Posts Tagged ‘progetto’

Franchising Onoranze Funebri Illuxit: innovazione e tradizione in perfetto connubio

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Aziende

Nel settore delle onoranze funebri, l’Azienza Illuxit di storica formazione, si pone come punto di riferimento sul mercato di settore nazionale e internazionale con una consistente rete di agenzie affiliate attraverso la moderna formula del franchising, adattato e modulato per rispondere alle specifiche e peculiare esigenze del comparto imprenditoriale.

Dalle parole del titolare e amministratore Gaetano Carbonara si può individuare le connotazioni distintive inserite in questa vantaggiosa opportunità collaborativa: “Abbiamo sviluppato il progetto franchising in un settore di grande interesse e da sempre immune da ogni crisi. Questo progetto innovativo si propone con una particolare apertura imprenditoriale verso il nuovo e il moderno”. E proseguendo spiega: “È previsto un apposito corso di formazione mediante il quale viene trasmessa all’affiliato la formula commerciale collaudata e vincente, con un metodo di lavoro standard, finalizzato a ridurre errori e contrattempi nelle pratiche con il cliente, a semplificare l’attività dell’affiliato, il tutto redatto su un manuale operativo. Il corso di formazione prevede un periodo full immersion presso il centro pilota, dove si potrà valutare operativamente tutto quanto descritto nel manuale. In particolar modo tutto ciò che riguarda il rapporto con il cliente ed il supporto ad egli offerto. Il corso consentirà di acquisire familiarità con il software gestionale importante strumento operativo, che consente di elaborare preventivi, caricare le pratiche e disbrigarle, fare gli ordini al centro servizi, compiere la fatturazione e la gestione del magazzino”.

L’affiliato potrà sempre contare anche in successivi aggiornamenti del settore. Infatti periodicamente sono organizzati degli incontri per discutere su eventuali variazioni legislative in materia, su nuovi prodotti e metodologie adottate. Questi momenti aggregativi offrono anche ai partecipanti l’occasione per confrontarsi e raccontarsi, in modo che le esperienze del singolo possano diventare un costruttivo stimolo di riflessione per la crescita comune.

Illuxit onoranze funebri azienda leader di settore con capillare diffusione in franchising

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Aziende, Italia

Illuxit è una struttura leader nel settore delle onoranze funebri e si pone con acquisita competenza e massima dedizione per poter gestire al meglio i rapporti clientelari di qualsivoglia tipologia. L’impegno aziendale si rivolge con particolare attenzione a tutte le nuove esigenze dei clienti, che cambiano e si modificano con il trascorrere degli anni.

Al riguardo Gaetano Carbonara, amministratore di Illuxit, spiega: “Cambiano gli utenti, le abitudini e i riti, le priorità e la nostra azienda si è sempre rivelata pronta a rispondere ai cambiamenti di un settore tendenzialmente statico e un po’ vecchio“.

Sulla formula delle agenzie con organizzazione in franchising dice: “Le agenzie in franchising, presenti sul territorio dal 2012, hanno una struttura prettamente commerciale ed è semplicissimo aprirle. Facciamo tutto noi e l’affiliato deve solo frequentare l’apposito corso di formazione e seguire la sua filiale. In quest’ottica abbiamo sviluppato il progetto franchising, che è in crescente evoluzione e si presenta come un’opportunità d’investimento davvero interessante e immune da ogni crisi. Inoltre, garantiamo il diritto esclusivo di zona, con un minimo di 50.000 abitanti e un’area operativa riservata e finalizzata a garantire un numero tale di servizi, che consentano un alto rendimento economico per l’affiliato“.

Descrivendo i servizi di punta sottolinea: “Possiamo gestire i servizi funerari senza la necessità di entrare in contatto diretto con la salma da parte del nostro affiliato, superando così tutti i pregiudizi esistenti su questo settore e facilitandone l’approccio“.

 

Il brillante imprenditore Giovanni Gelmetti unisce modernità ed ecologia nel suo grattacielo Giax Tower a Milano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Secondo l’UNEP, il fondo delle Nazioni Unite per l’Ambiente, più di 4 miliardi di persone andranno a vivere nei centri urbani nei prossimi 20 anni e la maggiore concentrazione degli abitanti comporterà un’analoga concentrazione dell’economia, con conseguente aumento di smog, inquinamento, impiego dell’energia e utilizzo delle risorse. Bisogna dunque iniziare da subito a preservare l’ambiente e mantenerlo un “habitat” salubre per le nuove generazioni. Giovanni Gelmetti, noto imprenditore immobiliare milanese, questo lo sa molto bene e lo sta applicando a 360° tramite la sua ideazione di grattacielo eco-compatibile: la Giax Tower, situato nel contesto del quartiere Dergano-Maciachini, a Milano.

