IL FUTURO DEL TURISMO TRA ACCESSIBILITÀ, SVILUPPO TERRITORIALE E PERSONE CON BISOGNI SPECIALI: UN NUOVO LIBRO

“TURISMO ACCESSIBILE E DISABILITà COGNITIVE: CULTUURA E DIVERTIMENTO PER TUTTI?”

CONTESTO, NORMATIVA, ANALISI, ESEMPI”

questo è il titolo di un nuovo libro, disponibile da metà gennaio su Amazon come ebook o testo cartaceo.

Si tratta di uno studio che illustra lo stretto legame tra turismo accessibile e sviluppo territoriale: il turismo accessibile non riguarda solo un ristretto numero di persone, è un turismo responsabile, solidale e sostenibile perché rispetta la diversità umana e permette a tutti di fare esperienze significative.

Etimologicamente il termine “accessibile” deriva dal latino “ad-cedere”, ossia andare verso, avvicinarsi, passare.  Esso è sempre stato usato in senso letterale per indicare l’assenza di impedimenti od ostacoli per l’ingresso di persone con difficoltà, in maggior misura motorie, in un dato luogo. Tuttavia, affinché il turismo sia davvero accessibile occorre mettere insieme una serie di servizi e strutture, in grado di accogliere tutti e in particolar modo i turisti con esigenze speciali, per permettere la fruizione di una vacanza senza barriere

In una società che invecchia sempre più rapidamente, l’accessibilità sarà il futuro del turismo e una vera  sfida per gli  operatori turistici. Il libro e analizza alcune possibili soluzioni e si conclude, con la proposta di una guida turistica innovativa e sperimentale, pensata per i disabili cognitivi ma godibile da tutti i turisti, capace di aumentare prestigio, valore ed accessibilità del territorio potenziandone i rientri economici.

Amazon, copertina flessibile e formato kindle