Posts Tagged ‘Terna’

Luigi Ferraris: la carriera del Direttore Generale di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

Originario di Legnano, Luigi Ferraris termina gli studi in ambito economico e dà inizio alla sua carriera svolgendo incarichi manageriali in Italia e all’estero. Nel 1999 entra in Enel per poi lavorare anche nel Gruppo Poste Italiane: dal 2017 guida Terna.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: dalla laurea agli incarichi nel Gruppo Enel

Classe 1962, nato a Legnano (Milano), Luigi Ferraris completa la sua formazione laureandosi in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Inizia la sua carriera nel 1988, venendo assunto nel settore Auditing di Price Waterhouse. In seguito ricopre ruoli manageriali in ambito internazionale, in Augusta, Piaggio VE e Sasib Beverage. Diventa quindi Area Controller Europa in Elsag Bailey Process Automation, del Gruppo Finmeccanica. Nominato CFO di Elsacom nel 1998, è l’anno successivo a segnare la svolta nella carriera del manager, quando entra nel Gruppo Enel S.p.A. Dal 1999 al 2015 si occupa di gestione e finanza, diventando prima Amministratore Unico di Enel Servizi, poi Presidente con delega tra il 2006 e il 2014. Nello stesso periodo è anche Responsabile di Pianificazione e Controllo per il Gruppo, mentre in seguito ricopre il ruolo di Direttore della Funzione Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Nel 2009, in qualità di Chief Financial Officer, si occupa di M&A, finanza straordinaria, aumento di capitale e integrazione di società spagnole, slovacche e russe, oltre che della quotazione di Enel Green Power, società di cui è Presidente nello stesso anno. Contemporaneamente, Luigi Ferraris è Presidente con Delega di Enel Factor S.p.A., mentre in seguito diventa CEO di Enersis S.A.

Luigi Ferraris: Poste Italiane, Terna e l’impegno in ambito accademico

Nel 2015 Luigi Ferraris viene nominato Chief Financial Officer del Gruppo Poste Italiane. Il manager ne ha guidato l’operazione di privatizzazione, conclusa con la quotazione in Borsa avvenuta nell’ottobre dello stesso anno. Attualmente è Amministratore Delegato di Terna, incarico che ricopre da aprile 2017. Al contempo mette le conoscenze acquisite nel settore a servizio dell’insegnamento, impegnandosi come docente di Corporate Strategy presso l’Università “Luiss Guido Carli” di Roma, nel Dipartimento di Economia. Nello stesso ateneo ha inoltre coordinato i corsi di Strategie d’impresa, Planning and Control, Sistemi di controllo di Gestione e di Energy Management del Master in Business Administration. Luigi Ferraris è stato Consigliere di Amministrazione in importanti realtà attive a livello nazionale e internazionale, tra le quali Wind Telecomunicazioni, Endesa S.A. ed Enel (Enel Distribuzione S.p.A., Enel Produzione S.p.A., Enel Investment Holding BV). Oggi, oltre all’impegno di dirigente in Terna, ricopre la carica di consigliere indipendente in Erg S.p.A.

Luigi Ferraris: il percorso professionale dell’AD di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

La biografia di Luigi Ferraris, manager che è arrivato nel 2017 alla guida di Terna come Amministratore Delegato dopo un percorso professionale nel quale ha ricoperto incarichi di crescente responsabilità.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: formazione e primi incarichi professionali

Classe 1962, nato a Legnano, Luigi Ferraris consegue la Laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Il suo percorso professionale prende avvio nel 1988 presso Price Waterhouse, società che fornisce servizi di revisione e consulenza nel settore auditing. Nella prima metà degli anni ’90 ricopre varie posizioni manageriali all’interno di diverse aziende: Agusta, Piaggio VE e Sasib Beverage. Nel 1996 entra nell’universo Finmeccanica, passando all’Area Controller Europa di ELSAG Bailey Process Automation, dove rimane fino al 1998. Dal 1998 al 1999 Chief Financial Officer di Elsacom, società attiva nel comparto della telefonia satellitare, Luigi Ferraris entra successivamente a far parte di Enel: qui ricopre incarichi di crescente responsabilità fino ad arrivare ad assumere l’incarico di Presidente di Enel Green Power e CFO del Gruppo.

