Posts Tagged ‘St. John’

La tradizione delle porcellane a Vinovo: se ne parla alla St John University.

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Cultura, Istruzione

La St John University apre nuovamente le porte con un interessante incontro sulla manifattura piemontese.
“Le porcellane in Piemonte e le manifatture di Vinovo”, è questo il titolo del seminario promosso e curato dall’università americana di Torino in collaborazione con l’associazione “Amici del Castello”.

L’incontro, penultimo appuntamento de “I mercoledì della cultura glocale”, un valorizzante ciclo di conferenze multiculturali dedite a promuovere la storia, l’arte e l’ambiente locale, verrà tenuto da Cristina Maritano, conservatore per le Arti Decorative presso il Museo di Palazzo Madama di Torino.

Il tema della produzione manifatturiera di porcellane, caro al Piemonte e in particolar modo a Vinovo, sede per mezzo secolo della Real Fabbrica di porcellane che contribuì efficacemente allo sviluppo dell’economia locale, richiama al successo e alla fama del piccolo paesino piemontese che della ceramica ha fatto un’ arte.

L’appuntamento è dunque per tutti a Vinovo , mercoledì 27 Novembre alle ore 21 presso la presso la Sala degli affreschi del Castello Della Rovere, sede della St John University. La conferenza sarà completamente in lingua italiana.

Università: alla St. John una conferenza sul tema dell’acqua.

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Ambiente, Comunicati Stampa

Si terrà mercoledi 13 alle 18 presso la Sala degli Affreschi del Castello Della Rovere di Vinovo sede della St. John International University il seminario “Acqua è vita. Acqua a vita. Acqua avita”, titolo evocativo del tema dell’acqua come fonte di vita e risorsa comune da amministrare e da difendere.
L’originale incontro si svolge nel ciclo autunnale dei “Mercoledì della cultura gloCale”, promosso dalla SJIU Library in collaborazione con l’associazione “Amici del Castello” e sarà introdotto dal professor Alessandro Arioli, chairman del dipartimento di Environmental and Social Sciences della St John International University.
Dopo la proiezione del cortometraggio di Marco Tessaro Amare le acque e chiamarle per nome (premiato nel recentissimo International Film Festival The Spirits of the Earth, svoltosi sotto l’egida della SJIU dal 21 al 25 ottobre scorso), si succederanno gli interventi della Prof.ssa Graziella Berta, Direttore Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica, Università del Piemonte Orientale (Fitodepurazione di acque reflue urbane e industriali), dell’Avv. Alessandra Campia, Presidente Associazione Novapangea, Torino (L’acqua come patrimonio collettivo, o come proprietà privata? Il dibattito mondiale), del Prof. Alessandro Arioli (Innovazione per l’ottimizzazione dell’uso della risorsa idrica in agricoltura, forestazione e lotta alla desertificazione) e del Dr. Stefano Vertuani, Responsabile Tecnico Scarabelli Irrigazione Srl di Bologna (Irrigazione localizzata: l’acqua come motore presente e futuro per l’agricoltura italiana).

“Le donne nei monoteismi”: alla St. John University 30 ottobre ore 18

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Istruzione, Religione

“Corpi religiosi. Le donne nei monoteismi” è il titolo dell’originale conversazione di mercoledi 30 ottobre alle ore 18, nell’ambito del ciclo di incontri sulla cultura globale, promossi dall’Università di St. John nel Castello di Vinovo a Torino.
A questo originale appuntamento ideato dall’ateneo americano per favorire il multiculturalismo intervengono Mariachiara Giorda, storica delle religioni, studiosa del cristianesimo antico e Sara Hejazi antropologa e giornalista; entrambe coinvolte con ricerche e docenze presso la St. John International University e l’Università degli Studi di Torino, tra le altre.

In molte religioni le donne partecipano attivamente al culto, nonostante siano penalizzate da una trasmissione del sapere sacro fatto per lo più da uomini a uso di altri uomini. Figure dinamiche e fondamentali delle tradizioni religiose, sono escluse dalla gestione di quello stesso sacro cui attingono.
Oggi, in linea con i cambiamenti della società e del sentire condiviso, nascono nuovi ruoli e modelli. L’incontro vuole esplorare questo rapporto in evoluzione.

Le religioni monoteiste, seppur connotate da tratti androcentrici e società patriarcali, hanno avuto fioritura e seguito soprattutto grazie all’operato femminile. Molti degli aspetti esoterici e ascetici delle grandi religioni hanno infatti per protagoniste proprio le donne, che a partire dal corpo, trascendendolo, utilizzandolo, punendolo, nascondendolo, celebrandolo hanno intrapreso il cammino spirituale con forme e modi originali, tipicamente femminili.

ST. JOHN UNIVERSITY OFFRE A TORINO LA CULTURA AMERICANA E IL CINEMA INTERNAZIONALE

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Film, Istruzione

Venerdi 25 ottobre alla St. John University di Vinovo a Torino un “Open Day” per conoscere l’Università Americana e alle 17.30 la Cerimonia degli Awards per i film e i corti della 1° edizione del festival del cinema internazionale.
La prima edizione del festival internazionale del film e del cortometraggio chiude i battenti venerdi 25 ottobre come da programma, nella sala affreschi del Castello della Rovere di Vinovo, Torino, prestigiosa sede della St. John International University.
Il ricco calendario delle opere in rassegna ha riscosso interesse ed entusiasmo e le migliaia di presenze di cittadini ma anche di studenti e delegazioni di imprenditori stranieri che hanno assistito alle proiezioni e visitato la struttura hanno determinato il successo della manifestazione appena nata.

Il suggello arriva proprio con la giornata di venerdì 25 allorquando la rassegna si chiude con una cerimonia pubblica degli Awards dalle 17:30, nel corso della giornata già destinata e programmata per l’Open Day, occasione per conoscere da vicino i motivi di successo nel mondo dello stile formativo americano. Così nella giornata di apertura agli Studenti candidati e alle loro Famiglie per introdurle alla conoscenza della Saint John University, arriva la conclusione della rassegna fortemente voluta dall’Associazione Cercando il Cinema e dalla società indiana, Marvah Studios, oltre che dalla stessa St. John. In lizza ben 54 opere tra film e cortometraggi provenienti da Usa, India, Italia, e diversi paesi europei. Ed è la prima edizione.