Posts Tagged ‘Vincenzo Di Vincenzo’

La talentuosa fotografa Elisa Fossati ora a Roma per la sua personale al Piram Hotel

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

Continua il suo tour in Italia l’esposizione itinerante di Elisa Fossati. Così, dopo il successo di Milano, Venezia, Spoleto e Bassano del Grappa, We Are the World, questo il titolo della personale, è stata inaugurata la scorsa settimana a Roma nel prestigioso Piram Hotel, in via Giovanni Amendola 7. La mostra rimarrà accessibile al pubblico fino al 15 dicembre e ha goduto fin da subito del contributo di numerose personalità illustri. Organizzata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, la rassegna ha visto interessati diversi grandi ospiti come il prof. Vittorio Sgarbi, Pippo Franco, celebre conduttore del programma televisivo il Bagaglino, l’artista Josè Dalì, figlio di Salvador Dalì, la giornalista RAI Antonietta Di Vizia, il noto sociologo Francesco Alberoni, la già direttrice di «Chi» e «Diva e Donna» Silvana Giacobini, e poi Morgan, Carolyn Smith, Maria Rita Parsi, il direttore di Ansa Lombardia Vincenzo Di Vincenzo, il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, il direttore della Triennale di Fotografia Luigi Gattinara e molti altri ancora.

Nei suoi scatti, la giovane fotografa milanese, laureata in Arte, Patrimoni e Mercati allo IULM, è riuscita a creare un mondo alternativo, in cui l’immagine e la parola sono l’uno lo specchio dell’altra. Ecco quindi che dagli abissi si risale tra le nuvole per immergersi poi nel fitto delle grandi metropoli, intrufolarsi in palazzi storici di inestimabile bellezza. Con uno sguardo attento alle piccole cose, facendosi piccoli sotto la volta celeste e liberi come le aquile sopra le nubi, i visitatori potranno godere di un panorama variopinto, popolato di umanità, al passo con questo tempo. In un vortice di città, di luoghi in cui i ricordi si accavallano e per fermarli occorre imprimerli in brevi versi di semplice verità, We Are the World adorna le pareti del Piram Hotel, a pochi passi dal Teatro dell’Opera e dalla Basilica Santa Maria degli Angeli.

Elisa Fossati offre, oltre alle vedute, anche la chiave di lettura con degli aforismi curati appositamente per ciascun istante. A supporto di questa tesi così si esprime Roberto Villa: “C’è, trasparente, un grande romanticismo sia nelle foto sia nelle poesie che, nel collage cercano, e trovano, un differente mezzo di comunicazione che travalichi gli schemi e che consenta una possibilità espressiva allargata, aperta alle emozioni che diventano immagini d’Arte”.

Per info: 0424 525190, org@spoletoarte.it.

Bassano del Grappa: le fotografie di Elisa Fossati in mostra alla Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Fotografia

Ha inaugurato sabato 7 settembre la mostra personale della già nota fotografa Elisa Fossati dal titolo We are the world presso la sede di Bassano del Grappa della Milano Art Gallery in via Portici Lunghi 37, nel cuore del centro storico cittadino. Le sue opere sono già state esposte, in marzo, alla Milano Art Gallery a Milano (via Ampère 102) alla presenza del sociologo Francesco Alberoni, del fotografo internazionale Roberto Villa, del direttore della Triennale di fotografia Luigi Gattinara, del curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, di Vincenzo di Vincenzo direttore ANSA. In maggio invece Elisa ha esposto alla Pro Biennale, presentata dal Prof. Vittorio Sgarbi, alla Scuola Grande di San Teodoro e successivamente, in giugno, all’interno della grande mostra Spoleto Arte presso Palazzo Leti Sansi a Spoleto, nel contesto del Festival dei Due Mondi.

La giovane fotografa milanese, laureata in Arte, Patrimoni e Mercati allo IULM, è riuscita ad immortalare nei suoi scatti due grandi passioni, quella per il viaggio e quella per l’arte, portandole al compimento con la realizzazione delle mostre. Uomo e spazio in contatto in tempo reale: è ciò che riesce a trasmettere la Fossati, frammenti di memoria che vengono convogliati in cornici paesaggistiche, in skyline, in architetture signorili che lasciano negli occhi dei visitatori la possibilità di immaginare per un istante a provare la meraviglia di chi vede tutto per la prima volta.

