Posts Tagged ‘underground’

Eradius: il roboante stoner rock del duo italo-britannico con l’omonimo esordio

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Gli Eradius pubblicano l’omonimo debut album.

Il duo stoner rock italo-britannico si presenta con sonorità e testi fortemente influenzati da gruppi storici come Rage Against The Machine, Tool, Muse e dai più recenti Royal Blood.

Genere: stoner rock / alternative rock

Label: Autoproduzione

Streaming https://open.spotify.com/album/3xQeLqZkbHQDrw4GoPWu8H

 Gli Eradius presentano il loro omonimo debut album. Il progetto veronese è composto da una formazione particolare ispirandosi ai britannici Royal Blood: voce/basso elettrico (Richard Dylan Ponte, Londra 1994) e batteria (Edoardo Gomiero, Verona 1991). Il duo propone un genere stoner rock, sonorità e testi influenzati fortemente da gruppi storici come Rage Against The Machine, Tool e Muse.

In un anno di attività live i due hanno vinto diversi concorsi, uno dei quali (Vicenza Rock Contest 2017) ha permesso loro di aprire ai 99 Posse al Ferrock Festival di Vicenza.

Attività che è già ripresa per mezzo di un tour nazionale in costante aggiornamento:

Eradius Tour

16.12.17, Vinyl Music Club, Orzinuovi (BS)

22.12.17, Associazione Sonà, Drò (TN)

9.2.18, Rock Centrale, Erba (CO)

24.2.18, The Factory, Verona, release party

2.3.18, Circus, Scandicci (FI)

4.3.18, Boogie Club, Roma

5.3.18, Radio Rock, Roma

20.3.18, Tonic Pub, Parma

14.4.18, Vecchia Scuola, Brescia

L’artwork è stato realizzato da Tom Colbie, artista veronese che ha collaborato anche con musicisti internazionali del calibro di Marco Minneman e Aristocrats. Il duo collabora inoltre con un marchio di vestiti e accessori veronese di nome Atropine. Registrato e co-prodotto alla Rh Studio di Tommaso Canazza, Eradius è disponibile su tutte le piattaforme digitali. L’obiettivo è di far arrivare la loro musica a più pubblico possibile sul territorio nazionale, sognando di varcare i confini oltralpe.

Dopo Democrazy, il nuovo video-single, per la regia di Luca Adami, scelto in concomitanza con la release dell’album, è Medusa: “Forse il brano musicalmente più rappresentativo del nostro genere” – afferma il duo veronese – “Si sentono parecchio tutte le influenze derivanti dal crossover, stoner e funk.”

https://youtu.be/JZLbTDB3VfI

“Stiamo cercando di trasmettere ciò che siamo attraverso il linguaggio a noi più congeniale, provando a divertire o quantomeno incuriosire il pubblico che ci si presenta davanti a noi. Abbiamo diverse aspettative con questo progetto, ma sempre cercando di avere i piedi ben saldi a terra.”

 Fanpage https://www.facebook.com/EradiusRock

Tracklist

 1. Alternative

2. Poison Eyes

3. Aliens

4. Black Queen

5. Timmy C.

6. Democrazy

7. Medusa

8. Feel

9. Desert Painter

10. Overthink

11. Raise ‘N Resist

12. Digital Puppets

iTunes https://itunes.apple.com/it/album/eradius/1330968618

Biografia
Il progetto Eradius nasce a Verona nel 2016 dalla voglia di esprimersi e di comporre musica originale di Richard (Londra, classe 1994) e Edoardo (Verona, classe 1991). La loro particolare formazione si ispira alla formazione britannica dei Royal Blood che, utilizzando un originale sistema di pedali, riesce a simulare la presenza di una chitarra e di un basso contemporaneamente. Il genere si lega anche a gruppi come Rage Against The Machine e Tool, portando con sé tutte le influenze raccolte nel corso degli anni dai due musicisti su numerosi palchi e con diverse formazioni, non solo rock. Infatti i due suonano già insieme in un gruppo cover Blues/Swing da tre anni, e con questa formazione hanno fatto più di 150 date in tutta Italia. L’intenzione è quella di esprimere se stessi con il linguaggio che più è congeniale, facendosi ascoltare il più possibile.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

“Foglie gialle” è il nuovo video di Fernando Alba con l’attrice cult Elisabetta Rocchetti

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Fernando Alba: “Foglie gialle” è il nuovo video-single dal secondo album in uscita a marzo 2018.

Dopo l’assaggio Spotify di metà novembre con “La canzone della buonanotte”, il raffinato e graffiante cantautore/compositore siciliano presenta il primo video-single dal nuovo album “Nello stesso acido”, atteso per marzo. Un brano pop rock che funge da fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato, rievocandone le stesse emozioni.

Genere: pop / rock

Label: Maqueta Records

Il 4 dicembre esce ufficialmente il secondo singolo di Fernando Alba dal titolo Foglie Gialle, la canzone originale che ha dato vita alla versione inglese Golden Leaves e a quella spagnola Hojas Amarillas, cantate rispettivamente da Noemi Smorra & Lena Katina delle t.A.T.u. e da Stephania Sanquiz, entrate nelle classifiche di molti paesi, ottenendo diversi riconoscimenti internazionali.

È il primo videoclip da Nello Stesso Acido, nuovo progetto discografico (atteso per marzo) del cantautore e compositore di colonne sonore siciliano, cresciuto artisticamente a Roma.

In stile urban dal sapore cinematografico, il video è stato girato a Roma in un pomeriggio di pioggia, quando le luci si accendono ed illuminano l’autunno attorno i due protagonisti: Fernando Alba e l’attrice Elisabetta Rocchetti. Il loro incontro avviene ad un semaforo, nell’attesa di attraversare un incrocio: i due si rifugiano sotto lo stesso ombrello che li accompagnerà in una passeggiata notturna nella Roma che vive e che sogna, bagnata dalla pioggia autunnale che rende tutto più magico.

