Posts Tagged ‘Terna’

Terna: Luigi Ferraris, transizione energetica e sviluppo sostenibile

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Un rapporto di Pwc, presentato a Roma da Confindustria Energia, evidenzia le importanti ricadute in termini di PIL, occupazione e sviluppo delle energie rinnovabili, grazie ai consistenti investimenti previsti da qui ai prossimi 12 anni in ambito energetico. Tra i principali investitori infrastrutturali in ambito energetico che accompagnano la transizione energetica a livello europeo, vi è Terna, la società della rete elettrica italiana guidata dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris.

Luigi Ferraris, AD Terna

Transizione energetica: l’importante contributo di Terna sotto la guida di Luigi Ferraris

Lo scorso 22 gennaio, Confindustria Energia ha presentato a Roma un rapporto di Pwc che mette in luce gli effetti positivi che derivano dai consistenti investimenti infrastrutturali pianificati per i prossimi anni, da qui al 2020. Ben 96 miliardi di euro, che si tradurranno, tra le altre cose, in un incremento dei livelli occupazionali, nella crescita del PIL e che porteranno verso un mix energetico sempre più basato sulla produzione da fonti rinnovabili. Tra i partecipanti all’evento, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, ha sottolineato l’importanza degli investimenti nel processo di transizione energetica, evidenziando, in particolare, che “la transizione energetica va gestita, accompagnata con fattori abilitanti e la rete è uno di questi fattori”.

Luigi Ferraris (Terna): la transizione energetica è complessa e richiede investimenti importanti

“C’è uno studio che dice che nei prossimi 20 anni, al 2040, si prevedono investimenti per 20.000 miliardi di dollari. La metà di questa cifra sarà per le rinnovabili, l’altra metà per le reti e i servizi di rete che comprendono anche lo stoccaggio e questo ci dice quanto sia complessa e articolata la fase di transizione se vogliamo mantenere gli obiettivi di sicurezza e qualità che abbiamo oggi. Per questo occorrerà fare investimenti importanti”, è quanto dichiarato da Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna SpA, nell’ambito di un evento organizzato a Roma da Confindustria Energia. È dunque importante realizzare investimenti importanti, servendosi delle migliori tecnologie e pianificando in maniera integrata. A questo proposito, Luigi Ferraris ha ricordato che il Piano di sviluppo di Terna prevede 12 miliardi di euro di investimenti in dieci anni. Una cifra di tutto rispetto, che colloca il Gruppo tra i principali attori della partita mondiale per la decarbonizzazione.

Luigi Ferraris, dal 2017 Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna SpA

Una solida esperienza in ambito finanziario ed energetico, con importanti traguardi raggiunti nel settore delle energie rinnovabili. Queste alcune delle caratteristiche che definiscono il background del top manager che, dalla prima metà del 2017, guida Terna SpA, nel duplice ruolo di Amministratore Delegato e Direttore Generale. Una laurea in Economia e Commercio, conseguita presso l’Università di Genova, Luigi Ferraris ha maturato una vasta esperienza all’interno del Gruppo Enel, in cui ha lavorato ricoprendo svariati incarichi di prestigio dal 1999 al 2015, tra cui quello di CFO dal 2009 al 2014. Nello stesso periodo è Presidente di Enel Green Power e ne gestisce la quotazione in Borsa. Lasciato nel 2015 il Gruppo Enel, Luigi Ferraris passa a Poste Italiane, diventando uno dei principali protagonisti della privatizzazione e quotazione del Gruppo, nel ruolo di Chief Financial Officer, incarico che ricoprirà fino al 2017, quando arriva la nomina al vertice di Terna. Lo scorso anno, Luigi Ferraris ha presentato l’ambizioso Piano strategico quinquennale 2018-2022 di Terna. Il Gruppo ha annunciato investimenti nel Paese per circa 5,3 miliardi di euro, con un incremento del 30% rispetto al piano precedente, puntando su sviluppo, digitalizzazione e resilienza della rete come principali driver degli investimenti, puntando inoltre alla completa integrazione delle energie rinnovabili, a conferma di un ruolo chiave nel processo di transizione energetica a livello europeo.