Luigi Ferraris: Poste Italiane e Terna

Nel febbraio del 2015 Luigi Ferraris viene assunto come Chief Financial Officer da Poste Italiane. Nel suo periodo all’interno del Gruppo, si occupa del delicato passaggio della privatizzazione e della quotazione in Borsa. È del maggio 2017 la sua nomina ad Amministratore Delegato di Terna: subentra al manager fiorentino Matteo Del Fante. Sotto la sua guida, il colosso energetico rispetta il trend di crescita, con un primo semestre chiuso con ricavi in aumento di 34,8 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Risultati in linea con il piano decennale di sviluppo della rete elettrica nazionale, teso alla diminuzione delle perdite di energie elettrica e delle emissioni di CO2. Luigi Ferraris affianca alla carriera manageriale quella accademica: è docente all’Università LUISS di Roma, dove tiene un master in Business Administration.

Terna, accordo con Protezione Civile: Luigi Ferraris illustra i dettagli

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Terna e il Dipartimento della Protezione Civile hanno sottoscritto a Roma un Protocollo d’Intesa per gestire i rischi sul servizio elettrico: la soddisfazione dell’AD del gruppo Luigi Ferraris.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna e Protezione Civile sottoscrivono un Protocollo d’Intesa

Terna al fianco della Protezione Civile per garantire la massima efficienza ed efficacia operativa nell’ambito delle attività volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento. Sottoscritto lo scorso 30 luglio dall’AD del gruppo Luigi Ferraris, il protocollo d’intesa punta a favorire un ulteriore sviluppo dei reciproci rapporti istituzionali di collaborazione. Grande attenzione viene riservata alla prevenzione e alla gestione dei rischi naturali e antropici, ambito di particolare interesse per il gruppo guidato da Luigi Ferraris: mettendo infatti a repentaglio la continuità del servizio elettrico sul territorio nazionale, richiedono l’impiego delle risorse e del know-how del gruppo. Negli obiettivi previsti dall’accordo rientrano l’ottimizzazione delle procedure e del flusso delle comunicazioni tra Terna e il Dipartimento della Protezione Civile, sia in ordinario sia in emergenza, e la realizzazione di specifici percorsi formativi ed esercitativi rivolti al personale che opera nella gestione delle emergenze per migliorarne la capacità di risposta sinergica e accrescere competenze e conoscenza in materia di modelli organizzativi e di intervento.

Terna: Luigi Ferraris sul valore dell’accordo siglato con la Protezione Civile

Per l’AD Luigi Ferraris la firma del Protocollo d’Intesa con la Protezione Civile si configura nel percorso di Terna come un momento particolarmente significativo, in quanto contribuisce a creare sinergie importanti con il Dipartimento, soprattutto per quanto concerne la gestione degli eventi critici che potrebbero impattare sulla continuità del servizio elettrico e sul benessere della collettività. “Grazie a questa intesa si rafforza ulteriormente la collaborazione tra Terna e le Istituzioni di Protezione Civile, per assicurare al Paese un’infrastruttura di trasmissione elettrica ancora più sicura e affidabile” ha spiegato in merito l’AD Luigi Ferraris, sottolineandone il valore strategico per Terna. In linea con quanto incluso nel Protocollo, verranno inoltre agevolati i collegamenti tra l’azienda e le articolazioni del Servizio Nazionale della Protezione Civile (Regioni, Province e Prefetture-UTG).

Luigi Ferraris porta Terna alla Conferenza Annuale ICGN

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

“Abbiamo anticipato il cambiamento nella corporate governance”: l’AD Luigi Ferraris parla all’ICGN Annual Conference di gestione aziendale contemporanea focalizzandosi sull’esperienza del CdA di Terna.

Terna

Terna: il discorso dell’AD Luigi Ferraris alla ICGN Annual Conference

“La divergenza di opinioni non deve essere elemento di scontro ma un’opportunità per imparare e affrontare più nel profondo le decisioni strategiche del Consiglio”: intervenendo alla Conferenza annuale di ICGN, l’AD di Terna Luigi Ferraris porta l’esperienza del gruppo nella governance aziendale soffermandosi in particolare su ruolo e modus operandi del Consiglio di Amministrazione. Non a caso quest’anno il dibattito si è concentrato soprattutto intorno alla condivisione delle idee e alla protezione dei dati, tematiche sempre più centrali nelle strategie di corporate governance. In Terna, come ha rilevato l’AD, le capacità personali di ciascuno dei membri consentono al CdA di raggiungere “decisioni consapevoli e condivise”. Auspicando che le specifiche professionalità vengano sempre più valorizzate, Luigi Ferraris ha sottolineato come tra i componenti del Consiglio, oltre il 50% possieda skills specifiche nel campo dell’energia e dei servizi pubblici nonché nei settori dell’amministrazione, del management aziendale e della finanza.

