Posts Tagged ‘virtualizzazione’

Al via la nuova EVA per la cybersecurity firmata Stormshield

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Italia, Tecnologia

Con la nuova linea di soluzioni per la sicurezza IT virtualizzate il produttore offre sostegno concreto ai reparti IT incaricati di ottimizzare i costi operativi dell’infrastruttura cloud attraverso una gestione più appropriata delle risorse.

Parigi – Con la nuova gamma di firewall UTM/IPS modulari e ad alte prestazioni SN2100, SN3100 e SN6100 per la tutela proattiva delle reti aziendali annunciati lo scorso ottobre, Stormshield ha posto il primo tassello di una strategia di più ampio respiro, attraverso cui il produttore europeo di soluzioni per la cybersecurity intende offrire ai propri clienti tecnologie di sicurezza evolutiva che favoriscano un più rapido ritorno sull’investimento.

Conformemente a questa strategia, Stormshield annuncia oggi la disponibilità immediata di EVA (Elastic Virtual Appliance), la nuova a linea di soluzioni per la  sicurezza delle aziende che affrontano il percorso della virtualizzazione della propria infrastruttura IT come estensione o in sostituzione alle infrastrutture tradizionali.

Trasformando i costi d’acquisto in costi operativi, l’inarrestabile migrazione su piattaforme cloud private o pubbliche di servizi altrimenti fruibili attraverso infrastrutture classiche, comporta sia un cambiamento di paradigma nell’allocazione dei budget IT, sia modifiche in termini di contabilizzazione dei canoni, dovute alla variazione della modalità di fatturazione dei servizi”, spiega Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security. Le proposte degli operatori cloud sono sempre più spesso elastiche, ovvero basate sulle risorse e sulla potenza di calcolo effettivamente utilizzate. “Si tratta di formule che rappresentano una nuova sfida per i reparti IT, a cui viene demandata l’ottimizzazione dei costi operativi attraverso una gestione più appropriata delle risorse, come la CPU dei sistemi virtualizzati, la RAM o lo spazio di archiviazione”, aggiunge Genovese.

Marco

Marco Genovese, Product Manager Stormshield Network Security

Le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance sono state sviluppate appositamente per consentire di modificare rapidamente e in maniera semplice le risorse allocate al sistema in base alle esigenze del momento, adeguando il consumo delle risorse nel cloud alle effettive necessità. Lato prestazioni e potenza, le soluzioni Stormshield Elastic Virtual Appliance si adeguano automaticamente alle capacità di vRAM e vCPU allocate dall’hypervisor.

L’adattamento automatico alle risorse dedicate a EVA ne semplifica ulteriormente il roll-out, permette di integrare la soluzione facilmente nel corso dell’implementazione di nuovo servizio virtualizzato,  e le conferisce la necessaria flessibilità per adattarsi ai futuri sviluppi dell’infrastruttura cloud aziendale. La varietà di ambienti virtualizzati supportati (Citrix, VMware, KVM and Hyper-V) assicura al reparto IT la massima libertà di scelta dell’infrastruttura, la possibilità di variare facilmente la piattaforma cloud impiegata ove necessario (Amazon Web Services o Microsoft Azure) e di migrare la propria soluzione di cybersecurity in concomitanza con la migrazione di altri servizi.

Applicazioni di successo con la realtà virtuale per le fiere

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Industria, Informatica

Milano, Italia – 26 settembre 2018: Mariani è uno dei principali fornitori al mondo di sistemi di confezionamento per l’industria alimentare e farmaceutica ed è presente regolarmente alle fiere internazionali. Al DrinkTec di Monaco di Baviera è nato il desiderio di presentare alcune nuovi macchinari ai visitatori della fiera.

Macchine troppo grandi ed uno stand espositivo troppo piccolo?
Purtroppo, alcuni oggetti sono spesso troppo grandi, troppo pesanti o troppo ingombranti per essere presentate in uno stand espositivo. Proprio come le macchine confezionatrici di Mariani. Poiché lo spazio di uno stand fieristico è molto limitato, non tutte le macchine possono sempre essere esposte. Si tratta di un problema tipico che anche molti altri espositori devono affrontare.