Elisa Fossati in ogni fotografia aggiunge e scrive una breve frase, un aforisma, che dà “la chiave di lettura” dell’opera. A tal proposito il fotografo Roberto Villa descrive in questo modo la sua produzione artistica: “C’è, trasparente, un grande romanticismo sia nelle foto sia nelle poesie che, nel collage cercano, e trovano, un differente mezzo di comunicazione che travalichi gli schemi e che consenta una possibilità espressiva allargata, aperta alle emozioni che diventano immagini d’Arte. Una Poesia Visiva non critico politica, come quella antica del secolo passato, ma Poetica e Ri-Generativa per il tempo presente, per il futuro. La Poetica immaginifica di Elisa Fossati”.

L’esposizione alla Milano Art Gallery a Bassano del Grappa sarà aperta fino al 10 ottobre 2019. Per info: 0424 525190, mail info@milanoartgallery.it; www.milanoartgallery.it.

Spoleto: il Premio Margherita Hack per il giornalismo assegnato a Massimo Giletti

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si torna a parlare della mostra internazionale Spoleto Arte, inaugurata lo scorso 29 giugno alla presenza del critico d’arte Vittorio Sgarbi, del sociologo Francesco Alberoni, della giornalista e scrittrice Silvana Giacobini, già direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna» e di molti altri personaggi di spicco. Si torna a parlare del Premio Margherita Hack, la cui cerimonia si è tenuta sempre a Spoleto domenica 30 giugno e ha visto riconosciuti personaggi come Anna Fendi, Stefano Boeri, Giordano Bruno Guerri, Milovan Farronato e Morgan. Questo perché alle 19 di lunedì 22 luglio, proprio a Palazzo Leti Sansi, sede dei due eventi, verrà conferito il prestigioso Premio Margherita Hack a Massimo Giletti, giornalista, autore e conduttore televisivo, per la sezione “Giornalismo”.

Ad assegnare il riconoscimento in memoria della nota astrofisica sarà il relatore e organizzatore Salvo Nugnes, agente e amico della famosa prof.ssa Margherita Hack. Il comitato, presieduto da Francesco Alberoni, e costituito da personalità del calibro del prof. Vittorio Sgarbi, dal grande fisico Antonino Zichichi, presidente della World Federation of Scientists, dell’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, della psicoterapeuta Maria Rita Parsi, del direttore dell’Ansa Vincenzo Di Vincenzo, ha ritenuto giusto premiare il famoso autore “per aver unito giornalismo e conduzione televisiva creando un linguaggio moderno con cui racconta la storia e il pensiero del nostro paese”.

Entrato infatti nelle case degli italiani nel 1988 con Mixer e stabilitosi su Rai 2 con programmi popolari come Mattina in famiglia e Mezzogiorno in famiglia o come I fatti vostri, Giletti è divenuto presto uno dei volti più conosciuti di Rai 1 attraverso la conduzione di Casa Raiuno, Domenica in e L’arena. Oggi il suo successo continua su LA7, dove dal 2017 presenta Non è l’Arena.

Per l’occasione, verrà presentato al pubblico l’ultimo libro di Massimo Giletti, intitolato Le dannate, edito da Mondadori e dedicato alla storia delle sorelle Napoli che non si arrendono alla mafia.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a segreteria@margheritahack.it oppure visitare il sito www.margheritahack.it.

Premio Margherita Hack indimenticabile con Alberoni, Sgarbi, Fendi, Morgan e tanti altri ospiti illustri

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è iscritta alla perfezione all’interno della rassegna Spoleto Arte, inaugurata il giorno precedente, la cerimonia di premiazione in memoria della celebre astrofisica Margherita Hack. Alle 11 di domenica 30 giugno, a Palazzo Leti Sansi, sede della mostra d’arte internazionale, il Premio Margherita Hack è stato conferito per la moda alla stilista Anna Fendi ‒ che l’ha dedicato alla sorella Carla, scomparsa due anni fa ‒ e al presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri per la cultura, a Stefano Boeri per l’Architettura, a Morgan per la musica, a Milovan Farronato, curatore del Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2019, per l’arte, a Massimo Giletti per il giornalismo, a Giovanni Rana per l’impresa e alla direttrice del CERN Fabiola Gianotti per l’eccellenza femminile.

A moderare l’appuntamento in ricordo della Signora delle Stelle, il suo amico e agente Salvo Nugnes, curatore di mostre e grandi eventi, che, assieme all’autorevole comitato, presieduto dal sociologo Francesco Alberoni, ha conferito alle varie personalità la prestigiosa targa. Presenti poi il critico d’arte Vittorio Sgarbi, la giornalista e scrittrice Silvana Giacobini, già direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna», la psicoterapeuta Maria Rita Parsi, l’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalí e il direttore dell’Ansa Vincenzo Di Vincenzo.