Trasparenza ed efficacia: la formula vincente del CdA di Terna nelle parole dell’AD Luigi Ferraris

“Siamo un’azienda con un CdA che ha sempre avuto una forte rappresentanza delle minoranze e indipendenza dei membri” ha spiegato l’AD di Terna Luigi Ferraris all’ICGN Annual Conference. Ospitato da Assogestioni a Milano tra il 25 e il 28 giugno, l’evento ha coinvolto investitori istituzionali e asset manager provenienti da tutto il mondo, in linea con il ruolo dell’International Corporate Governance Network, che ingloba oltre 450 tra investitori, aziende e stakeholders internazionali in una rete di studio incentrata su temi legati alla corporate governance. È emerso come per garantire trasparenza ed efficacia nella definizione di strategie di gestione aziendale, la condivisione e il coinvolgimento dei membri del CdA siano fondamentali: lo sa bene anche Terna, che in più occasioni è riuscita ad anticipare il cambiamento delle normative e dei regolamenti aziendali. Un primato confermato anche dai numeri, come ha fatto notare l’AD Luigi Ferraris: gli azionisti di minoranza sono il 33,3% dei membri del CdA e i consiglieri indipendenti sono il 66,7% con una età media di 52 anni.

Luigi Ferraris ad Adnkronos: l’impegno di Terna in Alto Adige

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Accordo Provincia-RFI-Terna per la nuova infrastruttura della rete ad alta tensione in Alto Adige: Luigi Ferraris, l’AD del gruppo attivo in ambito energetico, ne parla ad Adnkronos.

Luigi Ferraris

Terna: Luigi Ferraris ad Adnkronos sull’accordo siglato con Provincia e RFI

Intervistato da Adnkronos a margine della firma dell’accordo sottoscritto insieme a Rete Ferroviaria Italiana e a Provincia autonoma di Bolzano, l’AD di Terna Luigi Ferraris ne ha illustrato il valore in termini di sostenibilità energetica e ambientale: “Stiamo riducendo le linee che attraversano la valle limitandole a due: è un’operazione di razionalizzazione e di restituzione del territorio ai cittadini”. Il manager ha spiegato inoltre quali siano gli obiettivi: da un lato si punta a garantire la sicurezza delle forniture di energia in alcune aree ad alto tasso di sviluppo che oggi sono alimentate da linee vecchie. Ma dall’altro si guarda anche al turismo: “Lavoriamo per agevolarne una ulteriore crescita favorendo e valorizzando l’impatto ambientale” ha dichiarato Luigi Ferraris sottolineando come il piano sia funzionale per la tutela del territorio in quanto comporta notevoli riduzioni in termini di infrastrutture.

Luigi Ferraris: il piano di Terna in Alto Adige

L’accordo sottoscritto dall’AD di Terna Luigi Ferraris insieme al Presidente della Provincia di Bolzano e all’AD di RFI rappresenta una “pietra miliare” per l’approvvigionamento energetico in Alto Adige. Come hanno ripetuto i firmatari, il progetto porta valore sia per il territorio altoatesino che più in generale per il Paese: prevede la dismissione di 240 km di vecchie linee a 120 kV, sostituite da una nuova di 120 km a 220 kV riducendo del 50% l’impatto delle infrastrutture sul territorio. Ma l’AD Luigi Ferraris, nel commentarne le potenzialità, ha precisato che il piano di sviluppo di Terna prevede nei prossimi 10 anni investimenti nell’area della provincia di Bolzano per circa 400 milioni di euro, destinati allo sviluppo e all’ammodernamento della rete elettrica rendendola più efficiente e sicura oltre a consentire un migliore sfruttamento dell’energia generata da fonti rinnovabili: “Da un punto di vista ambientale sarà possibile demolire oltre 240 km di vecchi elettrodotti e 900 tralicci, liberando 600 ettari di terreno: alla fine i tralicci saranno solo 300”.

