Posts Tagged ‘“Pro Biennale”’

Milano Art Gallery: all’apertura della mostra “Pro Biennale”, tenuta dal Prof. Sgarbi, sono presenti le creazioni scultoree di Luigi Galligani

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Sta per inaugurare con forte risonanza mediatica la mostra collettiva “Pro Biennale”, che si svolge nel cuore dell’incantevole capoluogo lagunare dall’8 maggio al 4 giugno 2015, con l’organizzazione di Salvo Nugnes, manager della cultura, nonché presidente dell’Associazione “Spoleto Arte”. L’allestimento delle opere, appartenenti a esponenti di calibro del panorama artistico odierno, è presso il rinomato spazio della “Milano Art Gallery” in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro. L’evento inaugurale è previsto per venerdì 8 maggio alle ore 18.00, con la presenza confermata dell’autorevole critico Vittorio Sgarbi, che verrà anche festeggiato per il compleanno, che cade proprio in quella data.

La scultura è l’espressione primaria, in cui si esplicano le ricerche, le sensazioni, le emozioni, i sentimenti, la visione del mondo, della società, della cultura portata avanti da Galligani, nel suo percorso professionale ed esistenziale. I suoi lavori fanno emergere figure e soggetti di richiamo simbolista, che appartengono alle antiche e arcaiche tradizioni leggendarie e mitologiche, perpetrate nei secoli dalla concezione classica e giunte fino ai giorni nostri con una valenza sostanziale di intatta portata, che Galligani rafforza e rinvigorisce ulteriormente con il prezioso supporto delle sue mirabili creazioni.

La dottoressa Elena Gollini, spiegando l’excursus artistico, che caratterizza l’espressione di Galligani, ha scritto: “Le sculture si rivelano nello spazio odierno e attraversano il tempo, le epoche, le ere cicliche, i destini dell’umanità, racchiudendo simbolismi esistenziali e metafore di vita. Su questa scia, il valore del percorso scultoreo compiuto da Galligani equivale al valore di una linea virtuale, che si dipana e si estende nell’atmosfera: fluida, armoniosa e raffinata negli esiti compositivi del modellato. La scultura è concepita sia come medium, ossia come lo strumento più immediato per comunicare ed esprimere emozioni, riflessioni, meditazioni, spiritualità inesplorate, sia come la manifestazione di un’energia, che si libera e si sprigiona, per tradurre in formule mistiche ed esoteriche l’avventura del pensiero”.

Maria Stefania Fuso, Pro Biennale, Venezia, Milano Art Gallery, Vittorio Sgarbi, Salvo Nugnes, inaugura, esporrà, opere, 63 compleanno Sgarbi, Sgarbi, Fuso, Nugnes,

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

La pittrice Maria Stefania Fuso è stata selezionata tra i nomi di spicco per partecipare alla mostra collettiva “Pro Biennale” ambientata all’interno della “Milano Art Gallery” in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro, nel cuore della meravigliosa città lagunare. L’organizzazione dell’iniziativa, che si tiene dall’8 maggio al 4 giugno 2015, è del manager della cultura Salvo Nugnes, presidente dell’Associazione “Spoleto Arte”. Durante l’inaugurazione, fissata per venerdì 8 maggio alle ore 18.00, è confermato l’intervento eccezionale dell’esperto critico Vittorio Sgarbi, che verrà anche festeggiato per il suo 63° compleanno, che cade proprio in quella data.

Nello spiegare le connotazioni, che contraddistinguono l’estro creativo della Fuso, la dottoressa Elena Gollini ha scritto: “Nella sua arte si ritrovano le immagini, le situazioni, ciò che incontra e conosce nel suo percorso variegato di donna e artista dal piglio acuto e dal pensiero moderno, ciò che la colpisce, la impressiona, la emoziona. La sua missione di pittrice è quella di attribuire e conferire all’arte -un’immagine permanente e credibile- di profonda e radicata umanità”.

