Posts Tagged ‘variatori’

Sempre più connessi

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Nuovo Sito Web, Tecnologia

Varvel SpA vara un nuovo sito web, proseguendo il processo di informatizzazione già avviato con l’adozione del gestionale SAP e del nuovo CRM, rafforzando la multicanalità

Solide tradizioni e nuovi strumenti di gestione e comunicazione per Varvel SpA, storica azienda bolognese specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità.
Giunta alle soglie dei 60 anni dalla fondazione, avvenuta nel 1955, l’impresa socialmente responsabile di Crespellano (BO) continua il processo di informatizzazione già avviato con l’adozione del sistema gestionale SAP e del nuovo CRM, presentando un sito web di ultima generazione.
La piattaforma, realizzata secondo gli ultimi parametri html, responsive e con interfaccia grafica pienamente coordinata con le formule scelte dall’azienda, è estremamente fruibile dal pubblico internazionale. A caratterizzare il nuovo sito internet è anche la multicanalità costituita dai numerosi social network quotidianamente utilizzati da Varvel per comunicare con i propri stakeholder in tutto il mondo.
All’interno della struttura on line è posizionata la sezione delle news, per consentire agli internauti di essere sempre aggiornati sulle ultime novità di prodotto, ma anche sulle numerose iniziative che vedono l’azienda impegnata nell’ambito sociale. Un’area è dedicata agli operatori, per un facile accesso a dati tecnici e per un approfondimento sui prodotti, mentre il calendario delle fiere permette di conoscere le manifestazioni in cui sarà possibile incontrare Varvel ed i distributori, presenti in 60 paesi, nei 5 continenti.
“L’adozione di un nuovo sito internet – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA – è un altro tassello fondamentale nel processo di internazionalizzazione che l’azienda sta vivendo. Abbiamo rafforzato notevolmente la nostra comunicazione e abbiamo voluto dotarci di una piattaforma on line altamente performante, per assicurare la massima facilità di scambio con i nostri stakeholder”.
“Il forte slancio all’innovazione e le tante attività che ci vedono coinvolti necessitano di una comunicazione in tempo reale – spiega Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA – per raggiungere i nostri partner in tutto il mondo con immediatezza e ricchezza di dettagli. Da qui la scelta di dotarci di una piattaforma di ultima generazione, in grado di dialogare con gli altri strumenti messi in campo dall’azienda, come SAP e il nuovo CRM, aumentando ulteriormente la qualità e la rapidità del servizio offerto da Varvel”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Ballando si cresce

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Industria, Lifestyle

Varvel SpA sostiene Naima Academy, scuola di danza in cui attraverso l’arte del ballo e dell’espressione del corpo si formano gli adulti di domani

L’armonia della danza come formula per trasmettere quei valori propri dello sport e della convivenza. Con questa idea Varvel SpA, storica PMI di Crespellano (BO) da sessant’anni specializzata nella ideazione, progettazione e realizzazione di variatori e riduttori di velocità, ha deciso di sostenere l’apertura di una nuova sede tutta bolognese di Naima Academy, il più grande centro per la formazione artistica della Liguria, oggi presente anche nel capoluogo emiliano.
Nella scuola insegnano docenti di alto livello del mondo ballettistico con l’unico mirabile scopo di promuovere la vera danza, arte del movimento e dell’espressione del corpo. La struttura si estende per un totale di 900 mq, con due ampie sale in cui è possibile apprendere un’ampia gamma di discipline quali danza classica e modern jazz, sbarra a terra, hip hop, disco dance, fino alla danza sportiva che grazie alla partecipazione della scuola all’ultimo campionato, ha regalato grandi soddisfazioni, con diversi ori e argenti.
Un ambiente riservato e silenzioso, nato e pensato appositamente per la danza, con alunni già a partire dai 4 anni, impegnati in corsi che permettono di conoscere i vari stili di danza, l’armonia del movimento ed il piacere di condividere una comune passione.
Famosa per le sue strutture all’avanguardia, Naima Academy organizza durante tutto l’anno stage con insegnanti, ballerini, coreografi di fama internazionale, tra cui figure prestigiose come Steve La Chance, Blake Mc Grath, Garrison Rochelle.
L’insieme di valori espressi dalla danza, dalle armoniche figure alla dedizione durante gli allenamenti, dalla convivenza tra le persone all’impegno nel raggiungimento di un obiettivo, fino al lavoro di squadra, sono alcuni degli elementi pienamente condivisi anche da Varvel SpA, azienda da sempre attenta alle giovani generazioni. “La formazione è fondamentale per creare la società di domani – affermano Francesco Berselli e Mauro Cominoli, Presidente e Direttore Generale di Varvel SpA – insegnando quella convivenza positiva, nella vita o in una squadra, così come in un’azienda, in cui le persone vengono prima dei risultati, siano essi sportivi piuttosto che economici. I tanti progetti e le numerose realtà sostenute da Varvel, in ambito studentesco e culturale così come ludico e sportivo, mirano proprio a far risaltare quell’etica che ci guida ogni giorno come individui e come impresa”.

