Posts Tagged ‘voip’

3CX: il softphone? Vive un’ascesa silenziosa

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Internet, Tecnologia

A livello mondiale il passaggio alle Unified Communications in ambito aziendale risulta inarrestabile. Da un recente studio condotto lo scorso aprile dall’istituto Credence Research emerge che l’impiego di soluzioni UC favorisce la richiesta di soluzioni pacchettizzate per dispositivi mobili da parte dei lavoratori, una domanda per cui è prevista una crescita costante fino ad oltre il 2022.3cx-logo-high-resolution-1024x372

Come evidenziato dalla ricerca, il softphone, quella app per smartphone o desktop che consente di effettuare chiamate in VoIP direttamente dal computer, sta entrando rapidamente nel favore degli impiegati, laddove l’incremento più congruo si registra nelle applicazioni per smartphone, dato che tali dispositivi rappresentano la scelta preferita dalla maggior parte degli utenti.

Secondo un recente sondaggio sulle applicazioni VoIP per il business condotto dalla Software Advice alla fine del 2015 “in generale le applicazioni mobili e i softphone sono molto più versatili rispetto alle funzioni base per telefonia e messaggistica disponibili attraverso il classico cellullare”, le applicazioni softphone includono solitamente anche la possibilità di utilizzare numeri virtuali, mettere in attesa le chiamate e di trasferirle altrettanto facilmente. “In ambito business, l’evoluzione degli smartphone come vera e propria estensione del centralino telefonico sembra aver soppiantato il tradizionale uso del cellulare per le comunicazioni aziendali” si legge nel sondaggio.

La maggior parte degli intervistati (54 per cento) si dichiara soddisfatta dell’utilizzo del softphone per le chiamate aziendali, e, come rileva il sondaggio, il softphone viene impiegato quotidianamente. Numerosi produttori di soluzioni per le Unified Communications utilizzano strumenti con cui profilare ambito, modalità e motivi dell’impiego delle soluzioni UC. Questi “analytics” consentono di valutare, ad esempio, il livello di impiego dei softphone rispetto ai regolari telefoni da tavolo in una data azienda. Tale analisi aiuta indubbiamente il responsabile IT/TLC a trovare risposte in merito alle ragioni per cui le eventuali applicazioni o soluzioni di Unified Communication adottate dall’azienda siano impiegate solo parzialmente dalla forza lavoro.

3cxphone_for_iphone2

L’indagine mostra anche che gli stessi reparti IT gradiscono il softphone poiché significativamente più economico dei telefoni IP “fissi” in termini di acquisto e manutezione. Un ulteriore e importante valore aggiunto del softphone è costituito dal fatto che, oltre ad avere un costo estremamente limitato, tali client per smartphone o desktop possono essere impiegati ovunque nel mondo sia disponibile una connessione internet decente. Un softphone non richiede manutenzione, l’eventuale disservizio si verifica solo qualora il device impiegato subisca un crash o si rompa – nel qual caso basta installarlo su un qualsiasi altro dispositivo!

Gli intervistati, citano anche altri vantaggi dell’utilizzo del softphone: l’interazione trasparente con applicazioni aziendali per la gestione della clientela, la funzionalità clicca e chiama, la semplice gestione della segreteria telefonica e l’immediatezza degli aggiornamenti; tutti fattori pro impiego del softphone.

Questi risultati, in termini di versatilità e fruibilità dei softphone suggeriscono che, anche se attualmente i dipendenti non vi sono abituati, tutti sarebbero in grado di adattarsi rapidamente all’utilizzo del softphone in luogo del tradizionale telefono fisso, secondo il parere di Daniel Harris, Analsita di Software Advice.

A prescindere dalla portabilità del proprio interno aziendale ovunque, i dipendenti apprezzano la facilità di integrazione del softphone con altri tipi di software per ottimizzare i processi aziendali. Se l’azienda ha l’esigenza di integrare software CRM quali Microsoft Dynamics, ACT o soluzioni per la produttività aziendale tra cui Exact o Office 365, il softphone rappresenta nella maggior parte dei casi una scelta migliore rispetto al telefono tradizionale. Ad esempio, grazie all’integrazione con il client di posta elettronica l’utente di un softphone può di chiamare i numeri contenuti nelle e-mail semplicemente cliccandoci sopra.

Il telefono fisso sarà sostituito dal softphone? Probailmente non in tempi brevi come mostra l’indagine, ma la soluzione sta guadagnando velocemente terreno. Con i suoi client gratuiti per desktop e smartphone, 3CX, produttore del noto centralino software-based 3CX Phone System, è pronto.

Chi è 3CX

3CX è un’azienda di canale al 100% che sviluppa e commercializza il proprio 3CX Phone System, il pluripremiato centralino IP software-based basato su standard aperti e in grado di rinnovare le telecomunicazioni sostituendo i PBX proprietari tradizionali. Con 3CX Phone System le aziende tagliano i costi delle comunicazioni e incrementano la propria produttività e mobilità.

Con il sistema di videoconferenze WebRTC integrato, i client per smartphone Android, iOS e Windows oltre a quelli per Mac e PC, il 3CX Phone System assicura alle organizzazioni la fruibilità di una soluzione completa per le Unified Communications chiavi in mano.

50.000 clienti in tutto il mondo impiegano le soluzioni 3CX, tra questi Boeing, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Con l’intento di essere territorialmente vicini ai propri clienti, 3CX ha sedi negli Stati Uniti, Sudafrica, Russia, Gran Bretagna, Germania, Hong Kong, Italia, e Australia.

Ulteriori informazioni su 3CX sono reperibili anche su FacebookTwitter

Wildix CLOUD Open Days: dove il business diventa partnership

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia

Forte della sua esperienza in ambito IT e TLC, Wildix ha programmato una serie di incontri sul territorio nazionale per individuare nuovi partner commerciali con cui definire le strategie di business e crescere insieme all’interno di un Ecosistema a valore aggiunto

Il mondo della comunicazione sta cambiando rapidamente, così come anche gli strumenti messi a disposizione di utenti e aziende che, per restare al passo con i tempi e sfruttare a pieno le potenzialità delle nuove tecnologie, devono affidarsi a partner affidabili e sempre all’avanguardia.