Inoltre, ha evidenziato come “La stesura armoniosa delle cromie e i giochi di luci e ombre danno vita a coreografie di immediato coinvolgimento e acquistano la valenza di ordinata e sequenziale raffigurazione, aderendo a un’impronta tradizionalmente figurativa di limpida adesione alla realtà, senza bisogno di compiere grandi stravolgimenti e drastiche trasformazioni, ma rientrando nei binari di una pittura di aggraziata e discreta fattezza. È una pittura, che delinea una figurazione ben congegnata e calibrata, dotata di un’efficace orchestrazione cromatica, nel bisogno di esternare e dipingere le proprie emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo, le pulsioni del cuore, gli umori dalle mille e molteplici sfumature e sfaccettature intuitive, assegnando però sempre la giusta rilevanza alla visione di matrice realistica”.

Milano Art Gallery di Venezia: Maria Stefania Fuso insieme ad un gruppo rinomato di artisti scelti esporrà in occasione della mostra collettiva “Pro Biennale”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

La pittrice Maria Stefania Fuso è stata selezionata tra i nomi di spicco per partecipare alla mostra collettiva “Pro Biennale” ambientata all’interno della “Milano Art Gallery” in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro, nel cuore della meravigliosa città lagunare. L’organizzazione dell’iniziativa, che si tiene dall’8 maggio al 4 giugno 2015, è del manager della cultura Salvo Nugnes, presidente dell’Associazione “Spoleto Arte”. Durante l’inaugurazione, fissata per venerdì 8 maggio alle ore 18.00, è confermato l’intervento eccezionale dell’esperto critico Vittorio Sgarbi, che verrà anche festeggiato per il suo 63° compleanno, che cade proprio in quella data.

Nello spiegare le connotazioni, che contraddistinguono l’estro creativo della Fuso, la dottoressa Elena Gollini ha scritto: “Nella sua arte si ritrovano le immagini, le situazioni, ciò che incontra e conosce nel suo percorso variegato di donna e artista dal piglio acuto e dal pensiero moderno, ciò che la colpisce, la impressiona, la emoziona. La sua missione di pittrice è quella di attribuire e conferire all’arte -un’immagine permanente e credibile- di profonda e radicata umanità”.

Inoltre, ha evidenziato come “La stesura armoniosa delle cromie e i giochi di luci e ombre danno vita a coreografie di immediato coinvolgimento e acquistano la valenza di ordinata e sequenziale raffigurazione, aderendo a un’impronta tradizionalmente figurativa di limpida adesione alla realtà, senza bisogno di compiere grandi stravolgimenti e drastiche trasformazioni, ma rientrando nei binari di una pittura di aggraziata e discreta fattezza. È una pittura, che delinea una figurazione ben congegnata e calibrata, dotata di un’efficace orchestrazione cromatica, nel bisogno di esternare e dipingere le proprie emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo, le pulsioni del cuore, gli umori dalle mille e molteplici sfumature e sfaccettature intuitive, assegnando però sempre la giusta rilevanza alla visione di matrice realistica”.

L’astrattismo di Testa in mostra “Pro Biennale” alla Milano Art Gallery Venezia con la presenza del Prof Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

L’esclusivo contesto veneziano della “Milano Art Gallery” in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro, è pronto ad accogliere la grande mostra collettiva “Pro Biennale”, organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes, che dall’8 maggio al 4 giugno 2015 vedrà la presenza di un circuito importante di artisti in esposizione, tra i quali anche il pittore spoletino Alessandro Testa. L’inaugurazione si terrà venerdì 8 maggio alle ore 18.00, con la partecipazione, in qualità di ospite eccezionale, del Prof. Vittorio Sgarbi.

