Alessandro Bernini: nuovo traguardo per Maire Tecnimont, ottenuti rating ESG “AA” e “Gold”

Il Gruppo guidato da Alessandro Bernini rafforza la sua posizione nell’ambito ESG grazie alle valutazioni delle principali agenzie di rating. Pubblicato anche il Bilancio Sostenibilità 2021.

Alessandro Bernini

Alessandro Bernini: Maire Tecnimont, le performance ESG del 2021

Novità per Maire Tecnimont. La multinazionale, attiva nella trasformazione delle risorse naturali e quotata su Euronext, ha reso noto di aver ricevuto il rating “AA” da Morgan Stanley Capital International (MSCI) Research e il rating “Gold” da Ecovadis. Le due agenzie, che figurano tra le principali realtà nel rating ESG, hanno valutato positivamente le performance ambientali, sociali e di governance del Gruppo guidato da Alessandro Bernini. Performance testimoniate anche dal Bilancio di Sostenibilità 2021, pubblicato proprio nei giorni dell’annuncio. Diverse le iniziative portate avanti. Un esempio, sul fronte dell’impegno nel sociale, le 1,6 milioni di ore di formazione per i dipendenti e collaboratori, alle quali si aggiungono 600 ore di workshop sulla normativa Ue in materia di clima. Si registra inoltre il 21% di presenza femminile (in linea con il settore) e 95% di media dei rapporti salariali donna/uomo (+2% rispetto al 2020). In India la multinazionale ha inoltre dato vita ad un Centro di ricerca sul riciclo dei rifiuti e sull’economia circolare in collaborazione con il National Institute of Technology Karnataka. Lato governance, il Gruppo ha lanciato di recente la “Fondazione Maire Tecnimont Evolve”, ha adottato la Business Integrity Policy e ha creato una rete di oltre 1.300 fornitori classificati secondo criteri ESG. Ma è soprattutto sulla sostenibilità, ha commentato il CEO Alessandro Bernini, che Maire Tecnimont ha concentrato le sue azioni.

Alessandro Bernini: Maire Tecnimont abilitatore della transizione, l’innovazione il pilastro del nostro modello

Nel Bilancio spiccano infatti le iniziative in campo ambientale. L’obiettivo della società è quello di essere “abilitatori della transizione energetica globale”, spiega Alessandro Bernini. Numerose le campagne lanciate con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 negli uffici, nella mobilità, negli imballaggi. Il Gruppo ha anche deciso di implementare il progetto “Green Village – MET Sustainable Sites”, dedicato all’efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni generate dai cantieri. Successo per l’impianto di riciclo di materie plastiche gestito da MyReplast Industries (controllata da NextChem, Gruppo Maire Tecnimont), che ha contribuito ad abbattere 40mila tonnellate di anidride carbonica. Infine, sono oltre 1.800 i brevetti totali e 81 i progetti di innovazione. La società ha anche costituito la MeT Zero Task Force, dedicata al percorso verso la carbon neutrality: “Abbiamo pienamente integrato i criteri Esg nella nostra strategia industriale. La nostra Task Force dedicata alla riduzione delle emissioni di CO2 – conclude Alessandro Berniniè un esempio di innovazione guidata dalle nostre persone, il pilastro principale del nostro modello di business”.