Cristina Scocchia si racconta in un’intervista pubblicata su “Repubblica”

Procter&Gamble, L’Oréal Italia, KIKO Milano e oggi Illycaffè: le tappe professionali della carriera di Cristina Scocchia, manager di grande esperienza in società di livello internazionale.

Cristina Scocchia

Cristina Scocchia si racconta: l’intervista di “Repubblica”

Esordire in una multinazionale già durante gli studi universitari, proseguire con ruoli di responsabilità nei mercati esteri, per poi guidare aziende verso il successo internazionale. Si potrebbe riassumere così la carriera intrapresa da Cristina Scocchia a partire da quel career day organizzato nella Facoltà di Economia e Commercio dell’Università Bocconi di Milano. Occasione che segna il suo esordio professionale in Procter&Gamble: “Non la conoscevo, ma due dei manager lì presenti mi dissero subito: da noi conta il merito, non importa da dove vieni, ma la tua voglia di crescere. Per me è stata una rivelazione”, racconta nell’intervista a “Repubblica”. Dopo uno stage nella multinazionale le viene proposta l’assunzione: “Alla fine il mio capo decise: ti assumo come se tu fossi già laureata, lavora tutto il giorno, la notte studia e prendi la laurea”. Consiglio che Cristina Scocchia concretizzò con ottimi risultati: “Studiavo dalle 10 di sera alle 3 del mattino, ho mantenuto la mia promessa, ho concluso gli studi col massimo dei voti”. Non solo: di lì a poco consegue anche un Dottorato di Ricerca in Economia Aziendale presso l’Università di Torino. Come raccontato nell’intervista, in Procter&Gamble cresce professionalmente ricoprendo ruoli di responsabilità sia in Europa sia nei mercati emergenti (Est Europa, Medio Oriente, Africa). Nel 2012, poco prima di lasciare Procter&Gamble, arriva al vertice delle Cosmetics International Operations, con responsabilità del brand Max Factor in 75 Paesi nel mondo.

Guidare le aziende alla crescita: i successi di Cristina Scocchia come AD

L’intervista con “Repubblica” è occasione per Cristina Scocchia di ricordare anche gli anni della maternità: “Nel 2009 è nato Riccardo”, racconta, “Al quinto mese in un attimo sono passata da una vita sempre di corsa a una stanza d’ospedale. Ma in quel momento dovevo impegnare le mie energie per lui, perché tutto andasse bene. L’azienda mi è stata vicina come una famiglia, ho capito che significa lavorare in un’impresa di cui condividi i valori”. Il 2013 segna invece il suo ingresso in l’Oréal, che la nomina AD della divisione italiana. Le sue capacità manageriali riportano la filiale alla crescita: un obiettivo raggiunto nei tre anni in cui è alla guida, nei quali promuove anche una sfida d’avanguardia in favore dello smart working, vincendola. La successiva tappa professionale la vede alla guida di KIKO Milano in qualità di CEO: siamo nel 2017 e, nel giro di pochi anni, Cristina Scocchia dirige un intenso percorso di trasformazione e riorganizzazione dell’azienda leader nel settore della cosmetica su scala globale. I risultati consentono di aumentarne l’efficacia finanziaria e operativa, nonché di completare nel 2019 un turnaround con raddoppio dell’EBITDA rispetto al 2017. La manager è oggi Amministratore Delegato di Illycaffè – leader globale del caffè di alta qualità sostenibile – su nomina a gennaio 2022. Tra apertura di nuovi punti vendita all’estero e accelerazione dei canali online, Cristina Scocchia è impegnata nel portare a compimento il processo di quotazione in Borsa della storica azienda di Trieste.