Un impegno da condividere

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Comunicati Stampa, Industria

Varvel SpA menzionata tra le aziende sostenitrici alla Va Edizione del Premio Eubiosia ANT 2013. Un motivo di grande soddisfazione per l’impresa, da anni attiva nel sociale, con l’auspicio di essere motivo ispiratore per altre realtà produttive, in nome della solidarietà

Grande soddisfazione e tanta emozione, in Varvel SpA, menzionata lo scorso 22 novembre tra le aziende e organizzazioni che nel 2013 hanno sostenuto la Fondazione ANT, Associazione Nazionale Tumori. Nel corso della cerimonia, a Milano, il Presidente ANT Raffaella Pannuti ha infatti premiato le aziende e le organizzazioni scelte tra le 134 candidate alla Va Edizione del Premio Eubiosia ANT, patrocinato dalla Regione Lombardia, con la collaborazione di una qualificata giuria di giornalisti.

Il riconoscimento, rivolto ad aziende, fondazioni d’impresa e istituzioni distintesi per il loro impegno nel sociale e che abbiano contribuito alla crescita dei progetti di assistenza e prevenzione oncologica della Fondazione ANT nel corso del 2013, è stato anche l’occasione per annunciare il 21° Ospedale Domiciliare Oncologico ANT che inaugura così l’attività della Fondazione anche in provincia di Milano, a Paderno Dugnano. Si estendono così i gruppi di assistenza domiciliare già presenti in 9 regioni italiane e composti da équipe multidisciplinari di medici, infermieri e psicologi che lavorano per la Fondazione nata a Bologna nel 1978. Con i suoi 4.000 malati seguiti ogni giorno a domicilio da 400 professionisti, ANT rappresenta la più ampia realtà non profit nel Paese per l’assistenza socio-sanitaria gratuita ai sofferenti di tumore.

Il sostegno del mondo imprenditoriale è indispensabile per il mantenimento e lo sviluppo delle attività della Fondazione nata per volere dell’oncologo Franco Pannuti. Proprio per sottolineare questo strategico legame, da cinque anni ANT attribuisce il Premio Eubiosia alle realtà che contribuiscono alla realizzazione del progetto di solidarietà che porta avanti. Quest’anno la cerimonia ha avuto come tema “Non profit e imprese: forme virtuose di collaborazione in tempo di crisi”.

Essere stati menzionati e aver concorso al premio è stato per noi un motivo di orgoglio – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpAperché oltre alla soddisfazione di aver partecipato all’evento e di aver contribuito a sostenere la Fondazione, ci ha permesso di diffondere la nostra filosofia di azienda socialmente responsabile, come testimoniato dai numerosi interventi e dall’annuale bilancio di sostenibilità, auspicando di poter essere seguiti da altre aziende che condividano la nostra visione”.

“Abbiamo un forte legame con Fondazione ANT – conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA tanto che fin dal 2004 l’azienda ha iniziato un programma di sostegno continuativo sia a favore di ANT che di Medici Senza Frontiere e Unicef, versando a ognuna delle tre associazioni, per ogni prodotto venduto, un contributo di 0,02 euro, legando direttamente la produttività dell’impresa e i suoi risultati economici alla tutela di persone meno fortunate, con la viva speranza che questo nostro modo di agire possa essere adottato da un numero sempre crescente di imprese”.