Le nuove tecnologie animano lo stand espositivo
La realtà virtuale (VR) e la realtà aumentata (AR) sono cresciute negli ultimi anni, motivo per cui queste tecnologie vengono ora utilizzate sempre più dall’industria. AR e VR offrono alle aziende di vari settori, nuovi e straordinari modi per presentare i loro prodotti e stanno diventando sempre più importanti nel marketing e durante le fiere.

Ingrandire digitalmente lo stand fieristico con AR e VR
CAD Schroer ha sviluppato diverse applicazioni AR e VR per uso fieristico, con le quali si possono presentare digitalmente macchine o sistemi completi. Mariani ha capito l’importanza di queste soluzioni ed ha deciso di utilizzarle alla fiera Drinktec di Monaco.

Il modello CAD diventa virtuale
Mariani ha fornito a CAD Schroer i modelli CAD di alcuni suoi macchinari. Il reparto di sviluppo software CAD Schroer, li ha poi convertiti in “app” AR e VR. Con le “app” per la realtà aumentata, i macchinari vengono visualizzati direttamente nella realtà. A questi sono state poi aggiunte le animazioni per simulare il loro funzionamento. In questo modo i clienti di Mariani hanno potuto vedere “virtualmente” il movimento di alcune parti delle singole macchine. Le “app” per la realtà virtuale consentono invece di ispezionare completamente un impianto e di vedere i macchinari in azione, un punto importante per un marchio che si distingue per tecnologie all’avanguardia.

La soddisfazione dei clienti attraverso l’utilizzo di tecnologie VR e AR
Il test pilota di uno stand fieristico digitale è stato pianificato da Mariani in modo rapido ed insieme a CAD Schroer è stata realizzata una presentazione virtuale e completa presso lo stand Mariani. I responsabili commerciali di Mariani sono stati veloci e disponibili nell’apprendere le nuove tecnologie ed hanno così potuto fornire spiegazioni chiare e dettagliate ai loro clienti. Le apparecchiature AR e VR sono state fornite da CAD Schroer. I visitatori hanno potuto visualizzare i macchinari con Microsoft HoloLens® o il Tablet in realtà aumentata. Gli occhiali VR hanno permesso ai visitatori di visualizzare un impianto Mariani nella realtà virtuale.

Questa esperienza lascia al visitatore della fiera un ricordo duraturo
Il feedback di Mariani e dei suoi clienti dopo la fiera è stato semplicemente fantastico! Con i Tablet e gli occhiali AR / VR, Mariani è stata in grado di attrarre molti visitatori nel proprio stand. I visitatori hanno dimostrato entusiasmo verso le nuove tecnologie, il che ha dato spunto a Mariani per l’inizio di un nuovo percorso. Per i visitatori, è un’esperienza completamente nuova ed è qualcosa che verrà ricordato.

Tutto ha un seguito
Mariani sarà presente alle nuove fiere internazionali con le nuove soluzioni di CAD Schroer. Il successo ha convinto Mariani. CAD Schroer sarà presente con Mariani ad altre fiere con le soluzioni AR / VR. Attualmente, altri impianti e macchinari sono stati e saranno portati nei mondi AR e VR e saranno disponibili per le nuove fiere. Sono inoltre previste altre applicazioni per supportare il reparto marketing, vendite e manutenzione.

Uno sguardo al futuro
Le fiere offrono una comunicazione diretta tra espositori e parti interessate, sono immediatamente possibili confronti tra prodotti e una panoramica completa degli attuali sviluppi in uno specifico settore. Le tecnologie AR e VR forniscono accesso diretto a coloro che sono interessati e rendono possibile un’esperienza straordinaria. Per questo motivo, queste tecnologie digitalizzeranno molti stand nei prossimi anni. Quando un espositore intraprende percorsi nuovi e creativi e utilizza opportunità pubblicitarie innovative, viene rapidamente riconosciuto come un pioniere delle nuove tecnologie nel settore.

> Come potete impressionare i visitatori dei vostri stand con la realtà virtuale

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Rockwell Automation partecipa al Forum Meccatronica con soluzioni altamente innovative per il motion control.