Terna: l’AD e DG Luigi Ferraris firma un accordo con la Regione Veneto

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende, Economia

Un progetto ambizioso, che punta alla ricostruzione e allo sviluppo delle infrastrutture elettriche, a seguito dei catastrofici eventi atmosferici che lo scorso novembre 2018 hanno colpito la regione. Questa una delle principali finalità dell’accordo siglato lo scorso 21 gennaio 2019 a Venezia tra Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, e Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto.

Luigi Ferraris

Sostenibilità ambientale e del territorio: l’impegno concreto di Terna e dell’AD e DG Luigi Ferraris

Coniugare la vicinanza al cittadino alla sostenibilità ambientale, mettendo a disposizione le migliori tecnologie e l’economicità dei progetti: questa la strategia di Terna, sotto la guida dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris, per dare avvio al rilancio dei territori colpiti dal maltempo nella regione veneta. Con questo obiettivo, lo scorso 21 gennaio 2019, il top manager di Terna e il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia hanno formalizzato un accordo che prevede la ricostruzione e lo sviluppo delle infrastrutture elettriche della regione, con investimenti nell’arco di 10 anni per oltre 900 milioni di euro, di cui ben 400 saranno finalizzati alla realizzazione della rete elettrica interrata, e quindi a ridotto impatto ambientale, Dolo-Camin. Le nuove linee interrate, nell’intera regione, arriveranno in questo modo a un’estensione complessiva di quasi 100 chilometri. Previsti inoltre dei “corridoi verdi”, ambienti ecologici che correranno lungo le linee elettriche puntando a ridurre al minimo il rischio d’impatto.

Luigi Ferraris: Terna porta in Veneto sperimentazione sostenibile

Il Veneto sarà al centro di una sperimentazione che prevede soluzioni innovative e ad alto contenuto ecologico, che puntano a prevenire situazioni analoghe a quelle verificatesi alla fine del 2018. Secondo Luigi Ferraris, va allargata la fascia di rispetto, ma con criteri ecologicamente compatibili, servendosi, per esempio, di piante autoctone, che possano essere misurate e gestite, al fine di evitare che interferiscano con la linea. Si punta, in questo modo, a non deturpare il territorio e, come sottolineato dal vertice di Terna, a minimizzare “l’impatto di eventi atmosferici così violenti che, temo, saranno la regola”.

Luigi Ferraris, Terna vicina ai territori colpiti dagli eventi atmosferici avversi del novembre 2018

Con l’accordo siglato con la Regione Veneto lo scorso 21 gennaio 2019, Terna, la società italiana della rete elettrica guidata da Luigi Ferraris, si propone di realizzare interventi di rinnovo sulla rete elettrica regionale esistente, puntando all’incremento di stabilità e sicurezza del servizio di trasmissione dell’energia, nonché della resilienza delle infrastrutture agli eventi climatici eccezionali. Un obiettivo ambizioso, che prevede investimenti per oltre 900 milioni nell’arco di 10 anni. Terna si propone inoltre di aprire ed ampliare centri di accoglienza tecnologici nel territorio veneto e a stipulare accordi con le Università per incentivare la realizzazione di studi e ricerche volti ad indirizzare meglio le scelte future in materia di costruzione delle infrastrutture elettriche. Grande soddisfazione per l’accordo è stata espressa dall’Amministratore delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, secondo cui “il pacchetto di interventi […] è il frutto di un approccio di dialogo con il territorio che rappresenta oggi, insieme alla sostenibilità delle opere e all’attenzione per l’ambiente e per i territori, un valore imprescindibile nella strategia di Terna”.

Luigi Ferraris: Terna incontra i cittadini di Toscana e Sardegna per il progetto SA.CO.I. 3

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

I cittadini di Sardegna e Toscana partecipano agli incontri organizzati da Terna, società amministrata da Luigi Ferraris, per confrontarsi sull’ambizioso progetto dell’ammodernamento della linea elettrica che collega Sardegna, Corsica e Toscana.