Luigi Ferraris: Terna “best improver” in Europa per la comunicazione web

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

I risultati dell’edizione 2017-2018 di Webranking Europe, la ricerca europea sulla trasparenza della comunicazione corporate attraverso i canali digitali, riconosce l’impegno di Terna, il player di riferimento del settore energetico che Luigi Ferraris guida dall’aprile 2017.

Luigi Ferraris, AD Terna

Luigi Ferraris: Terna “best improver” nella Webranking Europe 500 sulla comunicazione digitale

Come si raccontano sul web le grandi aziende del Paese? Promuovendo trasparenza e competenze. È quanto emerge dal Webranking Europe 500, la ricerca di Lundquist che ogni anno valuta qualità ed efficacia della comunicazione aziendale sui canali digital. Tra le 500 aziende quotate in Europa che sono state prese in esame, 29 sono italiane e di queste ben quattro rientrano nella top ten. Terna, tra i principali operatori di reti per la trasmissione dell’energia, guadagna 85 punti su 100 salendo al sesto posto. Il gruppo guidato da Luigi Ferraris registra la miglior performance di crescita su base annua: è infatti la società che ha visto aumentare di più il proprio punteggio (+18,8) tra le 500 europee analizzate dall’agenzia svedese Comprend, specializzata nella comunicazione corporate digitale. Ma Terna non si configura solo come best improver: l’azienda conquista anche il podio tra le top performer sulla sostenibilità. Un traguardo rilevante, considerando l’importanza che il tema riveste anche per la società guidata dall’AD Luigi Ferraris e che, come attesta l’indagine, trova sempre più spazio sui canali web del gruppo.

Luigi Ferraris: il profilo professionale dell’AD di Terna

Da aprile 2017 Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris inizia la propria carriera nel settore auditing di PriceWaterhouse e successivamente viene chiamato a ricoprire posizioni manageriali in importanti aziende attive anche all’estero come Piaggio VE, Agusta e Sasib Beverage. Nel 1998 diventa Chief Financial Officer (CFO) in Elsacom, società del Gruppo Finmeccanica. L’anno seguente entra in Gruppo Enel, dove resta per quindici anni circa svolgendo diversi incarichi in ambito finanziario e gestionale: Amministratore Unico e Presidente, con delega, di Enel Servizi, Responsabile della Pianificazione e Controllo e Direttore della Funzione Amministrazione, Pianificazione e Controllo delle attività del Gruppo, nonché Chief Financial Officer. Nominato inoltre Presidente di Enel Green Power S.p.A., ha operato come Consigliere d’Amministrazione in Endesa S.A., Wind Telecomunicazioni S.p.A., Enel Produzione S.p.A., Enel Distribuzione S.p.A. ed Enel Investment Holding BV. Tra il 2009 e il 2014 Presidente di Enel Factor S.p.A., viene poi nominato CFO di Poste italiane prima di approdare a Terna. Luigi Ferraris tiene corsi di “Energy management” nell’ambito del Master in Business Administration, “Strategie d’impresa”, “Planning and Control” e “Sistemi di controllo di Gestione”. È laureato in Economia Politica presso l’Università di Genova.

Luigi Ferraris: Terna collabora con Luiss per investire sui giovani talenti

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

In occasione della presentazione delle iniziative Future Project Leaders e International Training Program, l’AD di Terna Luigi Ferraris è intervenuto per evidenziare le finalità dei due progetti e per sottolineare l’attenzione della società verso la formazione dei giovani talenti.

Luigi Ferraris, CEO Terna

Luigi Ferraris alla presentazione delle iniziative di Terna e Luiss

Valorizzare la crescita dei talenti ad alto potenziale attraverso il reclutamento e lo sviluppo del capitale umano: questo l’obiettivo principale delle iniziative Future Project Leaders e International Training Program, sostenute in collaborazione da Terna e dall’Università Luiss. Sono intervenuti alla presentazione della partnership Luigi Ferraris, AD della società leader nel comparto energetico, Paola Severino, rettore dell’Ateneo, Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della Luiss, e Andrea Prencipe, prorettore vicario della Luiss. Una collaborazione che “nasce dalla consapevolezza che investire sulla formazione rappresenti un tassello fondamentale nel percorso di generazione di valore per l’intero sistema Paese”, come sottolineato dallo stesso Luigi Ferraris . Le iniziative sono state avviate con l’obiettivo di formare future professionalità di eccellenza nel settore dell’energia. Quello delle risorse umane è infatti un aspetto verso cui Terna presta da sempre la massima attenzione, già in partnership con l’Università Luiss. Attraverso programmi didattici all’avanguardia, i giovani professionisti del futuro avranno la possibilità di esprimere la loro creatività con un’attenzione molto forte al tema della sostenibilità.

