Posts Tagged ‘roberto vecchioni’

Roberto Vecchioni: Il cantautore milanese ci parla della sua spiritualità

Scritto da Rete Cattolica il . Pubblicato in Celebrità, Musica, Religione

È un Roberto Vecchioni nuovo in un disco di inediti quello che si mostra in Io non appartengo più, uscito per la

Universal, a distanza di sei anni dall’ultimo Di rabbia e di stelle. E la copertina del cd lo ritrae su un ring deserto, seduto su una poltrona, gli occhi puntati al cielo.

Ed è un cantautore intimo quello che si mette a nudo nell’intervista a “ Credere” e svela la sua spiritualità, tiepida negli anni giovanili ma riscoperta nella maturità: «C’è chi ha la fortuna, o anche la sventura, di credere, perché la fede non è sempre una fortuna, ma certo è una consolazione. Chi non ce l’ha questa fortuna o sventura, non per questo, nella sua miscredenza, nel suo modo di essere indifferente di fronte all’eterno, ha meno debiti rispetto alla vita: ne ha altrettanti, anzi, forse ne ha ancora di più. D’altra parte, se io sono un credente, non per questo devo considerare di meno quelli che non lo sono e, anzi, vivono magari una vita da perfetti gentiluomini. E Dio questo lo sa».

«I miei genitori volevano fortemente che ricevessi un’educazione cattolica – racconta –. Ho frequentato l’Università Cattolica, ma sono stato anche un pasionario in università, ho fatto il ’68 combattendo dalla parte degli studenti, con gli insegnanti per gli studenti. Non ero un gran credente. La fede è venuta col tempo e con la vita, rimuginando e pensando, soprattutto davanti alle difficoltà dell’esistenza. I dolori sono stati tanti, tantissimi: mi hanno fatto nascere l’idea che ci dovesse essere una ragione per la sofferenza, non potevano essere casuali. Erano qualcosa di simile a una prova. In questo sono un po’ manzoniano (ride). Pensare di essere indipendenti per trenta, quarant’anni della propria vita e accorgersi poi che basta un niente per portarti alla fine, e allora dire: “No, no, no. Allora io da solo non basto”. Sì, io a Dio ci credo».

È un Roberto Vecchioni nuovo in un disco di inediti quello che si mostra in Io non appartengo più, uscito per la

Universal, a distanza di sei anni dall’ultimo Di rabbia e di stelle. E la copertina del cd lo ritrae su un ring deserto, seduto su una poltrona, gli occhi puntati al cielo.

Ed è un cantautore intimo quello che si mette a nudo nell’intervista a “Credere” e svela la sua spiritualità, tiepida negli anni giovanili ma riscoperta nella maturità: «C’è chi ha la fortuna, o anche la sventura, di credere, perché la fede non è sempre una fortuna, ma certo è una consolazione. Chi non ce l’ha questa fortuna o sventura, non per questo, nella sua miscredenza, nel suo modo di essere indifferente di fronte all’eterno, ha meno debiti rispetto alla vita: ne ha altrettanti, anzi, forse ne ha ancora di più. D’altra parte, se io sono un credente, non per questo devo considerare di meno quelli che non lo sono e, anzi, vivono magari una vita da perfetti gentiluomini. E Dio questo lo sa».

«I miei genitori volevano fortemente che ricevessi un’educazione cattolica – racconta –. Ho frequentato l’Università Cattolica, ma sono stato anche un pasionario in università, ho fatto il ’68 combattendo dalla parte degli studenti, con gli insegnanti per gli studenti. Non ero un gran credente. La fede è venuta col tempo e con la vita, rimuginando e pensando, soprattutto davanti alle difficoltà dell’esistenza. I dolori sono stati tanti, tantissimi: mi hanno fatto nascere l’idea che ci dovesse essere una ragione per la sofferenza, non potevano essere casuali. Erano qualcosa di simile a una prova. In questo sono un po’ manzoniano (ride). Pensare di essere indipendenti per trenta, quarant’anni della propria vita e accorgersi poi che basta un niente per portarti alla fine, e allora dire: “No, no, no. Allora io da solo non basto”. Sì, io a Dio ci credo».