Fanpage https://www.facebook.com/fernandoalbafanpage/

Foglie gialle è una fotografia autunnale, una riflessione, che grazie alle atmosfere e ai colori della suggestiva stagione, riporta alla mente e al cuore alcuni fotogrammi di un tempo passato rievocandone le stesse emozioni. In una cornice cittadina, fra la pioggia lenta, le foglie a terra, le luci delle vetrine e dei semafori, Foglie gialle racconta il ricordo che diventa vivo nei nostri pensieri, dando la sensazione di potersi rivolgere alla persona protagonista del ricordo, come se la si avesse accanto in quel momento. Una confessione dello stato d’animo con cui si vive, non si riesce più a trovare un senso alle giornate ed esse passano senza trarne piacere e godimento. Una canzone in cui è facile immedesimarsi, raccontata e cantata in italiano, vestita da un rock leggero come le foglie.

Credits

Regia e Montaggio: Fernando Alba

Fotografia: Gabriele Fratini

con: Elisabetta Rocchetti

Instagram https://www.instagram.com/fernando_alba/

Il nuovo album a marzo 2018

Nello stesso acido coinvolge oltre 100 musicisti in un progetto interamente suonato e confezionato senza l’ausilio di strumenti virtuali e campionatori. Un album folle come il precedente, ma più rock, più acido, con arrangiamenti curati, orchestrazioni molto virtuose ed una ricercata di forma metrica e melodica interessante che lo inquadra in un mondo cantautore indie rock. In questo nuovo album c’è una poetica più essenziale, che lo distingue profondamente dal resto dei cantautori del panorama. Il rock di Fernando Alba è suonato con un linguaggio attuale, moderno nella forma, innovativo nelle strutture e negli argomenti trattati. Fernando è un cantautore che racconta se stesso e la sua amata Italia in modo graffiante, elegante, distinguendosi con una poetica moderna e diretta, alternando le forme classiche testuali e melodiche ad un linguaggio ricco di novità pop, rock e indie.

Biografia

Fernando Alba, compositore e cantautore siciliano classe 1978 cresciuto artisticamente a Roma, lavora da anni nel mondo della discografia e cinematografia, ricoprendo diversi ruoli sia tecnici che artistici. Ha debuttato con l’album La chitarra nuova nel 2014 e ne ha fatto il primo videomusic film girato in Italia, realizzato in pellicola 16mm, con gli attori Francesca Valtorta e Giovanni Scifoni. Dall’album sono stati estratti altri 4 singoli correlati di videoclip e rilasciati negli anni successivi: La Bicicletta, Narciso, Favola, Sei felice. Dopo uno stop artistico nel 2016 per problemi di salute, in quest’ultimo anno torna sulla scena con un’intensa attività nell’ambito della scrittura di colonne sonore firmando anche l’ultimo film di Massimo Cappelli dal titolo Prima di Lunedì e nella produzione artistica e discografica.

In questo fine 2017 vengono rilasciati, solo per Spotify, il primo singolo dal titolo La canzone della buonanotte e successivamente Foglie gialle, la versione italiana della sua famosa Golden Leaves, brano cantato da Noemi Smorra e Lena Katina delle t.A.T.u. che ha fatto il giro del mondo e nei primi posti nella classifica russa per più di sei mesi. Il brano Foglie gialle è corredato da un videoclip, girato in una Roma autunnale in un pomeriggio di pioggia. La protagonista è l’attrice Elisabetta Rocchetti, personaggio di primo ordine del cinema italiano, protagonista in diversi film di grande successo.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

La forma delle nuvole, il nuovo album del cantautore Ruggero Ricci

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

“La Forma Delle Nuvole”, nuovo album di Ruggero Ricci.

Il ritorno del cantautore romagnolo è segnato da un disco dalle liquide sonorità electro pop fondato sull’ideale di libertà: di scegliere, ma soprattutto di interpretare la realtà che ci circonda, la scelta di una prospettiva arbitraria che rende ogni cosa mutevole. Nelle nuvole ognuno di noi può elevarsi e vederci ciò che desidera. Si torna bambini, si galleggia nella semplicità e si fantastica in una dimensione onirica, quasi fiabesca.

Genere: pop / electro / cantautorato

Label: PMS Studio

Release Date: 02.12.2017

Spotify https://open.spotify.com/album/5iqof5fGNxHLEvuCxDZrMe

Un intenso e appassionato lavoro ha coronato la realizzazione del nuovo album del cantautore Ruggero Ricci.

Prodotto dalla PMS Studio, è disponibile su tutti i digital store dal 2 dicembre 2017 con una fitta programmazione di presentazione live:

11/11/2017 @ Teatro Rosaspina Montescudo (RN ), ospite di Sugar Free Party

17/11/2017 @ Teatro del Navile Bologna, ospite e giurato alla Rassegna Cantautori “Bologna una Città per Cantare”.

18/11/2017 @ Locale Ai Pioppi Lido di Savio ( RA )

03/12/2017 Centro ESP (RA) – Showcase Album con firmacopie e presentazione live con band

16/12/2017 Sala Polivalente – Idea soc. Coop Gambettola (FC) Concerto di Natale

17/12/2017 @ Chiribilli Art Cafè Bagnacavallo (RA)

14/01/2018 @ Le Maioliche Faenza (RA) Showcase Album con Firmacopie e presentazione live con band

La forma delle nuvole contiene 16 brani inediti scritti da Ruggero Ricci e segna a livello di contenuti un cambiamento rispetto al suo primo album Contrasti del 2014: certe metafore inserite volutamente, l’utilizzo mirato di cori e seconde voci avvicinano l’ascoltatore ad autori come Federico Zampaglione, Niccolò Fabi e Giuliano Sangiorgi, dove la ricerca è sempre accompagnata dalla vocalità e dal rispetto del suono.