Abbiamo scelto di costruire in classe A, la massima prevista dalla classificazione energetica e adottare tecnologie eco compatibili, come quella geotermica e fotovoltaica” afferma Gelmetti e spiega “Bastano pochi gesti per fare grandi passi avanti e migliorare se stessi e le condizioni dell’ambiente in cui viviamo. Ci sono molteplici accorgimenti che ognuno di noi può applicare, mantenendo lo stesso identico tenore di vita e che ho deciso di utilizzare nel mio progetto“.

L’imprenditore, infatti, ha creato un grattacielo all’avanguardia, ricco di funzionalità e modernità, nonché dotato di splendidi appartamenti e aree comuni, ma mantenendosi sempre in linea con la sua ideologia dell’eco-abitare. In più, dichiara Gelmetti “i 6000mq di verde privato e la vicinanza al Parco Nord, offrono una visione spettacolare e anticonvenzionale di una Milano sorprendentemente naturale”.

Intervista sul significato del nuova performance: “Dio” di Gabriele Contini

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Spettacolo

In occasione della realizzazione della performance Dio, l’artista e performer milanese Gabriele Contini viene intervistato circa il significato di tale progetto e la sua idea di realizzazione.

1) Ha in programma qualche performance?
Si, mi piacerebbe realizzare la performance dal titolo “Dio”. Ci sono cinque attrici che recitano giaculatorie in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo. Io starei dietro le attrici defilato, su di una piccola scala con piattaforma.  Io avrei un crocifisso in mano. Al termine delle giaculatorie, a turno, le attrici reciterebbero “Che sarebbe di Dio se esistesse?”; l’ultima in italiano, ad un microfono. Io allora alzerei il crocifisso sopra la testa.

2) Quale il significato della performance “Dio”?
Voglio dare un’idea di distacco dalla parte finale a quella iniziale, per far percepire una contraddizione. La performance è fatta in varie lingue.

3) Dove le piacerebbe realizzarla?
Al PAC, perché lo considero un luogo privilegiato. Il PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea, è una tra le prime strutture italiane espressamente progettata per l’arte moderna e contemporanea.

4) Che effetto si aspetta dagli spettatori?
Io spero di suscitare stupore e meraviglia nei fruitori della mia performance.

5) Come sceglie i protagonisti delle sue performance? Sono suoi conoscenti oppure sono attori?
Al momento devo ancora vedere, vorrei chiamare degli attori ma mi devo ancora attivare a riguardo.

6) Quando realizza le sue performance recita una parte oppure è se stesso?
No, non direi che recito, piuttosto la mia è una condizione esistenziale, una sorta di immedesimazione.

7) Solitamente, durante la performance, preferisce improvvisare o tenersi ad una traccia precedentemente scritta?
Solitamente mi attengo a delle tracce precedentemente stabilite, ma non sempre, dipende dalla performance che voglio andare a realizzare.

Gabriele Contini viene intervistato sulla sua nuova performance in progetto

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

In occasione della realizzazione della performance Dio, l’artista e performer milanese Gabriele Contini viene intervistato circa il significato di tale progetto e la sua idea di realizzazione.

1)   Ha in programma qualche performance?

Si, mi piacerebbe realizzare la performance dal titolo “Dio”. Ci sono cinque attrici che recitano giaculatorie in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo. Io starei dietro le attrici defilato, su di una piccola scala con piattaforma.  Io avrei un crocifisso in mano. Al termine delle giaculatorie, a turno, le attrici reciterebbero “Che sarebbe di Dio se esistesse?”; l’ultima in italiano, ad un microfono. Io allora alzerei il crocifisso sopra la testa.

2)   Quale il significato della performance “Dio”?

Voglio dare un’idea di distacco dalla parte finale a quella iniziale, per far percepire una contraddizione. La performance è fatta in varie lingue.

3)   Dove le piacerebbe realizzarla?

Al PAC, perché lo considero un luogo privilegiato. Il PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea, è una tra le prime strutture italiane espressamente progettata per l’arte moderna e contemporanea.

4)   Che effetto si aspetta dagli spettatori?

Io spero di suscitare stupore e meraviglia nei fruitori della mia performance.

5)   Come sceglie i protagonisti delle sue performance? Sono suoi conoscenti oppure sono attori?

Al momento devo ancora vedere, vorrei chiamare degli attori ma mi devo ancora attivare a riguardo.

6)   Quando realizza le sue performance recita una parte oppure è se stesso?

No, non direi che recito, piuttosto la mia è una condizione esistenziale, una sorta di immedesimazione.

7)   Solitamente, durante la performance, preferisce improvvisare o tenersi ad una traccia precedentemente scritta?

