Euro? No, grazie. La Repubblica Ceca non ci vuole entrare

Entrare a far parte dell’euro? Per il momento la Repubblica Ceca non ci pensa affatto. Neppure dopo il cambio al timone della politica.
Del resto se pochi anni fa un referendum sancì che il 70% della popolazione non era favorevole, in così poco tempo pensare che un quarto della popolazione abbia cambiato idea è un azzardo.

La Repubblica Ceca si nega all’ipotesi Euro

repubblica cecaAd ogni modo, a toglierci i dubbi è stato il nuovo fronte politico al comando. I rappresentanti dei partiti di opposizione che hanno vinto le elezioni parlamentari di ottobre, hanno riferito chiaramente all’agenzia di stampa CTK che non c’è alcun progetto di abbracciare l’euro.
Nelle elezioni parlamentari dell’8 e del 9 ottobre, le alleanze liberali-conservatrici dell’opposizione hanno vinto 108 dei 200 seggi. I giorni al comando del primo ministro populista Andrej Babis  (che di recente aveva criticato sempre più spesso l’UE) sono forse contati.

La vittoria contro il populismo era stata vista come un forte segnale di avvicinamento del Paese all’Unione Europea, nonostante le tensioni sorte dopo la richiesta di fondi per costruire muri anti-migranti ai confini. Ma da qui a pensare all’ingresso nell’Euro il passo è ancora molto lungo.

Il rapporto tra Corona e valuta unica

La Repubblica Ceca è membro dell’Unione europea dal maggio 2004, ma ha continuato a usare la sua valuta nazionale, la corona ceca.
Pochi anni fa (aprile 2017) il paese dell’est ha peraltro deciso di sganciare il cambio fisso della corona con l’euro (27 a 1) perché rischiava di prosciugare le proprie riserve.
Una mossa simile a quella che aveva fatto due anni prima la BNS Svizzera (non membro della Ue), che sganciando dalla sera alla mattina il franco dall´euro, provocò un terremoto finanziario internazionale, colpendo l’euro e facendo precipitare il franco per il classifo effetto slippage (scivolamento improvviso).

Il motivo del NO

Ma quello è il passato, mentre il futuro è tutto da scrivere. Ma difficilmente la Cechia –  uno dei mercati emergenti dell’est – deciderà di entrare nella moneta unica. Infatti un progetto del genere non sarebbe attualmente vantaggioso per il paese e i criteri di disavanzo per l’introduzione dell’euro non sono ancora stati soddisfatti.