Google Play https://play.google.com/store/music/album/Ruggero_Ricci_La_forma_delle_nuvole?id=Bvbtdapzneko56hunrt2q5mflzq

Il senso racchiuso in questo disco è l’ideale di libertà posto prima di tutto. Libertà di scegliere ma soprattutto di interpretare la realtà che ci circonda, la scelta di una prospettiva arbitraria che rende ogni cosa mutevole. Nelle nuvole ognuno di noi può elevarsi e vederci ciò che desidera. Si torna bambini, si galleggia nella semplicità e si fantastica in una dimensione onirica, quasi fiabesca.

Fanpage https://www.facebook.com/ RuggeroRicciOfficial

La parola chiave che rende meglio l’idea ce la offre direttamente il protagonista, con la sua consueta travolgente allegria e lo sguardo dolce e sognante: “Contaminazione”.

Il denominatore comune è il genere pop melodico, spesso e volentieri annacquato da un taglio elettronico che si amalgama perfettamente con le tendenze musicali del momento.

Lo si percepisce in brani come Respiro, Succede, Una piccola parte di me, dove l’arrangiamento è accattivante e rende giustizia a testi che si possono vivere in prima persona come fotogrammi che scorrono a raffica.

YouTube channel https://www.youtube.com/user/ RuggeroRicciVEVO

Al centro di ogni testo vi è la realtà delle cose, è come se ognuno di noi potesse intravedere frammenti della propria vita posti secondo un filo logico ben specifico; si intuisce dunque che i testi costituiscono il punto di forza del disco e ciò che rende unica ogni canzone è la voce del cantante, che sembra dare un peso specifico ad ogni parola, con intenzioni differenti quasi a voler accompagnare l’ascoltatore in un percorso sensoriale, dove ogni titolo può essere assimilato ad un colore differente.

Instagram http://instagram.com/ruggeroricciofficial

Insomma La forma delle nuvole è un album che non ha età ed è per tutti i gusti. Un album ideale per viaggiare con la mente, come un libro che si lascia sfogliare con facilità, regalandoti una canzone per ogni stagione.

Il singolo, con relativo video disponibile su YouTube, che accompagna l’uscita del disco è Distratta-mente: “Può essere considerato un brano poliedrico che parla della routine quotidiana e nel quale chiunque può immedesimarsi in prima persona.” afferma il cantautore. “Il panorama – che prende in esame la società contemporanea – è alquanto desolante: la superficialità e l’apparire sono sempre al primo posto e sembra sempre più lontana e utopica la volontà di ogni individuo di dare valore al proprio io nell’essere se stesso ed andare contro-corrente.”

Distratta-mente https://www.youtube.com/watch?v=52yGWXlmvo8

Tracklist

1. Cercando un lieto fine

2. Questo mio esistere

3. Il riflesso di me e di lei

4. Succede

5. Distrattamente

6. L’ultimo raggio di sole

7. Sopra ali di niente

8. Io dico ti amo

9. La forma delle nuvole

10. Una piccola parte di me

11. L’amore ti porta a cambiare

12. Invisibile

13. La condizione

14. Respiro

15. Il giorno della tua festa (Alessandra)

16. Indietro ancora

Biografia

Ruggero Ricci nasce a Lugo (RA) il 13/02/1989. Fin da bambino dimostra una forte predisposizione per la musica Soul-R&B con successivo inquadramento nel genere brit-pop. I suoi riferimenti principali sono: Amy Winehouse, Janis Choplin, Billie Holiday e James Brown. La passione per la musica lo spinge ad intraprendere la via della composizione di testi come autore e della didattica del canto, con la maturazione di un percorso incentrato in buona parte sull’esperienza live. Attualmente è cantautore per l’etichetta indie PMS Studio e docente di canto moderno presso “Accademia 49 ®” di Cesena.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 339 6038451

Il migliore dei mondi possibili: speranze e certezze nel nuovo album di Danilo Di Florio

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Danilo Di Florio – Il migliore dei mondi possibili

Giunto al terzo disco in studio, il cantautore abruzzese torna sulle scene con un lavoro di matrice pop rock per alcuni aspetti intimista, per altri invece più estroverso, il tutto arricchito da melodie fresche ed accattivanti.

Genere: pop-rock

Label: Music Force

Distribuzione fisica: Discover

Distribuzione digitale: Believe Digital

Spotify https://open.spotify.com/album/2Oj4qUK4Jm0cELGFZJLRd6

Esce il nuovo album di Danilo Di Florio dal titolo Il migliore dei mondi possibili.

Undici brani di matrice pop-rock, molto ritmati, per un lavoro che risuona di messaggi positivi, come da title-track. Per alcuni aspetti intimista, per altri invece più estroverso, il tutto impreziosito da melodie facilmente orecchiabili e originali.

Registrato, mixato e prodotto tra l’inverno e l’estate di questo 2017 da Umberto Cinalli, è il terzo lavoro in studio di del cantautore teatino, autore e compositore di tutti i brani.

La band che accompagna Di Florio nel live tour è composta da Kevin Baldini alla batteria, Nicola Attimonelli al basso e Marco Cirelli alla chitarra elettrica.

Il migliore dei mondi possibili è disponibile su tutti i principali digital store con distribuzione Believe Digital e in distribuzione fisica con Discover.

Per presentare il disco, il cantautore abruzzese ha scelto l’omonimo singolo/videoclip. Girato nel centro di Roma, capitale della bellezza, dove il fascino metropolitano dell’arte antica si scontra con il traffico moderno insieme a tutti gli elementi che lo caratterizzano. Niente meglio della città eterna avrebbe potuto rappresentare l’idea che “il migliore dei mondi possibili/ siamo noi/il migliore dei mondi possibili/ abbiamo noi ”

Il migliore dei mondi possibili – https://youtu.be/vNw46SFqAL8

Video Credits

Soggetto: Danilo Di Florio
Regia: Simone Spoltore PHOTO DIGITAL SERVICE

Montaggio: Gennaro Toscano

Soundcloud: https://soundcloud.com/danilo-di-florio/sets/il-migliore-dei-mondi-possibili

Fanpage https://www.facebook.com/danilodiflorio.cantautore/

Tracklist

1. Una canzone semplice

2. Il migliore dei mondi possibili

3. L’albero del bene e del male

4. Corri già

5. Un’estate normale

6. Sono io

7. Il mio tempo

8. Le cose che ho visto

9. Un’abitudine

10. Una finestra sul cielo

11. Dal mare

Biografia

Danilo Di Florio nasce il 30 Luglio 1977 a Roma ma da sempre vive a Paglieta, un piccolo

paese in provincia di Chieti. Cantante, musicista e compositore, sin da giovanissimo si avvicina dapprima alla chitarra e poi al pianoforte, ispirato dalle melodie e dai testi di storici cantautori italiani come Battisti, De Gregori, Dalla e Carboni. Durante i suoi primi anni di studi universitari alla facoltà di Lettere e Filosofia, Danilo Di Florio inizia invece a dar vita ai suoi primi testi e a comporre brani.