Wildix, multinazionale dinamica e in forte crescita sia in Italia che all’estero, è uno di questi, perché non solo pone il suo obiettivo nel successo dei propri partner, ma è sempre pronta a cogliere le tendenze tecnologiche del momento e ad anticiparne le potenzialità con prodotti e servizi pensati per sfruttarle al meglio.

Oggi le esigenze degli installatori telefonici sono: avere più clienti, avere prodotti da proporre che abbiano funzionalità innovative a fronte di minor tempo di installazione e di supporto.

A queste richieste Wildix risponde con soluzione UC&C, WebRTC Ready e Cloud per ogni esigenza, una soluzione HW e SW completa (senza le problematiche per integrare prodotti terze parti) e ben 5 anni di garanzia.

Proprio perché il Cloud è uno dei trend dell’ICT maggiormente in espansione, Wildix ha pensato di renderlo protagonista dei suoi CLOUD Open Days 2016: 11 giornate rivolte alle aziende b2b del settore telefonico, che hanno lo scopo di selezionare nuovi partner commerciali, con capacità d’innovazione e pronti per entrare a far parte di un vero e proprio Ecosistema di risorse e competenze capace di portare vantaggi a tutti i suoi membri.

I Wildix CLOUD Open Days partiranno il 13 aprile prossimo da Udine e toccheranno Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Milano, Napoli, Padova, Roma e Torino: qui il calendario completo con le location e le modalità per iscriversi.

La partecipazione è gratuita previa registrazione e ciascuna giornata darà modo a ciascuna azienda di fissare preventivamente uno slot orario per un incontro one-to-one con un responsabile Wildix.

Scopo dei CLOUD Open Days è di presentare in maniera chiara e approfondita l’intera offerta Wildix e illustrare ampiamente il Programma Partner, le soluzioni e le iniziative strategiche societarie, ma anche di dar luogo a momenti fondamentali per incontrare di persona i migliori talenti e intraprendere un percorso di crescita condivisa, nell’ottica di stabilire relazioni di business il più possibile trasparenti, proficue e incentivanti.

E l’interesse che Wildix ha nell’avere al suo fianco partner affidabili con i quali costruire insieme un Ecosistema di risorse, competenze e business, quest’anno si espande anche oltre confine; ne sono testimonianza le partecipazioni dell’azienda all’IT Partners di Parigi, che si è tenuto il 9 e il 10 marzo e al Cebit di Hannover, svoltosi dal 14 al 18 marzo.

“Quest’anno Wildix ha deciso di accogliere solo 30 nuovi partner. Il motivo? Vogliamo instaurare un rapporto di partnership esclusiva, offrendo assistenza tecnica diretta, supporto alle vendite e nel marketing”, commenta Stefano Osler, CEO di Wildix.

“Io, Cristiano Bellumat – Sales Manager Italy – e tutta Wildix, non parliamo mai di ‘portafoglio clienti’ o di ‘sistema di vendita indiretta’, ma preferiamo chiamarlo ‘Ecosistema’ di aziende che hanno creduto in noi e che ora guadagnano vendendo la nostra tecnologia”, conclude Osler.

Per maggiori informazioni sui Wildix Cloud Open Days 2016 visitate:

http://www.wildix.com/it/openday/

Da 3CX tre motivi per dotarsi di un centralino IP e integrarlo con il CRM

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Internet, Tecnologia

Il perché del VoIP di nuova generazione in azienda in un’ottica di gestione dei rapporti con la clientela.

3cx-logo-high-resolution-1024x372Indipendentemente dal target di riferimento di un’azienda, la buona reperibilità del personale commerciale e/o del servizio di assistenza tecnica concorre in massima parte a generare fiducia a lungo termine in un marchio: nella stragrande maggioranza dei casi i clienti (B2B come consumer) raccomandano infatti i fornitori con cui hanno avuto l’esperienza più positiva quando hanno dovuto interfacciarvisi. Se prima di Internet, ogni raccomandazione o lamentela avrebbe raggiunto un nucleo ristretto di persone, con la crescente multicanalità delle comunicazioni adottata dalle stesse aziende e l’esponenziale uso dei social media, un cliente può raggiungere facilmente migliaia di altri consumatori. Per trasformare i propri clienti in moltiplicatori è quindi necessario assicurarsi che abbiano qualcosa di positivo da dire, non solo sulla qualità del prodotto ma anche sull’affidabilità dell’azienda. Il giusto sistema telefonico combinato a personale competente aiuta le aziende a raggiungere questo obiettivo incrementandone contestualmente la produttività.

Mai più chiamate e opportunità perse

Tra smart working, viaggi di lavoro o interventi in loco, sempre più spesso gli impiegati sono chiamati a svolgere le proprie mansioni in un altro ufficio o fuori sede. Prima della telefonia IP, le, le chiamate ricevute in azienda sarebbero state perse o ci sarebbero state notificate al rientro dall’eventuale centralinista. Con l’avvento del VoIP e negli anni a seguire la tecnologia si è evoluta al punto da assicurare la massima reperibilità degli impiegati ovunque avvalendosi del proprio interno aziendale ed evitando inutili – e costosi – inoltri di chiamata. Dato che ormai tutti portano con sé uno smartphone o un computer, trasformare entrambi in un telefono IP integrato nel centralino con un softphone adeguato è un gioco da ragazzi e si rivela davvero utile, specie se il dipendente è in viaggio e il cliente necessita urgentemente di risposte che solo lui è in grado di fornire e per azzerare i costi delle chiamate tra gli impiegati in trasferta. Il collaboratore potrà rispondere ovunque alle sue chiamate e, a seconda del livello di integrazione offerto dal centralino in uso, avvalersi delle funzionalità di instant messaging interazienda per scambiare rapidamente informazioni con i propri colleghi, qualora in quel preciso momento non si possa telefonare.