Luigi Ferraris, ad Terna

Luigi Ferraris: il progetto SA.CO.I. 3 e gli appuntamenti organizzati da Terna

Cinque giornate di incontri per informare i cittadini e confrontarsi sul tema del progetto SA.CO.I 3 realizzato da Terna S.p.A.: la società amministrata da Luigi Ferraris ha organizzato gli appuntamenti che si sono tenuti tra settembre e ottobre in Toscana e Sardegna, precisamente a San Vincenzo, Suvereto, Piombino, Codrongianos e Santa Teresa di Gallura. Le tappe di confronto tra operatori e cittadini si sono svolte nell’ambito di “Terna incontra”. L’iniziativa è stata organizzata in occasione dei lavori di ammodernamento del collegamento elettrico tra Sardegna, Corsica e Toscana, denominato SA.CO.I. 2, che diventerà SA.CO.I. 3 in seguito al completamento del progetto. Lo scopo è rendere più efficiente e meno costoso il sistema elettrico italiano, portando avanti la costruzione dei nuovi tracciati in cavo che verranno posizionati accanto a quelli attuali. Terna, sotto la guida di Luigi Ferraris, ha messo a disposizione dei cittadini i propri tecnici per fornire informazioni sulle motivazioni, sulle caratteristiche, sui benefici e sulle modalità di realizzazione dell’opera, per rendere partecipi del progetto le persone più coinvolte, che hanno avuto la possibilità di informarsi su cosa cambierà e come.

Luigi Ferraris: la necessità e i vantaggi dell’ammodernamento

Si tratta di un progetto ambizioso ma decisamente necessario: l’attuale collegamento elettrico risale agli anni ’60 e risulta essere ormai obsoleto. L’intervento di ammodernamento è fondamentale per potenziale la rete, che allo stato attuale non garantisce più la copertura del fabbisogno. SA.CO.I. 3 sarà realizzata nel totale rispetto dell’ambiente e della salute dei cittadini: l’opera sfrutterà l’infrastruttura SA.CO.I. 2 posizionando nuovi cavi terrestri e marini, utilizzando una tecnologia di trasmissione in corrente continua priva di risvolti negativi per la salute. Il progetto della società amministrata da Luigi Ferraris porterà svariati vantaggi, dalla riduzione delle perdite di rete a una maggiore integrazione delle fonti rinnovabili. Inoltre in questo modo l’Italia rafforza il suo ruolo di hub naturale dell’energia all’interno del Mediterraneo, contribuendo al completamento del mercato elettrico europeo. L’iniziativa legata agli incontri con i cittadini, che sono stati voluti e organizzati da Terna , società guidata da Luigi Ferraris, rientra nel Piano di sviluppo 2018-2022, per un impegno orientato alla sostenibilità delle opere sul territorio.

Terna e Polizia di Stato: Luigi Ferraris illustra il nuovo accordo

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Nuova tappa nella cooperazione tra Terna e Polizia di Stato: l’AD Luigi Ferraris spiega come l’obiettivo sia quello di incrementare la sicurezza e la protezione delle infrastrutture critiche del gruppo.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna sigla nuova intesa con la Polizia di Stato

Insieme per garantire una protezione sempre più elevata alle infrastrutture di Terna . È stato firmato lo scorso 12 novembre alla presenza dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris e dei vertici della Polizia di Stato un accordo che impegna le due parti a cooperare nella realizzazione di azioni sinergiche mirate a incrementare la sicurezza e la protezione delle infrastrutture critiche di Terna. L’obiettivo è garantire livelli sempre più elevati di salvaguardia fisica delle stazioni e linee elettriche: l’integrazione nell’infrastruttura Terna di Energy (NRG), modulo appositamente realizzato della piattaforma tecnologica Mercurio per il controllo del territorio, agevolerà lo scambio di informazioni e immagini con le Questure territorialmente competenti: l’invio tempestivo di segnalazioni di eventi geolocalizzati di intrusione nei siti critici del gruppo consentirà di rendere più rapido un eventuale intervento da parte della Polizia. Non solo: è prevista anche l’adozione di procedure mirate e innovativi strumenti informatici del Security Operations Center (SOC) di Terna. L’accordo sottoscritto lo scorso 12 novembre si inserisce nell’ambito del Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Interno e della discendente Convenzione fra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e il gruppo guidato da Luigi Ferraris.

