Posts Tagged ‘software per commercialisti’

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 10 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Tecnologia

Paghe GB Web 2018: Congedo parentale obbligatorio del padre (04/03/2019)

L’articolo 1, comma 278, lett. a) della legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Legge di Bilancio 2019) ha stabilito che le disposizioni relative al congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti si applicano anche alle nascite e alle adozioni/affidamenti avvenute nell’anno solare 2019.

Inoltre, per effetto della disposizione di cui all’articolo 1, comma 278, lett. b), la durata del congedo obbligatorio è aumentata per l’anno 2019 a cinque giorni da fruire anche in via non continuativa entro i cinque mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore.

Inserimento causale CONGEDO OBBLIGATORIO PADRI nel cedolino di gennaio 2019: come procedere a tale inserimento in modo automatico?

Dichiarazione IRAP 2019: rilascio applicazione (05/03/2019)

Con il provvedimento del 30 gennaio 2019 n. 23568 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello IRAP 2019 per la dichiarazione dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa al periodo d’imposta 2018.

Per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio, la scadenza per la presentazione della dichiarazione IRAP 2019 viene fissata al 30 settembre 2019, salvo proroghe, così come per la dichiarazione dei redditi.

Le imprese, aziende e società assoggettate IRAP sono tenute a trasmettere all’Agenzia la Dichiarazione dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive entro il 30 settembre…

Dichiarazione IVA 2019: casi di compilazione del quadro VH (06/03/2019)

Nella compilazione della Dichiarazione IVA 2019, anno imposta 2018, è necessario prestare particolare attenzione ai dati da indicare eventualmente nel quadro VH. Quest’ultimo è stato rivisto dallo scorso anno conseguentemente all’introduzione della comunicazione delle liquidazioni periodiche.

Dalla Dichiarazione IVA 2018, anno imposta 2017, il quadro VH è stato variato e deve essere compilato esclusivamente qualora si intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati trasmessi con le comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA.

È importante sottolineare che, nel caso in cui sia necessario comunicare l’integrazione o la correzione anche di un solo periodo, è necessario procedere alla compilazione dell’intero quadro…

Tassa Annuale Libri Sociali 2019: versamento entro il 18 marzo (07/03/2019)

Le società di capitali sono tenute ad effettuare, entro e non oltre il 18 marzo 2019, il versamento della tassa annuale per la vidimazione dei libri sociali per l’anno 2019, così come previsto dall’art.23, comma 3 del DPR 641/1972.

Come indicato nel suddetto articolo, la tassa prescinde dal numero dei libri o registri tenuti e dalle relative pagine ma dipende dall’ammontare del capitale sociale o fondo di dotazione alla data del 1° gennaio 2019.

La tassa ammonta a 309,87 euro per le società con capitale sociale non inferiore ad euro 516.456,90 euro; 516,46 euro se il capitale sociale è superiore a 516.456,90 euro…

Caso pratico: Disabbinamento dalla Console di un F24 scartato (08/03/2019)

“Mentre stavo predisponendo la Dichiarazione IVA Base 2019 mi sono accorto che l’acconto IVA viene riportato due volte. Verificando in F24 ho notato che il debito è stato caricato e prenotato due volte ed è stata confermata la data di pagamento in entrambi i modelli.”

“In applicazione F24 ho provato a togliere la data di pagamento dal modello che è stato rifiutato dalla banca ma non sono riuscito ad eliminarla. Quali sono i passaggi che devo effettuare per avere il riporto corretto del dato in dichiarazione IVA Base?”

La situazione sopra descritta si è generata poiché il primo modello che è stato inviato tramite la Console Telematica è stato scartato per mancanza di fondi…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per commercialisti INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabili, fiscali, lavoro GB – Settimana n. 14 anno 2018

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia

Nuovo Spesometro 2017: ultimi giorni per l’invio (03/04/2018)

Il 6 aprile 2018 scade il termine per presentare la comunicazione dei “Dati delle fatture (Nuovo Spesometro)” relative al secondo semestre del 2017 (3° e 4° periodo), che originariamente era previsto per il 28 febbraio 2018.

