Posts Tagged ‘Spoleto Arte incontra New York’

Spoleto Arte: il 10 giugno apre l’esposizione degli artisti alla MAG – Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Alla MAG – Milano Art Gallery è tutto pronto per l’apertura della mostra dei cinque artisti ritenuti più meritevoli nelle esposizioni organizzate da Spoleto Arte, tra le quali “Spoleto Arte incontra New York”, tenutasi il 18 marzo nella City, e “London Calling”, inaugurata nella capitale il 15 maggio.
L’appuntamento è fissato per sabato 10 giugno alle 18.00 presso la prestigiosa sede milanese, conosciuta come galleria di riferimento del Maurizio Costanzo Show, nei primi anni di messa in onda della popolare trasmissione, dove un giovane Vittorio Sgarbi, agli inizi della carriera, intratteneva con i suoi discorsi sull’arte.

È Salvo Nugnes, manager della cultura e di personaggi di spicco, a presentare le opere in mostra e i loro ideatori: Roberto Bonetti, Stefania Buccio Gonzato, Antonella Carraro, Nicola Costanzo e Gabriella Di Natale. Lo stesso organizzatore racconta che “il brindisi è dedicato all’inventiva, alla tecnica e alla necessità di mettersi in gioco; proprio quella che spinge la passione di persone fuori dal coro, che, accanto alla vita quotidiana, sviluppano dei mondi di colori e immagini, siano essi su pellicola fotografica o su tela, con acrilici, acquerelli o ad olio”. E prosegue “Un universo parallelo che Spoleto Arte sostiene da decenni portando gli artisti in spazi culturali e importanti gallerie, dove poter mettere a nudo la loro creatività e creare un dialogo con gli appassionati d’arte sempre presenti alle esposizioni”.

“La Mostra dei Primi” rimarrà aperta fino a sabato 8 luglio presso la MAG – Milano Art Gallery, in via Alessi 11, nel cuore di Milano.

www.milanoartgallery.it

MAG – Milano Art Gallery: aperta l’esposizione degli artisti di Spoleto Arte

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

La MAG – Milano Art Gallery apre i battenti alla mostra degli artisti vincitori delle esposizioni “L’Arte è Donna” dell’8 marzo, momento tutto dedicato al ricordo di Margherita Hack, e “Spoleto Arte incontra New York”, tenutasi il 18 marzo nella City. La prestigiosa sede milanese è conosciuta come galleria di riferimento del Maurizio Costanzo Show, nei primi anni di messa in onda della popolare trasmissione, dove un giovane Vittorio Sgarbi, agli inizi della carriera, intratteneva con i suoi discorsi sull’arte. È Salvo Nugnes, manager della cultura e di personaggi di spicco, a presentare le opere in mostra e i loro ideatori: Clara Brunelli, Parid Dule, Mauro Martin, Lucio Palumbo e Lucia Tomasi.

Il brindisi è dunque dedicato all’inventiva, alla tecnica e alla necessità di mettersi in gioco; proprio quella che spinge la passione di persone fuori dal coro, che, accanto alla vita quotidiana, sviluppano dei mondi di colori e immagini, siano essi su pellicola fotografica o su tela, con acrilici, acquerelli o ad olio.

Un universo parallelo che Spoleto Arte sostiene da decenni portando gli artisti in spazi culturali e importanti gallerie, dove poter mettere a nudo la loro creatività e creare un dialogo con gli appassionati d’arte sempre presenti alle esposizioni.

“La Mostra dei Vincitori” rimarrà aperta fino a sabato 10 giugno presso la MAG – Milano Art Gallery, in via Alessi 11.

Spoleto Arte incontra New York: inaugurata la mostra nel cuore della grande metropoli