Tra gli ospiti l’Assessore alla Cultura Ada Urbani, la cantante e attrice Serena Autieri e la pittrice Antonella Cappuccio Muccino. Nel ricordare Margherita Hack, Francesco Alberoni ha esordito: «Il nostro è un Paese che ama i miti, è intriso di poesia, non siamo mai usciti dal romanzo cavalleresco. Margherita invece seguiva una corrente illuminista molto rigorosa, più vicina a Voltaire, a Diderot, aveva la sola fantasia degli astrofisici, ma lontana dal nostro modo di pensare che è sempre rimasto intriso di quel mito cavalleresco».

«È vero che ci resta il mito cavalleresco, ma alla base delle nostre radici rimane la cultura greca innegabilmente misogina ‒ ha continuato Parsi ‒ che illumina ancora di più personaggi straordinari come Margherita Hack».

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a segreteria@margheritahack.it oppure visitare il sito www.margheritahack.it.

Milano Art Gallery proroga la personale della fotografa Elisa Fossati visto il successo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

È un periodo fortunato per la Milano Art Gallery che, nel pieno di una primavera capricciosa, trova forza e colore negli scatti di Elisa Fossati. Al colmo del successo di pubblico e stampa, la fotografa milanese proroga la sua personale We Are The World, che posticipa la chiusura al 17 aprile 2019.

Elogiata dalla critica, Elisa Fossati è stata presentata al suo primo vernissage da grandi personalità del mondo dello spettacolo e della cultura: il noto sociologo Francesco Alberoni, il direttore delle Milano Art Gallery Salvo Nugnes, il direttore della Triennale di fotografia Luigi Gattinara, Stefano Renga, manager di Francesco Renga, Vincenzo Di Vincenzo, direttore dell’Ansa di Milano e il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo. Niente male nemmeno il portfolio dell’artista, che con le sue esclusive collaborazioni ‒ quella con Spoleto Arte di Vittorio Sgarbi e con il MOMA di New York, per citarne solo alcune ‒ si lancia in una nuova avventura che la vede finalmente protagonista: We Are The World.

L’esposizione ha portato un’aria frizzante e positiva nella galleria, e le sue particolari immagini autografate in maniera molto personale hanno fin da subito incuriosito i visitatori. La fotografa ha infatti voluto aggiungere a ciascuno scatto un pensiero su ciò che aveva visto prima di imprimerlo fisicamente e nella memoria, sovrascrivendolo sotto forma di frasi poetiche all’interno dell’inquadratura.

Fino al 17 aprile per tutti sarà dunque possibile viaggiare liberi da qualsiasi preoccupazione in via Ampère 102. La sede della Milano Art Gallery è aperta dal lunedì al sabato a partire dalle 14.30 fino alle 19. Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297, scrivere a info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

 

Alberoni e Renga presentano le foto di Elisa Fossati alla Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Nella nota e storica Milano Art Gallery, nel cuore della città, la fotografa Elisa Fossati ha inaugurato la sua mostra fotografica We Are The World.

Professionista nel settore arte e cultura con un curriculum da invidia, vanta lavori per Sgarbi, Alberoni, Ricciarelli, collaborazioni con la Triennale, la Permanente, Palazzo Reale e addirittura con prestigiosi musei stranieri come il Moma di New York, il Museo Salvador Dalì, l’Ermitage di San Pietroburgo.

L’esposizione ha avuto come ospiti nientemeno che il grande sociologo Francesco Alberoni, il direttore dell’Ansa di Milano Vincenzo Di Vincenzo, il direttore della Triennale di fotografia Luigi Gattinara, il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, Stefano Renga, manager di noti cantanti, il direttore delle Milano Art Gallery, Salvo Nugnes, manager di illustri personaggi e Gianni Ettore Marussi, già giornalista del Tgcom.

Le opere esposte sono frutto di scatti fatti in giro per il mondo, per i continenti. La particolarità della fotografa Elisa Fossati è di imprimere, all’interno dello scatto, dei pensieri sul luogo o sul soggetto immortalato.

Uno stile nuovo, tutto suo, che a quanto pare è piaciuto molto al pubblico e alla critica milanese che ne ha decretato il grande successo.

Alberoni ha augurato il meglio alla talentuosa fotografa, certo che “farà molta strada”. Renga ha definito le sue fotografie delle “cartoline del cuore” capaci di ammaliare il visitatore, mentre Luigi Gattinara ha ritrovato nei colori degli scatti “quel bello di noi che vorremmo restasse immutato per sempre”. Salvo Nugnes ha concluso dicendo: «Elisa è una giramondo che guarda ogni paesaggio, palazzo, museo con lo sguardo inquieto di chi non è mai stanco di stupirsi. E con le sue immagini tiene vivo anche il nostro stupore rispetto alle bellezze che ci circondano». Per maggiori info visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Cortina in Arte a cura di Vittorio Sgarbi in partnership con Big – Broker Insurance Group

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Ritorna per la mostra Cortina in Arte, a cura del noto critico d’arte Vittorio Sgarbi la partnership vincente tra Spoleto Arte e BIG-Broker Insurance Group. L’esposizione ospiterà una quarantina di opere della celebre Amanda Lear, assieme a delle foto e a un video di repertorio con Salvador Dalì. L’evento si terrà da sabato 28 luglio, giorno del vernissage, al 25 agosto al Miramonti Majestic Grand Hotel, in Località Pezié 103, a Cortina d’Ampezzo.