—————-

Rete Cattolica – Ufficio Stampa
Art Director – Antonio Cospito
Sito Web: http://www.cattolici.eu

IL NOTO AGENTE IMMOBILIARE FRANCESCO ALBERGO IN COMPAGNIA DI ROBERTO VECCHIONI, ANDREA PINKETTS, GIGLIOLA CINQUETTI, WILMA DE ANGELIS E MOLTI ALTRI VIP ALLA “MILANO ART GALLERY”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura, Libri

Giovedì 27 Giugno 2013, il noto agente immobiliare Francesco Albergo, ha festeggiato, in compagnia di molte personalità di spicco del mondo della cultura e dello spettacolo, il lancio del nuovo libro del docente universitario Luciano Maria Teodori, dal titolo “L’impossibilità di essere paranormale“. Il prestigioso evento, organizzato dal manager Salvo Nugnes, si è tenuto presso la storica “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11 a Milano e ha visto la partecipazione straordinaria di numerosi ospiti d’eccezione: il cantautore Roberto Vecchioni, Franco Iseppi (Dirigente Rai e presidente del Touring Club Italiano), Fulvio Palmieri (giornalista e scrittore), il Soprintendente Alberto Artioli, Wilma De Angelis, Enrico Beruschi, Andrea Pinketts, Gigliola Cinguetti, nonché altre importanti personalità istituzionali e politiche.

Grande affluenza di pubblico per il vernissage della personale di Alessandra Turolli alla Milano Art Gallery con straordinari ospiti

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Numerosissimi i presenti alla “Milano Art Gallery” storica galleria in via Alessi a Milano, in occasione del vernissage della personale di Alessandra Turolli “Panta Rei” organizzata da Salvo Nugnes, Direttore di Promoter Arte e curata dalla Dott.ssa Elena Gollini.

Ad inaugurare la mostra, Giovedì 27 Giugno, un ricco carnet di ospiti vip, personalità di spicco del mondo della cultura e dello spettacolo: il cantautore Roberto Vecchioni, Gigliola Cinquetti, il Soprintendente Alberto Artioli, Andrea Pinketts (Mistero), Wilma De Angelis, l’attore Enrico Beruschi, il Dirigente Rai e presidente del Touring Club Italiano Franco Iseppi, il giornalista Fulvio Palmieri e lo scrittore Luciano Maria Teodori. Quest’ultimo, a far da suggestiva cornice, ha presentato anche il suo ultimo libro intitolato “L’impossibilità di essere paranormale”.

L’esposizione di Alessandra Turolli, stabile alla Milano Art Gallery fino al 15 Luglio, offre una vasta produzione di opere, che delineano l’interessante percorso di ricerca stilistica sperimentale dell’artista, in continua evoluzione. “Panta Rei, io sono convita che tutto sia in movimento, tutto è mutabile e niente ha fine” afferma la Turolli e continua “Credo profondamente che facciamo parte di un tutto che chiamiamo Universo”.

Bruno Bassetto, chirurgo estetico della Salus Marostica, alla Milano Art Gallery ospite del manager Salvo Nugnes con Roberto Vecchioni, Gigliola Cinquetti, Wilma De Angelis, Andrea Pinketts e molti altri

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Libri

Il noto medico dott. Bruno Bassetto, Specialista in chirurgia Estetica e Plastica, Direttore responsabile della Clinica di chirurgia Estetica “Marostica Salus” con sede a Marostica (VI) è stato tra gli ospiti del manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte, nell’esclusivo contesto della “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11 a Milano, in occasione della presentazione del nuovo libro del professor Luciano Maria Teodori “L’impossibilità di essere paranormale” (Datanews) che si è svolta Giovedì 27 Giugno 2013, alle ore 18.00. All’evento è prevista la partecipazione straordinaria del cantautore Roberto Vecchioni, di Franco Iseppi Dirigente Rai e presidente del Touring Club italiano, del giornalista scrittore Fulvio Palmieri e tanti altri.

A fare da suggestiva cornice artistica la mostra “Panta Rei” della poliedrica Alessandra Turolli, talentuosa artista di spicco del panorama contemporaneo, che sarà allestita dal 27 Giugno al 15 Luglio 2013. L’esposizione offre una vasta produzione di opere, che delineano l’interessante percorso di ricerca stilistica sperimentale della Turolli, in continua evoluzione.

Alla serata culturale mondana ad ingresso libero al pubblico sono stati presenti importanti personalità, vip come Alberto Artioli, Wilma De Angelis, Enrico Beruschi, Andrea Pinketts e Gigliola Cinguetti, e vari esponenti istituzionali. L’iniziativa rientra nel ricco ed eterogeneo calendario del Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” ideato e organizzato da Salvo Nugnes per rendere la cultura accessibile a tutti, con incontri che coinvolgono personaggi del calibro di Margherita Hack, Bruno Vespa, Paolo Limiti, Claudio Brachino, Silvana Giacobini, Vittorio Sgarbi, Francesco Alberoni.