La data è stata fissata con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 29190 del 05.02.2018, come annunciato con il Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 19.01.2018. Sempre entro il 06.04.2018 sarà possibile integrare i dati relativi allo spesometro del 1° semestre 2017, senza incorrere in sanzioni.

Per i dati relativi al 2018, invece, la prima scadenza dello spesometro semestrale (su opzione) è fissata all’01.10.2018, in quanto il 30 settembre cade di domenica.

Conservazione file 2017 Dati Fatture, Liquidazioni Iva e Fatture elettroniche PA 2017: rilascio applicazione (04/04/2018)

Da oggi eseguendo l’update del software, dal pulsante “Multi Ditta” è disponibile l’applicazione Conservazione sostitutiva 2017. Permetterà la conservazione sostitutiva dei file XML di Dati Fatture, Liquidazioni Periodiche Iva e Fatture Elettroniche PA 2017.

Grazie a questo rilascio, con semplici passaggi di configurazione e pochi click, è possibile adempiere all’obbligo di conservazione digitale (c.d. Conservazione Sostitutiva) per i file XML inviati tramite il Sistema d’Interscambio. Ricordiamo il termine ultimo per la conservazione è entro i tre mesi dal termine fissato per la presentazione della dichiarazione dei Redditi (art.7 comma 4 ter DL 357/94- art. 3 comma 3 DM 17.06.2014), e comunque non oltre la scadenza del certificato di firma digitale con cui sono stati marcati i file da conservare, a prescindere dal rinnovo della stessa;

Il Decreto del 17 Giugno 2014 del Ministero dell’Economia detta le modalità di conservazione di tutti i documenti fiscalmente rilevanti.

Modello IVA-TR 2018: rilascio applicazione (05/04/2018)

Disponibile il modello IVA TR per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale, approvato con provvedimento n. 124040 del 04 luglio 2017 dell’Agenzia delle Entrate.

La dichiarazione accoglie le modifiche apportate dall’art.3 comma 2 del DL 50/2017 (conv. L. 96/2017) che introduce l’obbligo di apposizione del visto di conformità per l’utilizzo in compensazione orizzontale del credito IVA trimestrale al di sopra dei 5.000 € annui.

Il modello deve essere presentato dai contribuenti Iva che hanno realizzato nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di questa somma (o l’utilizzo in compensazione per pagare anche altri tributi, contributi e premi).

Modello IVA 74-BIS 2018: rilascio applicazione (06/04/2018)

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 15 gennaio 2018, ha approvato il nuovo modello nonché le istruzioni per la dichiarazione IVA 74-bis mentre, con il successivo provvedimento del 26 gennaio 2017, sono approvate le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.

Pertanto, eseguendo l’update del software, da oggi è disponibile l’applicazione IVA 74-BIS 2018.

Il modello è riservato alla liquidazione coatta amministrativa o alle dichiarazioni di fallimento. Deve essere presentato dai curatori o dai commissari liquidatori, entro il termine di quattro mesi dalla data della loro nomina.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del gestionale INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software per commercialisti e imprese.

News contabili, fiscali, lavoro GB – Settimana n. 13 anno 2018

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia

Nuovo Spesometro 2017: rettifiche e annullamenti dati inviati (26/03/2018)

È possibile gestire l’invio dei file XML dei Dati Fatture 2017 (Nuovo Spesometro) tramite Console Telematica GB con scarico automatico delle ricevute, oppure prelevando i file creati e inviandoli esternamente. Con quest’ultima modalità, per gestire i file di rettifica e annullamento è necessario per prima cosa compilare la sezione dei dati dell’invio.

Per la comunicazione “Dati fatture”, come da istruzioni ministeriali, non esistono invii Integrativi/Sostitutivi, esistono solamente invii di annullamento o rettifiche. Nel caso in cui l’invio sia stato effettuato esternamente, prima di procedere a qualsiasi modifica dei dati, è necessario compilare la gestione dell’invio dove inserire i dati obbligatori dell’identificativo del file e l’esito della ricevuta.