Tra i nomi che daranno il loro contributo a Cortina in Arte spiccano Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, il direttore Ansa Lombardia Vincenzo Di Vincenzo, Daniela Testori, direttore di Testori Comunicazione, Valentina Orlando, giornalista e scrittrice, Salvo Nugnes, manager di noti personaggi della cultura e dello spettacolo, e il pianista di fama internazionale Francesco Marano.

Non nuovo a questo tipo di manifestazioni, Big-Broker Insurance Group nasce negli anni Settanta  con Massimo Ciaccio, suo fondatore, consigliere e AD del gruppo. Agli inizi del 2000 la società di intermediazione assicurativa vede l’affiancamento del figlio Gabriele, attuale responsabile delle divisioni Fine Art e Special Risks, dei rapporti con il mercato assicurativo internazionale. Coverholder dei Lloyd’s di Londra, BIG-Broker Insurance Group è in grado di fronteggiare qualsiasi esigenza assicurativa individuando le soluzioni più vantaggiose sul mercato. Ogni rischio viene valutato in modo specifico e professionale, fornendo un’assistenza precisa alla propria clientela.

Ogni anno BIG-Broker Insurance Group organizza eventi prestigiosi in esclusive location. La Pinacoteca di Brera a Milano e la Galleria degli Uffizi a Firenze configurano tra queste. Il coinvolgimento di grandi personalità del mondo dell’arte e della cultura infine consente una condivisione di atmosfere emozionanti, accompagnate da spunti musicali ed enogastronomici. Tra le ultime manifestazioni che hanno visto la partnership fra Spoleto Arte e BIG-Broker Insurance Group vi sono la Pro Biennale di Venezia, tenutasi a Palazzo Grifalconi Loredan e allo Spoleto Pavilion dall’8 al 29 maggio, e la mostra Spoleto Arte, presso Palazzo Leti Sansi a Spoleto dal 30 giugno al 25 luglio.

Cortina in Arte con Amanda Lear e Salvador Dalì, a cura di Vittorio Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si inaugura la stagione vacanziera anche per Spoleto Arte, che non perde l’occasione per proporre agli artisti una mostra che li porterà sulle alture alpine. Si tratta di Cortina in Arte con le splendide opere di Amanda Lear e di Salvador Dalì, più le loro foto storiche e un video di repertorio. L’esibizione è a cura di Vittorio Sgarbi. Organizzata dal presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, manager di noti personaggi della cultura, della televisione, l’esposizione si terrà dal 28 luglio al 25 agosto al rinomato Miramonti Majestic Grand Hotel***** in Località Pezié 103, a Cortina d’Ampezzo. La struttura è celebre per aver ospitato  personaggi illustri del mondo cinematografico e televisivo.

L’inaugurazione avrà luogo proprio sabato 28 luglio alle 18 con il contributo di Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, del direttore Ansa Lombardia Vincenzo Di Vincenzo, di Daniela Testori, direttore di Testori Comunicazione, di Valentina Orlando, giornalista e scrittrice, e, naturalmente, del manager di noti personaggi della cultura e dello spettacolo Salvo Nugnes e di Francesco Marano, pianista di fama internazionale.

La Regina delle Dolomiti si presta perfettamente come straordinaria location per uno degli incontri artistici più originali del programma di Spoleto Arte. La presenza delle opere e degli scatti di Amanda Lear e Salvador Dalì farà infatti da splendido accompagnamento per i lavori di artisti più o meno affermati. E non solo Cortina, ma lo stesso Miramonti Majestic Grand Hotel offre, con la sua storia e la sua ospitalità, un ottimo pretesto per approfittare dello charm del luogo e farlo proprio. Cortina in Arte si propone dunque come meta di percorsi artistici che difficilmente avrebbero la possibilità di incontrarsi a distanza non solo logistica e stilistica. Qui infatti si ritrovano armonicamente assieme anche culture e tempi differenti.

Per maggiori informazioni è possibile contattare lo 0424 525190, il 388 7338297 oppure scrivere a org@spoletoarte.it o ancora visitare il sito www.spoletoarte.it.