La Global Trading di Enel ha un nuovo nome. Claudio Machetti: “Evoluzione della mission”

A capo della Global Trading dal 2014, negli anni Claudio Machetti ha avviato un percorso di cambiamento che oggi si riflette nella scelta del nuovo nome.

Claudio Machetti

Claudio Machetti: da Global Trading a Global Energy and Commodity Management

La Global Trading Business Line di Enel nasce con il compito di gestire il sourcing di carbone, gas ed olio combustibile e di governare la gestione dei mercati all’ingrosso di gas ed energia elettrica. Negli anni la Divisione guidata da Claudio Machetti si è gradualmente allineata alla nuova strategia del Gruppo, protagonista di un’accelerazione sui temi della transizione energetica. Per questo, lo scorso 17 marzo Enel ha annunciato di aver cambiato il nome della Global Business Unit in “Global Energy and Commodity Management”. Una modifica che rispecchia il processo evolutivo della mission della multinazionale: “Il nuovo nome è il risultato del lungo viaggio che la nostra linea di business ha iniziato alcuni anni fa – ha spiegato Claudio Machetti – e rappresenta la forte attenzione alle energie rinnovabili, la strategia di decarbonizzazione del Gruppo e la crescente attività sui mercati wholesale dell’elettricità che hanno rimodellato il nostro modo di lavorare”.

Claudio Machetti: i cambiamenti strutturali della linea di business

La nuova denominazione mette in evidenza dunque il percorso sostenibile intrapreso da Enel. La Business Unit guidata da Claudio Machetti si è infatti adattata ai cambiamenti avvenuti con lo sviluppo delle rinnovabili. Oggi la Global Energy and Commodity Management si concentra soprattutto su hedging della produzione, con il 150% dei volumi gestiti, e vendita all’ingrosso nei mercati dell’energia elettrica. Uno degli effetti principali di questo nuovo corso è stata la riduzione dell’approvvigionamento di combustibili: basti pensare che in circa sei anni il Gruppo ha diminuito i suoi acquisti di carbone del 95%. Per la Divisione guidata da Claudio Machetti novità anche sul fronte dell’economia circolare. La Global Fuels diventa infatti “Global Fuels, Logistic and Circular Management”. La Unit si occuperà di shipping, ma soprattutto del riciclaggio di tutti i materiali di risulta, o arrivati a fine vita utile, derivanti dalle attività di Gruppo.