Posts Tagged ‘promoter arte’

Biennale Milano “International Art Meeting”: Promoter Arte presenta lo straordinario progetto

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

La nota società Promoter Arte, che si occupa di grandi iniziative artistiche come la Biennale di Venezia e le mostre del Festival di Spoleto, collaborando con grandi critici del calibro di Vittorio Sgarbi, Gillo Dorfles e Philippe Daverio, sta preparando un evento davvero imperdibile, la “Biennale Milano – International Art Meeting” che si svolgerà in una struttura appositamente predisposta per accogliere numerosi artisti di varia provenienza e formazione e darà un’ottima opportunità di visibilità e ritorno commerciale. Si prevedono presenze nazionali e internazionali, con esposizioni ricche e corpose di pittura, scultura, ma anche fotografia, video arte e innovativi stili d’espressione artistica. I partecipanti verranno coinvolti in performance estemporanee, corsi, conferenze a dibattito e situazioni di incontro, confronto e scambio. Ci saranno numerosi interventi di critici, curatori e studiosi di grande fama, per dare una voce autorevole in materia e relazionarsi con i visitatori.

Tutta l’iniziativa è organizzata e improntata all’insegna della divulgazione di un messaggio di arte universale, intesa come linguaggio di comprensione universale e matrice cosmopolita a disposizione dell’intera comunità. Il patrimonio artistico costituisce una risorsa di valore inestimabile, da tutelare e salvaguardare sempre e comunque e da cui attingere importanti spunti, nonostante il periodo di forte crisi sociale ed economica, che mette a dura prova un bene collettivo e spesso tende a svilirlo e a trascurarlo. E proprio in tale direzione si proietta l’impavida scommessa di Promoter Arte, che con la prima edizione della “Biennale Milano” si propone di incastonare un prezioso tassello in nome di questo primario obiettivo da perseguire e incentivare a largo raggio.

Promoter Arte: Salvo Nugnes sorprende con International Art Meeting, la prima edizione della Biennale di Milano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

La nota società Promoter Arte, che si occupa di grandi iniziative artistiche come la Biennale di Venezia e le mostre del Festival di Spoleto, collaborando con grandi critici del calibro di Vittorio Sgarbi, Gillo Dorfles e Philippe Daverio, sta preparando un evento davvero imperdibile, la “Biennale Milano – International Art Meeting” che si svolgerà in una struttura appositamente predisposta per accogliere numerosi artisti di varia provenienza e formazione e darà un’ottima opportunità di visibilità e ritorno commerciale. Si prevedono presenze nazionali e internazionali, con esposizioni ricche e corpose di pittura, scultura, ma anche fotografia, video arte e innovativi stili d’espressione artistica. I partecipanti verranno coinvolti in performance estemporanee, corsi, conferenze a dibattito e situazioni di incontro, confronto e scambio. Ci saranno numerosi interventi di critici, curatori e studiosi di grande fama, per dare una voce autorevole in materia e relazionarsi con i visitatori.

Tutta l’iniziativa è organizzata e improntata all’insegna della divulgazione di un messaggio di arte universale, intesa come linguaggio di comprensione universale e matrice cosmopolita a disposizione dell’intera comunità. Il patrimonio artistico costituisce una risorsa di valore inestimabile, da tutelare e salvaguardare sempre e comunque e da cui attingere importanti spunti, nonostante il periodo di forte crisi sociale ed economica, che mette a dura prova un bene collettivo e spesso tende a svilirlo e a trascurarlo. E proprio in tale direzione si proietta l’impavida scommessa di Promoter Arte, che con la prima edizione della “Biennale Milano” si propone di incastonare un prezioso tassello in nome di questo primario obiettivo da perseguire e incentivare a largo raggio.