Per poter effettuare l’invio dei dati esternamente a GB è necessario che, nell’inserimento dell’intermediario, pulsante “Chiavi Entratel”, sia stata inserita la spunta su “Invio dati fatture e Liq. Periodica Iva esterno (no console telem.).

Redditi Società di Capitali 2018: rilascio applicazione (27/03/2018)

Con provvedimento del 30.01.2018 n. 24824, l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato e approvato il modello e le istruzioni ministeriali per la compilazione della Dichiarazione “Redditi SC 2018”.

Il modello deve essere presentato dalle società ed enti commerciali residenti nel territorio dello Stato e dei soggetti non residenti equiparati, per dichiarare i redditi relativi al periodo d’imposta 2017.

Come indicato nelle istruzioni vediamo quali sono le principali novità del modello 2018.

Bilancio Europeo 2018: inserimento dati anagrafici (28/03/2018)

Nel Bilancio Europeo è cambiata la logica della maschera ‘Dati anagrafici’ che ora riepiloga quanto impostato nell’Anagrafica ditte, evitando quindi di inserire o reinserire dati già presenti o integrati in altre procedure; resta solo da decidere se utilizzare quelli alla data di presentazione o, in alternativa, quelli al 31.12.

La piena integrazione con l’anagrafica ditte ha interessato anche il Bilancio Europeo, che presenta una maschera riepilogativa di dati anagrafici già completa all’apertura dell’applicazione. Questi dati servono sia per il “frontespizio” dell’XBRL da presentare ad Infocamere, sia per tutti gli altri documenti obbligatori (Assemblea soci, Relazione sulla gestione, Relazione del collegio sindacale, Relazione del revisore) o facoltativi (Altri documenti, Analisi di bilancio) che sono a corredo del Bilancio 2018.

Prima di entrare in Bilancio Europeo è necessario entrare in anagrafica ditte ed inserire i dati che servono sia in bilancio che in altre eventuali procedure…

Modello CUPE 2018: importazione soci da anagrafica (29/03/2018)

Il modello Cupe 2018 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 15 gennaio 2018 sostituisce il precedente schema di certificazione, approvato nel 2013.

La certificazione CUPE deve essere rilasciata entro il 31 marzo 2018 ai soggetti residenti nel territorio dello Stato che nel corso del 2017 hanno percepito utili da partecipazione a soggetti Ires, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti.

I soggetti tenuti al rilascio del modello Cupe 2018 sono…

Dichiarazioni 2018: calendario delle nuove scadenze di presentazione (30/03/2018)

La Legge di Bilancio 2018 è intervenuta a livello normativo ed ha modificato lo scadenzario fiscale delle Dichiarazioni per l’anno 2018. In particolare le scadenze collegate a specifici adempimenti quali: Spesometro, Modello 770 e CU, Modello Redditi, Dichiarazione Irap, Modello 730.

Queste nuove scadenze valgono solo per gli anni in cui si applicano le disposizioni relative allo Spesometro, la Legge di Bilancio infatti prevede che il 2018 sarà l’ultimo anno di applicazione di questa applicazione in quanto dal 01 gennaio 2019 entrerà in vigore la Fatturazione Elettronica.

Per il secondo semestre del 2017 i dati dovevano essere comunicati entro il mese di febbraio 2018 (la scadenza slitterà al 60° giorno successivo alla pubblicazione del Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate introdotto con il c.d. “Collegato alla Finanziaria 2018”, D.l. 148/2017).

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del gestionale INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software per commercialisti e imprese.

News contabili, fiscali, lavoro GB – Settimana n. 49 anno 2017

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia

Caso pratico: Acquisizione di un nuovo cliente e gestione Cespiti (04/12/2017)

Ho acquisito un nuovo cliente e devo inserire in INTEGRATO GB i cespiti della ditta per gestire gli adempimenti civilistici e fiscali. Quale procedura devo seguire per una gestione ottimale del registro cespiti e per ottenere il corretto riporto dei dati nei dichiarativi?