Il 2001 segna l’inizio di una sua lunga ed incessante produzione musicale, che vede la luce nel primo studio di registrazione di Danilo, realizzato in una piccola cantina di una proprietà di famiglia. La parrocchia del paese funge poi da primo palcoscenico, aneddoto che lui stesso ricorda con tenerezza e che inaugura una carriera live intensa a fortunata, che lo porta nel corso degli anni a calcare i palchi di numerose rassegne e festival musicali.

Dopo il debut album “Scateniamoci” del 2015, nell’Aprile del 2016 esce per la label bolognese Areasonica Records il secondo lavoro discografico “Evitiamo i Sabati”, un album curato nei minimi dettagli e suonato dalla stessa band che lo accompagna nelle esibizioni live. Nel novembre 2016 partecipa al Tour Music Fest a Roma dove ottiene forti apprezzamenti da parte della giuria con la presentazione del singolo “Evitiamo i sabati”. Il 1 dicembre a Bologna presenta in anteprima, in versione acustica, con la nuova band, l’album “Evitiamo i Sabati”, riproposto poi nel music club Parco Diocleziano di Lanciano il 6 febbraio 2017 e il 6 maggio a Paglieta in un contest locale.

Durante l’estate 2017 partecipa come finalista al BIM MUSIC NETWORK, rassegna nazionale il cui presidente è Mogol. A novembre 2017 esce per la label Music Force “Il Migliore Dei Mondi Possibili”, terzo lavoro discografico per il cantautore abruzzese. La nuova band che accompagna Danilo Di Florio nelle esibizioni live è formata, oltre che dal cantautore, da Kevin Baldini alla batteria, Nicola Attimonelli al basso, Marco Cirelli alla chitarra elettrica.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 339 6038451

L’arte di combattere guerre inutili: esce Batracomiomachia delle Vie delle indecisioni

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

La seconda fatica in studio della indie pop band teatina è un concept-album che segue la linea tracciata dall’opera omerica presa come spunto: trattare con ironia le guerre inutili che i protagonisti dei pezzi sono costretti a combattere ogni giorno.

Genere: indie pop / cantautorato

Label: Autoproduzione

Release Date: 22.11.2017

Spotify http://sptfy.com/124y

Si intitola Batracomiomachia ed è il secondo disco della band teatina Vie delle Indecisioni in uscita il 22 Novembre 2017.

Il titolo, riferimento all’omonima opera omerica, è un concept album che prende spunto dalla linea da essa tracciata. I testi, infatti, trattano con ironia le guerre inutili che i protagonisti dei pezzi sono costretti a combattere ogni giorno.

Dalla fine inevitabile di una relazione (in Auf Wiedersehen, singolo uscito a giugno) al tentativo inutile di cancellare ricordi fastidiosi (Memorie, uscito a febbraio).

L’album, molto più pop rispetto al precedente Merda d’Artista, segue comunque una linea culturale, dal titolo stesso, alla cortissima John Cage, in omaggio al compositore.

La title-track, scelta dalla band come nuovo singolo, vede la partecipazione di Mattia Stirpe, cantante de Le Strade del Mediterraneo, e Mattia De Iure, leader de I Giorni dell’Assenzio. Brano dalle sonorità ska, lega la melodia molto leggera e ritmata, opera del bassista Marco Ranellucci, ad un testo che fa riferimento alla guerra interiore che ognuno di noi è costretto a combattere, scritto dal frontman Paride Paci.

Band dai live adrenalinici ed irriverenti, fonda le proprie radici nella cultura indie e nella musica d’autore italiana. I testi sono novelle di vita quotidiana, raccontate dai protagonisti con bonario cinismo.

Il disco, sostenuto da un tour in partenza l’11 novembre dall’AmenabarCafè di Vasto (CH), verrà presentato il 18 novembre presso LoSpaz di Pescara e sarà reperibile su tutti i maggiori canali di musica streaming ed in vendita su Amazon ed iTunes.

Con 50 date nell’ultimo anno (tra queste, aperture ad artisti quali BundaMove, Pinguini Tattici Nucleari e Canova – quest’ultimi presso festa de L’Unità di Pescara – ), la band pone il palcoscenico come habitat naturale, cercando un continuo contatto con il pubblico.

Fanpage https://www.facebook.com/viedelleindecisioni/

“Percombattereguerreinutili” tour

(in continuo aggiornamento)

11.11 – AmenabarCafe (Vasto, CH)
16.11 – Acu Gulliver (Ancona)
18.11 – Lo Spaz Pescara (Pescara) – Release party
24.11 – Euro Music Bar, Villa d’Agri (PZ)
30.11 – MamiWata (Pescara)
14.12 – Groove (Pescara) 16.12 – Fictio – Chieti (Chieti)
20.01.18 – Jammin’ Club (Montesilvano, PE)
09.02.18 – Hostaria del castello, Ortona (CH)

16.02.18 – Boogie Club (Roma)

Biografia

Vie delle Indecisioni è una band indie nata a Chieti nell’Aprile del 2014. Nei primi mesi di attività si propone attraverso cover di brani del panorama dell’indie italiano e della musica d’autore, esibendosi live con pezzi di artisti quali Capossela, De André, Nobraino, Lo Stato Sociale, TARM, Zen Circus. Dopo un periodo di pausa lavorativa, perdurato per la quasi totalità del 2015, la band avvia un progetto inediti che porta alla pubblicazione, il 23 Dicembre dello stesso anno, di una Demo contente il singolo Buon Natale Babbo*, lanciandolo su YouTube. Il lavoro sulla costruzione degli inediti continua anche nel 2016, accompagnato da un fitto calendario di live in locali ed eventi del Pescarese/Teatino.

