Costruire il domani

Occorre investire per poter continuare a crescere. Questo il segnale che giunge svogliando il Bilancio di Sostenibilità 2013 presentato da Varvel SpA , storica PMI bolognese specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità.
Un documento, quello proposto annualmente da Varvel, in cui l’azienda espone con la massima trasparenza tutti gli elementi che la caratterizzano, sia sul piano produttivo che su quello gestionale. Oltre al grande impegno per la collettività che la rende un’impresa socialmente responsabile, come testimoniato dal Bilancio stesso in cui emerge come Varvel consideri nella definizione della propria strategia, nell’identificazione dei propri principi e nei comportamenti di gestione quotidiani, gli interessi di tutte le parti interessate (dipendenti, clienti, fornitori, istituzioni, comunità sociale etc.) e gli impatti che il suo operato può avere sia a livello economico, che sociale ed ambientale.
Come emerge dalla lettura, il 2013 è stato un anno molto importante per Varvel, con un sessantesimo alle porte e numerosi progetti che hanno dato l’avvio al piano triennale di sviluppo che è alla base del processo di internazionalizzazione in corso. A partire dall’introduzione del gestionale SAP connesso ad un CRM, per potenziare i meccanismi relazionali con clienti e distributori, a cui si somma il Varvel Production System per bilanciare tutte le operazioni industriali sulla vera domanda di mercato, raccogliendo contestualmente i frutti di un’ottimizzazione logistica, con la piena operatività del nuovo polo milanese, inaugurato nel 2012.
Il 2013 è stato anche l’anno di lancio dei moduli entrata ISM con albero sporgente e BSM anti-ritorno, una grande novità nelle linee di prodotto, insieme alla prima versione di RB13, un riduttore ad assi paralleli che ha riscosso grandi consensi e a cui segue la versione 2014, ancor più performante in termini di silenziosità di funzionamento e pienamente rispondente alle esigenze del mercato globale.
Forte impegno ha dimostrato anche il reparto ricerca e sviluppo, dedicandosi a grassi e lubrificanti, al centro di nuovi studi e procedure innovative per la verifica delle prestazioni, oltre che a diversi sistemi all’avanguardia nell’analisi vibracustica, misurazione dei decibel e nella condivisione di un progetto del Ministero della Ricerca, migliorando ulteriormente il controllo qualità.
Uno slancio verso il domani che si è concretizzato con la partecipazione al Programma Europeo Horizon 2020 che fornirà le risorse per consentire la realizzazione di un rivoluzionario riduttore smart in grado di funzionare senza lubrificante.
Nel Bilancio di Sostenibilità trovano spazio anche le attività che caratterizzano Varvel come impresa socialmente responsabile e che anche nel 2013 sono proseguite attivamente, spaziando dalla riduzione dell’impatto ambientale al supporto a realtà benefiche locali, nazionali ed internazionali, arrivando al recente conseguimento della certificazione BS OHSAS 18001, relativa al sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro, senza tralasciare la salvaguardia del made in Italy e di posti di lavoro, la crescita di una rete di impresa e del dialogo con tutti gli stakeholder, anche attraverso un forte potenziamento dei canali di comunicazione aziendali, per estendere il concetto di qualità non solo al prodotto, ma anche a tutti i soggetti con cui Varvel si relaziona, in Italia e nel mondo.
“Per un’azienda come Varvel è fondamentale condividere la filosofia che la anima – afferma Francesco Berselli Presidente di Varvel S.p.A. – proprio perché la trasparenza verso gli stakeholder e la diffusione dei valori che la caratterizzano sono parte integrante della nostra mission”.
“Lo scorso anno è stato molto impegnativo– conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel S.p.A. – poiché abbiamo dato il via ad una serie di progetti innovativi che nel corso del tempo ci regaleranno i frutti che ci auguriamo. Per un’azienda, specialmente nei momenti difficili come quelli che sta attraversando l’economia a livello globale, occorre puntare sull’innovazione per continuare a guardare avanti. Noi l’abbiamo fatto e già i primi riscontri sono molto positivi”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com