Businessman_telefono_3CXTempi di risposta più rapidi

Concordiamo tutti sul fatto che il periodo di tempo trascorso in attesa che la nostra chiamata venga inoltrata al giusto operatore sembri un’eternità. L’attesa è uno dei principali motivi di lamentela e infine di perdita del cliente. Un sistema VoIP digitale abilitato alle Unified Communications, che integri la visualizzazione dello stato di presenza dei colleghi, aiuta le aziende nell’immediato a ridurre immediatamente i tempi d’attesa, gestendo le chiamate in modo automatico in base allo stato di disponibilità corrente dell’impiegato e soprattutto evitando che la chiamata sia inoltrata a vuoto dal risponditore automatico o dalla centralinista, perché l’utente non è alla scrivania. Qualora si debba presenziare ad un meeting e si sia impossibilitati a rispondere, definire il proprio stato operativo (anche personalizzato) equivale a un click: le chiamate vengono deviate automaticamente ad un altro collega o gruppo di colleghi oppure alla casella vocale, in base alle preferenze impostate.

Integrazione del CRM con il centralino IP

Un altro beneficio dei centralini VoIP di nuova generazione è la loro capacità di interoperare nativamente con altri strumenti per la produttività aziendale come le piattaforme CRM, ad esempio Salesforce, Microsoft Dynamics o SugarCRM, per nominarne alcune. I CRM consentono alle aziende di gestire una moltitudine di dati su ogni cliente, tra cui in primis appuntamenti, comunicazioni, ordini, fatture, interventi dell’assistenza tecnica, e molto altro. L’integrazione tra il VoIP e il software per la gestione dei rapporti con la clientela ottimizza la reattività degli impiegati minimizzando il tempo necessario per reperire dettagli salienti. Rilevando il numero chiamante è infatti possibile

  • disporre in un batter d’occhio di tutte le informazioni principali sul cliente e quindi ridurre i tempi di ricerca dei dettagli
  • dirottare la chiamata al primo squillo al giusto reparto in base alla tipologia di rapporto che intercorre con il chiamante (p.es. cliente / fornitore / attivo / lead / lista nera), ottimizzando i tempi di collegamento con il giusto interlocutore

Infine, grazie a questo connubio è anche possibile chiamare un dato contatto dal CRM, inserire note sulla telefonata direttamente a sistema, integrare automaticamente i log del centralino su tutte le chiamate ricevute e condotte con il tal cliente, raccogliere e conservare quindi tutti i dati che consentono alle aziende di valutare il livello di servizio erogato ai clienti e di individuare eventuali opportunità di incremento dei fatturati con i clienti esistenti. Far leva su un centralino IP per avvalersi di tutti gli strumenti del CRM non solo migliora la relazione con i clienti, ma incrementa in ultima analisi la produttività ed efficienza (quindi la personale motivazione) degli impiegati.

Nota per le redazioni: pioniera della telefonia VoIP in ambiente Windows e basata sullo standard SIP aperto, 3CX ha integrato da tempo nel pluripremiato 3CX Phone System tutte le funzionalità qui annoverate. Il produttore offre una piattaforma per le telecomunicazioni via IP che non solo risulta abilitante per il lavoro agile ma che contribuisce quotidianamente al successo dei propri clienti con strumenti intuitivi.

Informazioni su 3CX (www.3cx.com)

3CX è un’azienda di canale al 100% e produce il 3CX Phone System e 3CX WebMeeting. Il 3CX Phone System per Windows è una piattaforma software basata su standard aperti che rinnova la comunicazione e sostituisce i PBX proprietari. 3CX Phone System è in grado di ridurre i costi delle chiamate e di incrementare la produttività e la mobilità delle aziende grazie ai 3CX Phone Clients per iOS, Android, Mac e Windows.

3CX WebMeeting è una soluzione per il web conferencing con una tecnologia WebRTC che elimina la necessità di plugins e clients. La comunicazione browser-to-browser e click2call, così come le funzionalità di webinar, sono solo alcune delle note funzioni di 3CX WebMeeting.

Con 30.000 clienti in tutto il mondo, il 3CX Phone System è utilizzato da alcune delle più importanti aziende leader su scala globale, tra cui Boeing, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Il suo carattere globale è confermato dalla presenza di uffici negli Stati Uniti, Germania, Italia, Hong Kong, Sud Africa, Russia ed Australia.

Visita 3CX su Facebook, Twitter e Google+.

Smartworking o lavoro agile: è più facile grazie al VoIP e alla videoconferenza

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet

3cx-logo-high-resolution-1024x372A fine ottobre il governo italiano ha annunciato l’uscita di una legge in grado di regolamentare ed incentivare il “lavoro agile” o, più comunemente, Smartworking.

Ma che cos’è esattamente? Per Smartworking si intende la possibilità, per il lavoratore, di lavorare da sedi remote; prevalentemente a domicilio, quindi, ma anche altri luoghi di coworking differenti dalla sede aziendale. Lo scopo di questa legge è quello di incrementare la produttività ed aiutare il sempre difficile equilibrio fra lavoro e vita privata e, malgrado sia intesa oggi prevalentemente verso le aziende erogatrici di servizi, in futuro potrà essere estesa anche ad altri settori (pensiamo ad esempio a prototipazione tramite stampanti 3D). E’ anche un ulteriore passo in avanti verso la parità di genere, in quanto in grado di ridurre il divario che vede spesso le donne discriminate rispetto a colleghi di sesso maschile.

Web-Conferencing

Ma come può un lavoratore da casa raggiungere le stesse prestazioni e disporre degli stessi strumenti di un collega in ufficio? Oggi, con soluzioni di cloud computing e piattaforme di Unified communication, si può!

Una piattaforma di Unified communication completa come lo è 3CX Phone System riesce a mettere a disposizione, grazie a tecnologie come il VoIP e la webconference, tutte le informazioni ed i mezzi di comunicazione normalmente usati in azienda anche a chi si collega via Internet.

Lo stato di Presenza, che consente di sapere in tempo reale se un collega è davanti al suo PC, impegnato in una riunione o al telefono, la videoconferenza HD con condivisione di documenti e applicativi, la chat istantanea, ecc., sono tutte funzionalità, oltre alla “semplice” chiamata voce, che, una volta adottate dai lavoratori, renderanno la presenza fisica delle persone nello stesso luogo non più strettamente necessaria, facilitando così la vita quotidiana e facendo risparmiare ore ed ore di trasferimento urbano, con inevitabili ripercussioni (positive!) sulla produttività dei collaboratori.