Terna e Polizia di Stato: Luigi Ferraris sull’efficacia della collaborazione

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo che rappresenta un importante passo in avanti nel percorso di collaborazione già intrapreso da tempo con la Polizia di Stato”: è l’AD di Terna Luigi Ferraris a sottolineare il valore di questa cooperazione che lo scorso 12 novembre ha raggiunto un ulteriore, importante traguardo. “Garantire l’elevata sicurezza della rete di trasmissione nazionale è una priorità per noi” ha aggiunto l’AD sottolineando come questa intesa strategica contribuisca a migliorare e snellire “le attività relative alla tutela delle infrastrutture sensibili come quelle gestite da Terna per renderle sempre più sicure e affidabili”. Luigi Ferraris evidenzia come a rendere possibile questo siano anche e soprattutto “l’innovazione dei sistemi di protezione e il prezioso know how tecnologico messo a disposizione dalle Forze dell’Ordine”.

Investimenti: al summit di Palazzo Chigi anche Luigi Ferraris, AD Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

L’AD Luigi Ferraris incontra il Premier a Palazzo Chigi: al vertice dello scorso 10 ottobre sono stati convocati i manager che guidano le principali partecipate pubbliche.

Luigi Ferraris, CEO Terna

Luigi Ferraris a Palazzo Chigi: Terna alla cabina di regia sugli investimenti

In qualità di Amministratore Delegato di Terna, anche Luigi Ferraris è stato convocato lo scorso 10 ottobre a Palazzo Chigi: un incontro tra i vertici delle aziende partecipate e il Premier Conte per discutere di occupazione e investimenti a supporto dell’economia del Paese. Per Terna parla il Piano Strategico 2018-2022 presentato dall’AD Luigi Ferraris nei mesi scorsi: 5,3 miliardi di investimenti nel Paese (+30% rispetto al Piano precedente). Di questi, circa 2,8 sono destinati allo sviluppo della rete nazionale e delle interconnessioni con l’estero, altri 700 milioni di euro andranno a implementare il Piano di Difesa mentre circa 1,9 miliardi di euro serviranno per attività di rinnovo, miglioramento della qualità del servizio ed efficienza. Investimenti che puntano a incrementare lo sviluppo, attraverso “una completa integrazione delle rinnovabili e di digitalizzazione per una maggiore sicurezza e resilienza, a beneficio di tutto il sistema”.

Luigi Ferraris: investimenti e strategie di crescita di Terna

Oltre alla crescita economica del Paese, gli investimenti programmati da Terna nel quinquennio 2018-2022 sono stati definiti anche nell’ottica di incentivarne ulteriormente lo sviluppo sostenibile. Un tema particolarmente sentito dall’AD Luigi Ferraris, che lo scorso marzo, presentando il Piano, fece notare come il 70% degli investimenti guardi alla sostenibilità: “Risolverà le congestioni, migliorerà la qualità dei servizi nonché l’impatto ambientale e visivo”. Un impegno che recentemente è valso a Terna un importante risultato: nell’ambito del Dow Jones Sustainability Index 2018 il gruppo è primo al mondo per il settore Electric Utilities. Secondo Luigi Ferraris è un riconoscimento “al nostro impegno per l’introduzione nel nostro business di un modello inclusivo, attento alle istanze dei territori e dei nostri stakeholder”.

Terna: la società guidata da Luigi Ferraris nuovamente riconosciuta in ambito sostenibilità

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

Dopo aver conseguito recentemente il primato mondiale del settore Electric Utilities secondo il Dow Jones Sustainability Index 2018, Terna riceve altri due riconoscimenti per il suo impegno verso la sostenibilità: la società guidata da Luigi Ferraris si riconferma negli indici STOXX Global ESG Leaders ed Ethibel Sustainability.

Luigi Ferraris, AD Terna

Luigi Ferraris: Terna e i nuovi riconoscimenti in ambito sostenibilità

A pochi giorni dal conseguimento del primato mondiale nel settore Electric Utilities secondo il Dow Jones Sustainability Index del 2018, Terna riceve altri due riconoscimenti per gli sforzi portati avanti nel settore ambientale, sociale e di governance. La società nazionale di gestione della rete elettrica amministrata dall’AD Luigi Ferraris è stata confermata per l’ottavo anno consecutivo negli indici di sostenibilità STOXX Global ESG Leaders e per il decimo anno nell’Ethibel Sustainability Index (ESI) Excellence Europe. Questi recenti riconoscimenti sottolineano la solidità dei sistemi di gestione di Terna e la sua capacità di generare eccellenti performance di sostenibilità. La società, guidata dal CEO Luigi Ferraris e dalla Presidente Catia Bastioli, è stata inclusa in tutti e tre gli indici tematici legati a STOXX Global ESG Leaders: STOXX Global Environmental Leaders, STOXX Global Social Leaders e STOXX Global ESG Governance Leaders, grazie a eccellenti performance negli ambiti di analisi. L’indice seleziona 404 aziende tra i 1.800 titoli presenti in un paniere internazionale di partenza e si caratterizza per la trasparenza nei criteri di selezione, basati su indicatori suggeriti dall’EFFAS (European Federation of Financial Analysts Societies) e DVFA (Society of Investment Professionals in Germany).