GRANDI ASPETTATIVE PER LA “BIENNALE MILANO” IDEATA DA PROMOTER ARTE Prevista la partecipazione di straordinari artisti, critici e studiosi d’arte

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si preannuncia un’iniziativa di altissimo livello artistico culturale la prima edizione della “Biennale Milano – International Art Meeting” organizzata dalla rinomata società Promoter Arte, specializzata in mostre, editoria e comunicazione. Promoter Arte si occupata di prestigiose iniziative in ambito nazionale, tra cui la Biennale d’Arte di Venezia e le mostre del Festival di Spoleto, collaborando con grandi critici del calibro di Vittorio Sgarbi, Gillo Dorfles, Philippe Daverio, Luca Beatrice e molti altri.

La “Biennale Milano” sarà un nuovo polo nel mondo dell’arte, concepito in modo innovativo per valorizzare al meglio ogni forma d’espressione artistica e offrire tante proposte eterogenee. In cui i partecipanti potranno soddisfare le loro peculiari esigenze e preferenze. Pittura, scultura, fotografia e video arte verranno accolte in una esposizione collettiva in cui ogni artista avrà un proprio spazio per mostrare le sue performance.

L’ambiente dinamico e stimolante potrà coinvolgere un target ampio di pubblico, dagli esperti di settore, i critici e i collezionisti ai semplici appassionati estimatori, favorendo un interessante scambio di confronto con un vivace dibattito e un dialogo aperto. Non mancheranno poi le presenze illustri di esponenti istituzionali e di autorevoli nomi e personalità di spicco, che daranno il loro concreto contributo in supporto degli eventi, che si svolgeranno nel contesto.

Senza dubbio la “Biennale Milano” sarà un importante fulcro di riferimento per celebrare la passione e il culto per l’arte tracciando un significativo percorso anche in previsione dell’Expo 2015.

MILANO ART GALLERY: INTERVISTA ALLA PITTRICE SVETLANA NIKOLIC IN OCCASIONE DI ARTE PADOVA 2013

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa

La rinomata pittrice Svetlana Nikolic, quest’anno esporrà alcuni dei suoi prestigiosi ed originali dipinti alla Fiera Arte Padova 2013, presso lo stand della storica galleria Milano Art Gallery, con l’organizzazione di Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte. La rinomata fiera di settore sarà allestita dal 15 al 18 Novembre 2013 presso la zona fieristica ubicata in via Niccolò Tommaseo 59 a Padova, con vernissage d’inaugurazione in data Giovedì 14 Novembre alle ore 18.00.

Di seguito l’intervista all’artista. 

1) QUANDO NASCE LA PASSIONE PER L’ARTE?

Nasce quando frequentavo le Scuole Elementari. Avrò avuto sei anni quando ho preso il mio primo premio per il disegno e da quel momento, ho continuato su questa strada. Già a quell’età sapevo che avrei fatto la pittrice ed era proprio ciò che rispondevo quando me lo chiedevano.

2) COM’È’ INIZIATA LA SUA CARRIERA ARTISTICA?
Ho avuto un normale percorso artistico. Ho frequentato l’Accademia, sia pure in un paese con un regime comunista (dove per ovvi motivi il tema religioso era off limits) e poi ho cominciato con le prime mostre ed i primi bandi di concorso. Ho iniziato a viaggiare a Parigi e poi in Italia, dove ho deciso di fermarmi.

3)UN COMMENTO SUL SIGNIFICATO DEL CONCETTO DI ARTE?
L’arte per me è tutto. È vita, gioco, pensiero, è il leitmotiv della mia giornata, anche quando cucino ad esempio. L’arte e il dipingere sono sempre nei miei pensieri.

4) QUALI TECNICHE PITTORICHE PREDILIGE?
La mia tecnica prediletta è l’olio: olio su tela e olio su tavola principalmente, ho lavorato anche con tecniche miste e pastelli.

5) A QUALI TEMATICHE SI ISPIRA NEI SUOI DIPINTI?
Per me è fondamentale il contatto con la gente, la gente è fonte di ispirazione. Sento l’esigenza per poter creare, di parlare con le persone, di dialogare, di scambiare opinioni e pensieri e a volte amo andare in metropolitana ed osservare la gente… semplicemente osservandola cerco di capire, immaginare ciò che può pensare. Ecco, per me l’arte è vita!