Indipendentemente dalle nuove definizioni normative, lo smartworking potrà generare business solamente se il produttore delle soluzioni adottate sarà in grado di garantire all’utente la massima fruibilità delle funzioni. 3CX ha sviluppato un apposito canale, l’Ideas App, per poter restare in contatto con la community ed ascoltarne i suggerimenti. I partner e gli utenti 3CX possono così apportare il loro contributo volto a migliorare i prodotti 3CX, anche alla luce delle esigenze generate dalle nuove normative, postando le proprie idee, votandone altre già online e discutendone con la community. Le idee raccolte vengono poi raggruppate in quattro differenti categorie, in base al loro stato di attuazione, consultabili dagli utenti in qualsiasi momento: Done (Accolte), Rejected (Rifiutate), In-Progress e Under Consideration. Alcune funzionalità vengono quindi scartate in quanto troppo complesse o non realizzabili, altre vengono adottate o sono in procinto di esserlo, mentre le funzionalità under-consideration sono in fase di valutazione. Con questo strumento 3CX garantisce la massima vicinanza al cliente ed una rapida esecuzione delle richieste di modifica dei prodotti, assicurando soluzioni sempre allo stato dell’arte ed in grado di soddisfare (anche a breve termine) le nuove esigenze.

3CX e Clouditalia insieme per offrire il meglio del VoIP

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia

3cx-logo-high-resolution-1024x372Al via la collaborazione tra Clouditalia, uno dei principali operatori di telecomunicazioni e Cloud Computing in Italia, e 3CX, produttore del centralino IP software-based di nuova generazione.

Londra / Arezzo, 3 dicembre 2015 – 3CX, produttore del centralino IP software-based di nuova generazione 3CX Phone System per Windows, annuncia la partnership con Clouditalia, uno dei principali operatori di telecomunicazioni e Cloud Computing in Italia. Verificata con successo l’interoperabilità delle rispettive piattaforme, attraverso questo accordo le aziende potranno fare reciprocamente leva su soluzioni VoIP innovative per servire al meglio sia il canale sia gli utenti finali.

Sin dalla sua fondazione l’intento di 3CX è stato quello di fornire il centralino IP basato su software più affidabile e più largamente supportato sul mercato. Con ogni nuova versione del suo PBX, 3CX ha sempre introdotto nuove funzioni e perfezionamenti, trasformando la propria soluzione in una suite completa per le Unified Communications estremamente versatile, premiata per il proprio approccio innovativo.

Clouditalia-01-BClouditalia, storico operatore VoIP italiano con sede ad Arezzo, attraverso questa partnership arricchirà la sua proposta commerciale con soluzioni di fonia evoluta destinate alle PMI, erogate tramite data center di ultima generazione e un’infrastruttura di rete proprietaria. 3CX, a sua volta, metterà a disposizione di Clouditalia le proprie soluzioni VoIP all’avanguardia e un supporto clienti di alto livello.

FB_clouditalia
Francesco Baroncelli, Direttore Market and Operations di Clouditalia, afferma:
“Clouditalia investe da sempre nel VoIP, una tecnologia che ha apportato grande innovazione al mercato della telefonia. Il nostro valore aggiunto scaturisce dall’integrazione dei nostri servizi nelle piattaforme aziendali dei nostri clienti, con l’obiettivo di fornire uno strumento di collaborazione e produttività. Il nostro intento è infatti quello di contribuire alla competitività dei nostri clienti attraverso soluzioni innovative. La nostra partnership con 3CX fa ovviamente parte di questo processo: l’esperienza di 3CX arricchirà alcune delle soluzioni che commercializziamo da tempo.“

Nick_highresNick Galea, CEO di 3CX, dichiara:
“Il 3CX Phone System nasce con lo scopo di aumentare la produttività e la mobilità nelle aziende, assicurando loro nel contempo una considerevole riduzione dei costi delle telecomunicazioni. Per raggiungere tale obiettivo abbiamo bisogno di partner forti nell’erogazione di servizi di SIP Trunking, come Clouditalia. La collaborazione con Clouditalia è quindi di grande importanza per 3CX, poiché assicura ai nostri clienti italiani esistenti l’opportunità di avvalersi di servizi VoIP di qualità e offre a noi la possibilità di incrementare ulteriormente le nostre quote di mercato in Italia.“

Il successo globale del VoIP: inarrestabile

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia

3CX-Logo-High-Resolution-1024x372Guardandosi intorno basta poco per rendersi conto della rapidità con cui si sono diffusi smartphone e tablet e le nuove tecnologie per le telecomunicazioni via IP fruibili tramite tali dispositivi, un progresso epocale, confermato anche da numerose ricerche di mercato. La Transparency Market Research ad esempio ha rilevato che il mercato globale dei servizi VoIP, che registrava nel 2013 un valore pari a 70.9 miliardi di dollari, è destinato a raggiungere i 136.76 miliardi di dollari nel 2020, con un tasso di crescita annuo del 9.7%. Quanto all’Italia, dal 12° Rapporto Censis-Ucsi del marzo 2015 sulla comunicazione, promosso da Rai, Mediaset e Telecom Italia, emerge un dato significativo: il 16,2% degli utenti web italiani (71% di tutti i cittadini) effettua chiamate tramite i servizi VoIP.