Scritto da Mariateresa Rubino il . Pubblicato in Affari, Aziende, Informatica, Tecnologia

L’azienda leader mondiale nella fornitura di soluzioni per l’automazione, il controllo e per l’IT annuncia la sua partecipazione al prossimo Forum Meccatronica che si terrà a Bergamo presso il Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso, il 24 settembre 2014.

Milano, 16 settembre 2014 – Rockwell Automation è presente al primo appuntamento con la mostra convegno itinerante Forum Meccatronica, per contribuire allo sviluppo del tema scelto per questa edizione: “Innovare e competere con le tecnologie dell’automazione”.

Il Forum si propone la divulgazione della conoscenza delle tecnologie e la loro promozione sul mercato, con particolare attenzione ai costruttori di macchine. Per intensificare al massimo la diffusione di questa cultura d’azienda, l’evento sposa la formula della mostra convegno itinerante con l’obiettivo di coinvolgere, di volta in volta, i diversi distretti industriali presenti nel panorama italiano e rafforzare il legame con i potenziali visitatori della prossima edizione di SPS Italia. La manifestazione che coinvolge direttamente le aziende che fanno parte del Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione ne rinnova anche la collaborazione con Messe Frankfurt Italia.

Il Gruppo Meccatronica, di cui Rockwell Automation è parte integrante, rappresenta infatti l’industria dei componenti e delle soluzioni di automazione più evolute destinate al settore delle macchine strumentali. Ai suoi membri è richiesto, in tale occasione, di fornire i massimi contributi in termini contenutistici.

Rockwell Automation, da sempre attenta alle esigenze dei clienti per aiutarli a raggiungere i propri obiettivi di produttività, a cui associa una continua crescita del proprio livello di competenza e investimenti in innovazione e ricerca e sviluppo, ha risposto a questo invito e sarà presente sia presso lo spazio espositivo che nella sessione convegni.

In particolare presso lo stand sarà possibile approfondire la conoscenza della Tecnologia iTRAK (Intelligent Transportation System), una soluzione motion control a carrelli indipendenti che sta rivoluzionando l’approccio ai sistemi di movimento. Si tratta di un sistema ad altissimo contenuto meccatronico che, grazie alla sua modularità e scalabilità, semplifica e rende molto più efficiente l’approccio a soluzioni di moto dove più carrelli si possono muovere in modo indipendente lungo un circuito chiuso. Una tecnologia che introduce indubbi vantaggi sulla semplicità d’implementazione ed ottimizzazione dell’efficienza di produzione e che, in combinazione con l’architettura integrata di Rockwell Automation, rappresenta una svolta rivoluzionaria nella concezione delle macchine automatiche del futuro.

“L’agilità nell’innovazione con tool di simulazione e virtualizzazione” è il tema scelto da Roberto Loce, Solution Architect Motion Control, per il suo speech all’interno della Tavola Rotonda Focus OEM. Grazie al softwareMotion Analyzer, sviluppato in un’ottica di massimizzazione dei benefici della meccatronica, Rockwell Automation aiuta i costruttori di macchine a selezionare, dimensionare e ottimizzare più rapidamente e facilmente i sistemi di motion control. Le simulazioni e analisi prestazionali permettono ai progettisti di studiare il comportamento della macchina e valutare la progettazione meccanica che, insieme al controllo ottimo e al software, permetta di massimizzarne le prestazioni. Riduzione dei tempi di progettazione e di errori che potrebbero manifestarsi in fasi di sviluppo più avanzate, maggiore affidabilità, ottimizzazione delle prestazioni e un time-to-market più rapido sono solo alcuni dei benefici offerti dal tool, con effetti immediati sul livello di soddisfazione del cliente e sulla bottom-line.

Rockwell Automation, (NYSE: ROK), è leader mondiale nella fornitura soluzioni per l’automazione, per il controllo e per l’IT che aiutano i produttori a ottenere vantaggio competitivo nel proprio business in modo sostenibile. Con sede a Milwaukee, Wisconsin, USA, la società impiega circa 22.000 dipendenti e serve clienti in più di 80 paesi.

Per informazioni stampa:

Rockwell Automation
Laura Scandone
Field Marketing Specialist – Italian Region
Mail: lscandone@ra.rockwell.com
Mariateresa Rubino
Communications Consultant
Tel. + 39 389 4573163
Mail mariateresarubinosilvani@gmail.com