Insonnia: l’automassaggio per combattere le tensioni e favorire un buon riposo

Non è più necessario contare le pecore o assumere prodotti rilassanti naturali o farmacologici. Adesso per sconfiggere l’insonnia è sufficiente un bel massaggio! E per chi non può permettersi sedute costanti presso centri specializzati, c’è un’alternativa: l’automassaggio per conciliare il sonno. Aiuta a rilassare mente e muscoli, favorendo un miglior riposo. Come funziona? È consigliabile effettuarlo, prima di andare a letto. Armarsi di crema idratante e partire dai piedi, massaggiandone lentamente la pianta, facendo delle pressioni con i pollici e dedicando attenzione e cura alle dita, a partire dall’alluce. Si raccomanda di farlo avendo le mani sempre calde e con movimenti lenti, ma profondi. Passare, dunque, a mani e polsi, eseguendo anche in questo caso un massaggio delicato ma deciso, sciogliendo le articolazioni del pollice e del polso, manipolando bene il palmo delle mani e dedicando attenzione alle dita, massaggiandole singolarmente.

Per ultimo spostarsi sul collo, effettuando un massaggio alla nuca, alternando le mani con cui si pratica il massaggio. Muovere piano la testa, al fine di sciogliere le articolazioni del collo e non trascurare i muscoli delle spalle che nella maggior parte dei casi sono fortemente contratti, soprattutto nel caso di chi fa un lavoro sedentario. A questo punto coricarsi e, sotto le coperte, con la punta delle dita, massaggiare e accarezzare fronte e tempie. Un’alternativa, per i meno pigri, è quella di eseguire l’intera operazione in una vasca d’acqua calda. Il vapore e il contatto con l’acqua, aiuteranno ad abbassare il livello di stress e tensione accumulati del corpo e di conseguenza ad addormentarsi con maggiore facilità.