Il principale motore dell’attuale e futuro successo di questo mercato è senza dubbio l’adozione di dispositivi “smart”, tra cui smartphone e tablet, nel settore privato ed aziendale. Ma non solo, ulteriori impulsi di natura infrastrutturale rendono l’adozione del VoIP ancora più appetibile:

  • I servizi VoIP erogati in “hosting”, ideali per l’incremento della produttività degli impiegati mobili.
  • La crescente fruibilità di servizi VoIP erogati tramite infrastrutture wifi, per andare incontro alla domanda di una maggior flessibilità degli strumenti per le telecomunicazioni impiegabili con dispositivi wireless.
  • La possibilità di effettuare videochiamate di gruppo gratuite, o conferenze web, per rispondere alla necessità di team virtuali e dipendenti remoti di comunicare faccia a faccia pur trovandosi a migliaia di chilometri di distanza.

telefoniaIP

Molti dipendenti lavorano da remoto e sono mobili: dipendono quindi da smartphone e tablet per le proprie comunicazioni e per la conduzione di meeting virtuali, anche in viaggio. La crescente frequenza di utilizzo di tali strumenti e la sempre maggiore importanza conferita alle telecomunicazioni in mobilità contribuiscono al successo globale del VoIP, che per ora non da alcun segno di frenata.

Questi propulsori, corresponsabili della crescita del mercato VoIP, offrono molti benefici alle aziende. Eccone i principali:

Riduzione dei costi. I servizi VoIP donano maggiore mobilità alle aziende e permettono di migliorarne la comunicazione senza dover investire in linee telefoniche ad hoc, hardware o infrastrutture on premise, qualora si opti per un centralino IP hosted. Le piattaforme VoIP sono duttili e scalabili in base alla crescita dell’azienda o a variazioni delle esigenze, assicurando ad ognuno la possibilità di connettersi e di accedere al sistema tramite il proprio dispositivo mobile.

Incremento della collaborazione. I servizi VoIP permettono a colleghi e team di collaborare con standard più elevati, che si trovino in sede o in viaggio, quindi anche tramite dispositivi mobili, partecipando alle videoconferenze e fruendo dello scambio di comunicazioni in tempo reale da qualsiasi luogo. I servizi VoIP wireless rendono possibile il collegamento di qualsiasi smartphone e tablet alla rete aziendale, senza che essi siano collegati via cavo al centralino.

Aumento della mobilità. Sempre meno impiegati lavorano da una singola postazione, la formula “home office” è ormai molto praticata e nota ai più. Che ci si trovi in viaggio per motivi commerciali, ad una conferenza o evento dall’altra parte del mondo, al lavoro in un ufficio satellite o si lavori da casa con orari flessibili, sono innumerevoli gli strumenti a disposizione degli utenti per svolgere il proprio lavoro, fermo restando che poter comunicare in tempo reale e a faccia a faccia e avere accesso costante alle informazioni sono le chiavi della produttività. Il VoIP consente di integrare i dispositivi mobili nel centralino alla stregua di un regolare interno, assicurando la reperibilità tramite “numero unico”, che ci si trovi in ufficio o in viaggio, e prevenendo la condivisione del proprio numero di cellulare, spesso privato (in virtù del BYOD), con terzi. Le chiamate ricevute dal centralino aziendale vengono instradate direttamente al proprio dispositivo mobile. In questo modo non si perderà alcuna comunicazione importante e si potrà lavorare da qualsiasi luogo e senza interruzioni.

NMHG rende i suoi sistemi di comunicazione più efficienti grazie a Wildix

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

NACCO Industries, INC., è una società multinazionale nata negli Stati Uniti nel 1913, per gestire miniere di carbone. Ad oggi copre diversi settori di mercato, arrivando fin nelle case degli americani con elettrodomestici e cucine, e in tutto il mondo, dalla singola fabbrica alle grandi aree portuali, con i prodotti di una spin off leader nella produzione di carrelli elevatori di ogni tipologia.

In Italia la NACCO Industries, INC. è rappresentata da NMHG Materials Handling Group, la sussidiaria operativa che conta più di 5000 dipendenti solo in Europa, con un HQ in Inghilterra, un datacenter in Scozia e tre sedi, una in Irlanda, una in Olanda e una in provincia di Milano, a Masate, che si occupa di produzione e vendite.

Nella sede italiana 250 dipendenti lavorano nello stabilimento produttivo e negli uffici di via Confalonieri, ma sono costantemente e strettamente connessi alle altre cinque sedi europee dell’azienda. Per questo gli strumenti di comunicazione interna ed esterna diventano cruciali e determinanti affinchè il lavoro sia svolto in modo efficiente, produttivo e senza sprechi o tempi morti.

Proprio per ottimizzare i flussi comunicativi adattando gli strumenti alle nuove tecnologie di Unified Communication e Collaboration, nel novembre 2014, Matteo Calvi, IT Manager di NMHG, con il supporto di G&B Connect, una delle prime società italiane a puntare tutto su IP e Unified Communication, integrando il VoIP ai sistemi di networking, decide di sostituire la centrale presente con il nuovo sistema Wildix, capace di gestire 150 telefoni DECT.

L’esigenza principale dell’azienda era di poter comunicare muovendosi all’interno di uno stabilimento con più edifici, dislocato su una lunghezza di quasi un chilometro, e di monitorare gli ingressi attraverso una reception centralizzata.

“Abbiamo scelto il sistema WIldix perchè intuitivo, semplice e completo. Come conseguenza di questa scelta  molti aspetti del nostro business sono migliorati. Da una parte la copertura completa dello stabilimento con i cordless ha sicuramente facilitato il lavoro a molti, i quali ora possono muoversi e rispondere sempre al loro numero di interno, ovunque si trovino”, commenta Matteo Calvi.

“Per chi poi è responsabile del sistema di comunicazione di un’azienda, semplificare la gestione del parco telefoni, permettendo di spostare un interno con un solo click, senza rilanciare il cablaggio ogni volta, è davvero un vantaggio significativo. Anche la rubrica condivisa e suddivisa a gruppi o il sistema Collaboration sono funzionalità molto potenti e complete che ci hanno permesso di effettuare un vero e proprio salto di qualità. Molto positive sono anche le esperienze dei nostri collaboratori con il sistema di video conferenze Wildix. Inoltre, essendo Wildix una soluzione nativa IP, basata su standard SIP, può essere messa in rete con gli altri centralini europei che utilizzano lo stesso protocollo. Ciò rende le comunicazioni immediate e particolarmente economiche. Infine, un ulteriore plus, che differenzia Wildix dai competitor, siano essi piccoli o grandi provider, è l’assistenza, garantita anche in remoto: veloce e risolutiva nelle varie fasi di installazione e rodaggio,” conclude Calvi.

