Francesco Starace: Net Zero Grid Day, Enel lancia la strategia per le reti

Occorre “un approccio aperto, collaborativo con tutte le reti del mondo per poter tutti lavorare insieme sullo stesso fronte, per poter arrivare a Net Zero”: l’impegno di Enel nelle parole dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale Francesco Starace.

Francesco Starace

Il Net Zero Grid Day di Enel: il video-intervento dell’AD e DG Francesco Starace

“Le reti sono le principali attuatrici della transizione energetica, che semplicemente non avverrà se le reti non cambieranno in un modo profondo”: lo ha spiegato l’AD e DG Francesco Starace intervenendo lo scorso 16 maggio al Net Zero Grid Day, evento organizzato da Enel per illustrare agli stakeholder dell’ecosistema della distribuzione di elettricità “gli ultimi sviluppi della road map industriale per arrivare alla rete del futuro”. Le reti, nella vision di Enel e dell’AD Francesco Starace, dovranno “garantire il massimo della qualità dei servizi alla fornitura elettrica, gestire in modo adeguato la crescente produzione da rinnovabili e devono anche avere un ruolo attivo nella decarbonizzazione”: essere pronte a guidare la transizione energetica è la sfida che attende oggi le aziende. Per vincerla è quindi fondamentale riuscire ad “eliminare le emissioni dirette e indirette che provengono dalle reti di distribuzione elettrica”.

Enel, il Piano Strategico 2021-2023 e la “vision” al 2030: il valore nelle parole dell’AD e DG Francesco Starace

“Il Net zero diventa quindi il cuore della strategia Enel”, ha evidenziato l’AD e DG Francesco Starace: “Abbiamo anticipato la data alla quale vorremmo arrivare a zero emissioni di carbonio dal 2050 al 2040, tenendo conto sia delle emissioni dirette che delle emissioni indirette”. Ridurre le emissioni di CO2 dalle attività, contenere le perdite di rete e adottare materiali e componenti circolari e a basse emissioni sono i punti cardine della strategia di Enel che, come rimarcato dall’AD, si impegna a “raggiungere lo zero senza misure di compensazione delle emissioni”. In quest’ottica “siamo disponibili a condividere le nostre esperienze con tutti gli attori interessati perché riteniamo che condividere rappresenterà la chiave per trovare insieme la soluzione migliore”. Importante è essere tutti alleati “per procedere in maniera più accelerata lungo questo percorso”: non a caso nel corso del Net Zero Grid Day Enel ha annunciato la nascita di “Open Power Grids”, associazione attraverso cui si propone di condividere con gli stakeholder in un ambiente open source i propri standard per i componenti delle reti di distribuzione accelerando quindi l’adozione di nuove soluzioni tecniche sicure, sostenibili ed efficienti. “Noi stiamo perseguendo un approccio di open innovation”, ha ricordato Francesco Starace: “Vogliamo condividere la nostra esperienza e le nostre soluzioni e forse a nostra volta trovare altrove risposte a problemi per i quali ancora non abbiamo una soluzione totale”. Un approccio “aperto, collaborativo con tutte le reti del mondo per poter tutti lavorare insieme sullo stesso fronte, per poter arrivare a Net Zero”.