Solitamente mi attengo a delle tracce precedentemente stabilite, ma non sempre, dipende dalla performance che voglio andare a realizzare.

Un altro successo di IDP: approvato il progetto europeo REGIONAL finanziato dai fondi del Programma LLP dell’Unione Europea.

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Comunicati Stampa

E’ stato approvato il progetto europeo REGIONAL elaborato da IDP European Consultants nell’ambito del programma Apprendimento Continuo (Lifelong Learning Programme), Grundtvig Multilateral Projects. Il progetto REGIONALmira ad effettuare un’analisi comparativa delle iniziative politiche regionali in UE,   valutando, in 16 regioni di 6 stati europei, i differenti modelli di sviluppo, realizzazione e finanziamento dei corsi di Adult Learning.

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare uno strumento di Policy Making per supportare i decisori politici a livello locale nella formulazione, attuazione e finanziamento di politiche più efficaci nel settore dell’Adult Learning. Il partenariato è costituito da sette partners di diversi paesi europei, dall’Irlanda alla Serbia ed include vari partecipanti al sistema della formazione per gli adulti, come autorità pubbliche, enti di formazione pubblici e privati, università e rappresentanti dei portatori di interesse del settore della formazione professionale e Adult Learning.

IDP European Consultants è una società italiana con presenza a Bruxelles dal 1991, esperta in progettazione europea e fondi europei. I partners di IDP hanno una consolidata e comprovata esperienza nella progettazione europea e nella gestione di progetti finanziati dai vari programmi centralizzati di fondi europei. Oltre a fornire servizi di consulenza nella preparazione e gestione di progetti per i fondi europei, IDP European Consultants offre servizi di formazione in materia di europrogettazione. In particolare, il corso intensivo in Europrogettazione e Finanziamenti Europei, il Master Class in Europrogettazione che è arrivato alla sua 38° edizione, che si svolgerà a Bruxelles dal 26 al 29 novembre 2013. Il Master Class è organizzato in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e lnternazionalizzazione delle Imprese Italiane (ICE). Il Master Class coniuga teoria e pratica sulle metodologie di progettazione europea, offrendo un percorso formativo intensivo che fornisce ai partecipanti conoscenze e tecniche vincenti relative alle opportunità di finanziamento erogate dalle istituzioni europee e alla redazione di progetti di successo.

IDP partecipa come partner a diversi progetti europei, consolidando le proprie competenze nella progettazione e nella gestione di progetti. IDP mette a disposizione dei propri clienti la propria esperienza in progettazione europea, servizi per lo sviluppo di idee progettuali, ricerca di partner e project management in ambito europeo.

Maggiori dettagli su IDP sono disponibili sul sito di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.com

projects@idpeuropa.com

0032.2.2802766

IL MANAGER SALVO NUGNES SOSTIENE IL PROGETTO CULTURALE DELL’ASSOCIAZIONE GRUPPO ACCA ALBISOLA DEL PRESIDENTE ONORARIO GILLO DORFLES

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Tra i sostenitori del progetto culturale di Gianluca Anselmo, presidente del gruppo Acca Albisola, il manager Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte, ha rilasciato dichiarazioni di favorevole adesione e sincero apprezzamento per le importanti iniziative finalizzate a promuovere il territorio ligure come patria della ceramica.

 L’Associazione Culturale vanta, come Presidente Onorario il decano ultracentenario della critica dell’arte Gillo Dorfles, e tra gli altri soci fondatori nomi di grande spicco del panorama contemporaneo, tra cui Arturo Schwarz e Gino Di Maggio. Questa si pone come obiettivo principale la rivalutazione della ceramica nell’arte contemporanea, sviluppando anche una sinergia collaborativa con gli enti e le istituzioni in loco, per realizzare delle strutture residenziali destinate agli artisti, creativi e designer che desiderano approcciare e approfondire le tecniche di lavorazione della ceramica e del vetro.

Inoltre, c’è l’intenzione di produrre, per l’edizione 2013, un docu/reality denominato “La libera Repubblica delle Arti: Albisola” che possa contribuire a divulgare e documentare in concreto quanto avviene nel contesto artistico, coinvolgendo attivamente, attraverso scambi collettivi, altre realtà associative di professionisti ed esperti d’arte e di design. Il sito di riferimento è www.gruppoacca.it.

Salvo Nugnes ha commentato “Reputo molto utile e stimolante, a livello artistico culturale, questa iniziativa ideata e promossa da Gianluca Anselmo, insieme al Gruppo Acca, perché incentra l’attenzione su una preziosa risorsa del territorio ligure, la ceramica che rappresenta anche una fondamentale eccellenza del made in Italy, da promuovere e valorizzare in tutto il mondo come prodotto doc“.