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

Novità premianti

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Industria

Pienamente confermate le aspettative di Varvel SpA per ISM e BSM, i moduli albero entrata e anti-ritorno, estremamente funzionali per modularità e performance, premiati dal mercato internazionale

Un successo che premia mesi di ricerche approfondite, grazie agli ottimi riscontri ottenuti sul mercato internazionale da Varvel Spa, storica azienda bolognese operante a livello mondiale, per il nuovo kit di prodotti esposti in anteprima in occasione dell’Hannover Messe, lo scorso aprile.

I moduli entrata ISM con albero sporgente e BSM anti-ritorno rappresentano infatti una grande novità nelle linee di prodotto, essendo installabili sulla maggior parte dei riduttori Varvel in versione entrata «S» e giunto elastico «G» in pochi minuti, con una semplice chiave inglese.

Entrambi i moduli sono già disponibili sul sito di Customer Service di Varvel Spa nelle grandezze 40, 50, 60, 70, 85 e 110.

Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA – poiché è la dimostrazione concreta di come l’azienda continui a sviluppare nuove soluzioni e prodotti sempre più innovativi. Nonostante le difficoltà dell’attuale congiuntura economica, Varvel dimostra così tutto il dinamismo di una PMI che vuole continuare a crescere a rispondere in maniera efficace alle richieste del mercato a livello globale”.

Dal 1955, anno di costituzione, l’impresa non ha mai smesso di progettare prodotti sempre più performanti e anche questi due nuovi elementi sono il frutto di accurate ricerche volte a migliorare ulteriormente la proposta dell’azienda che dall’hinterland bolognese ha raggiunto numerosi mercati in tutto il mondo.

Nell’ISM – Modulo albero entrata, l’albero di entrata è supportato da due cuscinetti a sfere schermati del tipo 2RS e pertanto non necessita di alcuna lubrificazione; si monta sui riduttori Varvel in versione entrata con giunto elastico «G.

BSM – Modulo antiretro è costruito in due versioni, albero sporgente o flangia IEC/NEMA con un cuscinetto a sfere schermato del tipo 2RS e cuscinetto anti-ritorno e si monta sui riduttori Varvel in versione entrata con giunto elastico «G».

Abbiamo avvertito la necessità di implementare ulteriormente i nostri kit di prodotto – afferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA – per offrire alla nostra clientela soluzioni ancor più semplici da montare e con performance superiori. Il nostro reparto ricerca e sviluppo ha quindi creato due moduli di ultima generazione capaci di migliorare ulteriormente la funzionalità dei nostri prodotti, con una grande facilità di applicazione”.

L’azienda ha così voluto completare la propria gamma con una novità assoluta che si appresta a conquistare i vari mercati nel mondo, dove l’offerta di un made in Italy di qualità sposa la praticità di assemblaggio e la garanzia di risultati altamente soddisfacenti.

Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

Dalla parte delle donne

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Libri

Varvel S.p.A., storica PMI di Crespellano (BO) sostiene lo spettacolo organizzato da Talenti di Donna, supportando così un progetto umanitario a favore della comunità femminile congolese   

Se i Talenti sono un bene prezioso nella società occidentale, ancora di più rappresentano una risorsa in quei paesi che soffrono per conflitti dove a subirne le maggiori conseguenze sono molto spesso donne e bambini. Sensibile a questi temi, Varvel S.p.A., storica PMI bolognese specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità ha scelto di sostenere Talenti di Donna, associazione nata con l’intento di scoprire, riscoprire e valorizzare i Talenti femminili.

Il progetto, nato in ricordo di una Donna dai grandi Talenti – Mara Borriero – imprenditrice vicentina tenace, generosa e sostenitrice della sorellanza, rivolto alle donne di strada della Repubblica Democratica del Congo mira a consentire loro, attraverso la cultura e la formazione professionale, di affrancarsi da una situazione di degrado e miseria. L’occasione si concretizza in un evento culturale, tratto direttamente dal prestigioso Festival della Letteratura di Mantova a cui l’Associazione ha aderito, a Vicenza, presso il Teatro Comunale, Sala del Ridotto, venerdì 29 novembre alle ore 20.45.

