dei modi, e per altro può essere portata a termine senza alcuna difficoltà: è sufficiente adoperare un panno bagnato con un po’ di detergente sgrassante da passare nel senso della lunghezza sui due lati della gomma.

Per essere certi che i tergicristalli siano sempre efficaci e che il parabrezza sia sempre pulito alla perfezione, inoltre, è indispensabile ricordarsi di riempire spesso il serbatoio che ospita il liquido lavavetri, la cui azione sgrassante è fondamentale. L’acqua da sola, infatti, non sempre permette di eliminare lo sporco più ostinato e più resistente. Ma non è tutto: il liquido lavavetri fa anche in modo che la pulizia sia più efficace e che le spazzole scorrano in modo più agevole sulla superficie del vetro in ogni condizione.