Crescere, essere internazionali con risultati d’eccellenza, è possibile solo creando rapporti di fiducia con partner locali che ottimizzino il lavoro di ogni singola sede, e comunicando velocemente e perfettamente con tutto il mondo, sia con le altre sedi dell’azienda che con i propri clienti.

***

Informazioni su Wildix

Fondata nel 2005 a Trento, Wildix è attiva nello sviluppo di soluzioni VoIP e di applicazioni di Unified Communications, ovvero la possibilità di comunicare in diversi modi, come voce, dati e testo, attraverso un unico strumento con un’interfaccia unificata. Wildix fa della Ricerca e Sviluppo uno dei capisaldi delle proprie attività, consentendo di poter proporre al mercato soluzioni e prodotti evoluti e costantemente aggiornati tecnologicamente, configurandosi come soluzioni ideali per gestire la comunicazione nelle realtà di diverse dimensioni, dallo studio professionale alla grande azienda. A oggi, Wildix ha una rete indiretta composta da circa 150 partner certificati e qualificati e 4.000 impianti installati in tutta Italia.

Per maggiori informazioni: Web,Twitter, Facebook

Perché le linee telefoniche tradizionali hanno i giorni contati

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Informatica, Internet, Tecnologia

3cx-logo-high-resolution-1024x372I centralini classici per linee PSTN vengono gradualmente sostituiti con servizi Internet di nuova generazione come la telefonia tramite SIP trunk. La riduzione dei costi e le funzioni aggiuntive fruibili con l’ammodernamento dell’infrastruttura per le telecomunicazioni da centralini tradizionali a IP-PBX software-based, come il 3CX Phone System, sono davvero vantaggiose per qualsiasi azienda.

L’evoluzione tecnologica comporta che presto o tardi gli standard industriali divengano obsoleti e vadano quindi sostituiti con nuove e migliori tecnologie. Proprio come è successo alle audiocassette, alla locomotiva a vapore o al telegramma, anche la rete telefonica tradizionale (PSTN) ha ormai i giorni contati a fronte del costante perfezionamento dei servizi internet e la conseguente presa di coscienza da parte di un crescente numero di persone. Le società di telecomunicazioni, spinte dall’incremento della domanda da parte delle aziende, sfruttano questa occasione per migrare da linee PSTN a servizi di telefonia basati su internet.

Le infrastrutture PSTN sono proprietarie e basate su vecchie linee analogiche o ISDN. Internet ci ha consentito di dar vita a standard aperti e ad architetture non proprietarie per le nostre telecomunicazioni, cosa con cui le linee PSTN non possono competere. Se consideriamo i costi improbi necessari per ampliare e ammodernare le vecchie linee telefoniche, tra attrezzature, dotazione e installazione, paragonandoli alla semplicità della banda larga e degli aggiornamenti del software per infrastrutture telefoniche basate su IP, è del tutto logico passare a soluzioni basate su internet per le comunicazioni.

La gestione e la manutenzione della telefonia IP é molto meno costosa; gli utenti che utilizzano 3CX hanno beneficiato di una riduzione dei costi delle telecomunicazioni di fino all’80%. Ciò è da ricondursi alla possibilità di effettuare chiamate gratuite tra gli utenti di uno stesso sistema telefonico come alle tariffe vantaggiose per le chiamate verso l’esterno e interurbane. Inoltre le funzioni aggiuntive come la segreteria telefonica, la messa in attesa e la trasmissione dell’ID chiamante sono incluse gratuitamente, mentre con impianti tradizionali vengono fornite con un sovrapprezzo. Considerando infine che la telefonia IP trasmette non solo voce ma anche dati e video, le prospettive per i centralini tradizionali sono alquanto tetre.

3CX-Packaging-Image-TIFF

I benefici ed il funzionamento delle soluzioni VoIP native basate su protocollo SIP

 Con “SIP trunk” si definiscono le linee telefoniche erogate tramite IP e basate sul protocollo SIP. A differenza delle linee tradizionali, voce e dati vengono trasmessi tramite internet sulla stessa linea. Le chiamate effettuate tramite SIP trunk viaggiano per la maggior parte del loro percorso sulla rete IP, prima di essere convertite su PSTN, una volta raggiunta la loro destinazione. Questo utilizzo della rete IP consente di effettuare chiamate a costi esigui o nulli.

I vantaggi derivanti dall’uso di SIP trunk sono numerosi. Il principale, e – di fatto – il più attraente, è il risparmio sui costi delle chiamate e sul canone. Inoltre con SIP trunk è possibile avvalersi di un centralino IP, come il 3CX Phone System, riducendo ulteriormente i costi di gestione ed eventuale ampliamento del numero di utenti.

Con la telefonia via SIP trunk, eventuali cambiamenti di sede saranno facilitati, poiché la linea telefonica non è legata ad un luogo specifico. Non sarà quindi necessario cambiare numero di telefono, deviare le chiamate o notificare il trasferimento ai propri clienti. E’ inoltre possibile migliorare il servizio clienti aggiungendo al SIP trunk più numeri geografici e internazionali, consentendo loro di contattare l’azienda a costi inferiori.

Altri elementi da considerare in sede di migrazione a linee SIP trunk

Qualora un’azienda intenda rimodernare la propria rete, dovrebbe considerare un aggiornamento del proprio sistema telefonico e quindi installare un gateway VoIP. E’ più logico passare completamente all’IP piuttosto che acquistare un complesso gateway per convertire da IP a analogico per poter impiegare un PBX “vecchio stile”. Molte aziende guardano con terrore ad una totale ristrutturazione del sistema e, in effetti, si tratta di un processo che deve essere accuratamente ponderato e pianificato al fine di garantirne il buon funzionamento, con ricadute in termini di incremento della produttività e di risparmio sulle spese operative. La realizzazione concreta della nuova infrastruttura invece risulta molto più semplice, i costi sono contenuti e non è necessario alcun training. Basta unire questo ai risparmi sulle bollette e all’aumento della produttività dei dipendenti per assicurarsi ROI significativo.