Terna e Luiss: finalità e caratteristiche delle iniziative

Sono due le iniziative nate dalla collaborazione tra Terna e l’Università Luiss. Il Future Project Leaders promosso dalla società guidata dall’AD Luigi Ferraris si rivolge a giovani talenti che già operano in ambito aziendale e ha l’obiettivo di individuarne i più brillanti, indirizzandoli verso specifici programmi di formazione. Attraverso la Business School della Luiss, i futuri Project CEO seguiranno un percorso manageriale competitivo che li porterà anche a conseguire, grazie a Terna, le certificazioni riconosciute a livello mondiale. La seconda iniziativa, l’International Training Program, è destinata invece a studenti di Ingegneria e/o Economia che frequentano università internazionali. Ogni anno alcuni fra i migliori studenti dei Paesi extra-europei, in particolare del Sud America, verranno selezionati per partecipare a un programma di alto livello teso al rafforzamento delle potenzialità di leadership e all’acquisizione di nuove competenze fondamentali per il mercato energetico. Anche in questo caso, il supporto formativo sarà fornito dall’Università Luiss e, a seguito del completamento della prima fase di apprendimento, i neolaureati avranno l’opportunità di portare la loro esperienza all’interno dell’azienda.

Luigi Ferraris, AD di Terna: il convegno su cyber security e sfide della digitalizzazione

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica

In un convegno su innovazione e cyber security, l’Amministratore Delegato di Terna Luigi Ferraris parla delle strategie adottate dall’azienda per proteggere i propri dati.

Luigi Ferraris, amministratore delegato Terna

Terna: l’AD Luigi Ferraris al convegno sulla cyber security

L’Amministratore Delegato di Terna Luigi Ferraris è intervenuto lo scorso 21 novembre a un incontro sul futuro dell’innovazione e della cyber security organizzato presso la sede di Comin & Partners a Roma. L’evento ha visto il manager confrontarsi con il CEO di NTT DATA Italia Walter Ruffinoni e con il giornalista Gianni Riotta su opportunità e rischi derivati dalla digitalizzazione dei processi industriali, mai come oggi così in crescita. L’AD di Terna ha sottolineato che in settori strategici come quello della trasmissione di energia elettrica la protezione cibernetica debba essere considerata una priorità. In questa prospettiva risulta fondamentale creare un’efficace collaborazione tra pubblico e privato: “Solo per dare una dimensione parziale del problema, ogni giorno riceviamo circa 100mila email e, di queste, circa l’80% sono missive di phishing o contenenti file malevoli. Nessuno può difendersi da solo” ha dichiarato il manager, evidenziando quanto sia importantissimo il rapporto con le istituzioni. Un altro fronte su cui si è focalizzato l’AD è la “gestione dei dati, ricchezza della nuova era digitale”. Per Luigi Ferraris lavorandoci adeguatamente e condividendoli si può raggiungere un livello di efficienza molto elevato all’interno delle realtà aziendali, ma “queste informazioni vanno adeguatamente protette per assicurare da un lato la business continuity e, dall’altro, la privacy dei cittadini”.

Profilo professionale di Luigi Ferraris, AD di Terna

Nominato Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna nel maggio 2017, Luigi Ferraris inizia la sua carriera nel settore auditing di PriceWaterhouse e in seguito collabora con Piaggio VE, Agusta, Sasib Beverage, realtà consolidate su scala internazionale. Tra il 1998 e il 1999 è Chief Financial Officer (CFO) in Elsacom, società del Gruppo Finmeccanica. Una volta terminata questa esperienza, entra in Enel dove opera per quindici anni ricoprendo posizioni di rilievo: tra le altre quelle di Chief Financial Officer del gruppo (2009-2014), Presidente di Enel Green Power, Responsabile dell’area America Latina, Amministratore Delegato della controllata cilena Enersis. È stato inoltre Consigliere di Amministrazione della controllata spagnola Endesa S.A e di altre importanti società del gruppo. Da febbraio 2015 ad aprile 2017 è stato Chief Financial Officer di Poste Italiane, di cui ha guidato il processo di privatizzazione e quotazione in Borsa. Laureato in Economia e Commercio all’Università di Genova, Luigi Ferraris è impegnato anche in ambito accademico: tiene corsi di “Energy management” nell’ambito del Master in Business Administration, “Strategie d’impresa”, “Planning and Control” e “Sistemi di controllo di Gestione”.

