Museo Gipsoteca Canova: Grande affluenza per la visita guidata tenuta da Vittorio Sgarbi

Si è svolta dinanzi ad una nutrita platea di pubblico attento e partecipe la visita guidata dal Prof. Vittorio Sgarbi presso il suggestivo Museo Gipsoteca Canova di Possagno, in omaggio all’illustre maestro Antonio Canova, nativo di questo secolare borgo veneto. L’evento è stato organizzato a grande richiesta dal manager della cultura Salvo Nugnes, presidente dell’Associazione “Spoleto Arte”, in data sabato 9 maggio.

Nel descrivere il geniale estro creativo del Canova, l’autorevole critico ha spiegato: “Richiamando la celebre frase pronunciata da Dostoevskij -La bellezza salverà il mondo- e allineandola alla produzione scultorea di Canova, si può affermare che la bellezza non è misurabile, è un assoluto, ma da sola non basta, siamo noi che salvandola consentiamo alla bellezza di salvarci. La bellezza è anche arte, che sfugge al tempo, ponendosi al di sopra di esso. L’uomo è fragile e può morire, ma l’opera d’arte è eterna, vive e sopravvive al suo creatore”.

E proseguendo ha evidenziato come “Colui, che ha capito meglio Canova è stato Giulio Carlo Argan, che era piuttosto freddo nel giudizio e lo ha considerato proprio per la capacità che aveva Canova di ripetere e riprodurre la bellezza secondo uno schema. Canova ha consegnato una forma, che è stata riprodotta in marmo e che in seguito può essere duplicata o triplicata. Quindi c’è nel Canova la capacità di soddisfare il nostro tempo nella continuità”.