Posts Tagged ‘Simona Giorgetti’

Poste Italiane: 150 anni dedicati al futuro, un momento di festa per tutto il Gruppo

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Aziende, Comunicati Stampa

“È stato il nostro compleanno più bello”. Lo dichiara con orgoglio Simona Giorgetti, Direttore della Comunicazione Esterna di Poste Italiane, ricordando la Mostra “150 anni dedicati al futuro”, inaugurata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme al Presidente di Poste Italiane Giovanni Ialongo e all’AD Massimo Sarmi. “Un momento di festa per tutto il Gruppo, ma soprattutto la possibilità di condividere con cittadini, aziende e istituzioni una tappa importante della storia del nostro Paese”.

Responsabile di un team di 70 persone suddiviso in Media Relations, Eventi e Relazioni Esterne, Pubblicità, Simona Giorgetti ricorda i principali successi ottenuti negli ultimi anni da Poste Italiane. Tra questi la presenza costante tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, il primato di clienti serviti (oltre 32 milioni di clienti), la vasta gamma di servizi offerti, l’impegno nella riduzione delle emissioni di gas serra.

Lo sviluppo dei servizi finanziari promosso in questi anni da Poste Italiane, inoltre, ha avuto un ruolo di primo piano anche nel processo di graduale integrazione della popolazione straniera di recente immigrazione. A loro sono dedicati 13 mila sportelli postali abilitati alle operazioni di trasferimento di denaro verso l’estero, un servizio allestito in partnership con l’operatore MoneyGram.

Prima di ricoprire l’incarico attuale Simona Giorgetti è stata Head of Communication per Indesit, Capo Ufficio Stampa per Merloni, Responsabile Ufficio Stampa per Arnoldo Mondadori Editore, Responsabile Relazioni Esterne per la Fondazione Liberal Roma.

FONTE: Poste Italiane

Poste 150 anni: Una tappa importante della storia del nostro Paese

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Economia

Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane: “Siamo da sei anni tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, siamo l’infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare del Paese, serviamo oltre 32 milioni di clienti, forniamo oltre ai servizi postali prodotti integrati di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile su tutto il territorio nazionale a cittadini, imprese e pubblica amministrazione”.

“È stato il nostro compleanno più bello”. Lo dichiara con orgoglio Simona Giorgetti, Direttore della Comunicazione Esterna di Poste Italiane, ricordando la Mostra “150 anni dedicati al futuro”, inaugurata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme al Presidente di Poste Italiane Giovanni Ialongo e all’AD Massimo Sarmi. “Un momento di festa per tutto il Gruppo – sottolinea Giorgetti – ma soprattutto la possibilità di condividere con cittadini, aziende e istituzioni una tappa importante della storia del nostro Paese”.

Responsabile di un team di 70 persone suddiviso in Media Relations, Eventi e Relazioni Esterne, Pubblicità (comunicazione istituzionale; comunicazione finanziaria; comunicazione di brand e di prodotto; crisis management), Simona Giorgetti parla del proprio lavoro snocciolando dati a dir poco lusinghieri. “Dire con chiarezza e trasparenza quello che facciamo e i risultati che produciamo. Siamo da sei anni tra le World’s Most Admired Companies di Fortune, siamo l’infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare del Paese, serviamo oltre 32 milioni di clienti, forniamo oltre ai servizi postali prodotti integrati di comunicazione, logistici, finanziari, assicurativi e di telefonia mobile su tutto il territorio nazionale a cittadini, imprese e pubblica amministrazione. Senza dimenticare l’impegno di Poste Italiane nella riduzione delle emissioni di gas serra e nell’abbattimento dell’inquinamento ambientale o, in campo finanziario, il successo dei servizi BancoPosta. Tra questi, per citarne una, la carta prepagata Postepay, che a oggi è stata scelta da oltre 9 milioni di persone”.