Il curriculum di Luigi Ferraris, Amministratore Delegato di Terna

Classe 1962, Luigi Ferraris è attualmente Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna S.p.A. Il top manager è laureato in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Parla correntemente due lingue straniere, inglese e spagnolo. Inizia la sua carriera professionale nel 1988 nel settore Auditing di Price Waterhouse. Nel 1996 diventa Area Controller Europa di ELSAG Bailey Process Automation, azienda allora appartenente al Gruppo Finmeccanica. Tra il 1998 e il 1999 è CFO di Elsacom, società di telefonia satellitare sempre nell’orbita di Finmeccanica. Nel 1999 fa il suo ingresso nel Gruppo Enel, dove ricopre svariati incarichi fino al 2015: tra questi, è Responsabile della Pianificazione e Controllo del Gruppo dal 2004 al 2005. Nel 2007 è nominato Consigliere di Amministrazione di Endesa S.A., società quotata alla Borsa di Madrid. Dal 2008 al 2014 è Chief Financial Officer (CFO) e, dal 2009 al 2014, Presidente di Enel Green Power. Nel maggio del 2013 entra a far parte del Consiglio di Amministrazione della controllata cilena Enersis S.A.. Durante la sua permanenza in Enel, Luigi Ferraris è stato, inoltre, Consigliere di Amministrazione di Wind Telecomunicazioni S.p.A. Da febbraio 2015 ad aprile 2017 ha svolto l’incarico di Chief Financial Officer del Gruppo Poste Italiane.

Luigi Ferraris: Terna prevede 12 miliardi di euro di investimento sulla rete Italiana

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

“La completa decarbonizzazione è possibile e necessaria”: Luigi Ferraris, Amministratore Delegato di Terna, parla del futuro in ambito energetico in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Luigi Ferraris, CEO di Terna

Luigi Ferraris, AD di Terna, intervistato dal Corriere della Sera

Quale sarà il futuro in campo energetico? Luigi Ferraris, AD di Terna, non ha dubbi, valutando la completa decarbonizzazione come “possibile e necessaria” in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. In un momento in cui la transizione energetica spinta dallo sviluppo delle rinnovabili è già in corso, le reti elettriche hanno un ruolo centrale e, pertanto, chiamano investimenti importanti. Terna ha stabilito di destinare 12 miliardi di euro nei prossimi 10 anni proprio a questo comparto, focalizzandosi su “interventi di sviluppo volti a massimizzare l’integrazione delle rinnovabili, tramite il potenziamento della rete nazionale e delle interconnessioni con l’estero, elementi indispensabili per ridurre le congestioni, massimizzare lo sfruttamento delle fonti naturali, assicurare elevati standard di qualità del servizio e la maggiore condivisione possibile a livello europeo a beneficio di tutti i cittadini”. L’Italia deve diventare un hub naturale nell’area del Mediterraneo, la posizione geografica la agevola infatti nel ricoprire un ruolo di centralità energetica a livello europeo. Favorito da una delle frontiere elettriche più robuste del continente, il Belpaese ha raggiunto il 9% di capacità di interconnessione e può guardare con fiducia al target fissato dalla Ue per il 2030 che prevede il raggiungimento del 15%.