L’inserimento dei beni acquistati prima dell’esercizio contabile che si va a gestire per la prima volta con il modulo Contabilità GB si effettua dalla gestione “Cespiti”. Vediamo attraverso un esempio pratico come è necessario procedere.

La prima operazione richiesta dal programma è l’impostazione di “Gruppo e Specie” tra quelli indicati dal DM del 31/12/1988…

F24 2018: rilascio applicazione (05/12/2017)

Eseguendo l’update del software, da oggi è disponibile l’applicazione F24 2018 da utilizzare per il versamento dei codici tributo.

Il modello F24 è un modulo fiscale con il quale il contribuente, titolare o non titolare di partita Iva, può effettuare il pagamento di tributi, contributi e premi previsti dal nostro sistema economico.

Il modello F24 è diviso in due sezioni: la prima relativa ai dati anagrafici del contribuente (codice fiscale, domicilio ecc.) e la seconda parte, nella quale devono essere indicati, negli appositi spazi dedicati ad ogni singolo ente (Erario, INPS, Regioni, ICI/IMU, altri enti previdenziali), i relativi codici tributo.

Paghe: Acconto imposta sostitutiva sulla rivalutazione del TFR (06/12/2017)

L’articolo 11, comma 3, del D.lgs. n. 47/2000 (e successive modifiche) stabilisce, con decorrenza 1° gennaio 2001, l’applicazione dell’imposta sostitutiva nella misura del 17% sui redditi derivanti dalla rivalutazione dei fondi per il trattamento di fine rapporto.

L’imposta sostitutiva sulla rivalutazione 2017, relativa ai TFR maturati al 31 dicembre 2016, deve essere versata all’erario dal datore di lavoro sostituto d’imposta, in acconto (nella misura del 90%) a dicembre 2017 e a saldo a febbraio 2018, anche per la parte a carico fondo tesoreria. Quest’ultima quota è recuperata dal datore di lavoro attraverso il flusso Uniemens.

Il software Paghe GB Web elabora il calcolo della rivalutazione delle quote di Tfr accantonate, applicando l’imposta sostitutiva attraverso semplici passaggi.

Saldo IMU e TASI 2017: scadenza al 18 dicembre (07/12/2017)

La scadenza per versare i Saldi Imu e Tasi 2017 è fissata per il 18 dicembre 2017. Il calcolo deve essere predisposto applicando le aliquote deliberate dai comuni per l’anno 2017 e il versamento deve avvenire tramite modello F24.

Il calcolo dei saldi Imu e Tasi 2017 dei fabbricati e dei terreni è disponibile, nella piattaforma GB, all’interno dell’applicazione “Terreni e Fabbricati 2016”. Contestualmente è possibile inviare i relativi codici tributo all’F24 per la creazione delle deleghe di pagamento.

Per eseguire il calcolo del saldo Imu 2017 degli immobili è necessario: accedere ad ogni scheda terreni e fabbricati.

Leggi gli articoli completi sul sito ufficiale del gestionale INTEGRATO GB, software per commercialisti prodotto da GBsoftware S.p.A.

Commercialisti: chiesta riorganizzazione del calendario fiscale

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia

Il presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC) Massimo Miani ha ufficialmente comunicato con una lettera all’amministrazione finanziaria le richieste di modifica del calendario fiscale per i prossimi mesi. In particolare la comunicazione riguarda l’organizzazione delle scadenze fiscali fino a settembre 2017.

Il CNDC chiede modifiche al calendario atte ad evitare ulteriori disagi a studi e contribuenti.

Le motivazioni pratiche

Le motivazioni sono specialmente di natura pratica. Il presidente Miani sottolinea le difficoltà che stanno incontrando commercialisti, dipendenti degli studi e imprese clienti di fronte alla proliferazione di nuovi adempimenti fiscali, per giunta sempre più complessi.