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è svolto il 18 marzo scorso l’opening della mostra “Spoleto Arte incontra New York” che ha radunato un selezionato numero di opere, realizzate da oltre un centinaio di esponenti di talento del panorama artistico contemporaneo. Location designata, per accogliere la prestigiosa esposizione internazionale, il rinomato Hotel Michelangelo in 152 w 51st, situato proprio nel fulcro nevralgico della grande metropoli, Times Square. Forte interesse e risonanza mediatica è stata riscossa dall’evento, la cui organizzazione è stata curata da Salvo Nugnes, manager della cultura ed agente di personalità importanti del mondo della cultura e dello spettacolo. Nel commentare i positivi consensi ricevuti, ha spiegato: “Con questa esposizione abbiamo voluto creare un ponte simbolico di collegamento e condivisione tra Italia e Stati Uniti d’America, dando libera diffusione alle forme espressive ed alla creatività cosmopolita. I significativi risultati ottenuti ci inorgogliscono e ci inducono ad inserire stabilmente questo appuntamento nel nostro calendario eventi”. Inoltre, ha proseguito: “Abbiamo potuto contare sul pieno appoggio da parte delle varie rappresentanze istituzionali e notevoli apprezzamenti sono giunti da autorevoli personalità come il critico d’arte, Prof. Vittorio Sgarbi e il cantautore e produttore Tony Renis. Queste attestazioni di stima ci spronano a proseguire e sviluppare ulteriormente i nostri progetti, ad ampliare il nostro raggio d’azione, a favore della promozione a tutto campo dell’arte e della cultura”. L’elenco degli artisti partecipanti, in ordine alfabetico è: Fabio Abortivi, Maria Agozzino, Antonio Anastasia, Aristide Aprea, Corrado Avanzi, Franca Bandera BAF, Giovanna Barozzi, Andrea Biffi, Filippo Bigoni, Beatrice Bobst, Francesca Boffetti, Liana Bolaffio, Ada Bomba, Mariangela Bombardieri, Piero Boni, Giuseppe Borsato, Clara Brunelli, Paola Federica Bucalo, Maria Rita Buccarello, Stefania Buccio Gonzato, Pietro Burzi, Cristina Maya Caetano, Ester Campese in arte Campey, Alessandra Candriella, Daniela Cantergiani, Stefania Cappelletti, Loredana Caretti, Franco Carletti, Antonella Carraro, Alessia Casellato, Arch. Laura Cera for BRICALE™, Giovanna Cherchi, Angela Chiassai, Lorenzo Chinnici, Gianfranco Coccia, Ale Colucci, Emanuela Corbellini, Raffaella Corcione Sandoval, Nicola Costanzo, Felice Cremesini, Silvano Crespi, Simona De Maira, Natalia De Paolis, Piera Delfini, Fernando Delia, Gabriella Di Natale, Parid Dule, Gabriella Fastosi, Veronica Ferretti, Daniele Fratini, Giacomo Frigo, Martina Garofali, Anna Gennari, Nicoletta Giannessi, Alessandro Gimelli, Rosangela Giusti, Stefano Guadagnoli, Giorgia Haran, Maurilio Iembo, Tina Lupo, Alfonso Mangone, Liliana Mantione Lanaro LION-MANT, Monica Marcenaro, Federica Marin, Rosa Maria Marongiu, Mauro Martin, Gabriella Martino, Donatella Masciarri, Silvana Mascioli, Enrica Mazzuchin, Paola Meloni, Claudio Messini, Carla Monti, Susanna Nagy, Giuseppe Oliva, Lucio Palumbo, Alessandra Parmiggiani, Giuseppe Pasqualetto, Gianguido Pastorello, Damisela Pastors Lugo, Loris Maria Pediconi, Nino Perrone, Claudia Perruso, Silvano Persoglia, Cristina Pesavento, Rudik Petrosyan, Vladan Petrovic, Giuseppe Piacenza, Flavia Rebori, Sergio Repossini, Lucilla Restelli, Alida Rettore, Annamaria Russo Aruss, Pietro Salmoiraghi, Maria Pia Severi, Ines Sitzia, Elettra Spalla Pizzorno, Caterina Spatafora, Franco Susta, Alessandro Testa, Lucia Tomasi, Luciano Tonello, Deva Nicoletta Tortone, Alba Tortorici, Tiziano Toscani, David Urru, Michela Valenti, Emel Vardar, Lucia Ida Renata Viganò LIRV, Joseph Virgone, Massimo Zavoli.

Spoleto Arte incontra New York con Sgarbi e Dalì

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

C’è già forte risonanza per questa mostra internazionale, dal titolo emblematico di “Spoleto Arte incontra New York” che porterà un selezionato gruppo di artisti contemporanei in esposizione presso il rinomato Hotel Michelangelo, 152 W 51st St, nel cuore della metropoli americana. L’evento, organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, si terrà in data 18 marzo 2017, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con la partecipazione di personalità di spicco e di rappresentanze istituzionali. Il catalogo della mostra vedrà il contributo di Sgarbi e di José Dalì, figlio di Salvador Dalì. Intervistato per spiegare l’appuntamento artistico di prestigio, l’organizzatore Nugnes, ha dichiarato: “Abbiamo pensato di suggellare un legame simbolico tra Spoleto Arte e New York, come già avvenuto con Londra, Miami, Rio de Janeiro, Monte Carlo, Venezia, Napoli, Roma, creando questa esposizione ad alto livello. Saranno raccolte opere di artisti italiani e stranieri di fama accanto a quelle di artisti meno conosciuti, ma altrettanto interessanti e meritevoli di considerazione; la mostra sarà all’insegna dello spirito cosmopolita e della voglia di diffondere a largo raggio l’arte e la cultura e di metterle a disposizione di tutti, senza distinzione di razza e nazionalità. New York è molto adatta ad accogliere questo tipo di eventi e sono certo, che questa mostra darà forti stimoli anche per iniziative e progetti futuri”.

Spoleto Arte incontra New York: presto la prestigiosa mostra nel cuore della Grande Mela

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

C’è già forte risonanza per questa mostra internazionale, dal titolo emblematico di “Spoleto Arte incontra New York” che porterà un selezionato gruppo di artisti contemporanei in esposizione presso il rinomato Hotel Michelangelo, 152 W 51st St, nel cuore della metropoli americana. L’evento, organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, si terrà in data 18 marzo 2017, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con la partecipazione di un parterre di personalità di spicco e di rappresentanze e autorità istituzionali.
Intervistato per spiegare l’appuntamento artistico di prestigio, l’organizzatore Salvo Nugnes, ha dichiarato: “Abbiamo pensato di suggellare un legame simbolico tra Spoleto Arte e New York, come già avvenuto con Londra, Miami, Rio de Janeiro, Monte Carlo, Venezia, Napoli, Roma, creando questa esposizione ad alto livello. Saranno raccolte opere di artisti italiani e stranieri di fama accanto a quelle di artisti meno conosciuti, ma altrettanto interessanti e meritevoli di considerazione; la mostra sarà all’insegna dello spirito cosmopolita e della voglia di diffondere a largo raggio l’arte e la cultura e di metterle a disposizione di tutti, senza distinzione di razza e nazionalità. New York è molto adatta ad accogliere questo tipo di eventi e sono certo, che questa mostra darà forti stimoli anche per iniziative e progetti futuri. Ci lanciamo dunque in questa nuova situazione con lo slancio e l’entusiasmo propositivo, che da sempre ci contraddistinguono e che i nostri artisti percepiscono come carica positiva, per procedere nel loro percorso di ricerca e di evoluzione”.