Luigi Ferraris: “La necessità di una rete capillare è fra le priorità del nostro piano di investimenti”

Per recuperare i ritardi del passato e garantire la migliore qualità del servizio per cittadini e imprese, lo sviluppo di una rete più capillare diventa una delle priorità del piano di investimenti di Terna. Luigi Ferraris sottolinea, infatti, come stia mutando la distribuzione della capacità di generazione sul territorio italiano rispetto a qualche anno fa, fattore da ascrivere alla crescita delle rinnovabili. Il miglioramento del collegamento tra Nord e Sud diventa fondamentale e, per questo, attualmente sono attivi 220 cantieri che impegnano più di 350 imprese in tutta Italia. Ovviamente, tutti progetti che hanno come obiettivo la massima sicurezza, il minimo impatto ambientale possibile e una riduzione dei costi per il sistema. Terna, in tutto questo, sarà aiutato da due fattori, la digitalizzazione e l’innovazione, che accompagneranno la crescita delle rinnovabili. La lungimiranza è, infine, testimoniata anche dal lancio del progetto pilota sulle Uvam, destinato a generare valore per il sistema e il cittadino in quanto finalizzato a consentire alle auto elettriche di partecipare al mercato dei servizi contribuendo alla sicurezza del servizio elettrico.

Luigi Ferraris: la carriera del Direttore Generale di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

Originario di Legnano, Luigi Ferraris termina gli studi in ambito economico e dà inizio alla sua carriera svolgendo incarichi manageriali in Italia e all’estero. Nel 1999 entra in Enel per poi lavorare anche nel Gruppo Poste Italiane: dal 2017 guida Terna.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: dalla laurea agli incarichi nel Gruppo Enel

Classe 1962, nato a Legnano (Milano), Luigi Ferraris completa la sua formazione laureandosi in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Inizia la sua carriera nel 1988, venendo assunto nel settore Auditing di Price Waterhouse. In seguito ricopre ruoli manageriali in ambito internazionale, in Augusta, Piaggio VE e Sasib Beverage. Diventa quindi Area Controller Europa in Elsag Bailey Process Automation, del Gruppo Finmeccanica. Nominato CFO di Elsacom nel 1998, è l’anno successivo a segnare la svolta nella carriera del manager, quando entra nel Gruppo Enel S.p.A. Dal 1999 al 2015 si occupa di gestione e finanza, diventando prima Amministratore Unico di Enel Servizi, poi Presidente con delega tra il 2006 e il 2014. Nello stesso periodo è anche Responsabile di Pianificazione e Controllo per il Gruppo, mentre in seguito ricopre il ruolo di Direttore della Funzione Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Nel 2009, in qualità di Chief Financial Officer, si occupa di M&A, finanza straordinaria, aumento di capitale e integrazione di società spagnole, slovacche e russe, oltre che della quotazione di Enel Green Power, società di cui è Presidente nello stesso anno. Contemporaneamente, Luigi Ferraris è Presidente con Delega di Enel Factor S.p.A., mentre in seguito diventa CEO di Enersis S.A.

Luigi Ferraris: Poste Italiane, Terna e l’impegno in ambito accademico

Nel 2015 Luigi Ferraris viene nominato Chief Financial Officer del Gruppo Poste Italiane. Il manager ne ha guidato l’operazione di privatizzazione, conclusa con la quotazione in Borsa avvenuta nell’ottobre dello stesso anno. Attualmente è Amministratore Delegato di Terna, incarico che ricopre da aprile 2017. Al contempo mette le conoscenze acquisite nel settore a servizio dell’insegnamento, impegnandosi come docente di Corporate Strategy presso l’Università “Luiss Guido Carli” di Roma, nel Dipartimento di Economia. Nello stesso ateneo ha inoltre coordinato i corsi di Strategie d’impresa, Planning and Control, Sistemi di controllo di Gestione e di Energy Management del Master in Business Administration. Luigi Ferraris è stato Consigliere di Amministrazione in importanti realtà attive a livello nazionale e internazionale, tra le quali Wind Telecomunicazioni, Endesa S.A. ed Enel (Enel Distribuzione S.p.A., Enel Produzione S.p.A., Enel Investment Holding BV). Oggi, oltre all’impegno di dirigente in Terna, ricopre la carica di consigliere indipendente in Erg S.p.A.

