Gabriele Moretti, passioni e competenze professionali

Amante della tecnologia e delle belle arti, Gabriele Moretti è un imprenditore di Torino con un sogno originale: diventare un inventore.

Gabriele Moretti, imprenditore

Gabriele Moretti, studi e competenze

Nato a Torino all’inizio degli anni ’70, Gabriele Moretti si forma nel capoluogo piemontese dove frequenta il liceo scientifico e, successivamente, si laurea con pieni voti in Ingegneria Gestionale. Nel corso degli studi universitari trascorre 6 mesi all’estero, più precisamente in Olanda, dove frequenta il Politecnico di Eindhoven. Ottenuto il diploma accademico presso il Politecnico e abilitato alla professione di ingegnere, diventa Vice Presidente dell’Associazione degli Ingegneri Gestionali tra il 2000 e il 2008. Consulente in ambito strategico e organizzativo per le medie e piccole imprese, Gabriele Moretti si specializza in materia di intelligenza artificiale e ottimizzazione dei processi operativi. Frequenta infatti, nel 2014, i corsi in Analytics Edge e di Big Data and Social Physics, presso il Massachusetts Institute of Technology di Boston – MIT, e il corso in Artificial Intelligence presso la Columbia University. Imprenditore attivo da più di 20 anni nel campo dei servizi alle imprese, il professionista è appassionato di strategia e management.

Il blog di Gabriele Moretti, “Diario di un futuro inventore”

Aspirante inventore, Gabriele Moretti porta avanti il desiderio e il sogno di diventare un giorno un grande innovatore nel campo della tecnica e della scienza. Parallelamente all’attività professionale e formativa, l’ingegnere torinese segue infatti numerosi argomenti della conoscenza umana, informandosi e leggendo con avidità in special modo le pubblicazioni delle sue riviste preferite: Wired, American Scientific, Scienze e Nature. Profondo conoscitore e appassionato di informatica, elettronica, machine learning, data science e intelligenza artificiale, Gabriele Moretti ha deciso di dare spazio alle proprie riflessioni e idee all’interno di un blog personale. Qui l’imprenditore e ingegnere è libero di spaziare a 360 gradi sulle materie a lui più care, con temi che vanno dai quadri di Pollock, passando per il ricordo dei più grandi scienziati e inventori mai apparsi sulla Terra sino a disgressioni sulla natura del tempo e della razionalità umana. Tra i suoi articoli più recenti anche una critica all’appropriazione indebita del nome di Tesla, utilizzato da diversi imprenditori per dare un titolo alle proprie innovazioni tecnologiche. Appassionato anche di design e architettura, colleziona opere d’arte nel tempo libero.