L’investitura dei nuovi Cavalieri di San Martino a Roma presso la chiesa di San Silvestro al Quirinale

Ospiti da tutto il mondo per la prossima investitura dei nuovi Cavalieri di San Martino; la presentazione degli Accademici e la consegna degli attestati ai nuovi Amici, vicini allo spirito dell’Associazione, avrà luogo il 23 ottobre p.v., presso la Chiesa di San Silvestro al Quirinale a Roma; la Santa messa sarà celebrata dai Cappellani dell’Associazione, Don Francesco Cosentino, Don Juan Manuel Beltran Urrea e Don Massimo Cavallo.

L’Associazione Cavalieri di San Martino è socia della Fondazione Attua, socia di Confassociazioni e co-fondatrice di WikiSolidarietà (l’enciclopedia online della solidarietà) ed è presente  in Piemonte, Veneto, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania, Lombardia, Toscana, Calabria e Puglia. All’estero sono stati eretti quattro Baliati in USA, Venezuela, Messico e Svizzera;  vi sono presenze di Cavalieri in  Canada, Inghilterra, Belgio, Polonia, Malta, Emirati Arabi Uniti, nella Repubblica di San Marino e persino in Cina.

L’Associazione Internazionale Cavalieri di San Martino del Monte delle Beatitudini, in occasione della visita del Pontefice in Ungheria lo scorso mese, si è unita idealmente al Santo Padre per il messaggio di amore e fratellanza che il suo viaggio ha voluto promuovere. Con la sua enciclica “Fratres Omnes” Fratelli e Sorelle Tutti, il santo Padre sottolinea l’importanza di “far rinascere un’aspirazione mondiale alla fraternità”, per non essere soli, ispirazione che abbraccia ogni uomo e donna, di qualunque religione, in qualunque nazione, credenti e non, per apprezzare e amare ogni persona, oltre ogni disuguaglianza anche economica.

Infatti Papa Francesco ci ha detto: “Se non riusciamo a recuperare la passione condivisa per una comunità di appartenenza e di solidarietà, alla quale destinare tempo, impegno e beni, l’illusione globale che ci inganna crollerà rovinosamente e lascerà molti in preda alla nausea e al vuoto. Inoltre, non si dovrebbe ingenuamente ignorare che l’ossessione per uno stile di vita consumistico, soprattutto quando solo pochi possono sostenerlo, potrà provocare soltanto violenza e distruzione reciproca. Il “si salvi chi può” si tradurrà rapidamente nel “tutti contro tutti”, e questo sarà peggio di una pandemia”.

L’associazione, unendo la modernità e la tradizione antica, nasce dal culto di San Martino  originario dell’Ungheria e che ha nei suoi scopi costitutivi la promozione di messaggi di carità, fratellanza e solidarietà. L’antica cavalleria aveva praticato e insegnato i valori del sacrificio, della dedizione, del coraggio, della lealtà nel servizio a Dio e nella difesa dei più deboli. Uomini e donne di oggi hanno cercato di superare le leggende della cavalleria medioevale, perché affascinati dalla figura carismatica di Martino di Tours, il cavaliere che prima divise il suo mantello con il povero nel rigido inverno e poi consacrò la sua vita nel servizio di pace e carità.

Riflettendo sulla storia di questo cavaliere, che rinunciò a brandire la spada, per chinarsi sui bisogni dei feriti della vita, e ispirandosi alle Beatitudini evangeliche, i Cavalieri di S. Martino si propongono di vivere la loro vita a lode di Dio, nel rispetto del creato, nell’impegno della società e nel servizio dei più deboli.

Il codice ispiratore della loro vita è la convinzione che la felicità non consiste né nella ricchezza, né nella ricerca del potere, né in alcuna opera umana, facendo dell’amore fraterno e del volontariato regole di vita quotidiana.

Il Dott. Lorenzo Ferraro, Reggente dell’Associazione Cavalieri di San Martino e Presidente dell’Associazione Ordine di San Martino, Tesoriere Nazionale della Consulta Nazionale dell’Apostolato di Fatima, Cavaliere e Vice Responsabile della provincia di Asti del Sacro Militare Ordine Costantiano di San Giorgio, oltre che autore di diverse pubblicazioni e direttore di una collana editoriale, e’ da sempre impegnato in attività culturali e di volontariato (è stato premiato con attestazione di merito dalla Croce Rossa Italiana per aver prestato soccorsi agli alluvionati di Asti); in occasione del viaggio del Pontefice il 12 settembre scorso in Ungheria, ha dichiarato: “Essere vicini al Santo Padre significa essere vicini al genere umano nella sua eccezione più alta; significa promuovere alle generazioni future il nostro stesso vissuto con gli stessi privilegi e le stesse visioni che noi abbiamo ricevuto dalle generazione passate; avere una terra fatta di monti, di laghi, di fiumi e panorami, di prospettive panoramiche che alleviano le fatiche e gratificano l’anima. Ringrazio dal profondo del cuore Papa Francesco per ciò che ha fatto, i componenti dell’Associazione di San Martino assieme a me pregano per Lui”.

Essere un Cavaliere di San Martino significa far parte di coloro che scriveranno un pezzo di storia dell’umanità con cuore, amore e spiritualità; perché se San Martino ha diviso in una fredda giornata un mantello con un povero, ai fratelli che condividono questi principi, oggi si chiede di dare agli altri un poco del nostro avere.

Link di approfondimento:

https://www.cavalieridisanmartino.org

https://www.wikisolidarieta.it/wiki/San_Martino

CAVALIERI DI SAN MARTINO DEL MONTE DELLE BEATITUDINI

Associazione Internazionale Culturale e di Volontariato

 Rettoria della chiesa di San Silvestro al Quirinale Via XXIV Maggio, 10 Roma

Tel 392.820.81.31 – cavalierisanmartino@gmail.com