Si è creata una vera e propria situazione di emergenza negli studi perché le nuove comunicazioni (Liquidazioni IVA Periodiche e Dati Fatture Emesse e Ricevute) richiedono nuove procedure di trasmissione telematica e, spesso, nuovi programmi per commercialisti.

Le motivazioni giuridiche

Il disorientamento deriva anche da alcune considerazioni in campo giuridico.

L’articolo 3 dello Statuto dei diritti del contribuente sancisce che le disposizioni tributarie “non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata prima del 60° giorno della data di entrata in vigore”. Ma tale principio non è stato rispettato.

La rideterminazione degli acconti Ires, ad esempio, è stata disposta con decreto entrato in vigore il 24 giugno e i commercialisti hanno dovuto comunque rispettare la scadenza al 30 giugno, con solo 5 giorni lavorativi a disposizione per l’adempimento.

Calendario proposto

Il calendario proposto dai Dottori Commercialisti e dagli Esperti Contabili prevede le seguenti scadenze:

  • 16 settembre 2017: Comunicazione Liquidazioni IVA 2° trimestre 2017
  • 25 settembre 2017: Elenchi Intrastat relativi ad agosto 2017
  • 30 settembre 2017: Dichiarazioni Sostituti d’Imposta
  • 30 settembre 2017: Comunicazioni aggiuntive voluntary disclosure
  • 15 ottobre 2017: Dichiarazioni Redditi e IRAP
  • 31 ottobre 2017: Comunicazioni Dati Fatture Emesse e Ricevute 1° semestre 2017

Oltre a tale riassetto il presidente Miani ha chiesto il pagamento degli acconti 2017 senza maggiorazione (0,40%) fino al 31 luglio 2017.

Redditi in calo per i commercialisti

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha presentato a Roma il rapporto annuale sulla professione, dati che riguardano redditi e iscrizioni di professionisti collocati in tutta Italia.

Redditi in calo

I commercialisti hanno visto i propri redditi diminuire del 14% negli ultimi 10 anni e la metà di loro dichiara meno di 33.000 euro all’anno.  Netta la differenza tra Nord e Sud Italia: il reddito medio nelle regioni al Nord è di 80.000 euro all’anno, al Sud 30.000 euro. In Trentino Alto Adige, ad esempio, il reddito medio del commercialista è 105.000 euro annuali contro i 24.000 dichiarati in Calabria.

Tuttavia in tutte le aree territoriali si è registrato un aumento dei redditi medi: +2,3 % al Nord, +2% al Centro, +1,7% al Sud. Le regioni con incremento maggiore rispetto alla precedente rilevazione sono Basilicata (+8,5%), Calabria (+3,6%) e Piemonte (+3,5%). Umbria (-0,7%) e Sardegna (-2%) sono invece le due regioni in calo.

Tali statistiche sono state elaborate a partire dai dati delle Casse di previdenza dei dottori e dei ragionieri.

Dati sulle iscrizioni

Nel corso del 2016 gli iscritti all’Albo sono aumentati dello 0,5%, dopo il periodo 2013-15 in cui la tendenza era stabile all’1%. Dal punto di vista geografico la crescita è così suddivisa: +0,9% al Nord, +0,3% al Centro, +0,1% al Sud.

Aumenta dello 0,3% il dato delle iscrizioni femminili, in lieve calo gli under 40 (-0,2%) e leggero aumento per gli over 60 (+0,4%).

Aumentano del 36% gli esperti contabili (sezione B dell’Albo) e del 3,1% i praticanti.

Conclusioni

Per concludere possiamo affermare che ormai gli studi sono obbligati ad ottimizzare al massimo le spese, senza fare tagli drastici ma scegliendo personale qualificato e tecnologie di reale supporto all’attività quotidiana (software per commercialisti, installazioni in cloud, server protetti). Scelte vincenti per migliorare l’efficienza e mantenere la clientela sempre soddisfatta.

