Studio Legale di Andrea Mascetti: D.L. “Semplificazioni” e sostegno al Recovery Plan

Gli esperti dello Studio Legale di Andrea Mascetti offrono una panoramica dei cambiamenti apportati dal D.L. “Semplificazioni” 2021 sull’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Andrea Mascetti

Studio Legale di Andrea Mascetti: D.L. “Semplificazioni” e governance per PNRR

Inserito all’interno del programma Next Generation EU, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presentato dal Governo italiano prevede riforme e investimenti per il rilancio dell’economia a seguito della crisi causata dalla pandemia. Per velocizzare le opere previste dal Recovery Plan, lo scorso 28 maggio il Consiglio dei Ministri ha approvato il D.L. “Semplificazioni” 2021. Lo Studio Legale di Andrea Mascetti ha pubblicato un approfondimento sui 67 articoli che compongono il decreto. La Parte I (artt. 1-16) riguarda la “Governance per il PNRR”: viene disciplinata in primis la Cabina di Regia, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che avrà poteri di indirizzo politico, impulso e coordinamento generale (su transizione digitale ed ecologica la funzione resta ai Comitati interministeriali). Vengono poi introdotte diverse strutture, come il Tavolo permanente per il partenariato economico, sociale e territoriale, la Segreteria Tecnica e il “Servizio Centrale per il PNRR”. Tra le novità segnalate dallo Studio Legale di Andrea Mascetti anche il ruolo strategico assegnato alle PA locali: è a loro, infatti, che competerà la realizzazione degli interventi del Piano.

Studio Legale di Andrea Mascetti: l’analisi della Parte II

Gli avvocati dello Studio Legale di Andrea Mascetti hanno analizzato anche la Parte II (artt. 17-67). In questa sezione del “D.L. Semplificazioni” sono presenti le “Disposizioni di accelerazione e snellimento delle procedure e di rafforzamento della capacità amministrativa”. Transizione ecologica e transizione digitale sono i primi temi affrontati. Sul primo argomento si va dalla semplificazione e accelerazione di numerose procedure (VIA e VAS, produzione da fonti rinnovabili), fino alla promozione dell’economia circolare. Sul digitale il percorso tracciato è simile: velocizzare l’installazione di infrastrutture a banda ultra larga, nuovo “Sistema di Gestione deleghe” per permettere un accesso facilitato ai servizi digitali delle PA e in generale misure per migliorare l’interoperabilità dei dati in loro possesso. Nella parte finale il focus realizzato dallo Studio Legale di Andrea Mascetti si concentra in particolare sul Titolo IV, ossia “Contratti pubblici”: il D.L. introduce alcune novità in tema di Pari Opportunità, ma soprattutto numerose semplificazioni in materia di esecuzione e affidamento dei contratti. Prorogate alcune sospensioni contenute nel Decreto “Sblocca cantieri”, introdotti premi di accelerazione in caso di chiusura anticipata dei lavori e immediatezza nell’efficacia dei contratti stipulati con le PA. Una delle modifiche più importanti: l’innalzamento da 75.000 a 139.000 euro della soglia massima per l’affidamento diretto di servizi e forniture previste dal Decreto “Semplificazioni” del 2020.