6) SU QUALI PRINCIPI CARDINE SI BASA LA CORRENTE DEL NUOVO UMANESIMO DI CUI E’ CAPOSTIPITE?
L’uomo è al centro per me. Dobbiamo dapprima star bene con noi stessi, per poi star bene con gli altri ed eventualmente aiutare gli altri.

7) IN CHE MODO IL SUO STILE PITTORICO SI ACCOSTA A GIOTTO E IN COSA INVECE SI DIFFERENZIA?

Mi attribuiscono il paragone con lo stile pittorico di Giotto, ma io onestamente non lo vedo, se non in certi particolari forse. Il pavimento a scacchiera potrebbe essere, ma i miei sono tutti simboli. C’è sempre una simbologia nei miei quadri, ad esempio il pavimento a scacchi bianco e nero richiama il fatto che io ho vissuto fino ad un certo periodo della mia vita sotto il regime comunista, con l’impossibilità di fare alcun riferimento alla religione e poi una volta giunta in Italia (ma anche all’estero), ho potuto finalmente sentirmi libera di esprimermi. Gli abiti rinascimentali che si ritrovano nei miei quadri sono maschere di come vogliamo apparire e gli elementi architettonici stanno a simboleggiare il percorso di vita e il vissuto di ciascuno di noi. Si nota sempre un dualismo, che esiste anche nella mente umana: l’emisfero destro e l’emisfero sinistro. Se si osservano i miei dipinti e si guarda a destra si vede una luce, una strada che ci conduce oltre e che ci invita ad andare oltre… verso l’infinito.

8) E’ COMPIACIUTA DI ESPORRE NELLO STAND DELLA NOTA GALLERIA MILANESE “MILANO ART GALLERY” DURANTE LA PRESTIGIOSA MANIFESTAZIONE DI FIERA ARTE PADOVA?
Si, sono molto contenta. Il Dott. Nugnes è una persona molto gentile e professionale.

9) QUALI OPERE PORTERÀ’ IN ESPOSIZIONE DURANTE QUESTO EVENTO FIERISTICO?
Porterò tre opere, una di queste dal titolo “Discesa” mi è stata chiesta espressamente dal Dott. Nugnes che l’aveva notata nella mostra londinese tenutasi nel 2008 “Cento anni di pittura italiana”. Le altre due opere sono una sorpresa: venite a scoprirle!

10) COM’È’ NATA L’OPPORTUNITÀ’ DI CREARE QUESTA SINERGIA COLLABORATIVA CON LA “MILANO ART GALLERY”?
Grazie alla mostra londinese nella quale il Dott. Nugnes ha notato la mia opera e da allora siamo riamasti in contatto.

11) E’ LA PRIMA VOLTA, CHE ESPONE IN MOSTRA A PADOVA NELL’AMBITO DELLA RINOMATA FIERA DI SETTORE?

Sono compiaciuta di esporre alla Fiera Arte Padova, anche se nella mia vita ho partecipato a numerose fiere tra cui Arte Fiera a Bologna.

Giorgio Pastorelli inaugura la mostra in onore della cantante Mina

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Italia

Il pittore cremonese Giorgio Pastorelli annuncia la sua prossima mostra d’arte “Emozioni” dedicata alla sua città e alla rinomata cantante Mina, conosciuta anche come “La Tigre di Cremona”. L’esposizione si terrà nel contesto della storica “Milano Art Gallery” in via G. Alessi 11, dal 18 Ottobre al 2 Novembre 2013, con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte. Il vernissage, previsto per Venerdì 18 Ottobre 2013, alle ore 18.00, farà da cornice artistica a un evento molto speciale con la presenza d’eccezione del noto critico ed esperto musicologo Mario Luzzatto Fegiz, in conferenza autobiografica a tema su “I segreti di 50 anni di musica“.

