Il ruolo dell’export nella ripresa: le considerazioni dell’AD di SACE Pierfrancesco Latini

L’AD di SACE Pierfrancesco Latini interviene all’inaugurazione della nuova sede CDP di Ancona: il 2021 sarà l’anno della ripresa per le Marche e “l’export avrà un ruolo sicuramente propulsivo”.

Pierfrancesco Latini

Nuova sede CDP di Ancona, Pierfrancesco Latini all’inaugurazione: SACE al fianco delle imprese del territorio

L’export avrà un ruolo propulsivo per le Marche dove il Made in Italy conta su molti testimonial di successo”: è quanto ha evidenziato l’Amministratore Delegato di SACE Pierfrancesco Latini intervenendo lo scorso 11 febbraio all’inaugurazione della nuova sede CDP di Ancona. Il riferimento è a tutte le realtà, soprattutto PMI, con cui “lavoriamo da tempo in settori come Arredo & Design, Agroalimentare, Apparecchi elettrici ed elettrodomestici e Abbigliamento & Calzaturiero”: saranno loro, come sottolineato dall’AD, le artefici della ripresa nel 2021 del territorio, segnato dallo shock della pandemia. “È da qui che dovremo ripartire con un ruolo dell’export che sarà sicuramente propulsivo”, ha aggiunto in merito Pierfrancesco Latini spiegando come SACE sia impegnata nel territorio marchigiano ormai da dieci anni, al fianco di ben oltre 700 imprese “grazie anche al nostro ufficio di Ancona e alla collaborazione con Confindustria Marche”. E ora l’apertura dei nuovi uffici di CDP permetterà alla società di rafforzare il proprio impegno nel sostenere le imprese del territorio nell’export appoggiandosi alla nuova sede di Ancona che rispondendo a una visione innovativa si configura come un vero e proprio punto di riferimento che va oltre una semplice funzione di rappresentanza.

La ripresa tra export, sostenibilità e nuove infrastrutture: il focus dell’AD di SACE Pierfrancesco Latini

Secondo l’AD Pierfrancesco Latini per la ripresa post-crisi “non basterà la sola forza delle esportazioni” ma “serviranno infrastrutture, non solo fisiche ma anche digitali, capaci di colmare un gap importante di competitività verso i nostri peers globali”. Non solo: “Servirà sempre più un approccio trasversale all’insegna della sostenibilità, leva ormai imprescindibile per una crescita di medio e lungo periodo”. SACE “insieme ai partner con cui oggi condividiamo questa inaugurazione della sede ad Ancona” è pronta a fare la propria parte “attraverso una offerta assicurativo-finanziaria integrata, con un elevato grado di digitalizzazione sviluppato nel tempo, in grado di accompagnare le imprese in ogni fase del percorso di internazionalizzazione e promozione dell’export”. Nel suo intervento Pierfrancesco Latini ha inoltre ricordato come nelle Marche siano stati mobilitati nel complesso più di 340 milioni di euro “principalmente a sostegno di investimenti a medio lungo termine per l’export e a supporto della liquidità delle imprese del territorio”: un impegno “che è parte di uno sforzo collettivo e di sistema che ci vede tutti orientati, istituzioni, finanza e imprese, in un gioco di squadra diretto ad un unico obiettivo: quello della ripartenza del nostro Paese”.