Patto per l’Export, Pierfrancesco Latini: “SACE garante per oltre 13 miliardi di euro”

Attraverso nuovi strumenti come Garanzia Italia, la realtà guidata da Pierfrancesco Latini si è detta pronta a sostenere il rilancio dell’economia.

Piefrancesco Latini

Pierfrancesco Latini: export e internazionalizzazione al centro della ripresa

La crisi economica scaturita dalla pandemia ha avuto un forte impatto sulle esportazioni italiane. A causa del Covid-19 le vendite oltreconfine hanno registrato valori di crescita negativi, riportando il Paese ai livelli del 2009. Ma l’export e l’internazionalizzazione sono attività fondamentali per l’Italia e saranno protagonisti della ripresa. A dirlo è Pierfrancesco Latini, Amministratore Delegato di SACE, intervenuto lo scorso settembre ad uno dei webinar del RoadShow Patto per l’Export. La società è tra i realizzatori dell’accordo promosso questa estate dal Ministero degli Esteri, accordo che prevede una strategia dedicata al rilancio del Made in Italy nel mondo per contrastare gli effetti del Covid-19. “Stiamo vivendo un contesto di avversità, in cui alle incertezze ereditate dal 2019 si sono aggiunte le conseguenze della pandemia Covid-19 con impatti inevitabili per l’export a livello nazionale ma anche a livello regionale”, ha dichiarato il manager nella prima parte del suo intervento. Tuttavia, secondo i dati del rapporto annuale sull’export, il 2021 potrà essere un anno di potenziale ripresa: “Una ripartenza che inevitabilmente dovrà essere trainata da quel grande fattore di resilienza per la nostra economia che è l’export – ha spiegato Pierfrancesco Latiniovviamente SACE, nell’ambito del Patto, è pronta a fare la sua parte in questa direzione”.

Pierfrancesco Latini: i risultati di SACE a sostegno dell’economia

Durante la sua partecipazione alla tappa del RoadShow, Pierfrancesco Latini ha illustrato anche alcuni numeri relativi alle attività di SACE nella prima parte del 2020. Uno dei dati più significativi riguarda le risorse mobilitate nei primi sei mesi: oltre 11 miliardi di euro per export e internazionalizzazione, ossia il 37% in più rispetto allo stesso periodo del 2019. Un aumento che testimonia le difficoltà del comparto produttivo a seguito dello scoppio della pandemia, in particolare per quanto riguarda Mid Cap e PMI: da gennaio a giugno sono oltre 7.500 le imprese che hanno chiesto sostegno a SACE. L’Amministratore Delegato ha riportato infine anche i risultati degli strumenti messi a disposizione dal Governo, in primis Garanzia Italia. Grazie al ruolo di garante esercitato dalla società di Pierfrancesco Latini, le banche hanno erogato un totale di 13 miliardi di finanziamenti: nella prima metà dell’anno, ha concluso il manager, SACE ha di fatto raggiunto un volume di oltre 20 miliardi di euro per contrastare le perdite causate dal Covid-19.