Come valorizzare la tua casa con le lampade vintage

Stile Vintage: un termine sempre più comune in qualsiasi ambito.

Di cosa si tratta? Vediamo innanzitutto quale è la radice etimologica di questo termine. La parola Vintage deriva dal francese Vendenge e ha una derivazione enologica: riguarda cioè i vini vendemmiati e i prodotti nelle annate migliori. Il termine vintage è quindi diventato sinonimo dell’espressione “d’annata” e può essere applicato negli ambiti più diversi: dal vino, alla moda, all’arredamento, agli accessori e molto altro.
Tuttavia, nonostante la sua proiezione al passato, lo stile Vintage è uno stile che promette di rimanere sempre attuale.

Parlando in modo specifico di arredamento, sempre più persone amano arredare la propria casa secondo uno stile vintage o retrò. Tutti sappiamo però che a completamento di un mobilio o oggettistica in stile vintage, ci vuole anche l’adeguata illuminazione.

L’illuminazione vintage: un tocco di stile alla vostra dimora

Che cosa rende lo stile vintage così apprezzato nell’arredamento? Forse l’atmosfera calda e accogliente che si respira non appena si varca la soglia di una casa arredata in stile vintage.

Tutti desideriamo forse questo, ma pensiamo di dover girare tutti i mercatini delle pulci possibili per ottenerlo. Le cose non stanno così perché negli ultimi anni molte aziende di arredamento hanno curato la produzione di oggetti di vario genere in stile vintage.

Per quanto riguarda l’illuminazione in modo particolare, si può dire che il mercato è pieno zeppo di offerte in questo settore: è possibile trovare lampade a sospensione, lampade da terra, plafoniere, lampadari o semplicemente lampadine vintage a filamento: trasformare una stanza moderna e contemporanea, anche minimalista, in un ambiente più accogliente e confortevole non è mai stato così facile!

Illuminazione vintage per ogni ambiente

Le lampade e i lampadari in stile Vintage Retrò sono sempre molto attuali e ricercati: il loro carattere decisamente unico e inconfondibile ti permette di illuminare ed arredare con originalità ed un tocco di romantica nostalgia.

Cosa distingue le lampade in stile vintage? Sono senza dubbio i materiali come il ferro forgiato e lavorato, le finiture in ottone ossidato e la ceramica in stile industrial retrò con effetto consumato che riportano al loro design essenziale e perfetto per ambienti che simulano la Belle Époque.

Che dire se però dobbiamo scegliere lampade per diversi ambienti della casa? Vediamo qualche suggerimento:

  1. Illuminazione vintage per la camera da letto: si potrebbe optare per lampade da lettura a faretto messe sui comodini o semplicemente ai lati della testiera del letto.
  2. Illuminazione vintage per la sala da pranzo: le migliori lampade sono quelle a sospensione a più punti luce, se possibile mantenendole a un livello piuttosto basso dal soffitto. Anche un lampadario più classico e minimalista in rame, bianco, metallo e vetro potrebbe essere una buona soluzione
  3. Illuminazione vintage per il soggiorno: anche in questo caso è consigliabile un lampadario o una lampada a sospensione unito ad altre fonti di luce complementari, come una lampada da terra, perfetta vicino al divano per la lettura, o da parete, che può diffondere luce d’ambiente in alternativa al lampadario
  4. Illuminazione vintage per il bagno: anche in questo caso l’ideale sono lampadari o lampade a sospensione vintage per uno stile shabby chic o le lampade da parete minimal industriale, per esempio ai lati dello specchio, in modo tale da conferire un dolce risveglio al mattino e il relax dopo una giornata di lavoro.

L’arredamento vintage è veramente contraddistinto da un sapore di vissuto e da una bellezza ineguagliabile.