Posts Tagged ‘Premio’

Auberge de La Maison nominato da Trivago Miglior Hotel 4 stelle della Valle d’Aosta

Scritto da serena lombardi il . Pubblicato in Italia, Viaggi

L’Auberge de la Maison è stato nominato da Trivago come il migliore albergo 4* della Valle d’Aosta sulla base delle recensioni e dei punteggi attributi dagli ospiti online.

Ad Entrèves, piccolo villaggio da fiaba a pochi passi dall’antica casa-forte appartenuta in antichità alla Signoria di Courmayeur, sorge l’Auberge de La Maison un albergo di grande fascino.

La sua storia inizia nel 1996, quando viene costruita questa  grande casa in pietra e legno che, in una conca spettacolare al cospetto del Monte-Bianco, sin da subito ha iniziato a regalare ai propri ospiti emozioni indimenticabili.

“L’Auberge si trova a pochi minuti dal centro di Courmayeur, in una posizione eccezionale, con una vista mozzafiato sul massiccio del Monte-Bianco. I nostri Ospiti vengono subito avvolti da un’atmosfera semplice e raffinata, sono conquistati da ambienti caldi, autentici ed estremamente intimi. Tutti i locali sono stati studiati nei minimi particolari, questo perché vogliamo garantire a ciascuno il proprio spazio di quiete, all’insegna del comfort e della tradizione” così commenta Alessandra Garin che guida attualmente l’Auberge.

Continuando la tradizione di famiglia, da 10 anni Alessandra Garin, ne è la premurosa direttrice, e grazie al buongusto è riuscita a attribuire all’Auberge una personalità, unica e inimitabile, e non stupisce quindi il fatto che il suo nome sia legato a quello di personaggi di spicco a livello nazionale e internazionale. Alessandra Garin ha completato la sua formazione all’Ecole Hôtelière di Losanna, instancabile perfezionista, sempre attenta all’Ospite, investe costantemente tempo ed energie per seguire i trend del mercato senza però mai perdere di vista la vera “anima” dell’Auberge, uno scrigno di storia e di tradizione, un luogo di relax e buon gusto.

Relazioni esterne

contatto febe Srl

Tel +39 02 45409478

saraclerici@contattofebe.it

Casa Ferrari: prestigioso premio conferito al manager della cultura Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

L’Istituto Internazionale di Cultura ha premiato il manager Salvo Nugnes per i suoi venticinque anni di carriera. La cerimonia è avvenuta presso lo storico Museo Ferrari, il simbolo per antonomasia dell’eccellenza del Made in Italy.
Nugnes, seppur giovane, ha già ottenuto molti e meritati successi a livello nazionale e internazionale.
Come manager della cultura ha infatti organizzato numerosi ed importanti eventi che hanno coinvolto artisti di fama e nomi di calibro del panorama attuale. È infatti presidente e fondatore di Spoleto Arte, famosa organizzazione che gestisce importanti mostre d’arte in Italia e all’estero. È inoltre titolare della Milano Art Gallery, rinomato circuito di gallerie con sedi in tutta Italia, a Londra e Miami. Inoltre, dall’ottobre 2015 è anche in franchising, progetto presentato da Vittorio Sgarbi.
Titolare della storica Agenzia Promoter, da lui creata 25 anni fa, è manager e agente di noti personaggi, da Romina Power, che ha seguito fin da giovanissimo, a Vittorio Sgarbi, Francesco Alberoni, Katia Ricciarelli, Bruno Vespa, Alessandro Sallusti, fino all’indimenticabile Margherita Hack.

Nugnes afferma: “Ricevere questo prestigioso riconoscimento, è per me un grande stimolo a continuare nella mia attività, cercando sempre nuovi metodi di comunicazione finalizzati a coinvolgere anche i giovani. Cerco sempre degli spunti costruttivi per creare dei momenti di dialogo e di riflessione su tematiche di rilievo. L’arte e la cultura sono dei pilastri fondamentali e imprescindibili di riferimento da tenere ben saldi, soprattutto in questo momento così difficile a livello sociale e collettivo”.

Concorso “VINCI IL TUO SOFTWARE”

Scritto da bp2srl il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet

Hai un’idea innovativa e vuoi trasformarla in business?

Hai un’azienda con possibilità di crescita, ma ti sei accorto che non riesci a raggiungere il tuo scopo?

Bene! BP2 ti fornisce gratuitamente il gestionale per realizzare il tuo sogno

Ci rivolgiamo a tutti coloro che hanno un’idea che ritengono vincente o che desiderano far crescere la propria giovane azienda: voi mettete l’idea, noi mettiamo “lo strumento” gestionale per farlo!

MA COME FUNZIONA?

Inviaci il tuo progetto, lo valuteremo, e, se sarà approvato, ti forniremo gratuitamente il software, prendendolo dalla base dei nostri gestionali, che ti permetterà di realizzare il tuo sogno!

La partecipazione al concorso “Vinci il tuo Software” è gratuita e non chiediamo alcuna esclusiva.

Nella prima fase di verifica i progetti saranno valutati in base ai seguenti criteri sulle basi presentate:

  • Potenziale di mercato desunto dalle analisi di mercato da voi svolte: tipologia, tempi e risultati;
  • Dettaglio nel progetto presentato;
  • Persone coinvolte: tipologia e mansioni.

Se il progetto verrà considerato interessante, in una seconda fase di approfondimento, i nostri tecnici analizzeranno con voi le necessità per trovare le migliori soluzioni.

Alla fine verranno scelti i tre progetti considerati più interessanti.

Scadenze

Le adesioni dovranno pervenire non oltre il 31/08/2015.

La valutazione dei progetti inizierà a partire dal 01/09/2015.