Il 7 Ottobre 2016 viene pubblicato l’album d’esordio “Merda d’Artista” – titolo ispirato dall’opera di Piero Manzoni. L’album, contenente 7 tracce autoprodotte dalla band, viene lanciato interamente su YouTube e sui maggiori canali di musica in Streaming (Spotify, iTunes, Weezer ecc..)

All’uscita segue un tour di 20 date dall’Ottobre 2016 all’Aprile 2017. Il 3 Febbraio esce “Memorie”, singolo prodotto dalla band in collaborazione con la casa di Prod. The CEASARS ed accompagnato da un videoclip girato da Lorenzo Di Lello e Marco D’Andragora. La firma con l’agenzia di booking Blob Agency, la costruzione di un secondo album ed il lancio del secondo singolo “Auf Wiedersehen” (con promo di BlobAgency MarteLabel ed anteprima su RockOn) accompagnano la band teatina, pronta alla pubblicazione del secondo album: “Batracomiomachia”, uscito il 22 novembre.

Contatti

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

La poesia urbana di Luca Bretta: esce il nuovo album l’1%

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Luca Bretta – L’1%

Secondo album di inediti per il cantautore trentino/emiliano che, dopo il grande successo degli ultimi due singoli “Love Adventure” e “Basti Tu” (entrambi più di 100 mila visualizzazioni su YouTube) e gli oltre 200 concerti dal 2012 ad oggi, è pronto a lanciare il nuovo lavoro cambiando totalmente direzione.

Genere: pop/cantautorato

Label: All For Disconnected

Release Date: 16.11.2017

Streaming https://open.spotify.com/album/5hHbltdwQRrEaPvRnsAZBN

Esce giovedì 16 novembre il secondo album di inediti di Luca Bretta. Il cantautore trentino/emiliano, dopo il grande successo dei suoi due ultimi singoli Love Adventure e Basti Tu (che hanno superato entrambi le 100 mila visualizzazioni su YouTube) è pronto a lanciare il nuovo lavoro cambiando totalmente direzione.

Love Adventure https://www.youtube.com/watch?v=_uVgyjhFEJc

Basti Tu https://www.youtube.com/watch?v=rgDLpRZTGiQ

Come dichiarato da Luca stesso, il nuovo album avrà un’impronta sonora completamente diversa dal precedente album Disconnesso, che dal 2015 gli ha permesso di calcare importanti palchi in apertura ad artisti come Luca Carboni, Noemi, Dear Jack, Francesco Gabbani, Zero Assoluto e molti altri.

Questo nuovo ed atteso album verrà presentato il 16 novembre presso il nuovissimo locale “35 Rosso” in via Ragno 35 a Ferrara, dove Bretta, dalle ore 19, suonerà ed interpreterà i nuovi brani in versione acustica, assieme alla propria band. Tutti i presenti potranno acquistare in anteprima la versione fisica dell’album ricevendo così anche alcuni omaggi esclusivi per la serata.

Evento Facebook

https://www.facebook.com/events/943687249112573/?ti=icl

Luca Bretta vede così concretizzarsi il risultato del lavoro di oltre 9 mesi passati nel proprio studio di registrazione, nei quali ha gestito ogni aspetto artistico e tecnico dei propri brani. Il cantautore si è infatti occupato personalmente della realizzazione dell’album, non soltanto come autore (scrivendo testi e musica), ma anche come produttore, esecutore e arrangiatore, fino ad arrivare a curarne anche il sound design e il mixaggio.

Official Website www.allfordisconnected.com

Fanpage https://www.facebook.com/lucabrettaofficial/

Instagram https://www.instagram.com/lucabretta/

Spotify https://open.spotify.com/artist/4QFLaiFJgpwhxWW6WTu5lg

Tracklist

  • Love Adventure
  • Solo Per Te (SABATO Sera)
  • Basti Tu
  • Niente Da Perdere
  • L’1%
  • Honey
  • Buonanotte
  • Giulia
  • Ho Bisogno Di Te
  • Pronti Ad Esplodere
  • Depression Call

CONCERTI PIU’ IMPORTANTI

– Finale Festival Show 2014 all’arena di Verona insieme a molti big ella musica italiana

– Festival Show 2015 – tappe di Jesolo (VE) e Lignano Sabbaidoro (UD) insieme a Noemi, Levante, Nesli, Gue Pequeno, Zero Assoluto e molti altri

– Festival Show 2016 a Bibione (VE) con Zero Assoluto, Patty Pravo, The Kolors, Emis Killa e molti altri

– Apertura concerto tour di Noemi – Madonna di Campiglio (TN) 2016

– Apertura concerto Luca Carboni – Madonna di Campiglio (TN) 2015

– Apertura concerto di Bobby Solo – Ferrara 2015

– Apertura concerto di Francesco Gabbani e Dear Jack – Comacchio (FE) 2016

– Red Ronnie – Roxy Bar 2014

– Apertura concerto The Kolors – Riccione (RN) 2017

– Oltre 100 concerti in locali ed eventi vari con la propria band dal 2012 ad oggi