Luigi Ferraris al Parlamento Europeo: “Terna attenta alla sostenibilità ambientale”

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Economia

L’intervento dell’AD di Terna Luigi Ferraris nel corso della conferenza di alto livello sul finanziamento dell’energia pulita promossa da Commissione UE e Parlamento Europeo.

Luigi Ferraris, CEO Terna

Luigi Ferraris: “Investire nelle reti ad alta tensione per accelerare la ripresa in Europa”

Contribuire allo sviluppo delle infrastrutture di rete in alta tensione e delle interconnessioni elettriche tra i Paesi membri significa incentivare i processi di transizione energetica e decarbonizzazione e quindi la crescita di un’Europa sempre più sostenibile. Terna è pronta, come ha dichiarato l’Amministratore Delegato Luigi Ferraris alla conferenza di alto livello sul finanziamento dell’energia pulita che si è tenuta a Bruxelles lo scorso 7 novembre. Ma occorre maggiore consapevolezza da parte di tutti gli stakeholder, anche dei regolatori nazionali, perché i sistemi elettrici di diversi Paesi europei scontano oggi diverse problematiche: la riduzione delle risorse finisce infatti per influire anche sull’adeguatezza e sulla fornitura dei servizi di frequenza e di tensione. “Gli investimenti nelle reti in alta tensione rappresentano una componente importante di un pacchetto strutturato (Key Transition Enablers) che risponde, nella sua completezza, a queste fragilità e sta a noi operatori realizzarli e portarli avanti coi diversi stakeholder” ha spiegato il manager, aggiungendo che “potranno costituire un acceleratore della ripresa economica in Europa” perché aumentano la competitività delle imprese e del sistema, favoriscono l’occupazione e migliorano la sicurezza delle forniture. Per l’AD di Terna Luigi Ferraris bisogna impegnarsi anche a superare gli ostacoli legati all’accettabilità sociale delle grandi opere e alla lentezza del processo autorizzativo, migliorando quindi le condizioni di finanziabilità di tali progetti. L’ottica è di arrivare a un rapporto costi-benefici vantaggioso, sapendo che “i benefici associati alla realizzazione di opere in alta tensione sono spesso di uno o più ordini di grandezza superiori ai costi di sviluppo di questi progetti”.

Luigi Ferraris: il focus sugli investimenti nell’ambito dello sviluppo della rete elettrica

Nel suo intervento l’AD di Terna Luigi Ferraris si è soffermato anche ad analizzare lo stato attuale dell’espansione della rete elettrica in Europa, prospettando soluzioni per realizzare ulteriori investimenti. Ammontano a circa 80 miliardi di euro quelli previsti dal Piano di sviluppo della rete elettrica europea di Entso-E (TYNDP 2016) destinati alla costruzione entro il 2020 di infrastrutture elettriche di trasmissione. Circa 70 sono quelli per progetti con Paesi terzi, come l’interconnessione elettrica tra Italia e Tunisia, da implementare entro il 2030. Tra questi i Progetti di interesse comune (PCI) devono supportare il conseguimento dei target europei e di interconnessione elettrica al 2020 (10%) e al 2030 (15%). Il manager elenca inoltre i principali strumenti finanziari attualmente a disposizione dei gestori di rete: il Regolamento TEN-E, con lo strumento collegato Connecting Europe Facility (CEF), e il FEIS (Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici). In particolare secondo Luigi Ferraris l’UE dovrebbe spingere ulteriormente sui contributi in conto capitale (i grant for works del Connecting Europe Facility per i Progetti di interesse comune), attraverso lo strumento dei contributi in conto interessi su debiti già contratti. Secondo quanto spiegato dall’AD di Terna questi, riducendo gli oneri finanziari, consentono di liberare risorse per nuove iniziative di investimento, rappresentando un’opportunità molto interessante per i gestori di rete. Andrebbero inoltre semplificate le procedure per l’accesso ai prestiti della BEI e introdotte alcune modifiche nel quadro normativo già esistente per favorire l’accesso ai fondi.