Una sponsorizzazione, quella di Varvel S.p.A. e delle altre realtà coinvolte, per un service dall’alto valore umanitario e culturale, sancito anche dal Patrocinio delle Istituzioni, in cui saranno riscoperte e “rilette” autrici dimenticate, per apprezzarne la qualità e l’originalità della produzione. L’Associazione Talenti di Donna presenta infatti Scrittrici Ritrovate e il libro di Ada Negri: “La cacciatora e altri racconti” dopo il grande successo riscosso al Festivaletteratura di Mantova.

Appena ci è stato presentato questo progetto – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel S.p.A.lo abbiamo percepito come perfettamente in linea con il nostro sentire. Da sempre, infatti, poniamo particolare attenzione nei confronti delle categorie più delicate, come diversamente abili, donne, stagisti”.

Un impegno etico e nel sociale, quello di Varvel S.p.A. che spazia dal risparmio energetico all’installazione di pannelli solari, dallo smaltimento dei rifiuti alla riduzione di qualsiasi tipo di spreco, dalla creazione di nuovi posti di lavoro, al supporto ad iniziative sul territorio, fino al personalissimo programma, iniziato nel 2004, di sostegno continuativo di 3 associazioni Onlus, Unicef, Medici Senza Frontiere e ANT Associazione Nazionale Tumori, devolvendo un contributo per ogni prodotto venduto.

L’insieme di questi elementi e valori – spiega Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpAha portato l’azienda a stilare un bilancio di sostenibilità annuale, testimoniando una trasparenza totale nei confronti di tutti gli stakeholder, proprio di un’azienda socialmente responsabile ”.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 -varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com
Fonte: agenzia di comunicazione, Bologna

Tutti in marcia con Varvel

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Sport

La storica PMI rinnova la sponsorizzazione della “Camminata 2 Mulini” di Anzola Emilia (BO), alla 30° edizione, nel segno di un impegno etico sul territorio in cui opera quotidianamente 

Grande festa a Lavino di Mezzo, frazione del comune di Anzola Emilia, in provincia di Bologna, per la tradizionale “Camminata 2 Mulini”, gara podistica giunta quest’anno alla sua trentesima edizione.

Un appuntamento di festa nel segno dello sport, a cui non poteva mancare anche Varvel SpA, storica PMI di Crespellano (BO) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità. L’impresa infatti ha scelto di rinnovare il sodalizio con le istituzioni e di sponsorizzare la manifestazione, come già da diversi anni.

L’evento sportivo, il 17 novembre, si caratterizza per la partenza alle 9:00 della camminata ludico motoria di 11,5 Km, quella alternativa di 7,5 Km e la mini camminata di 3,5 Km. Più impegnativa la camminata competitiva di Km 14,010 con partenza alle 9:30, seguita a distanza di pochi minuti dalla mini-competitiva di categoria pulcini-esordienti, in cui a darsi filo sono ragazzi, cadetti e allievi.

Abbiamo scelto con grande piacere di continuare a sostenere questo evento – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpApoiché come azienda socialmente responsabile crediamo nei valori dello sport e nei giovani. Poter supportare una manifestazione di questo tipo proprio sul nostro territorio non può quindi che raddoppiare la soddisfazione di sostenerla, anno dopo anno”.

Impresa per noi non significa solo un luogo di lavoro, ma anche un insieme di valori condivisi posti al servizio della collettività e del territorio in cui l’azienda vive la sua quotidianità – conferma Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA considerando nella definizione della propria strategia, nell’identificazione dei propri principi e nei comportamenti di gestione gli interessi di tutti gli stakeholder”.