Video esibizioni live

College Ferrara: https://www.youtube.com/watch?v=DA6vW7ZQ16g

Festival Show: https://www.youtube.com/watch?v=ZP5L1aCfHDI

Biografia
Luca Bretta è un cantautore Trentino, di origini emiliane, attivo musicalmente dal 2007. Nato a Cento (FE) nel 1991, ha lasciato l’Emilia per trasferirsi prima tra i monti delle dolomiti bellunesi, e infine tra quelli trentini, a Madonna di Campiglio (TN). Dal 2012, conclusasi l’esperienza con la prima funk rock band in cui militava come bassista e autore, inizia un percorso solista riconducendo le proprie fondamenta sonore tra il pop e l’elettronica, con blande influenze funk e rock. Nel 2015 pubblica il primo album “Disconnesso”, dal quale sono stati estratti 7 singoli ufficiali disponibili su Youtube con i relativi video. Il più gettonato tra questi, “Sei bellissima”, premiato probabilmente per la freschezza e la semplicità delle scelte stilistiche (con oltre cento mila views del video su Youtube), lo fa approdare alla finale del Festival Show all’arena di Verona nella categoria Emergenti. Questo traguardo gli permette di ripetere l’esperienza con questo grande evento gli anni successivi in diverse tappe in giro per il triveneto, aprendo ad artisti come The Kolors, Emis Killa, Gue Pequeno, Bianca Atzei, Zero Assoluto e molti altri. Tra il 2015 e il 2017, Luca gira l’Italia in molti live arrivando ad esibirsi in apertura a concerti dei tour di artisti come Dear Jack, Noemi, Luca Carboni, Fausto Leali, Bobby Solo e altri, oltre che a partecipare a diversi programmi televisivi e mediatici come Roxy Bar di Red Ronnie, Deejay On Stage e Ready-Steady-Occupy su Deejay TV. Forte delle centinaia di migliaia di visualizzazioni complessive su Youtube per i video dei nuovi singoli pubblicati nell’ultimo anno (e con oltre 200 esibizioni live tra concerti con la band e apparizioni varie), Luca Bretta produce il secondo album di inediti, in uscita a novembre 2017 per il propria label All For Disconnected, completamente scritto, prodotto, arrangiato, registrato e mixato dallo stesso cantautore. Il nuovo lavoro si discosta decisamente dal primo, musicalmente parlando, come si sente palesemente dai singoli “Love Adventure” e “Basti Tu”, che hanno dato a Luca una nuova identità sonora senza tralasciare comunque le influenze precedenti. Dal 2018 Luca Bretta sarà in tour in tutta Italia per presentare il suo nuovo lavoro.

Contatti

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

“Roba commerciale”: fuori il debut EP dei rappers Klan Destiny

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Il giovane duo pordenonese si presenta al pubblico con l’EP d’esordio da cui è stato estratto il video-single “Non ti chiamo” (46.000 views in poche settimane), e un obiettivo preciso quanto ardito: fondere rap con elettronica e rappresentare una nuova proposta innovativa nella scena nazionale.

Genere: rap/elettronica

Label: Autoproduzione

Distribuzione digitale: Tunecore

Spotify https://open.spotify.com/album/6l5sejYUAFHmadkZm7pu2k

Soundcloud https://soundcloud.com/klandestinyofficial/sets/roba-commerciale-ep

È uscito Roba Commerciale, EP d’esordio dei Klan Destiny, duo pordenonese nato nel 2016 con lo scopo di fondere rap ed elettronica.

Composta dal rap singer Luther (Gabriele Leandrin, classe 1995) e dal dj/producer e seconda voce Lava Elle (Luca La Valle, classe 1990), la band, molto attiva sui social dove conduce il format di discreto successo “Perle di saccenza” nel quale si diletta a riflettere in chiave ironica sull’attualità e sempre attraverso la musica, vanta già numerosi concerti sul suolo nazionale nonostante la giovane età: da Roma a Milano, da Bologna a Torino, da Padova a Treviso passando per la natia Pordenone, i Klan Destiny hanno aperto live a noti rapper come Nitro, Vacca e Rayden.

Rilasciato senza l’ausilio di etichette discografiche, nonostante le diverse proposte, per mantenere proprie libertà di concetti e personalità artistica, Roba Commerciale si compone di cinque brani, ciascuno con la sua particolarità: dall’autoironia della title-track al momento di riflessione in Origini, fino al “romanticismo” di Non ti chiamo, singolo di cui il 5 giugno è stato presentato il videoclip ufficiale in grado di collezionare oltre 46.000 views sul canale Facebook in poche settimane.

Facebook https://www.facebook.com/kldestinyofficial/videos/557146728007021/

YouTube https://www.youtube.com/watch?v=0RfMM7O4uY4

Arricchito dalla presenza della modella Jenni Corazza e girato da Pietro Rizzato (già in passato collaboratore del duo), il videoclip cerca di far emergere la dicotomia tra il voler a tutti i costi raggiungere uno scopo e la perdita al tempo stesso di ciò che è più caro e delle cose semplici, ormai prive di significato.

“Volevamo sottolineare come le persone cambino a causa della carriera o della fama” – afferma la band – “Spesso facendo soffrire chi è loro accanto.”

Musicalmente parlando, Non ti chiamo racchiude i tentativi (riusciti) di fusione di rap ed elettronica precedentemente accennati. “Da un genere che possiamo definire nuovo sul mercato musicale italiano, abbiamo cercato di dar vita ad un prodotto commerciale che potesse arrivare alle orecchie di tutti.”

L’autorevole sito Mondorap.it l’ha già definita “(..) una canzone vera, (..) un’emozione racchiusa nella musica, la quale assume la sua struttura ben definita (..) che si discosta nettamente dalle solite note di pianoforte con tocco malinconico che abitualmente spadroneggiano in questo tipo di brani, risultando invece una base più dinamica e dal tocco leggermente più fresco rispetto alla media.”

Osservando il panorama nazionale, da lì sono partiti per fare cose il più possibile diverse da quanto già presente, cercando di distaccarsi dalla scena trap attuale (che nel mondo dell’hip hop italiano va per la maggiore).

