Gabriel riceve il benvenuto dalla comunità di Scientology

Cerimonia religiosa del nome nella Chiesa di Scientology per dare il benvenuto a Gabriel, figlio di una giovane coppia di fedeli della comunità religiosa della capitale.

Roma 20 Febbraio 2017. Alle ore 17.30 di Domenica 19 Febbraio 2017 nella spirituale atmosfera della cappella della Chiesa di Scientology di Roma, in via della Maglianella 375, i fedeli di Scientology si sono riuniti per dare il benvenuto a Gabriel con la “Cerimonia del Nome”.

La religione di Scientology prevede una cerimonia per celebrare i nuovi genitori e presentare il nuovo nato alla comunità. La cerimonia di battesimo di Scientology ha un ulteriore significato per i membri della religione. Gli Scientologist riconoscono l’immortalità dell’essere spirituale come convinzione fondamentale e ne consegue che, nell’iniziare una nuova vita, l’essere può essere disorientato. Quindi è importante orientare i bambini verso la nuova famiglia ed il loro ambiente e portarli a comunicare con essi.

Nella cerimonia di battesimo di Scientology, un bambino riceve ufficialmente la sua nuova identità, viene presentato ai suoi genitori e padrini e accolto caldamente dalla  congregazione.

Il Ministro officiante il battesimo ha ricordato, secondo il rito, che genitori e padrini hanno delle precise responsabilità verso Gabriel, non ultima quella di comunicare la propria esperienza e di fornire una guida, tenendo presente che spetterà comunque a Gabriel scegliere quella che sarà la propria strada nella   vita,  ricevendo comunque le cure e il supporto responsabile dell’esperienza maturata dagli adulti.

Subito dopo la cerimonia, fedeli ed ospiti si sono intrattenuti nel Centro delle Informazioni per il Pubblico, dove hanno potuto conoscere i prossimi impegni con le attività di intervento sociale per la prevenzione alle droghe, la promozione dei diritti umani, gli interventi per migliorare la moralità, il livello di istruzione, la cura e il rispetto per l’ambiente e la solidarietà dei Ministri Volontari alle vittime del recente terremoto del centro Italia. Attività volte a dare un contributo alla creazione di un mondo migliore, quello in cui Gabriel dovrà vivere.