Un’attenzione, quella per il sociale, che si concretizza in numerose azioni promosse da Varvel a vantaggio di enti e associazioni, come ANT, Medici Senza Frontiere e Unicef a cui destina da un decennio, per ciascuna di esse, un importo su ogni singolo pezzo venduto, oltre alla partecipazione economica in occasione di eventi e service mirati. Numerosi sono inoltre gli interventi a favore di scuole ed enti di formazione, ricercatori e studenti, supportando borse di studio a livello individuale e associativo. Senza mai dimenticare il territorio in cui l’azienda è ubicata, come dimostrato, tra le altre, anche in occasione del recente allestimento di un mezzo per il trasporto di anziani e diversamente abili nel comune di Crespellano (BO).

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com

Benvenuto RB13

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Varvel SpA conferma lo slancio verso il mercato globale con il nuovissimo riduttore ad assi paralleli, altamente performante, rispondendo pienamente alle più recenti necessità a livello internazionale

Continua lo slancio di Varvel SpA nel processo di internazionalizzazione che la vede protagonista in 60 paesi e con l’attivissima joint venture MGM-VARVEL Power Transmission, fondata nel 2010, con sede a Chennai (ex Madras) nel sud est dell’India.

Ad ampliare la gamma dei prodotti della storica PMI di Crespellano (BO) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità arriva infatti l’ultimo risultato della divisione Ricerca e Sviluppo.

Il nuovissimo RB13 – questo il nome della novità – è un riduttore ad assi paralleli, caratterizzato da flangia attacco motore IEC56 B14 integrale in una delle due semi carcasse. E’ costituito da tre coppie di ingranaggi in linea con il pignone ingresso calettato direttamente sull’albero motore, disponibile in rapporti 42.64 e 84.33, ma con rapporti ottenibili da 6.3 a 315. Gli ingranaggi sono calcolati per una durata di 10.000 ore per coppia uscita massima applicabile di 50Nm. Si distingue per alberi cavi uscita ø17 e ø20 con sede linguetta unificata, e ø25 senza linguetta ed ha il corpo predisposto per il fissaggio pendolare con 4 fori ø8.5 passanti, intercambiabile con altri. Dispone inoltre di 4 fori ciechi opzionali per viti M8 autoformanti su interasse della flangiatura uscita di RT/RS 50.

Un risultato importante che conferma la volontà di Varvel S.p.A. di continuare a sviluppare soluzioni ottimali in base agli sviluppi dei diversi mercati, con un’espansione che la vede mantenere ben saldi importanti punti di forza quali il rigoroso made in Italy, la massima qualità, una supply chain rafforzata e performante, una rafforzata logistica con l’apertura del nuovo polo di Settimo Milanese (MI), una particolare attenzione nel pre e post vendita, anche con la possibilità di specifiche personalizzazioni.

Continuiamo ad investire sul presente e futuro – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel S.p.A.convinti che grazie a nuove proposte e a una tecnologia sempre più avanzata si possa riuscire a rispondere alle esigenze specifiche dei diversi mercati, mantenendo un’ottica internazionale ma andando ad incontrare le specifiche necessità dei nostri clienti”.

“Non basta realizzare un buon prodotto – sostiene Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel S.p.A.ma bisogna anche riuscire ad offrire ciò che effettivamente serve e che le diverse compagini territoriali chiedono. L’azienda si è guadagnata la fiducia dei propri interlocutori proprio perché si è sempre posta in maniera proattiva nei confronti degli stakeholder. Siamo molto attivi nell’ambito della progettazione, ricerca e sviluppo e a breve ci saranno altre importanti novità”.

Fonte: agenzia di comunicazione Bologna

Un nuovo approccio sperimentale per Varvel SpA

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Grassi e lubrificanti al centro di nuovi studi e procedure innovative, per la verifica delle prestazioni e un controllo qualitativo ancora più accurato

Le schede tecniche dei produttori non sono più l’unico termine ufficiale di confronto fra grassi e lubrificanti per Varvel S.p.A. Il settore Ricerca e Sviluppo dell’azienda, grazie a una termocamera ad infrarossi e sistemi integrati hardware-software per il controllo vibrazionale di ingranaggi e riduttori di recente acquisizione, ha infatti messo a punto una procedura sperimentale per la verifica prestazionale di grassi per le tenute e lubrificanti per ingranaggi, in termini di rendimento e proprietà termiche.

