Claudia Pintus: bilancio positivo nel decennale della sede universitaria di Torino

“La nostra forza, paradossalmente per un’università telematica, è sempre stata quella di garantire la presenza costante, lungo tutto il percorso degli studenti. La pandemia, pur non fermando l’attività, si è fatta sentire anche qui: esami on line, colloqui di orientamento a distanza e tutoraggio virtuale hanno sostituito le consuete prassi accademiche – rivela Claudia Pintus, docente e responsabile della sede torinese e presidente dell’ANSI TO2 (Associazione Nazionale Scuola Italiana) -. Numerose le attività culturali che in questi anni sono state svolte, in primis la presenza al Salone Internazionale del Libro di Torino durante il quale abbiamo organizzato presentazioni di libri e progetti, supportando le iniziative più meritevoli in città”.

Nell’edificio di piazza Castello dove un tempo sorgeva l’Hotel Europa, in cui soggiornarono grandi capi di Stato e personaggi della cultura ottocentesca, da dieci anni la professoressa Claudia Pintus promuove la cultura e la formazione. Lo fa dirigendo il polo didattico e sede esami, convenzionato con l’Università Telematica Pegaso e Universitas Mercatorum – Camera di Commercio, nel Palazzo San Martino di San Germano. Oltre 7000 studenti sono passati dal civico 99, in quelle sale dal sapore antico, impregnate di cultura e al contempo ricche di tecnologia e di tutti i servizi adatti alla didattica a distanza e in presenza.

“L’incontro con Ansi ha confermato quanto ho sperimentato in tanti anni di esperienza di docente nella scuola pubblica e privata, a contatto con tutte le problematiche legate alla collaborazione tra scuola e famiglia, particolarmente importante in casi di disabilità – afferma Pintuscon la convenzione con Pegaso prima e più recentemente Mercatorum, ho potuto dare concretezza alle mie convinzioni: l’istruzione dev’essere democratica, a costi contenuti e accessibili, e la scuola come l’università sono canali educativi, prima che istituzioni, e possono funzionare solo con la collaborazione di tutti dallo studente, al docente o tutor, fino alle famiglie e all’intera società”.

In questa filiera della formazione e della cultura, in cui trovano campo applicativo i valori dell’Associazione Nazionale Scuola Italiana (ANSI) si inserisce a pieno diritto la Camera di Commercio di Torino. “La formazione e le competenze sono necessarie e trasversali, dal commercio, al turismo, dall’impresa tradizionale a quella innovativa e sociale – spiega Guido Bolatto, segretario generale della Camera di Commercio di Torino – la sfida di essere al passo con i tempi e in continuo aggiornamento si vince soprattutto con realtà come questa in cui i servizi universitari e formativi sono vari, flessibili e modulabili a seconda delle esigenze. Come UniMercatorum, grazie al team della professoressa Pintus a Torino, cerchiamo di proporre un’offerta varia, attuale e soprattutto accessibile anche a livello di costi”.

Tante e tanti intellettuali, rappresentanti di molte sfere della società, dalla giustizia all’economia passando per la cultura hanno animato le attività organizzate negli ultimi dieci anni da Claudia Pintus e il suo staff nei locali di piazza Castello così come allo storico stand al Salone del Libro. Il magistrato e saggista Gian Carlo Caselli, lo storico Giuseppe Berta, il sindacalista Raffaele Bonanni, il criminologo Fabrizio Russo, lo scrittore Carlo de Filippis, l’imprenditrice Maria Cristina Gribaudi, presidente di Keyline, il professore di Diritto Privato Fernando Bocchini, il medico chirurgo e scrittore Piero Abruzzese e il presentatore Marco Berry.

“Attraverso l’associazione Ansi.To2 e i nostri servizi abbiamo sempre avuto uno sguardo pluridisciplinare, aperto e accogliente – conclude la professoressa Pintus -. In questi anni abbiamo lavorato con studenti provenienti dagli istituti di pena, con le categorie che convivono con la fragilità, ad esempio numerose persone con disabilità che, pur con la ‘scomodità’ delle tariffe ancorché agevolate, vengono accompagnate dai nostri tutor secondo le singole necessità. In conclusione per noi conciliare vita lavorativa e studio è alla base di tutto, non a caso qui sono numerosi i genitori-lavoratori e anche gli sportivi”.

Tra gli studenti che frequentano i corsi proposti dall’Università telematica in piazza Castello e seguiti dai tutor coordinati dalla professoressa Claudia Pintus figurano Alessandro Buongiorno, difensore del Torino Fc, che frequenta Economia aziendale, conciliando con gli impegni della prima squadra in Serie A mentre sono iscritti a Scienze Motorie Federica Togut, ex pallavolista, Nicola Rauti e Jacopo Segre, entrambi calciatori del Toro, in prestito rispettivamente al Pescara e al Perugia, e il portiere granata classe 2000 Luca Gemello. Anche l’atleta paralimpico di karate rivolese Luca D’Ambrosio si è laureato a Scienze Motorie. Il legame con lo sport è molto sentito tanto che quest’anno la sede torinese di UniPegaso sponsorizza la prima squadra femminile della Reale Mutua Fenera Chieri ’76.