Sebbene la connettività Internet e la disponibilità della banda larga abbiano fatto enormi passi avanti nel corso degli anni, sarebbe opportuno riservare una linea Internet esclusivamente alla telefonia tramite SIP trunk. A fronte della sensibile riduzione dei costi per un allacciamento internet, questo è un modo economico e affidabile per assicurare la miglior qualità delle chiamate. Peraltro, alcuni provider di telefonia VoIP prevedono già l’assegnazione di una linea internet dedicata per l’erogazione dei propri servizi.

Ammodernare l’infrastruttura, abbandonando il vecchio PBX per un centralino IP software-based come il 3CX Phone System comporta ulteriori vantaggi.

 Considerando tutte le funzioni e i molteplici vantaggi che un centralino software come il 3CX Phone System ha da offrire, è difficile immaginare per quale motivo una qualsiasi azienda abbia timori a migrare. Il 3CX Phone System è basato su Windows e quindi molto facile da installare per gli amministratori IT; non è necessario assumere uno specialista o bloccare risorse in dispendiosi corsi di formazione. In più, il 3CX Phone System impiega standard aperti, garantendo la massima flessibilità a clienti e rivenditori, che possono creare una soluzione su misura scegliendo tra un ampio portafoglio di noti telefoni IP e provider di SIP trunk a seconda del budget stanziato dal cliente.

Funzioni avanzate di collaboration, come lo stato di presenza dei propri contatti, le videoconferenze, la messaggistica istantanea, il fax e la segreteria con l’invio dei messaggi tramite email sono incluse gratuitamente nel 3CX Phone System, che si rivela una vera e propria soluzione per le Unified Communications in grado di favorire e quindi incrementare la produttività dei dipendenti. Un altro beneficio è l’aumento di mobilità grazie ai softphone client gratuiti per Windows, Mac, Android e iPhone, che consente ai dipendenti di effettuare chiamate gratuite tra i diversi uffici dal loro portatile o smartphone.

Queste funzioni sostengono da un lato la produttività e la collaborazione all’interno dell’ufficio, mentre, dall’altro, migliorano la reperibilità del servizio clienti, favoriscono l’incremento delle vendite e quindi i profitti. Anche in questo caso, coniugando tali fattori al risparmio sul costo della telefonia, oltre che sui costi di gestione e di potenziali estensioni dell’impianto telefonico, le aziende possono aspettarsi un ritorno sull’investimento molto interessante.

Jabra annuncia la piena compatibilità con Skype for Business e la nuova feature Intelligent Call Transfer

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Tecnologia

L’acclamata serie di cuffie Jabra Evolve vanta ora la piena integrazione con il nuovo Skype for Business di Microsoft e l’introduzione della nuova funzione intelligente Call Transfer per Skype for Business, che permette agli utenti di passare agevolmente, e senza necessità di cambiare cuffia o auricolare, dal softphone allo smartphone in qualsiasi momento. 

Milano, 11 maggio 2015 – – Jabra, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di soluzioni audio a mani libere e Microsoft Gold Communication Partner dal 2007, annuncia che la sua ultima serie di cuffie professionali Jabra Evolve vanta ora la certificazione e la piena piena compatibilità con Skype for Business (ex Lync), per un uso ottimizzato del nuovo software di video chiamata di Microsoft.

Con le cuffie della gamma Jabra Evolve, potrete ora passare facilmente e immediatamente le vostre chiamate dal soft-phone Skype for Business sul PC al vostro smartphone, semplicemente estraendo il cavo dalla presa jack 3.5mm e inserendolo nella stessa presa del device mobile: la chiamata verrà automaticamente indirizzata al dispositivo mobile.

Quindi se, ad esempio, siete alla scrivania impegnati in una chiamata con Skype for Business ma dovete improvvisamente e immediatamente lasciare l’ufficio, vi basterà staccare il cavo della cuffia Jabra Evolve dal controller USB e continuerete a parlare in mobilità perché la telefonata verrà automaticamente trasferita al vostro smartphone.

Inoltre, grazie alla nuova funzione Jabra Intelligent Call Transfer, gli utenti potranno trasferire agevolmente le proprie chiamate da un ambiente all’altro – VoIP, mobile, softphone – in base alle proprie esigenze.

“La funzione Jabra Intelligent Call Transfer conserva il suo scopo originario di creare una zona di concentrazione per l’utente che si trova in ambienti open space rumorosi e l’upgrade a Skype for Business non fa altro che ampliare la possibilità di gestire le proprie chiamate trasferendo questa zona di concentrazione da un ambiente all’altro. Ciò favorirà la concentrazione e la produttività di ciascun lavoratore”, commenta Holger Reisinger, Jabra Senior Vice President of Marketing, Products, Alliances e Global Accounts.

“Siamo felici di constatare come Jabra, grazie alle sue soluzioni evolute compatibili con Skype for Business e alla nuova funzione Intelligent Call Transfer sia sempre più impegnata nel soddisfare le esigenze dei nuovi paradigmi della comunicazione mobile”, commenta Giovanni Mezgec, General Manager of Skype for Business Product Marketing di Microsoft.

Informazioni su Jabra

Jabra è un marchio di GN Netcom, società controllata da GN Store Nord A/S (GN) – quotata al NASDAQ OMX. Jabra conta circa 925 dipendenti in tutto il mondo e nel 2012 ha raggiunto un fatturato pari a 2,612 million DKK. Jabra, produttore numero uno al mondo di innovative soluzioni audio a mani libere, con le sue divisioni business e consumer, sviluppa, produce e commercializza una vasta gamma di auricolari, speakerphone e cuffie Wireless e con filo per la telefonia mobile, gli uffici, i mobile worker e i Contact Center.

Per maggiori informazioni sull’azienda, visitare: www.it.jabra.com 
Facebook: https://www.facebook.com/JabraIT  
Twitter:   https://twitter.com/JabraItalia  
Jabra Blog:  http://blog.jabra.com
© 2014 GN Netcom A/S. Tutti i diritti sono riservati. Jabra® è un marchio registrato di GN Netcom A/S. Tutti gli altri marchi qui menzionati appartengono ai rispettivi proprietari.

