Gianpietro Benedetti (Gruppo Danieli) al B20: focus su mondo del lavoro e formazione

Lavoro e istruzione come “forze trainanti delle nostre società”: il messaggio di Gianpietro Benedetti, Presidente di Gruppo Danieli, al Business Summit B20.

Gianpietro Benedetti

Gianpietro Benedetti al B20: “Impegno e collaborazione condivisi tra governi, imprese e società civile”

Ripartire dalle difficoltà dell’attuale periodo storico, con il fine di elaborare “raccomandazioni concrete per garantire opportunità inclusive per il futuro del lavoro e preparare tutti i lavoratori alle prossime rivoluzioni industriali”. È la linea proposta da Gianpietro Benedetti per illustrare le attività della task force Occupazione e Formazione, da lui presieduta al Business Summit B20. “Il mondo sta attraversando la più grande crisi economica e occupazionale a memoria d’uomo”, ha dichiarato il Presidente di Gruppo Danieli: “Il Covid-19 ha avuto un impatto sproporzionato sui gruppi già svantaggiati e ha esacerbato profondamente le sfide occupazionali già presenti prima della pandemia”. Ancora più significativo, dunque, elaborare percorsi efficaci per agevolare la ripartenza dell’economia e, all’unisono, dell’occupazione: “La crisi ha anche generato un’ondata di innovazione”, ha aggiunto Gianpietro Benedetti, “e un sentimento di impegno e collaborazione condivisi tra governi, imprese e società civile”.

Gianpietro Benedetti: “Plasmare il futuro del lavoro e dell’istruzione come forze trainanti delle nostre società”

Quale dunque la strategia per incentivare la ripresa del mercato del lavoro in un’ottica di inclusione e preparazione al futuro? “È nostro dovere comune migliorare i mercati del lavoro per guidare la crescita”, ha rimarcato Gianpietro Benedetti, “attraverso la promozione di ambienti di lavoro dinamici e flessibili che possano offrire diverse opportunità occupazionali e stimolare l’innovazione”. Per il Presidente di Gruppo Danieli, alla guida della task force tematica su Occupazione e Formazione in vista del G20, è pertanto necessario puntare su fattori quali innovazione e collaborazione per favorire la ripartenza. “È giunto anche il momento di promuovere nuovi modelli di apprendimento e nuove tecnologie per migliorare l’ambiente didattico”, ha sottolineato Gianpietro Benedetti, aggiungendo inoltre che “stimolare l’occupabilità dei giovani e l’emancipazione delle donne sul posto di lavoro garantirà la salute, la sicurezza e il benessere di tutti i lavoratori”. Un ultimo commento affinché tale percorso sia frutto di sforzi comuni e condivisi: “Lavorando insieme con tutte le parti sociali per realizzare le nostre comuni ambizioni riusciremo a plasmare il futuro del lavoro e dell’istruzione come forze trainanti delle nostre società”.