Nel descrivere la pittura di Testa, di matrice astratto informale, la dottoressa Elena Gollini ha scritto: “L’introspezione pittorica di Testa ci accompagna verso i luoghi e gli anfratti più reconditi e celati dell’inconscio, dove le memorie di un’anima astratta affiorano e si conciliano in un sorprendente concerto di colori. Ardita ed estroversa appare la sua pittura astratta, in cui egli non dimentica la forma, ma la supera attraverso un’audacia espressiva intrinseca alla sua ricerca. Il visionario simbolismo cromatico ne caratterizza il linguaggio comunicativo e Testa, con il suo fervido e inesauribile estro fantasioso, affida al colore dei messaggi sottesi di importante valenza”.

Nella sua arte l’uso del pigmento colorato riveste una posizione di primaria centralità nella costruzione scenica d’insieme e assume un ruolo di fondamentale rilevanza nella trasmissione del messaggio artistico, connesso alla straordinaria visione di una prospettiva immaginifica, che si trasforma in articolate “architetture della psiche” trasferite e trasportate all’interno dei dipinti.

Inaugurata dal critico Sgarbi, la “Pro Biennale”, mostra organizzata dalla Milano Art Gallery di Venezia, ospita la pittrice Anna Somensari

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

All’interno del nutrito gruppo di artisti talentuosi selezionati per partecipare alla mostra collettiva “Pro Biennale”, la pittrice Anna Somensari sarà presente con la sua suggestiva espressione pittorica. L’esposizione, ambientata nel pregevole spazio della “Milano Art Gallery” a Venezia, in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro, è valorizzata dalla presenza del Professor Vittorio Sgarbi, che sarà ospite speciale durante il vernissage d’inaugurazione, previsto per venerdì 8 maggio alle ore 18.00. L’allestimento resterà in loco fino al 4 giugno 2015, con la gestione organizzativa del manager della cultura Salvo Nugnes, presidente dell’Associazione “Spoleto Arte”, ed è visitabile con ingresso libero al pubblico.

La Somensari, spaziando con camaleontica e versatile propensione tra stili e generi diversi, si cimenta dal figurativo più tradizionale del paesaggio urbano all’astratto informale e concettuale più atipico, nell’intento primario di esplorare e sperimentare, andando al di là di ogni vincolo immaginativo e interpretativo e offrendo soluzioni originali e mai scontate.

Sulle componenti distintive, che ne caratterizzano lo stile, è stato scritto: “La pittura della Somensari si trasforma simbolicamente in parole, che virtualmente scorrono e attraversano le tele, per diffondere messaggi e significati appartenenti ad un linguaggio sotteso, mosso da una voglia incontenibile e propulsiva, quasi un’urgenza incalzante e impellente, di narrare e raccontare nei dipinti tutte le molteplici e articolate sfumature, che pervadono il suo animo e il suo cuore nell’atto della creazione. Si può liberamente penetrare nella mente della Somensari e immaginarla durante le fasi di elaborazione, entrando insieme a lei in una speciale proiezione atemporale, dove la certezza fondamentale è costituita dalla forza stessa della materia pittorica, animata e alimentata dal gesto creativo”.

Milano art Gallery: l’azienda Grafiche Evolution partner ufficiale della mostra veneziana “Pro Biennale” con la partecipazione di Vittorio Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

In concomitanza con la 56^ Biennale, la città lagunare ospiterà a breve la prestigiosa mostra “Pro Biennale”, allestita dall’8 Maggio al 4 Giugno 2015 presso gli esclusivi spazi della Milano Art Gallery di Venezia, in Calle dei Cerchieri – Dorsoduro n. 1270, vicino a Campo San Barnaba. Il vernissage inaugurale è fissato per venerdì 8 Maggio, alle ore 18.00, e vedrà la partecipazione straordinaria del rinomato critico d’arte Vittorio Sgarbi, che in occasione festeggerà il suo compleanno, che cade proprio l’8 maggio. La direzione organizzativa è del manager produttore Salvo Nugnes, presidente dell’Associazione culturale “Spoleto Arte”.