I paradigmi dell’economia comportamentale possono aiutare le aziende ad aumentare i tassi di adozione delle UC. Come? Ve lo spiega Jabra

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

  • Nonostante gli evidenti benefici in termini di produttività e comunicazione, quasi la metà (44%) dei professionisti IT dichiara che i dipendenti sono ancora riluttanti a rinunciare a strumenti esistenti e tradizionali per l’adozione di nuove tecnologie UC.
  • L’industria IT deve lavorare in collaborazione più stretta con le imprese per creare nuovi incentivi per i dipendenti al fine di incoraggiare una maggiore adozione di tecnologie UC.
  • Jabra chiede alle aziende che implementano soluzioni UC di prendere in considerazione il comportamento umano e la naturale paura del cambiamento e pensare oltre l’implementazione, al fine di trovare modi creativi per aumentarne l’adozione.

Milano, 27 APRILE 2015Jabra, produttore di soluzioni per le comunicazioni a mani libere, chiede oggi all’industria IT di assumersi maggiore responsabilità per aiutare le aziende a formare e incentivare i propri dipendenti al fine di favorire ed incrementare l’implementazione delle tecnologie di comunicazione unificata.

Attualmente, I tassi di adozione delle UC sono a un livello molto basso (10 %) a causa dell’esitazione dei dipendenti a rinunciare ai propri modelli di lavoro e strumenti conosciuti. E mentre le aziende stanno spendendo migliaia di euro nell’implementazione di nuove tecnologie, i dipendenti ancora non riescono a capire come tali soluzioni possano avere effetti positivi sui loro livello di produttività e di efficienza lavorativa.

Jabra considera la formazione e gli incentivi fondamentali, ma anche avere un piano di adozione a livello aziendale, è un elemento chiave per un’implementazione di successo e per garantire che le aziende ottengano velocemente un rendimento effettivo sul loro investimento (ROI).

Per supportare le aziende in questo complesso, ma indispensabile processo, Jabra ha pubblicato un Business Report che può rivelarsi utile per comprendere come meglio strutturare l’adozione degli strumenti di comunicazione unificata, come combattere le più comuni resistenze e come i venditori debbano lavorare con i propri clienti per aiutare gli utenti finali a comprendere e ad abbracciare questa transizione.

Jabra ritiene che la chiave per migliorare i tassi di adozione sia di creare una “squadra d’implementazione” coinvolgendo esperti aziendali provenienti da diverse aree funzionali tra cui IT, Marketing e Comunicazione, Risorse Umane. Coinvolgendoli nel progetto fin dall’inizio, sollecitando il loro apporto e le loro competenze durante tutta l’implementazione e garantendo loro un sostegno continuo, le aziende avranno più probabilità di ottenere un’adozione efficace, rapida e globale.

“Il nostro lavoro, in qualità di professionisti dell’IT consiste non solo nel rispettare i tempi e i budget dei nostri clienti, ma anche – e soprattutto – nel contribuire a favorire l’adozione di nuovi strumenti IT che possano migliorare la comunicazione, la collaborazione, il dialogo e la concentrazione dei lavoratori”, commenta Holger Reisinger, Vice President Marketing di Jabra Products & Alliances

“In questo senso le Unified Communications sono un fattore chiave dell’interconnessione delle economie di oggi basate sulla conoscenza. Allo stesso tempo, questi nuovi strumenti richiedono nuovi comportamenti per garantire che gli utenti finali adottino le UC in modo efficiente e duraturo. Non importa quanto vantaggiosa possa essere la vostra nuova tecnologia; forse non tutti condivideranno la vostra passione per essa. Per favorire la sua accettazione, è necessario dimostrare concretamente i vantaggi che può portare ai dipendenti e incoraggiare la sua adozione in maniera soft”, conclude Reisinger.

Attualmente i piani di implementazione UC iniziano a prendere in considerazione i modelli di comportamento degli utenti finali e a lavorare su di essi, studiando teorie e paradigmi provenienti dal campo dell’economia comportamentale per superare la resistenza dei dipendenti verso il cambiamento. Questo di solito implica l’uso di suggerimenti indiretti e di rinforzo positivo per influire sulle scelte, anziché il tradizionale modello fatto di mere imposizioni dall’alto.

Jabra sta lavorando a stretto contatto con i suoi clienti per fornire esempi concreti di alcuni di questi nuovi metodi, tra cui creare concorsi a premi tra i lavoratori per incentivare l’adozione degli strumenti UC, costruire comunità online per condividere esperienze d’uso, attivare un dialogo bidirezionale per rispondere ad eventuali quesiti o perplessità, e premiare i lavoratori o reparti che adottano prima e in modo efficiente le nuove tecnologie UC.

Per ottenere ulteriori informazioni su come aumentare I tassi di adozione, aiutare i dipendenti a comprendere i vantaggi delle tecnologie UC o per saperne di più sulla visione di Jabra riguardo ai nuovi metodi di lavoro visitate: http://www.jabra.com/campaigns/nwow

***

Informazioni su Jabra

Jabra è un marchio di GN Netcom, società controllata da GN Store Nord A/S (GN) – quotata al NASDAQ OMX. Jabra conta circa 925 dipendenti in tutto il mondo e nel 2012 ha raggiunto un fatturato pari a 2,612 million DKK. Jabra, produttore numero uno al mondo di innovative soluzioni audio a mani libere, con le sue divisioni business e consumer, sviluppa, produce e commercializza una vasta gamma di auricolari, speakerphone e cuffie Wireless e con filo per la telefonia mobile, gli uffici, i mobile worker e i Contact Center.

Per maggiori informazioni sull’azienda, visitare: www.it.jabra.com

Facebook: https://www.facebook.com/JabraIT

Twitter: https://twitter.com/JabraItalia

Jabra Blog: http://blog.jabra.com/

© 2014 GN Netcom A/S. Tutti i diritti sono riservati. Jabra® è un marchio registrato di GN Netcom A/S. Tutti gli altri marchi qui menzionati appartengono ai rispettivi proprietari.