Il controllo delle temperature raggiunte dai riduttori in applicazione è un importante requisito per utilizzatori e produttori di sistemi di trasmissione, e fra i vari fattori che le influenzano vi è di certo la corretta scelta del grasso per la lubrificazione del contatto albero anello di tenuta per l’ottimizzazione dell’attrito in fase di strisciamento.

Condurre test di laboratorio al tribometro per la valutazione dei coefficienti di attrito richiede tempi lunghi, e non sempre sono significativi del reale comportamento di una geometria di contatto così difficile da simulare su provini, come quelle paraolio albero.

In questo senso il monitoraggio tramite termocamera ad infrarossi, permette di sfruttare la diretta proporzionalità fra attrito e temperatura per un rapido ed efficace confronto, da svolgersi in tempo reale in azienda direttamente sul prodotto stesso.

Posizionando la termocamera in corrispondenza del calettamento con l’albero motore, sul banco di prova riduttori appositamente progettato dal settore Ricerca e Sviluppo di Varvel SpA, si acquisiscono mappe termiche della zona di contatto, che mettono in luce localizzati e repentini aumenti di temperatura nella zona di contatto, strettamente dipendenti dalla tipologia di grasso impiegato e dalla velocità di rotazione dell’albero motore.

Il primo importante risultato di una procedura sistematica di confronto, effettuata sull’anello di tenuta dell’albero veloce riduttore coassiale della serie RD, ha messo in luce come l’impiego di grassi teflonati, rispetto ad altri a base minerale standard, porti ad temperature di contatto inferiori di almeno 20°C nella zona di tenuta, per velocità di rotazione che vanno da 500 ai 2000 rpm.

Oltre ad una chiara indicazione sulla scelta del grasso da impiegare per il contenimento delle temperature di esercizio per queste serie di riduttori, Varvel SpA ora dispone di una procedura di efficace validazione interna per i grassi da utilizzare, i cui risultati sperimentali in termini di valori di temperatura potrebbero essere efficacemente integrati nel software di calcolo “KISSsoft”, per rendere ancora più efficace e preciso il calcolo della potenza termica dei riduttori.

Ulteriori passi avanti del settore Ricerca e Sviluppo riguardano gli oli lubrificanti per ingranaggi, per i quali si stanno ottenendo promettenti risultati grazie alla messa a punto di una procedura ad hoc di verifica delle prestazioni in termini di rendimento e resistenza all’usura, senza l’impiego di un banco freno tradizionale.

Al fine di poter effettuare prove comparative di rendimento fra tipologie di lubrificanti sui riduttori Varvel SpA, senza pesare sulla programmazione di altri banchi prova e senza dover progettare staffaggi o attrezzature di prova dedicati, possono essere utilizzati degli accelerometri per analisi vibrazionale, montabili direttamente sul riduttore, che necessita solo di essere motorizzato.

Il segnale vibrazionale acquisito, viene poi analizzato con algoritmi mirati alla determinazione dell’energia dissipata per attrito dall’ingranamento dei denti degli ingranaggi, strettamente legata al rendimento e determinata dall’azione lubrificante dell’olio impiegato.

Vista l’elevata componente di strisciamento nell’ingranamento delle coppie vite senza-fine corona, il metodo ha dato buoni risultati su questa tipologia di riduttori, per i quali è emersa chiaramente la differenza in termini di energia dissipata fra l’impiego di un olio sintetico rispetto ad uno a base minerale.

Questi primi risultati hanno posto buone basi per campagne di indagini sperimentale, su innovative e avanzate tipologie di additivi per olio sintetici, messi a punto da esperti nel settore delle nano particelle, da impiegare in applicazioni che richiedono rendimenti ottimizzati.

Grazie a questa tecnica di analisi alternativa la Ricerca e Sviluppo è stata in grado in poco tempo di effettuare numerosi test su riduttori a vite senza fine con olii sintetici nano-additivati in diverse concentrazioni, ottenendo un primo efficace confronto sull’efficacia dell’additivo nella riduzione dell’energia dissipata per attrito e quindi proporzionalmente sul rendimento.