Tracklist

1. Non ti chiamo

2. Origini

3. Riflettori

4. Roba commerciale

5. Su Instagram

Biografia

I Klan Destiny sono una band italiana nata a Pordenone nel 2016 con il concetto di fondere il rap con la musica elettronica, quindi giungere ad una nuova proposta innovativa all’interno del mercato musicale italiano. Formato dal rap singer Luther e dal dj/producer e seconda voce Lava Elle, il duo in questo anno di attività musicale si è dedicato molto alla realizzazione di brani inediti da ogni punto di vista, curando non solo la parte vocale e lirica, ma ricercando canzone per canzone il sound giusto che ne rispecchiasse la natura. Da qui il primo EP “Roba commerciale”, contenente 5 brani tra cui il singolo “Non ti chiamo” accompagnato dal videoclip ufficiale il 5 giugno.
Attualmente molto attivi sui social dove portano avanti il format “Perle di saccenza” nel quale espongono riflessioni sull’attualità in chiave ironica e sempre tramite la musica. Il format sta facendo ottenere loro un discreto successo nel web allargandone la cerchia dei seguaci.

Contatti

https://www.facebook.com/kldestinyofficial/

https://www.facebook.com/pg/kldestinyofficial/videos/

https://www.youtube.com/channel/UCPXuh13tWyfjTx3t_2gJ-zg

https://www.instagram.com/klandestiny_official/

www.facebook.com/BlobAgency

Tra USA e Sicilia: esce A cuore aperto, debut album di Elise

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Anticipato lo scorso 5 maggio dal video dell’omonimo singolo, “A cuore Aperto” è l’album d’esordio dell’artista country rock siciliana. Dal bullismo all’anoressia, dall’amore alla denuncia di una società contorta e corrotta, tanti i temi affrontati, tutti alimentati da un’unica speranza di fondo: che ognuno di noi agisca sempre “A cuore aperto”.

Genere: country/rock

Etichetta: EnZoneRecords

Edizioni: Fridge Italia

Distribuzione: Audiolobe/The Orchard

Data di uscita: 26.05.2017

Album Streaming https://open.spotify.com/album/1jWmzGrhrsfMsPWi1HCrDj

Si intitola A cuore Aperto ed è il disco d’esordio di Elise, artista siciliana classe 1992.

I brani del nuovo progetto dal sapore country rock hanno significati differenti tra di loro, spaziando dal bullismo all’anoressia e dall’amore alla denuncia di una società contorta e corrotta. Come tutte le canzoni che Elise scrive, è ciò che vede intorno a sé a rappresentare una chiave di lettura che ispira la sua mente a lanciare un messaggio: dai ragazzini chini sul cellulare che non si guardano mai negli occhi, a tutte le notizie che troppo veloci passano attraverso i media, farsi veicolo di trasmissione di un messaggio attraverso una canzone è il modo migliore per lasciarsi ascoltare da un mondo che crede di vedere ma che in realtà è bendato.

Con questo esordio Elise cerca di sottolineare la speranza che qualcosa cambi in meglio, la speranza di aprire gli occhi prima di distruggere quello che ci circonda dandolo per scontato, la speranza che ognuno di noi agisca sempre A cuore aperto… Vale per il mondo, per le relazioni, per amare noi stessi.

Fondamentale per la realizzazione del progetto è stato l’incontro con Giuseppe Barbera di EnZoneRecords: “Stavo cercando un produttore che non ostacolasse il genere di musica che avevo dentro.” – afferma la cantante siciliana – “Lui è stato l’unico che è riuscito a capire al 100% di cosa avessero bisogno le mie canzoni per esprimere tutto al meglio. L’aspetto alla Tomas Milian all’inizio ti lascia un po’ perplesso, ma conoscendolo posso dire che è davvero una bravissima persona. Si è occupato inoltre di tutti gli arrangiamenti, ha suonato le chitarre, il piano e i drumsynth, perfetta figura di produttore. Sono contenta del risultato finale di questo disco, ha il sound USA che cercavo, suona veramente come lo avevo immaginato.”



Tracklist

1 – Nelle tue realtà
2 – Perfezione apparente
3 – A cuore aperto
4 – Closer
5 – Ad un passo da te
6 – Sottovoce
7 – Goodnight
8 – Questa melodia
9 – In mezzo all’inferno
10 – Oltre ciò che vedi

Contatti

Facebook: https://www.facebook.com/Elise-144462075718596/

Sito Label http://www.enzonerecords.com/

Spectre: esce il nuovo album 1984 movies, fra 80’s nostalgia e percorsi futuristici

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

Dopo la synthwave di “Miami”, uscito nel 2016, il produttore elettronico torinese torna a stupirci con un disco le cui sonorità virano decisamente verso la tech house pur mantenendo il legame con la musica anni ’80 divenuta ormai il suo marchio di fabbrica.

Genere: electro pop, tech house, synthwave

Label: Indastria Records

Distribuzione digitale: Indastria Records

Release Date: 11/04/2017

Streaming https://soundcloud.com/spectremusicproduction/sets/1984-movies

Dopo la synthwave di Miami, out nel 2016, Spectre torna a stupirci con 1984 movies, un disco rilasciato sotto l’indipendente Indastria Records, le cui sonorità virano decisamente verso la tech house pur mantenendo il legame con la musica anni ’80 divenuta ormai il suo marchio di fabbrica.

Disponibile su tutte le piattaforme online, incluso il suo Bandcamp personale www.spectremusicproduction.bandcamp.com, 1984 movies è un disco electro pop pronto a far ballare chiunque lo ascolti e ad essere amato da chiunque ami questo genere e non solo, grazie all’approccio del produttore e DJ torinese, che viene arricchito da suoni e sfumature sempre diverse. Il suono dell’album si erge tra synth e approcci nostalgici ma freschi, pronti a ridefinire un percorso che si incanala verso un sentiero ricco di sfumature, passando dalla leggerezza di Electro (Remix) ai torni più cupi ed ipnotici della dark Lust (Remix). Spectre si conferma un produttore discografico che ha molto da dire e di cui avremo il piacere di ascoltare e ballare i prossimi lavori.

L’album è stato interamente registrato in camera da letto, così da permettere al produttore sabaudo di “addormentarmi con il minimo sforzo tra un brano e l’altro. Scrivere, registrare, mixare e masterizzare 1984 movies è stata per me un’esperienza immersiva, a cui pensavo in ogni minuto della giornata”.