Flavio Cattaneo: Via alla prima linea elettrica internazionale finanziata da privati

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Economia

E’ stato firmato presso il Ministero dello Sviluppo Economico il memorandum of understanding tra Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, e alcune federazioni di categoria che rappresentano settori energivori per la realizzazione della prima linea di interconnessione elettrica internazionale finanziata da privati. Si tratta di un secondo cavo privato, che correrà al fianco di quello di Piossasco, da 500 megawatt, a corrente continua. L’impegno economico per la realizzazione della linea privata sarà di 415 milioni per un totale di circa 800 milioni.

Elettrodotto Francia

Arriva la prima interconnessione elettrica internazionale privata. E’ stato infatti firmato allo Sviluppo Economico il memorandum of understanding tra Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, e alcune federazioni di categoria (Federacciai, Assocarta, Federchimica e Aitec) che rappresentano settori energivori per la realizzazione della prima linea di interconnessione elettrica internazionale finanziata da privati. Arriva la prima interconnessione elettrica internazionale privata. E’ stato infatti firmato allo Sviluppo Economico il memorandum of understanding tra Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo, e alcune federazioni di categoria (Federacciai, Assocarta, Federchimica e Aitec) che rappresentano settori energivori per la realizzazione della prima linea di interconnessione elettrica internazionale finanziata da privati.

ITALIA-Francia

Si tratta di un secondo cavo privato che correrà al fianco di quello pubblico Piossasco – Grand Ile 54a Piemonte e Savoia inaugurato da Terna il 15 luglio scorso, e come quello sarà da 500 megawatt, a corrente continua. L’impegno economico per la realizzazione della linea privata sarà di 415 milioni per un totale di circa 800 milioni. La realizzazione di nuove linee elettriche di interconnessione estera finanziate da investitori é prevista dalla legge 99/2009 (disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia) all’articolo 32, che introduce misure per favorire il mercato unico dell’energia proprio attraverso lo sviluppo di “interconnector”.
Il memorandum firmato – alla sede dello Sviluppo Economico e alla presenza di Confindustria – disciplina quindi i rapporti tra Terna e i finanziatori della costruzione e dell’esercizio degli ‘interconnector’, e in particolare le attività di realizzazione di questo nuovo collegamento in corrente continua tra Italia e Francia da 500 mw. “Attraverso questa nuova infrastruttura- spiega il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato – si realizza pienamente il rafforzamento della capacità di interscambio tra Italia e Francia, con l’obiettivo di favorire l’integrazione dei mercati elettrici italo-francesi e sviluppare la concorrenza e l’economicità nelle condizioni di fornitura”.
Per l’Italia, questo obiettivo “riveste particolare importanza, potendo contribuire a ridurre in tempi brevi il gap di costo dell’energia che oggi ancora pesa sulle competitività dell’industria nazionale e ad accrescere il grado di concorrenza sul mercato interno- aggiunge Zanonato- l’accordo firmato é inoltre pienamente linea con le priorità di intervento del governo tese a ridurre il prezzo dell’energia, rilanciare gli investimenti e potenziare le infrastrutture strategiche. Ringrazio dunque tutti i firmatari e in particolar modo Terna per questo importante risultato”. “La nuova interconnessione elettrica Italia-Francia rappresenta un’iniziativa positiva e lungimirante a sostegno della competitività dell’industria italiana”. Così Antonio Gozzi, presidente di Federacciai, la federazione che raggruppa i produttori nazionali di acciaio, e tra i quattro firmatari del memorandum of understanding siglato a Roma, ha commentato l’accordo.
“’La nuova interconnessione – ha spiegato Gozzi – permetterà infatti alle nostre industrie di poter eliminare alla base una delle leve distorsive – e penalizzanti – per la nostra competitività a livello europeo, ovvero gli alti costi energetici, offrendoci l’opportunità di misurarci con i nostri maggiori concorrenti ad armi pari. E quindi di esprimere appieno l’eccellenza imprenditoriale e produttiva che, da sempre, contraddistingue il nostro settore”. Gozzi dà quindi atto al Ministro dello Sviluppo Zanonato e a Terna, ovvero al suo amministratore delegato, Flavio Cattaneo, “di aver posto, con questo accordo, le basi per una piu’ decisa e organica politica industriale nazionale”.

FONTE: Il Sole 24 Ore