Pastorelli intraprende con appassionata dedizione il suo percorso nel mondo dell’arte fin da giovane e frequenta il liceo artistico. Di pari passo procede la formazione in campo musicale, che lo porta ad affinarsi e perfezionarsi parallelamente in entrambi gli ambiti, acquisendo un armonioso equilibrio di sonorità musicale, che trasferisce all’interno delle rappresentazioni impresse sulle tele, dalle quali scaturisce una sinergica commistione di suggestivo impatto emozionale, percepibile dall’osservatore.

Predilige la tematica del paesaggio e in particolare gli scorci e gli anfratti raffiguranti il lago di Garda, ma anche le zone e gli angoli più caratteristici della sua amata città Cremona.

L’artista spiega “La rappresentazione paesaggistica assume una valenza distintiva peculiare, poiché nei miei quadri viene personalizzata e interiorizzata attraverso una visione esclusiva ed intimista e diventa espressione profonda delle emozioni e dei sentimenti più reconditi dell’anima. I miei paesaggi sono la trasposizione simbolica dei paesaggi dell’anima e in essi emergono significativi messaggi, che offrono al fruitore importanti spunti interpretativi di riflessione, celebrando l’intrigante fascino delle forme, delle luci e dei colori“.

Grande collaborazione tra “Marcolongo Pubblicità” e Promoter Arte per la mostra di Amanda Lear a Padova

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Aziende

Ottima la collaborazione della storica azienda patavina Marcolongo Pubblicità in occasione della mostra d’arte della mitica Amanda Lear, organizzata da Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte.
L’esposizione, che ha riscosso grande successo dal punto di vista di stampa e pubblico, si è tenuta dall’11 al 29 Settembre 2013, presso la Galleria Civica Cavour, nel cuore di Padova.

Di seguito l’intervista a Marcolongo.

1) Come e quando inizia la storia di Marcolongo pubblicità?
L’azienda nasce nel 1935 ed è stata fondata da Guido Marcolongo. Nasce come azienda di piccole dimensioni e poi negli anni si è ingrandita.

2) Nel 1960 avete ampliato la vostra attività e vi siete trasferiti a Sarmeola di Rubano. Quali i motivi?
L’azienda si è trasferita negli anni 60 a Sarmeola di Rubano essenzialmente per motivi di spazio. Avevamo bisogno di un magazzino molto più grande.

3) Siete stati la prima azienda di manufatti pubblicitari in grado di segnalare e comunicare la posizione geografica su Padova. Cosa significa per voi?
Rappresenta un motivo di orgoglio, anche perché abbiamo cercato di farci conoscere negli anni come azienda seria ed affidabile per cui siamo riusciti ad ottenere un buon inserimento nella realtà economica della zona.

4) Quale la vostra mission?
La mission? Rendere efficace la comunicazione cercando, con la creatività, di venire incontro alle esigenze del cliente.

5) Quali i vostri valori?
La puntualità, la cura del lavoro, che è un lavoro “su misura” tenendo sempre presenti le esigenze dei clienti. Siamo una realtà artigianale, ma con un occhio al futuro. Lavorando anche con gli enti locali ci occupiamo anche della manutenzione dei servizi che forniamo.

6) Mi può descrivere i servizi che offrite ai vostri clienti?
Affittiamo spazi pubblicitari su supporti di nostra proprietà (dislocati sulle strade). Trattasi quindi di uno spazio affittato per un certo periodo. Inoltre produciamo, realizziamo, installiamo e vendiamo cartellonistica, totem ed insegne aziendali a led.

7) Recentemente avete realizzato la comunicazione pubblicitaria della Mostra di Amanda Lear che si è tenuta presso la Galleria Cavour a Padova (stendardi e totem). È compiaciuto della collaborazione?
Fondamentalmente si, è stata una bella esperienza di collaborazione.