Software in cloud: l’innovazione negli studi

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

I dati del Global Smp Survey

Il sondaggio annuale dell’Ifac (International federation of accountants) ha rivelato come sempre particolari interessanti su tendenze ed esigenze degli studi commerciali. Esaminando le oltre 5.000 risposte provenienti dai 164 paesi partecipanti, è ormai evidente l’attenzione dei commercialisti verso l’innovazione tecnologica, intesa prevalentemente come aggiornamento hardware e software e passaggio a supporti in cloud.

L’impatto dell’innovazione

Secondo la ricerca nei professionisti è cresciuta in modo considerevole la percezione dell’impatto notevole che le nuove tecnologie apporteranno al mondo contabile fiscale nei prossimi anni.

Ecco perché rinnovare i propri strumenti e impostare nuovi metodi di lavoro sta diventando una priorità per ampliare la clientela ed essere al passo con i continui mutamenti normativi.

Dettaglio delle risposte

Nel sondaggio è stato chiesto agli studi di esprimere quali “sfide tecnologiche” stanno affrontando. Le risposte hanno dato questi risultati:

  • 38%: investimenti nell’ambito software
  • 37%: passaggio degli archivi dal cartaceo al digitale
  • 36%: individuazione della migliore tecnologia
  • 36%: riduzioni dei rischi sulla sicurezza e privacy
  • 31%: investimenti nell’ambito hardware
  • 31%: analisi dei dati
  • 27%: passaggio in cloud

GBsoftware: l’evoluzione semplice dello studio

GBsoftware S.p.A. è una software house sul mercato da oltre 10 anni nata dall’esperienza quarantennale di uno studio commerciale. Produce, commercializza e assiste software gestionali contabili e fiscali per gli studi, senza utilizzare alcun intermediario (es. rappresentanti, agenti di zona ecc.) ma rapportandosi al cliente online e telefonicamente. Più di 3.000 professionisti in tutta Italia hanno scelto le soluzioni GB.

INTEGRATO GB è il software per commercialisti, tributaristi e consulenti del lavoro di GBsoftware. È una piattaforma completa (disponibile anche in cloud) comprensiva di applicazioni, contenuti formativi, servizi di assistenza e aggiornamenti. Il software può essere valutato senza impegno per 15 giorni nella stessa versione definitiva utilizzata dai clienti.

Cloud e smart data: gli studi diventano digitali

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Il recente articolo “Studi professionali più digital con cloud e uso smart dei dati” di Maria Chiara Furlò (pubblicato su Italia Oggi del 18/04/17) si concentra sulla ricerca “Professionisti X.0… a ciascuno il suo” dell’Osservatorio Professionisti e innovazione digitale del Politecnico di Milano.

Commercialisti e consulenti del lavoro verso il digitale

Siti web, gestione elettronica documentale, conservazione digitale, portali di condivisione con il cliente, fatturazione elettronica: rispetto allo scorso anno i numeri parlano di un aumento del 2,5% degli investimenti che gli studi professionali (commercialisti, consulenti del lavoro, avvocati…) hanno fatto per “digitalizzare” il proprio lavoro.

I ricercatori precisano come non si possa fare un discorso generico applicabile a tutte le realtà per tutte le differenze tra categorie professionali o tra singoli studi anche dello stesso settore. Tuttavia lo sforzo registrato può essere considerato importante e l’interesse costante.

Soddisfazione e benefici ottenuti

Circa la metà (51%) degli studi che hanno adottato soluzioni digitali ritengono significativi i benefici ottenuti in termini di produttività ed ottimizzazione dei servizi ai clienti.

Le tecnologie preferite dai professionisti sono l’utilizzo intelligente dei dati che transitano nello studio e il cloud. Gli “smart data” permettono servizi mirati alle esigenze del cliente specifico e il cloud una gestione alternativa e fluida degli archivi.

Nuove soluzioni e apprezzamento del cliente

Il 24% degli studi utilizza i dati per migliorare la gestione del cliente. Ad esempio: il commercialista disponendo dei bilanci può fornire una consulenza ottimale, il consulente del lavoro grazie ai cedolini può dare un monitoraggio completo della situazione dei dipendenti.

