Gianni Lettieri: l’impegno di Atitech per la ripartenza del Mezzogiorno

Gianni Lettieri è Presidente di Atitech SpA dal 2009: l’azienda si è distinta nel corso della pandemia per le numerose iniziative promosse per sostenere il territorio e le comunità colpite.

Gianni Lettieri

Gianni Lettieri: Atitech contro la pandemia, iniziative a sostegno del territorio e della comunità

Tempestività e concretezza: si può riassumere con queste due parole la risposta di Atitech e del Presidente Gianni Lettieri alla pandemia che dal febbraio 2020 ha duramente colpito il Paese. Fin dai primi giorni dell’emergenza sanitaria, Atitech si è attivata per aiutare i cittadini di Napoli e della Campania in un periodo particolarmente complesso. L’azienda, guidata da Gianni Lettieri, ha provveduto a potenziare le forniture di dispositivi di protezione individuale per garantire ai lavoratori lo svolgimento delle attività in piena sicurezza, dando un contributo concreto alla Regione Campania grazie alla donazione di 20.000 mascherine FFP2 in settimane in cui era difficile reperirle. Nei mesi successivi, con l’arrivo della seconda ondata che ha duramente colpito il Sud del Paese e il sistema sanitario, amplificando le disuguaglianze sociali, Atitech si è nuovamente attivata con ulteriori iniziative a sostegno della comunità.

Gianni Lettieri: nell’hangar di Atitech uno dei più grandi hub vaccinali del Meridione

Su iniziativa del Presidente Gianni Lettieri e del management di Atitech si è riaperta, nel periodo natalizio, la mensa aziendale momentaneamente in disuso: è stato quindi possibile offrire pasti caldi alle famiglie più bisognose del territorio, grazie anche al contributo dei cuochi di Fratelli La Bufala e dell’Associazione Larsec. Nell’ambito di questo progetto, dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono stati consegnati 150 pasti al giorno a 50 famiglie delle aree di Secondigliano, di San Pietro a Patierno e del Rione Sanità. Il Presidente Gianni Lettieri ha sottolineato, per l’occasione, il valore di un impegno condiviso a cui ognuno, nel proprio piccolo e con i propri mezzi, può contribuire nell’ottica di aiutare, tutti insieme, chi ha bisogno. Il 2020 si è chiuso poi con un’ulteriore importante iniziativa per contrastare la pandemia: l’azienda ha, infatti, messo a disposizione uno dei suoi hangar per allestire quello che è diventato uno dei più grandi hub vaccinali del Mezzogiorno, contribuendo così ad accelerare significativamente le somministrazioni nel territorio.