Il percorso di Nicola Volpi: dalla laurea alla fondazione di Movidea

Dalla prima esperienza nel Gruppo Montedison alla co-fondazione di una società specializzata in investimenti in beni e servizi di lusso: Nicola Volpi è uno dei pionieri del Private Equity in Italia.

Nicola Volpi

Nicola Volpi: dalla specializzazione in Finanza alle prime operazioni di Private Equity

Milanese, classe ’61, Nicola Volpi è una delle figure di spicco del Private Equity in Italia. Dopo la maturità scientifica presso il liceo Elio Vittorini, il suo percorso formativo lo porta all’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano: dopo la laurea in Business Administration, si specializza infatti in Finanza presso la Scuola di Direzione Aziendale (SDA) dell’Istituto. Il suo primo incarico è in qualità di analista finanziario in Sefimeta S.p.A., il Dipartimento dei Servizi finanziari del Gruppo Montedison. Successivamente, diviene Responsabile della divisione di Leverage Finance di Sanpaolo Finance, la Banca di Investimenti del Gruppo (oggi Intesa): dal 1987, per circa otto anni, Nicola Volpi si occupa di organizzare i finanziamenti delle prime operazioni di Buy Out avvenute in Italia.

La fondazione di Permira e gli incarichi recenti: l’ascesa di Nicola Volpi

Nel 1995 Nicola Volpi inizia la sua collaborazione con Schroder Ventures Italy: la società, di cui diventerà partner due anni dopo, si occupa di investimenti di Private Equity. La sua ascesa inizia nel 1999, quando fonda insieme ad altri soci Permira, Fondo internazionale di Private Equity che attualmente gestisce oltre 40 miliardi di euro. Nel 2005 diventa Chief Executive Officer di Permira Associati S.p.A., che si occupa delle attività italiane del Fondo. Un’ulteriore conferma professionale arriva poco dopo, quando diventa membro dell’Executive Committee che guida Permira nel mondo. Il 2013 è l’anno del cambiamento: assieme ad Emilio Petrone dà vita a Movidea, di cui attualmente è Presidente e Amministratore Delegato. La società di Nicola Volpi nasce con lo scopo di investire capitali dei due soci, in società non quotate, aiutare progetti di crescita e valorizzazione nel lungo periodo. E’ così che investe in Pagani Automobili, nota casa automobilistica specializzata in hypercars, di cui entra a far parte del Consiglio d’Amministrazione, ruolo che ricopre tutt’oggi. Negli ultimi anni è stato anche Membro del CdA della società sportiva FC Internazionale S.p.A., dal 2014 al 2018.