Il 64% degli studi utilizza il cloud, tecnologia scelta per ottenere maggiore sicurezza e privacy dei dati, diminuire i rischi di gestione, ridurre i costi, aumentare la velocità di elaborazione, risparmiare tempo da investire in altre attività.

Il 60% dei clienti si è già dichiarato soddisfatto i nuovi servizi ricevuti.

GBsoftware e le nuove tecnologie

Software commercialisti, tributaristi, consulenti del lavoro: GBsoftware S.p.A. produce, assiste e commercializza gestionali per studi partendo dall’esperienza quarantennale di uno studio commerciale. Il software INTEGRATO GB comprende Contabilità, Bilancio Europeo, Fiscale, Antiriciclaggio e Paghe che interagiscono in tempo reale in un’unica piattaforma.

La vera integrazione di INTEGRATO GB è una soluzione moderna per il professionista e prevede per l’appunto anche l’utilizzo in cloud: massima portabilità dei dati a casa, in viaggio, dal cliente e dati sicuri nei server di backup. Il tempo risparmiato con l’integrazione GB sarà a tua disposizione per la formazione personale e la consulenza al cliente.

Troppo stress? Fai lavorare il programma al posto tuo

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Tecnologia

A ridosso di una scadenza il commercialista è continuamente sotto stress: documenti mancanti, clienti da ricontattare, cambiamenti nelle date comunicate dal Ministero… è proprio in questi momenti che il professionista si trova in difficoltà a gestire tante situazioni in contemporanea. Quando la fatica prende il sopravvento il rischio è quello di perdere progressivamente l’amore per la professione.

Allora perché non scegliere un software per commercialisti sviluppato appositamente per limitare al minimo le azioni manuali?

Evoluzione semplice per il tuo studio

INTEGRATO GB è un software gestionale per commercialisti con una reale integrazione contabile/fiscale. A differenza dei programmi concorrenti composti di moduli scollegati tra loro o collegati con importazioni ed esportazioni manuali, in INTEGRATO GB tutte le applicazioni condividono gli stessi dati inseriti una sola volta. Questo per il cliente significa lavoro veloce e in gran parte automatico: l’evoluzione semplice dello studio.

15 vantaggi di INTEGRATO GB

  1. Dati che appena inseriti in contabilità passano agli altri moduli contabili, al Bilancio CEE, ai quadri dei dichiarativi, alle paghe
  2. Operatività per singola ditta
  3. Tutte le applicazioni si aprono nella stessa finestra
  4. Installazione su tutti i computer dell’ufficio
  5. Assistenza scritta/telefonica in tempi brevi (7 assistenze su 10 sono evase in meno di un’ora)
  6. Operatività su modelli ministeriali
  7. Aggiornamenti giornalieri già caricati nel programma
  8. Versione CLOUD, connessione remota per lavoro fuori ufficio e in viaggio
  9. Tutorial, dirette streaming, e-book per stare al passo con le novità
  10. Consulente commerciale personale ed esperti-analisti per le assistenze
  11. Database SQL: stabilità e velocità
  12. Console telematica: controllo, autentica e invio dei file telematici all’Agenzia delle Entrate, scarico e apertura delle ricevute. Senza usare Entratel.
  13. Agevolazioni economiche per le start up
  14. Prova gratuita (7 studi su 10 che provano INTEGRATO GB lo acquistano)
  15. Trasferimento archivi da altri gestionali precedentemente utilizzati

Servizi esclusivi

Utilizzando questo programma si accede ad una serie di servizi cuciti su misura addosso al cliente. Il rapporto fornitore-clientela è costante e personale. Il team di analisti, programmatori e commerciali:

  • apporta aggiornamenti tecnici alla piattaforma
  • invia news su novità normative, adempimenti, scadenze e come operare a riguardo
  • rilascia materiale video per aggiornarsi
  • collabora alle pubblicazioni di Italia Oggi e FISCOeTASSE
  • trasmette dirette streaming illustrative delle applicazioni con chat interattiva per domande e risposte

Provalo e in pochi minuti vedrai come INTEGRATO GB può cambiare in meglio le tue prestazioni.