Ottima collaborazione tra Marcolongo Pubblicità e Promoter Arte per la mostra di Amanda Lear a Padova

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Aziende

Eccellenti i frutti della collaborazione tra Promoter Arte Marcolongo Pubblicità, che ha decretato l’ottima riuscita della mostra d’arte di Amanda Lear, tenutasi dall’11 al 29 Settembre 2013, nel prestigioso contesto istituzionale della Galleria Civica Cavour, a Padova. L’esposizione infatti, organizzata dal manager Salvo Nugnes, ha riscosso particolare successo di pubblico e stampa, durante tutta la sua durata.

Marcologo Pubblicità, azienda patavina operante nel settore della comunicazione e della pubblicità esterna da oltre settant’anni, si è infatti occupata della realizzazione di prodotti promozionali, di grande e medio formato, per la mostra della mitica Amanda Lear, tra cui uno straordinario stendardo esposto nel cuore di Piazza Cavour, che sicuramente ha attirato l’attenzione di ogni passante.

La competenza, la puntualità, la professionalità, la precisione, la cura del lavoro e l’innovazione sono solo alcuni dei valori principali dell’azienda, fondata da Guido Marcolongo nel 1935. Nata da una piccola bottega artigianale, Marcolongo Pubblicità, fin dai primi anni, registra una crescita esponenziale. Entrano a far parte i figli Bruno, Gianni e Franco e nel 1960 si sente la necessità di ampliare la struttura: il laboratorio si stabilizza così a Sarmeola di Rubano. Dalle prime piccole insegne pubblicitarie ai primi cartelli stradali, dai primi impianti di segnaletica aziendale alle prime grandi strutture promozionali. Marcolongo Pubblicità si posiziona sempre in pole position essendo stata la prima a Padova nella fornitura di manufatti pubblicitari in grado di segnalare e comunicare la posizione geografica, l’identità e l’offerta delle aziende. Ad oggi, l’attività si occupa di noleggi di spazi pubblicitari su impianti outdoor di proprietà, della vendita di prodotti per la comunicazione aziendale esterna e della consulenza grafica relativa e vanta di un ricchissimo numero di clienti, in continua crescita e collaborazioni importanti con Istituzioni, aziende, associazioni e organizzazioni.

Vittorio Sgarbi presente alla Milano Art Gallery per lo straordinario vernissage della mostra di Luigi Galligani

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura

Inaugurata con grandi consensi Giovedì 19 Settembre, la mostra personale “Mitologia contemporanea” di Luigi Galligani nello storico contesto di prestigio della “Milano Art Gallery” in via G. Alessi 11 a Milano, con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte e agente di noti personaggi. L’esposizione rimarrà allestita fino al 2 Ottobre 2013 con ingresso libero ai visitatori.

Galligani dichiara “Sono molto lieto e compiaciuto di poter esporre le mie opere in questa sede così prestigiosa. Ritengo, che gli spazi della galleria siano funzionali e ben fruibili e si confacciano alle mie opere soprattutto con gli splendidi soffitti a volta, che danno movimento all’insieme e creano un’atmosfera suggestiva“. All’elegante vernissage sono intervenuti esponenti di rilievo del panorama attuale, come il noto critico musicale Mario Luzzatto Fegiz, nonché appassionati collezionisti ed esperti d’arte come il Prof. Vittorio Sgarbi, che ha speso commenti di positivo elogio verso Galligani e la sua interessante espressione artistica in ambito scultoreo e pittorico, decantandone le acclarate capacità strumentali e l’acuto estro creativo.

In riferimento alle sue primarie fonti d’ispirazione Galligani dice “Il paesaggio marino è la principale fonte d’ispirazione delle mie raffigurazioni. Il mare è concepito anche come paesaggio astratto e metafisico, come un mondo che risorge e riemerge dalle profondità abissali. Figure femminili, mitologiche, sirene, Afrodite, Minerva, divinità che racchiudono in sé tematiche psicologiche a me assai care e sempre di forte attualità. Altri miei soggetti sono Bacco e Arianna, Medusa, Tritone, talvolta sono anche delle rappresentazioni che appaiono come insidiose nella loro natura, altre invece percepiscono insidie circostanti“.