Luigi Ferraris: il percorso professionale dell’AD di Terna

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

La biografia di Luigi Ferraris, manager che è arrivato nel 2017 alla guida di Terna come Amministratore Delegato dopo un percorso professionale nel quale ha ricoperto incarichi di crescente responsabilità.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: formazione e primi incarichi professionali

Classe 1962, nato a Legnano, Luigi Ferraris consegue la Laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Genova. Il suo percorso professionale prende avvio nel 1988 presso Price Waterhouse, società che fornisce servizi di revisione e consulenza nel settore auditing. Nella prima metà degli anni ’90 ricopre varie posizioni manageriali all’interno di diverse aziende: Agusta, Piaggio VE e Sasib Beverage. Nel 1996 entra nell’universo Finmeccanica, passando all’Area Controller Europa di ELSAG Bailey Process Automation, dove rimane fino al 1998. Dal 1998 al 1999 Chief Financial Officer di Elsacom, società attiva nel comparto della telefonia satellitare, Luigi Ferraris entra successivamente a far parte di Enel: qui ricopre incarichi di crescente responsabilità fino ad arrivare ad assumere l’incarico di Presidente di Enel Green Power e CFO del Gruppo.

Luigi Ferraris: Poste Italiane e Terna

Nel febbraio del 2015 Luigi Ferraris viene assunto come Chief Financial Officer da Poste Italiane. Nel suo periodo all’interno del Gruppo, si occupa del delicato passaggio della privatizzazione e della quotazione in Borsa. È del maggio 2017 la sua nomina ad Amministratore Delegato di Terna: subentra al manager fiorentino Matteo Del Fante. Sotto la sua guida, il colosso energetico rispetta il trend di crescita, con un primo semestre chiuso con ricavi in aumento di 34,8 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Risultati in linea con il piano decennale di sviluppo della rete elettrica nazionale, teso alla diminuzione delle perdite di energie elettrica e delle emissioni di CO2. Luigi Ferraris affianca alla carriera manageriale quella accademica: è docente all’Università LUISS di Roma, dove tiene un master in Business Administration.

Terna, accordo con Protezione Civile: Luigi Ferraris illustra i dettagli

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Affari, Aziende

Terna e il Dipartimento della Protezione Civile hanno sottoscritto a Roma un Protocollo d’Intesa per gestire i rischi sul servizio elettrico: la soddisfazione dell’AD del gruppo Luigi Ferraris.

Luigi Ferraris

Luigi Ferraris: Terna e Protezione Civile sottoscrivono un Protocollo d’Intesa

Terna al fianco della Protezione Civile per garantire la massima efficienza ed efficacia operativa nell’ambito delle attività volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento. Sottoscritto lo scorso 30 luglio dall’AD del gruppo Luigi Ferraris, il protocollo d’intesa punta a favorire un ulteriore sviluppo dei reciproci rapporti istituzionali di collaborazione. Grande attenzione viene riservata alla prevenzione e alla gestione dei rischi naturali e antropici, ambito di particolare interesse per il gruppo guidato da Luigi Ferraris: mettendo infatti a repentaglio la continuità del servizio elettrico sul territorio nazionale, richiedono l’impiego delle risorse e del know-how del gruppo. Negli obiettivi previsti dall’accordo rientrano l’ottimizzazione delle procedure e del flusso delle comunicazioni tra Terna e il Dipartimento della Protezione Civile, sia in ordinario sia in emergenza, e la realizzazione di specifici percorsi formativi ed esercitativi rivolti al personale che opera nella gestione delle emergenze per migliorarne la capacità di risposta sinergica e accrescere competenze e conoscenza in materia di modelli organizzativi e di intervento.

Terna: Luigi Ferraris sul valore dell’accordo siglato con la Protezione Civile

Per l’AD Luigi Ferraris la firma del Protocollo d’Intesa con la Protezione Civile si configura nel percorso di Terna come un momento particolarmente significativo, in quanto contribuisce a creare sinergie importanti con il Dipartimento, soprattutto per quanto concerne la gestione degli eventi critici che potrebbero impattare sulla continuità del servizio elettrico e sul benessere della collettività. “Grazie a questa intesa si rafforza ulteriormente la collaborazione tra Terna e le Istituzioni di Protezione Civile, per assicurare al Paese un’infrastruttura di trasmissione elettrica ancora più sicura e affidabile” ha spiegato in merito l’AD Luigi Ferraris, sottolineandone il valore strategico per Terna. In linea con quanto incluso nel Protocollo, verranno inoltre agevolati i collegamenti tra l’azienda e le articolazioni del Servizio Nazionale della Protezione Civile (Regioni, Province e Prefetture-UTG).