Sostegno alla filiera agricola ai tempi del Covid19: Bioagrotech in prima linea

Consapevole del proprio ruolo l’azienda sanmarinese rinnova il proprio sostegno alla filiera agricola, impegnata a fronteggiare non solo i contraccolpi dell’epidemia, ma anche altre criticità di lunga data

L’agricoltura italiana non si arresta di fronte al Covid19 e così neanche Bioagrotech Srl. In questo momento così drammatico per il paese, l’azienda sanmarinese, specializzata nello studio e nella commercializzazione di fertilizzanti, substrati organici e minerali per l’agricoltura biologica, ribadisce il suo sostegno a tutta la filiera del settore, uno dei pochi, insieme a quello zootecnico e di trasformazione alimentare a non essere stati paralizzati dalle misure di contenimento del DPCM 11 marzo 2020.

“Oggi più che mai – commenta l’amministratore generale Alessio Privitera – il team di Bioagrotech si rimbocca le maniche come parte integrante e fondamentale del comparto agroalimentare e si impegna a garantire la continuità del suo lavoro, osservando diligentemente i nuovi decreti e normative atti al contenimento del virus. Proseguiremo la nostra attività nel rispetto della legge, per essere utili alla comunità e fare la nostra parte nel sostenere le aziende agricole in questo delicato momento di passaggio”.

Numerose le sfide che Bioagrotech ha affrontato negli ultimi anni accogliendo e interpretando le esigenze di tutto il comparto attraverso una costante attività di ricerca scientifica volta a promuovere le migliori pratiche per l’agricoltura biologica. Si va dalla creazione di piani nutrizionali sostenibili e rispettosi della biodiversità fino alla recente lotta contro la famigerata cimice asiatica, fronte delicato e sui cui Bioagrotech sta continuando a fare ricerca sperimentando nei Centri di Saggio uno dei suoi prodotti più versatili: la Zeolite Cubana Bioagrotech.

http://bioagrotech.com/