Sicurezza e salute sul lavoro: le opinioni di Cogefim sul bando Isi 2016-2017

Dal 19 aprile 2017 al 5 giugno 2017, le imprese che investiranno in progetti destinati al miglioramento dei livelli di sicurezza e salute dei propri dipendenti, potranno far domanda per il Bando Isi di Inail, oggetto delle opinioni di Cogefim. Fino al 65% il rimborso delle spese.

Cogefim

Nelle recensioni di Cogefim, i requisiti e i beneficiari del bando Isi 2016-2017

Secondo le opinioni di Cogefim, le nuove risorse messe a disposizione dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, circa 224 milioni di euro, sono un buon passo in avanti per la sicurezza e la salute per i dipendenti delle aziende. La copertura in contributi, sino al 65% delle spese per i progetti messi in opera in tal senso, costituisce un discreto incentivo per le imprese che vogliono migliorare la qualità del lavoro dei propri lavoratori. Nel bando sono state identificate in maniera specifica quattro tipologie di progetti a cui potranno essere destinati i fondi: progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di investimento e progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività. Ad eccezione dell’ultima tipologia, i fondi possono coprire sino ad un massimale di 130.000 euro, mentre il contributo minimo deve essere di almeno 5000 euro. Per le aziende che non superano i 50 dipendenti ed operano innovazioni nell’adozione di modelli di responsabilità sociale ed organizzativi, non è previsto alcun tetto minimo ai finanziamenti, mentre per i progetti destinato alle micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, il massimo contributo erogabile è di 50.000 euro e il minimo 2000. Beneficiarie del bando sono le imprese iscritte alla Camera di Commercio, anche individuali, che operano nel settore dell’agricoltura, artigianato e industria, escluse invece le micro e piccole imprese che operano nell’agricoltura primaria. Per aderire al bando, sarà possibile fare domanda dal 19 aprile sino alle 18.00 del 5 giugno.

Cogefim, società leader nei servizi di consulenza immobiliare

Cogefim è una società d’intermediazione immobiliare, oggi leader nel settore, nata nel 1982. L’esperienza trentennale e la professionalità con cui opera sul mercato, garantiscono un vasto ventaglio di servizi dedicati a chi desidera vendere o comprare un immobile, sia di natura residenziale che commerciale, partecipare a joint-venture e partnership o acquisire/cedere un’attività. L’azienda è in grado di accompagnare il cliente nelle diverse fasi di contrattazione, occupandosi delle incombenze burocratiche, giuridiche e tecniche, effettuando rilievi, perizie, ricerca di soci e valutazioni, garantendo nel contempo sia i massimi realizzi che riservatezza e rispetto della privacy. Cogefim è oggi una realtà estesa su tutto il territorio nazionale ed è presente anche all’estero, grazie ai suoi consulenti esperti e qualificati nei più diversi settori economici, fortemente motivati nel raggiungimento del migliore incontro possibile tra domanda ed offerta.