Il singolo/videoclip di lancio è Electro (Remix), un brano synthwave house che secondo il suo autore “unisce le sonorità dei Daft Punk agli anni ’80”.

Tracklist

1. Electro (Remix)

2. Overdrive (Remix)

3. 1984 movies (Remix)

4. Lust (Remix)

5. Oh! Eh! (Remastered)

Biografia Spectre, il cui vero nome è Aldo Sulotto, è un DJ e produttore di musica elettronica nato a Torino nel 1976. La sua musica affonda le radici nella TV e nei videogiochi degli anni ’80, alle cui sigle erano ispirate le sue prime esperienze creative, avvenute alle scuole elementari collegando un giradischi ed alcuni mangiacassette alla suoneria di un vecchio orologio digitale. L’amore per il demodè e il lo-fi caratterizzerà tutta la sua crescita, tra band punk che utilizzano campionatori e collaborazioni con realtà dark della scena torinese.

I padri spirituali del percorso musicale di Spectre sono molteplici e molto differenti tra loro: da The Cure ai Daft Punk, da Nick Drake ai Propellerheads e Fatboy Slim. Questa continua presenza di ispirazioni di diversa natura impregna il suo stile compositivo con una continua ricerca della sperimentazione, tra synth analogici e digitali, audio workstation, console da DJ, strumenti tradizionali e campioni di vecchie registrazioni.

Nel 2015 decide di dedicarsi completamente alla musica e comincia ad esibirsi nell’unico modo che ritiene possibile: i DJ set. Da questa svolta nasce Miami, il suo primo EP sotto l’etichetta indipendente Indastria Records, che uscirà nel 2016 ed otterrà un ottimo riscontro di vendite e critica, a tal punto da far diventare Spectre l’artista di punta della label. Con Miami, Spectre sfrutta tutto l’easy listening mai creato e le suggestioni sonore di telefilm e film come Supercar, Tron ed A-Team, per poi unire il tutto ad un personale concetto di techno house e synthwave.

Per aprile 2017 è prevista l’uscita del nuovo album 1984 movies, che vedrà questo accostamento tra retrò ed electronic dance music ancora più protagonista. È un disco molto atteso dalla sua fanbase, che porrà la massima attenzione alla tensione tra le sonorità minimali dei synth ad 8-bit e l’ipnosi elegante delle progressioni techno.

Spectre suona anche in The Basement, un duo synth pop torinese con all’attivo due dischi (Beautiful Terrible del 2015 e Prelude del 2016) e un nuovo disco in uscita a giugno 2017: Renaissance. The Basement cominciano la loro carriera nel 2016 con l’apertura torinese ai francesi Derniere Volontè, per poi dedicarsi alla ricerca di una sonorità sempre in cambiamento, ma fortemente legata alla musica elettronica e al post-punk. The Basement sono Aldo Sulotto ed Alberto Appiano. www.facebook.com/ilikethebasement

Contatti

www.facebook.com/spectremusicproduction

http://www.iamspectre.com/#about

https://spectremusicproduction.bandcamp.com

Press Media Office

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

antipop.project@gmail.com

Quarzomadera: disponibile il video del terzo singolo Il Gregge.

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Musica

La rock band lombarda pubblica il terzo estratto dall’ultimo disco “Apologia del calore”: un no all’omologazione di massa, spesso favorita e incoraggiata dai media, e un sì all’autodeterminazione, anche nelle scelte quotidiane personali più piccole e apparentemente meno importanti.

Genere: alternative rock, stoner rock, cantautorale

Label: Discipline

Distribuzione fisica: Master Music s.r.l. (Piacenza)

Distribuzione digitale: Believe

Si intitola Il Gregge il terzo videoclip/ singolo tratto dall’ultimo album dei Quarzomadera, Apologia del calore.

Il tema trattato è una forte critica sia nei riguardi di chi cerca di imporre le proprie idee ricorrendo ai metodi della forza, dell’arroganza e dell’oppressione, manipolando inoltre le folle con falsi slogan che nulla hanno in realtà a che vedere con il bene comune, sia verso chi segue ciecamente un tale leader senza spirito critico, lasciandosi assoggettare passivamente e non accorgendosi così degli inganni, delle false promesse e delle truffe che egli nasconde.

E’ un brano, quello del duo composto da Davide Sar (voce, chitarra, bass & keyboards programming) e Tony Centorrino (batteria, percussioni), che esorta quindi a non farsi condizionare da troppi fattori esterni precostituiti dai quali ci ritroviamo talvolta accerchiati, ma piuttosto a seguire percorsi propri dettati dalla cultura, dall’approfondimento e dalla capacità di giudizio maturata attraverso le proprie esperienze: un no all’omologazione di massa, spesso favorita e incoraggiata dai media, e un sì all’autodeterminazione, anche nelle scelte quotidiane personali più piccole e apparentemente meno importanti.

Il nuovo videoclip si avvale della regia, della direzione della fotografia e del montaggio finale di Davide Flores (Gelsopan Studio), poliedrico artista di Monza (ora residente a Bari) che miscela scene girate in varie location, tra le quali una cupa zona aziendale dell’hinterland milanese, il suggestivo Carnevale di Putignano (BA), il tratto ferroviario Monza- Milano, una stazione del metrò di Milano e alcuni interni girati nel proprio studio.

Aggiornamenti sulle date dal vivo, info principali, notizie e molto altro ancora sul sito ufficiale della band

www.quarzomadera.it

Credits

Soggetto, regia, riprese, direzione della fotografia e montaggio: Davide Flores (Gelsopan Studio)

Riprese in esterni con Davide e Tony: Alberto Alessi (Looksound Multimedia)

Locations: quartiere aziendale di Cinisello Balsamo (MI), Carnevale di Putignano (BA), tratto ferroviario Monza – Milano, Metropolitana di Milano, Gelsopan Studio (Bari)