Lo sviluppo dei servizi finanziari promosso in questi anni da Poste Italiane, inoltre, ha avuto un ruolo di primo piano anche nel processo di graduale integrazione della popolazione straniera di recente immigrazione. A loro sono dedicati 13 mila sportelli postali abilitati alle operazioni di trasferimento di denaro verso l’estero, un servizio allestito in partnership con l’operatore MoneyGram.

In passato Head of Communication per Indesit, Capo Ufficio Stampa per Merloni, Responsabile Ufficio Stampa per Arnoldo Mondadori Editore, Responsabile Relazioni Esterne per la Fondazione Liberal Roma, Simona Giorgetti ha sempre portato con sé una professionalità tutta femminile, che oggi le fa dire con orgoglio che Poste è un’azienda in rosa, con il 53% dei suoi dipendenti donna. “Le persone – conclude – sono il vero motore dell’azienda. Da 150 anni”.

FONTE: Poste Italiane

Poste Italiane: Simona Giorgetti, Bancoposta Più servizi e meno spese

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Economia

Più servizi e meno spese: così BancoPosta Più premia i clienti che scelgono BancoPosta come partner finanziario. Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane: “I clienti già titolari di un Conto BancoPosta possono richiedere il passaggio a Conto BancoPosta Più con la massima semplicità, mantenendo lo stesso numero di conto e i servizi accessori già attivati”. Due anni fa la celebre campagna tv diretta da Paolo Virzì.

Massimo Sarmi, Amministratore Delegato Poste Italiane; Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane

I titolari di conto BancoPosta più possono fruire di un esclusivo vantaggio: tasso di interesse annuo creditore lordo dell’1% (se al 31/12 di ogni anno risulteranno sul conto l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle bollette e l’attivazione della carta BancoPosta Più) e una gestione del proprio conto conveniente, flessibile e sicura.

In particolare la Carta BancoPosta Più prevede rimborso canone annuo (se la carta regola su Conto BancoPosta Più e la spesa è di almeno 4.800 euro l’anno); fido personalizzato (in base alla valutazione dell’Emittente); doppia modalità di pagamento; SMS informativi gratuiti (su richiesta e senza alcun costo a carico dell’utente, per ricevere sul cellulare utili messaggi per controllare e pianificare le spese); pacchetto assicurativo gratuito (contro le frodi e gli imprevisti dopo i prelievi e gli acquisti con Carta); Estratto conto chiaro e dettagliato; Area Clienti Carta BancoPosta Più (per accedere a tutti i servizi on line dedicati ai titolari della carta).

Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane: “I clienti già titolari di un Conto BancoPosta possono richiedere il passaggio a Conto BancoPosta Più con la massima semplicità, mantenendo lo stesso numero di conto e i servizi accessori già attivati. L’offerta BancoPosta Più non è solo conveniente e semplice da sottoscrivere, ma soprattutto innovativa, grazie alla carta di credito BancoPosta Più, unica sul mercato per le caratteristiche di flessibilità e sicurezza”.

Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane; Paolo Virzì, regista spot Conto BancopostaPiù

Proprio la flessibilità e sicurezza del conto BancoPosta Più, oltre che la sua semplicità e convenienza, sono state al centro della campagna di lancio TV diretta da Paolo Virzì, protagonista Massimo Ghini nei panni di un Robin Hood alle prese con le novità del Conto BancoPosta Più. Casting composto dai componenti della Compagnia “Teatro d’Impresa” di Poste Italiane. Produzione di Mercurio Cinematografica. Firma Ogilvy. E location il microcosmo gli uffici postali. “Un format cinematografico rassicurante e piacevole – ricorda Simona Giorgetti – per esprimere la qualità e i valori dei prodotti e servizi di Poste Italiane coniugando tradizione e innovazione. Una scelta di comunicazione che, a guardare i numeri che ne sono seguiti, si è dimostrata molto efficace e ha permesso di evidenziare i valori di semplicità e affidabilità, che sono poi anche i tratti distintivi di Poste Italiane”

Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane

FONTE: Poste Italiane

Simona Giorgetti: Poste Italiane, “Celebriamo un traguardo storico. 150 anni dedicati al futuro”