L’efficacia del nano-additivo è stata testata anche in termini di miglioramento della resistenza ad usura degli ingranaggi vite senza fine corona.

Determinare l’usura dei denti di ingranaggi tramite test a banco richiede tempi di impiego molto lunghi, diventa quindi complesso effettuare test comparativi fra diverse tipologie di lubrificante in termini di risposta a questa proprietà.

Grazie alla sua collaborazione con centri universitari ed esperiti di tribologia, Varvel Spa ha utilizzato un approccio di laboratorio simulando la geometria di contatto fra i denti della vite e della corona in bronzo tramite un tribometro Block on ring.   Grazie ad un profilometro avanzato al temine dei test è possibile raccogliere dettagliate mappe delle tracce di usura lasciate sui campioni, permettendo così un efficace confronto quantitativo dell’usura dei materiali.

I test hanno messo in luce un netto calo dell’usura sul bronzo grazie all’impiego dell’olio con la giusta concentrazione di nano-additivo, aprendo così in tempi brevi e con risultati concreti le porte a nuove applicazioni con durate più lunghe e rendimenti migliorati.

Il costante miglioramento della qualità – sostengono il Presidente Francesco Berselli e il Direttore Generale Mauro Cominoliè una delle diverse azioni strategiche intraprese da Varvel S.p.A., cui si sommano una logistica e una supply chain sempre più performanti, oltre all’altissimo livello di servizio nel pre e post vendita, spaziando dalla progettazione alle personalizzazioni. Una risposta concreta alle esigenze dei diversi mercati ed una garanzia estrema a livello internazionale”.

Fonte: agenzia di comunicazione Bologna

Ricerca all’avanguardia

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Varvel S.p.A. implementa il proprio sistema qualità attraverso innovativi studi di vibracustica, misurazione dei decibel e un progetto condiviso con il Ministero dell’Istruzione

Nell’ultimo anno Varvel S.p.A. ha accresciuto ulteriormente il proprio sistema di monitoraggio e controllo qualità, utilizzando tecniche avanzate e una strumentazione specifica, integrando l’attuale controllo nel fine linea e negli interventi di manutenzione e assistenza.

Un’innovazione che pone l’azienda all’avanguardia, resa possibile dalla partecipazione di Varvel SpA al progetto di ricerca “Vibracustica” bandito dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. La finalità del progetto è stata lo studio del comportamento vibrazionale e acustico dei singoli componenti (coppie di ingranaggi) e riduttore finito, attraverso lo sviluppo e l’implementazione di metodologie per il riconoscimento dei difetti, contestualmente alla realizzazione di apparati prototipali e relativa strumentazione per l’analisi vibracustica.

Nell’ambito del progetto è stato inoltre attivato un corso di alta formazione in Ingegneria Vibracustica, finalizzato alla formazione di tecnici ad elevata specializzazione in materia. La condivisione dell’iniziativa ha permesso a Varvel S.p.A. di accogliere un partecipante del master che, attraverso un tirocinio, ha avuto la possibilità di portare all’interno dell’azienda il nuovo know-how acquisito e un nuovo approccio alla diagnostica. L’impresa ha inoltre messo a disposizione un’area per la sperimentazione, analisi vibrazionale e acustica dei propri prodotti, costruendo dei prototipi di banco di collaudo per riduttore e coppie di ingranaggi.

Uno strumento di indagine che ha richiesto a Varvel S.p.A. di dotarsi della strumentazione necessaria per le analisi quali accelerometri, sensori tachimetrici, microfoni, calibratore sonoro e strumentazione hardware e software, consentendo così l’acquisizione e l’analisi dati.

La storica PMI di Crespellano (BO) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità, nota a livello internazionale per la comprovata qualità dei prodotti, tutti rigorosamente made in Italy, ha anche iniziato a condurre misurazioni del livello di potenza sonora emessa dai propri riduttori, in modo da poter fornire ai clienti i decibel emessi secondo normativa ISO.