La Milano Art Gallery gremita di visitatori per la mostra di Amanda Lear prorogata fino all’11 settembre grazie al manager Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

La rinomata galleria milanese “Milano Art Gallery” in via Alessi 11, ha ricevuto un tam tam continuo di visitatori alla mostra personale “Visioni” di Amanda Lear, prolungata fino all’11 settembre e organizzata dal manager Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte e agente di nomi di spicco.

La Lear, da sempre considerata camaleontica e carismatica femme fatale e regina del glamour, ha uno spiccato talento artistico apprezzato a livello internazionale e con questa ricca esposizione in chiave antologica ha potuto offrire a Milano, città da lei molto amata, l’opportunità di vedere riunita una vasta produzione di quadri di forte impatto, assai eterogenei e diversificati nello stile. Le opere costituiscono una sorta di “diario di bordo” impresso sulle tele dove il cammino esistenziale si fonde al percorso di ricerca e sperimentazione pittorica come un mosaico composto da tasselli perfettamente amalgamati tra loro in armoniosa progressione evolutiva.

Tante le illustri testimonianze e dichiarazioni di consenso. Philippe Daverio dice “La cara Amanda è diventata veramente grande. Ha qualcosa di geniale. È un personaggio molto creativo e molto alternativo“.

Giordano Bruno Guerri afferma “Associando il concetto di arte al concetto di bellezza in quanto l’arte è espressione di bellezza, che rispecchia piacevolezza e positività penso che questa vocazione all’arte pittorica di una personalità di fama internazionale come la Lear possa senz’altro infondere un incipit di stimolo positivo generale a livello sociale e collettivo, a maggior ragione associandola al principio dell’arte terapia da lei richiamato“.

Agenzia Promoter: alla “Milano Art Gallery” la curatrice d’arte Elena Gollini commenta il grande successo della mostra di Amanda Lear

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Alla storica “Milano Art Gallery” in via Alessi 11 a Milano, a fronte dello strepitoso successo di pubblico e di critica, che sta ottenendo la mostra pittorica “Visioni” della vulcanica Amanda Lear, organizzata dal manager Salvo Nugnes Direttore di Promoter Arte e noto imprenditore in ambito eventi artistico culturali, la curatrice d’arte Elena Gollini si dichiara molto soddisfatta e compiaciuta per i consensi unanimi ricevuti per la prestigiosa esposizione. Considera la Lear, un’artista creativa e talentuosa, una donna icona che rappresenta un modello di perfetto connubio tra fascino innato e carisma esplosivo, capace di reinventarsi e sapersi sempre mettere in gioco nella sfera privata e professionale. La personale, inaugurata trionfalmente il 31 luglio scorso dalla Lear insieme a tanti personaggi illustri, che le hanno voluto testimoniare la loro vicinanza e renderle omaggio con sincero affetto, durerà fino al 24 agosto 2013 ed è visitabile ad ingresso libero.

Elena Gollini spiega “La soddisfazione per questa meravigliosa iniziativa è enorme! Abbiamo creato anche un prezioso catalogo d’arte dedicato alla mostra in stile antologico, che sta avendo una distribuzione ottimale. Contiene le immagini dei quadri e splendide foto inedite della Lear, che la ritraggono anche insieme al suo mentore Dalì. Il plus valore di quest’opera omnia sono i testi, le interviste e le dichiarazioni rilasciate da personalità molto autorevoli, come Achille Bonito Oliva, Vittorio Sgarbi, Philippe Daverio, Duccio Trombadori, Elio Fiorucci, Giordano Bruno Guerri nonché l’augurio speciale del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, in rappresentanza di tutta la comunità cittadina, che adora la Lear da sempre. Questo catalogo è il fiore all’occhiello aggiuntivo alla mostra già assolutamente ben riuscita. È un libro da collezionare sia per i fans della Lear sia per gli appassionati d’arte in generale