Agenzia Promoter: grande attesa a “Cultura Milano.it” alla “Milano Art Gallery” per il professor Luciano Maria Teodori

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Libri

C’è grande attesa a “Cultura Milano.it” organizzato dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e agente di noti personaggi, che presso la prestigiosa “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11 a Milano, ospita Luciano Teodori con la presentazione del libro “L’impossibilità di essere paranormale” in data giovedì 27 giugno 2013 alle ore 18.00. “Cultura Milano.it” è il Festival Artistico Letterario al motto propulsore di “Rendere la cultura accessibile a tutti” con incontri ad ingresso libero, che coinvolgono illustri esponenti tra cui Paolo Limiti, Margherita Hack, Vittorio Sgarbi, Francesco Alberoni, Bruno Vespa, Silvana Giacobini, Corrado Augias, Umberto Veronesi.

Durante l’evento è prevista la presenza eccezionale del cantautore Roberto Vecchioni, di Franco Iseppi, Dirigente Rai e presidente del Touring Club italiano e di Fulvio Palmieri, giornalista e scrittore. L’incontro si terrà nel contesto artistico della mostra della rinomata artista Alessandra Turolli, che sarà in esposizione dal 27 Giugno al 15 Luglio 2013.

Teodori descrive la vita di Max-Max, un Ulisse della società contemporanea. Seduttore impenitente, gioca con le parole e con le donne. È brillante, anticonformista, auto-celebrativo, ma anche romantico, elegante e sognatore. Troppo moderno per un’Italia arretrata, troppo antico per l’Italia attuale, perennemente fuori tempo e alla ricerca dell’unica donna che abbia mai veramente amato, la madre. Il lavoro di giornalista, il mondo degli effetti, le illusioni e disillusioni fino alla decisione finale del “Mi butto in politica” per riempire un vuoto nel paese e un vuoto dentro di sé.

La narrazione delle avventure di Max-Max nasconde la storia italiana, gli antichi valori, le speranze ancora verdi, le recenti degenerazioni. L’ignoranza, la volgarità, la supponenza, l’indecisione, le scelte politiche fatte “non per convenienza, ma per rassegnazione” fino al riscatto finale. Un’opera brillante, ironica, con un fondo di malinconia, che parla dell’Italia tra il berlusconismo, Beppe Grillo, l’ossessione sessuale, l’anarchia dei sentimenti, la fuga dalle responsabilità.

Agenzia Promoter: “Cultura Milano.it” ospita Luciano Maria Teodori alla “Milano Art Gallery” che presenta il suo nuovo libro

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura

Il professor Luciano Teodori sarà ospite al festival artistico letterario “Cultura Milano.it” che si svolge nello storico contesto della “Milano Art Gallery Spazio Culturale” in via Alessi 11 a Milano, per presentare il suo libro di recente pubblicazione dal titolo “L’impossibilità di essere paranormale” (Datanews). L’evento a ingresso libero si terrà giovedì 27 giugno 2013 alle ore 18.00. “Cultura Milano.it” ideato e organizzato dal manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte, si propone di rendere la cultura accessibile a tutti e annovera presenze altisonanti come Francesco Alberoni, Bruno Vespa, Margherita Hack, Paolo Limiti, Vittorio Sgarbi, Corrado Augias. Inoltre l’evento si terrà nel contesto artistico della mostra della rinomata artista Alessandra Turolli, che sarà in esposizione dal 27 Giugno al 15 Luglio.

Teodori insegna storia e geopolitica alla sapienza di Roma ed è autore di rinomati programmi giornalistici, da quelli culturali agli speciali del tg1, da tam-tam alle grandi inchieste sulle socialdemocrazie del nord Europa e ai viaggi nella Russia post-sovietica. Vive tra Roma e Boston ed è sposato con la famosa cantante Gigliola Cinquetti.

All’evento è annunciata la partecipazione straordinaria del cantautore Roberto Vecchioni, del Dirigente Rai e presidente del Touring Club italiano Franco Iseppi e del giornalista scrittore Fulvio Palmieri.

Teodori parla del seducente quanto brillante e anticonformista Max-Max considerato un Ulisse moderno. Dietro le vicende esistenziali del protagonista si nasconde lo specchio del nostro paese con tutti i suoi difetti e con tutte le sue problematiche politiche, sociali, economiche. Leggendo le sue avventure tra donne, paure, sogni, emozioni, antichi valori e speranze emerge il malessere profondo, che da tanti anni domina il nostro paese, in cui anche il mestiere di giornalista è in forte crisi. Questo mondo, complicato quanto affascinante ci viene descritto dall’autore attraverso Max-Max che inizia a collaborare con un importante giornale napoletano proprio in seguito ad una raccomandazione del suo insegnante di filosofia. È un libro da leggere tutto d’un fiato.