Scritto da PosteItaliane il . Pubblicato in Economia

Nella cornice storica del Circo Massimo di Roma, dal 9 al 20 maggio uno scenario avveniristico e le più moderne tecnologie per raccontare il passato, il presente e la visione del futuro dell’azienda. Simona Giorgetti, Direttore Comunicazione Esterna Poste Italiane: “Celebriamo un traguardo storico. 150 anni dedicati al futuro per condividere con i cittadini e le istituzioni il percorso che Poste Italiane ha compiuto in un secolo e mezzo di storia, accompagnando la crescita dell’intera società italiana con spirito di servizio e idee innovative”.

La mostra è stata ospitata nella cornice storica del Circo Massimo di Roma dal 9 al 20 maggio, e per tutta la sua durata è stata un invito a compiere un viaggio nel tempo grazie a foto, oggetti, filmati di ieri e di oggi che hanno sfilato assieme a immagini del futuro fatte di segni, luci e suggestioni.

Per questo evento, in cui hanno dialogato il passato, il presente e la visione del futuro di Poste Italiane, l’azienda ha realizzato una tensostruttura di nuova generazione composta da due cupole collegate tra loro. Le cupole, costruite con uno speciale PVC, hanno permesso di realizzare gli effetti luminosi garantendo l’oscuramento dell’interno anche in pieno giorno. La prima (24 metri di diametro; 365 mq di superficie) ha ospitato la parte dedicata al passato e al presente di Poste Italiane. Al suo interno, attraverso le più moderne tecnologie, è stato illustrato il percorso che ha portato l’azienda a diventare quello che è oggi e l’ampia offerta di innovazioni. Un tunnel ha collegato poi alla seconda cupola (14 metri di diametro; 120 mq di superficie), dedicata al futuro nella quale sono stati descritti gli scenari futuribili della comunicazione e della vita di ogni giorno, attraverso immagini e animazioni suggestive con cui il visitatore ha potuto interagire.

Passato: La parte dedicata alla storia si è sviluppata lungo l’anello esterno della cupola in un percorso interattivo, in cui sei monitor touch screen si sono alternati a oggetti storici, concessi in prestito dal Museo Storico della Comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico, per ripercorrere e rivivere attraverso la narrazione del giornalista Corrado Augias le tappe salienti delle Poste in Italia, organizzate in cinque racconti tematici (le Poste nella storia d’Italia, la cassaforte degli italiani, evoluzione degli strumenti di comunicazione e della società, gli anni 2000). Il secondo anello, che ha delimitato il percorso espositivo, è stato caratterizzato dai “totem”, grandi strutture semitrasparenti sulle quali videoproiezioni e grafica hanno arricchito l’esperienza narrativa.

Presente: Al centro della cupola principale spiccava poi un’installazione multimediale con quattro grandi superfici interattive composte da enormi schermi touchless (HD da 80 pollici) con il quale il visitatore ha potuto interagire per scoprire la realtà contemporanea di Poste Italiane, esplorando da vicino il suo contributo all’innovazione e alla semplificazione della vita del cittadino.

Futuro: Nella seconda cupola i contenuti, tutti digitali e affidati a proiezioni immersive a 360° sulla volta della cupola, hanno suggerito intuitivamente come sarà la comunicazione di domani, con animazioni attivabili direttamente dal visitatore sfiorando una delle facce del cubo del futuro al centro della cupola. Da scegliere lo scenario futuribile in cui immergersi grazie a immagini spettacolari e animazioni create in computer grafica, a evocare la vita quotidiana in un domani in cui la comunicazione diventerà sempre più istantanea e globale.

Immagini e filmati: Le immagini e i filmati presenti alla Mostra sono stati messi a disposizione dall’Archivio storico di Poste Italiane. Alcuni documenti iconografici e documentaristici sono stati gentilmente concessi dall’Istituto Luce. Poste Italiane ringrazia inoltre il Museo Storico della Comunicazione per la collaborazione e la concessione di testimonianze e tecnologie d’epoca.

FONTE: Poste Italiane