Le galline ovaiole e la loro degna dimora

Chi ama osservare le galline si sarà reso conto di come questi volatili siano in realtà intelligenti e sensibili, contrariamente a quanto sostiene la saggezza popolare. Questi simpatici animali da cortile infatti hanno frequenti interazioni sociali che rassomigliano molto a quelle di noi umani. Nel gruppo delle galline infatti si costituiscono delle gerarchie sociali ben definite che vanno a regolare le norme di comportamento interne al pollaio. Spesso però può capitare che fattori esterni o interni vadano a mettere in crisi questo equilibrio sociale che si crea tra gli abitanti del pollaio. Una delle cause più comuni delle tensioni che si vanno a creare tra le galline ovaiole è la mancanza di spazio all’interno del pollaio per galline.

Un problema di spazio…

E’ ormai risaputo che, per garantire alle nostre galline uno sviluppo armonioso ed una vita felice è necessario curare le loro casette. Da parecchi anni a questa parte gli allevatori hanno preso consapevolezza dei danni che le classiche gabbie da allevamento “in batteria” possono provocare ai poveri pennuti. Di conseguenza, molti di coloro che si dedicano all’allevamento intensivo di gallinacei hanno deciso di abbandonare l’uso di questo tipo di gabbie a causa delle sofferenze patite dalle galline che sono costrette a viverci. Causa principale del disagio delle galline nel vivere in questi contesti è l’esiguità dello spazio delle gabbie metalliche tradizionali. Queste ultime sono state infatti progettate per consentire di far vivere più galline possibili anche in spazi esigui, in modo da favorire l’allevamento intensivo di volatili anche in ambienti ristretti. Da numerosi studi è emerso che vivere in spazi ridotti non mina solo la salute fisica dell’animale, ma anche quella psicologica. Le galline che vivono in ambienti non adeguatamente ampi, infatti, possono mettere in atto svariati comportamenti che dimostrano il loro disagio, come l’aggressività nei confronti delle compagne,  il rifiuto del cibo e la rimozione delle proprie piume col becco.

…a cui c’è rimedio

Le galline possono manifestare il proprio la propria insofferenza alle vita in un ambiente ristretto in molti modi, ed è compito dell’allevatore riconoscere questi segnali preoccupanti. Una gallina può ovviamente avere problemi di spazio anche se si vive in ambienti più vasti rispetto alle tradizionali gabbie per volatili. Ad ogni modo, non appena l’allevatore si accorge dei comportamenti sospetti dell’animale, si deve premurare di trovare un’altra sistemazione che garantisca un maggiore spazio vitale per la gallina in questione e le sue compagne. A questo punto l’allevatore deve premurarsi che il nuovo pollaio sia conforme alle normative europee e che permetta a ciascuna galline di avere un adeguato in cui vivere. Sul mercato ci sono molte casette per galline che rispondono a queste caratteristiche e che possono essere una buona scelta rispetto alla costruzione artigianale del pollaio da parte dell’allevatore. Infatti, come accennato in precedenza, quando si sceglie o si costruisce un pollaio si debbono tenere a mente le normative europee in merito. Se queste ultime non vengono rispettate l’allevatore può dover pagare delle sanzioni. Per questo motivo e per altri bisogna dunque rispettare le nostre galline e fornire loro uno spazio vitale dignitoso.