Gianni Lettieri: partnership Atitech – AIA, a Capodichino la conversione dei Boeing

Continua la strategia di crescita portata avanti da Gianni Lettieri: come business partner di Israel Aerospace Industries, Atitech diventerà il primo sito europeo di conversione cargo dedicato ai Boeing.

Gianni Lettieri

Gianni Lettieri (Atitech): “Riprenderemo storica attività High-tech”

Durante gli anni ’90 la Aeronavali Venezia, oggi Alenia, possedeva nell’ala Nord di Capodichino un sito specializzato in conversione cargo per vecchi modelli come il McDonnell Douglas DC-10. Oggi Atitech riprende in mano l’attività e si prepara a ripartire. A dare l’annuncio il Presidente Gianni Lettieri. L’imprenditore ha infatti reso noti i particolari dell’accordo recentemente firmato con Israel Aerospace Industries. Grazie al supporto di uno dei Gruppi leader nel settore delle manutenzioni aeronautiche, la realtà di Capodichino sarà infatti in grado di riconvertire in cargo i Boeing 737-700/800 destinati ai passeggeri. “La firma di questo contratto con IAI – ha commentato Gianni Lettierici permetterà di ricominciare l’attività High Tech che si faceva più di venti anni fa. Sono contento – ha aggiunto il Patron – di vedere come Atitech stia espandendo il proprio portafoglio di servizi, grazie anche a questo nuovo prodotto”.

Gianni Lettieri: “Nuova attività ci pone al centro delle MRO a livello mondiale”

La partnership avviata da Atitech si inserisce a pieno nella strategia di espansione internazionale che Gianni Lettieri ha deciso di portare avanti. Grazie al know-how tecnico e alle attrezzature a disposizione, a Capodichino sorgerà il primo sito europeo di conversione cargo: “Atitech Mro è stata scelta come business partner per fornire soluzioni al mercato europeo ed americano – ha dichiarato Yossi Melamed, Vicepresidente Esecutivo e General Manager di Aviation Group – e sono certo che la collaborazione tra le società darà una marcia in più ad IAI come azienda”. L’accordo è anche un grosso passo avanti nella realizzazione di uno dei progetti più ambiziosi dell’azienda napoletana, ossia la costituzione di un Polo delle manutenzioni italiano con Atitech come regista. Senza contare gli effetti positivi che avrà sul territorio: “Questa nuova attività ci pone al centro del settore delle manutenzioni aeronautiche mondiale – ha detto Gianni Lettierie porterà lustro alla città di Napoli anche in considerazione delle eccellenze universitarie del settore presenti in Campania”.