Si è trattato di una sperimentazione iniziale – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel S.p.A. – destinata ad avere un seguito. Il progetto si è infatti concluso con la stipula di un contratto, nell’ottica di dare una continuità alle attività svolte, implementando le procedure di controllo, fissare le soglie di accettabilità per singoli ingranaggi e riduttori. Punteremo inoltre ad introdurre un controllo a fine linee produttive, automatizzando il tutto, diminuendo così la percentuale di resi per difettosità, attualmente già molto limitata”.

Dello stesso avviso anche Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel S.p.A. e profondo sostenitore della ricerca: “L’azienda ha sempre puntato sulla qualità che ci ha permesso di farci conoscere a tutte le latitudini. Collaboriamo da anni con Università, centri di ricerca, scuole di formazione e alta specializzazione, nell’intento di un miglioramento continuo dell’offerta e dei servizi firmati Varvel S.p.A.”

Fonte: agenzia di comunicazione Bologna

Varvel presenta VPS

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

La storica PMI di Crespellano (BO) ha presentato a manager e imprenditori della community di Fabbrica Futuro il Varvel Production System, la supply chain che dal modello teorico arriva al progetto di ottimizzazione della catena di fornitura

L’eccellenza nelle prestazioni e nella gestione delle molteplici attività inerenti la supply chain è sempre più un fattore di differenziazione tra le imprese, generando un vantaggio competitivo, quote di mercato, leadership e profitto. Migliori prestazioni della supply chain significano infatti minori livelli di scorte e maggior servizio al cliente, più tempestività e più margini in un contesto in cui il ciclo di vita dei prodotti è sempre più ridotto.

Sul banco dei relatori, nel convegno organizzato a Bologna da Fabbrica Futuro, davanti a una folta platea di manager e imprenditori, è stata chiamata anche Varvel SpA, storica realtà di Crespellano (BO) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di motoriduttori, riduttori e variatori meccanici di velocità. Realtà virtuosa operante a livello internazionale, Varvel SpA ha presentato VPS, Varvel Production System, un sistema che permette di bilanciare tutte le operazioni industriali sulla vera domanda di mercato.

Ad aprire la presentazione è stato Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA che ha illustrato non solo le caratteristiche dimensionali dell’azienda, ma anche missione e valori, punti di forza che hanno portato Varvel a operare a livello internazionale: “Un’azienda è un sistema complesso ed è solo attraverso un corretto bilanciamento, da effettuare lungo tutta la filiera interna e se necessario anche presso i fornitori, che si ottiene il massimo risultato in termini di affidabilità e di costi. Noi abbiamo scelto di creare una rete di impresa, rifiutando la delocalizzazione, proprio per dar vita ad un distretto produttivo efficiente e controllato, che a partire dalla ricezione dei materiali arriva fino alla logistica, con il magazzino recentemente inaugurato a Settimo Milanese”.

Mauro Melandri, Supply Chain Manager di Varvel SpA ha poi approfondito la presentazione di VPS: “Si parte con la mappatura del flusso del valore, si identificano le famiglie tecnologiche e si assegnano ai processi interni ed esterni i volumi in pz/gg coerenti col takt time, cioè il ritmo produttivo con il quale deve avanzare la produzione per soddisfare la domanda del cliente”.

Non bisogna infatti dimenticare come nel mondo della supply chain bilanciare tutta la catena al takt time permette di impostare ordini quadro migliorando le condizioni di fornitura, fidelizzare i fornitori stabilizzando i processi riducendone errori e scarti, ridurre l’orizzonte degli ordini congelati con conseguente riduzione del LT con l’obiettivo di programmare gli impianti sulla vendita reale.

Un punto di forza, quello generosamente esposto al numeroso pubblico intervenuto che ha fatto comprendere come non esista una formula valida e applicabile meccanicamente in qualsiasi realtà, ma come invece esista una metodologia di analisi, in Varvel SpA denominata VPS, che può essere calata a qualsiasi business. Con questi presupposti l’azienda, guidata da Francesco Berselli, Presidente di Varvel SpA, continua e rafforza ogni anno il proprio sviluppo, sia nel mercato interno che in quello mondiale, con un elevato valore aggiunto non solo in termini di prodotto ma anche di servizio.

Fonte: agenzia di comunicazione a Bologna
BORDERLINE AGENCY