Nel contesto della prestigiosa mostra collabora come sponsor l’azienda Grafiche Evolution. Grafiche Evolution, sotto la guida del titolare Mauro Golinelli, è specializzata nell’applicazione di grafiche pubblicitarie su autobus e veicoli in generale, ma anche sui più diversi tipi di supporto, come vetrine e insegne, poster ed etichette, penne e magliette. Studia, progetta e realizza layout grafici personalizzati ed unici, in grado di soddisfare qualsiasi cliente, che voglia disporre di una propria immagine pubblicitaria o logo aziendale, per poi esporli sul mercato, al fine di comunicare col cliente nel modo più diretto ed efficace.
Grazie ai servizi di Grafiche Evolution, insomma, non si corre certo il rischio di passare inosservati!

Pro Biennale: la mostra veneziana organizzata da Milano Art Gallery Pavilion che ospiterà artisti come Stefania Pallegatta e, come ospite speciale, il Prof. Vittorio Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

La sede veneziana della Milano Art Gallery ospiterà a breve, a partire dall’8 Maggio e fino al 4 Giugno 2015, la prestigiosa mostra “Pro Biennale”, in Calle dei Cerchieri 1270, zona Dorsoduro e Campo San Barnaba. L’iniziativa, organizzata dal manager Salvo Nugnes, direttore dell’Associazione culturale “Spoleto Arte”, si collega alla concomitante 56^ edizione della Biennale di Venezia e prevede un esclusivo vernissage inaugurale in data venerdì 8 Maggio 2015, alle ore 18.00, con la presenza straordinaria del Prof. Vittorio Sgarbi nel giorno del suo compleanno, che verrà festeggiato in tale occasione.

All’esposizione parteciperà un selezionato gruppo di artisti, tra cui troviamo anche Stefania Pellegatta. La pittrice ha una lunga formazione artistica alle spalle, ha partecipato a numerose mostre e ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Ha lavorato anche come creativa e stilista di tessuti per il settore dell’arredamento, fatto che ha notevolmente contribuito ad arricchire la sua pittura. La sua è una pittura che possiamo definire surreale e “materica”: nei suoi dipinti l’artista sperimenta materiali quali la polvere di marmo, il tessuto, la polvere di silice, la resina, che fonde insieme con figure e forme per creare quadri unici e profondi, il cui soggetto sono spesso figure femminili destrutturate ed enigmatiche, capaci però di provocare nello spettatore immediate ed intense emozioni.

Milano Art Gallery pavillion: la mostra veneziana “Pro Biennale” ospiterà l’artista venezuelana Liliana Mantione Lanaro e guest star Sgarbi

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Attesissima la mostra del “Milano Art Gallery Pavillion”, allestita a Venezia, in concomitanza con la 56^ edizione della Biennale, all’interno degli spazi ‎in Calle dei Cerchieri – Dorsoduro n. 1270, vicino Campo San Barnaba. La mostra resterà in loco dall’8 Maggio al 4 Giugno 2015 ed è stata organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, direttore dell’Associazione “Spoleto Arte”, e con la partecipazione del prof. Vittorio Sgarbi.

Tra le opere esposte alla manifestazione, anche un’originale tela della pittrice venezuelana Liliana Mantione Lanaro. Nata a Caracas, la Mantione Lanaro cresce tra il suo e il nostro Paese; diplomatasi all’istituto aeronautico, solo nell’arte troverà una via per esprimere veramente i suoi pensieri e le sue emozioni. I suoi dipinti ci mostrano una realtà rielaborata in un modo personale ed originale, con uno spazio che spesso si dilata oltre la tela, una forte luminosità e un colore intenso ed equilibrato. Il tutto, ma soprattutto il colore, che ha nelle sue tele un ruolo fondamentale, conferisce al dipinto una speciale armonia, che non può che attrarre lo spettatore che si fermi davanti a una sua opera.