Nella notte di San Lorenzo, “sempre connessi” con la volta celeste

“Complice” Happy Bio con la sua nuova formula “frutta box” per un ospite “speciale”, sempre più attento e desideroso di provare emozioni che lo “prendano”. Un ospite pronto per vivere la magia, lo stupore e la dolcezza insuperabile delle stelle, perché le luci delle città gli hanno fatto perdere la capacità di osservare il cielo notturno, patrimonio dell’umanità. Nato dalla collaborazione tra Confcommercio e Camera di Commercio di Ravenna, Comune di Ravenna, Stabilimenti Balneari della costa romagnola e Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC), le iniziative del progetto Happy Bio raccordano al polo costiero romagnolo un’offerta in cui “la vacanza” diventa occasione di promozione dell’intero Territorio, assumendo come elemento centrale strategico la sana alimentazione bio.

“Tra una “frutta box” e una sbirciatina al cielo – rileva Fausto Faggioli, attuatore del progetto – la serata del 10 agosto ci porterà a rivivere le atmosfere di antichi “trebbi” e di quelle serate estive trascorse tutti insieme a raccontarci esperienze, emozioni, il nostro vissuto, condividendolo con gli amici.”

“Emozioni “stellari” questo 10 agosto – continuano Sabrina e Tommaso del Bagno Kiribati, uno dei Bagni presso i quali il progetto avrà questa nuova formula – per vivere la notte di San Lorenzo con il naso all’insù, formulando romantici desideri in riva al mare sulla scia delle stelle cadenti. Già pronte, debitamente distanziate, sedie e comode poltrone per una “polvere di stelle” e un brivido salutare di genuina emozione. Il tutto per nuove connessioni con l’universo. Una serata da non perdere.”

L’appuntamento con l’apericena di questa notte sotto le stelle, sarà anche occasione per far conoscere le iniziative di due progetti del territorio romagnolo: “Il Turismo esperienziale nella Destinazione Ospitale Ravennate” promosso da Soc. CAT srl di Confcommercio Ravenna e “BORGHI: Destinazioni turistiche per il commercio locale e i piccoli negozi” promosso da Soc. CAT srl di Confcommercio Forlì. Entrambi con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

“Il progetto forlivese – continua Alberto Zattini, direttore Confcommercio Forlì – introduce nel mondo green dei Borghi delle vallate forlivesi per leggere una “trama narrativa” che permetterà all’ospite di vedere il Territorio con gli occhi di chi lo abita e attraverso le parole o il dialetto, potrà calarsi in un’identità territoriale unica, che nessuno potrà mai clonare. Nel nostro mondo borghigiano dobbiamo far sì che lo scopo di ogni appuntamento, di ogni iniziativa sia presentargli un “altrove” domestico, in cui insieme alle differenze che lo stupiscono, l’ospite vivrà un’esperienza che lo porterà a sentirsi “uno di casa”.”

Il progetto ravennate punta sul Turismo Esperienziale dove per “esperienza”, si intende quella serie di emozioni e di azioni che rendono indimenticabile un viaggio o una vacanza, rendendoli unici nel loro genere. Esperienze fortemente locali con una nuova caratteristica: una componente di storyliving, in cui il viaggiatore potrà “vivere” sulla propria pelle cosa significa essere parte integrante della Destinazione, partecipando in linea diretta a un viaggio di conoscenza della località più immediata e più profonda.