Le comunicazioni di interesse da parte di BP2 al progetto verranno inviate via PEC entro l’11/09/2015.

I vincitori verranno resi pubblici entro il 30/09/2015.

Premi

I primi tre classificati assoluti ricevono:

  • 1° PREMIO: Utilizzo per 3 anni del software personalizzato per 3 utenti a canoni zero
  • 2° PREMIO: Utilizzo per 2 anni del software personalizzato per 2 utenti a canoni zero
  • 3° PREMIO: Utilizzo per 1 anno del software personalizzato per 1 utente a canoni zero

Partecipa al concorso: http://www.bp2.it/concorso.asp

Museo Casa Natale di Gabriele D’Annunzio: al prof. Alberto D’Atanasio consegnato premio alla carriera da Vittorio Sgarbi, il prefetto D’Antuono e la soprintendente Arbace

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Nella rinomata cornice secolare del Museo Casa Natale di Gabriele D’Annunzio, in corso Manthonè 116 a Pescara, in data Sabato 28 febbraio 2015 si è tenuta una prestigiosa cerimonia di consegna di un premio alla carriera per il professor Alberto D’Atanasio, che è stato insignito da un comitato ufficiale, composto da Vittorio Sgarbi, dal prefetto Vincenzo D’Antuono, dalla soprintendente regionale Lucia Arbace, dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore alla cultura Giovanni Di Iacovo. L’evento è organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, che riveste il ruolo di presidente dell’associazione “Spoleto Arte“.

D’Atanasio svolge la professione di docente di Storia dell’Arte e di Estetica dei Linguaggi Visivi presso l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia dedicandosi con fervido impegno e inesauribile passione, ottenendo meritati riconoscimenti e apprezzamenti per il significativo contributo apportato negli anni.

L’iniziativa ha avuto, come simbolica cornice di contorno, la mostra fotografica “Da Pier Paolo Pasolini a Maria Pia Severi” che vede l’illustre Pasolini immortalato dagli scatti d’autore di Roberto Villa, realizzati durante le riprese del famoso film “Il fiore delle mille e una notte” per ripercorrerne le fasi cruciali e più inedite, unitamente alla coreografica produzione di immagini elaborate da Maria Pia Severi, che cattura attraverso l’obiettivo le emozioni e i sentimenti scaturiti durante i viaggi e le visite a luoghi e contesti, che l’hanno più colpita, riproponendone una formulazione di suggestiva visione in bilico tra sogno e realtà da condividere con lo spettatore.

Assemblea pubblica Asmef sabato 17 gennaio ore 18

Scritto da Massimo Lucidi il . Pubblicato in Cultura, Opinioni / Editoriale, Politica

Giornate dell’Emigrazione 2015, X Edizione

Asmef l’associazione Mezzogiorno e Futuro presieduta dall’opinionista Salvo Iavarone si prepara alla decima edizione delle Giornate dell’Emigrazione con un impegno che la vedra’ presente per tutto il 2015 in numerosi incontri in Italia e all’estero. E lo fa convocando un’assemblea pubblica sabato 17 alle 18 nella suggestiva location di Palazzo De Vargas a Vatolla nel Cilento, sede della Fondazione Giambattista Vico, partner strategico di Asmef.

Due i progetti innovativi che legheranno una nuova stagione di seminari, incontri e conferenze sull’immigrazione, coinvolgendo le rappresentanze delle comunita’ italiane all’estero: Capitan Cooking coordinato dall’imprenditrice Cordelia Vitiello e il Premio Eccellenza Italiana ideato dal giornalista Massimo Lucidi e presieduto da Santo Versace.

Al direttivo, che vedra la partecipazione tra gli altri di Diego Di Fusco nella qualita di coordinatore del fund raising di Asmef, seguira’ l’assemblea pubblica nella quale sara’ annunciato il calendario eventi 2015: tra tutti, emerge il 25 febbraio occasione per presentare alle Istituzionali e al Governo, a Roma nella prestigiosa Sala Nassirya della Camera dei Deputati, la Decima edizione delle Giornate dell’Emigrazione.

Terza edizione del Premio letterario “Mangiaparole”. Scadenza 31 dicembre 2014

Scritto da Progetto Cultura il . Pubblicato in Cultura, Libri

Il 31 dicembre 2014 è la data ultima per poter partecipare alla terza edizione del Premio letterario “Mangiaparole”, un concorso ideato ed organizzato dall’omonima libreria caffèletterario di Roma (www.mangiaparole.it) in collaborazione con Edizioni Progetto Cultura (www.progettocultura.it). 
Si tratta di un Premio, ricordiamo, che si articola in tre distinte Sezioni:

A) Silloge di poesia (da un minimo di 15 a un massimo di 60 componimenti);

B) Raccolta di racconti (minimo 3 racconti, per uno sviluppo complessivo massimo di 60 cartelle);

C) Romanzo.

La giuria del Premio, composta dalla redazione della casa editrice e presieduta dal Prof. Franco Ferrarotti (per la Poesia: Sez. A) e dal Prof. Cristiano Castelfranchi (per la Narrativa: Sez. B e C), selezionerà una rosa di 15 finalisti per ognuna delle tre Sezioni.
I vincitori saranno designati nel corso della serata di premiazione, che si terrà a Roma presso i locali di “Mangiaparole”, in Via Manlio Capitolino, 7/9 (la data/ora di svolgimento verranno tempestivamente comunicate agli interessati).
Il Premio per l’opera vincitrice di ogni Sezione consiste nella pubblicazione (a titolo completamente gratuito) da parte di Edizioni Progetto Cultura, previo regolare contratto di edizione.
La giuria si riserva la facoltà di pubblicare nelle collane di Edizioni Progetto Cultura, sempre previo regolare contratto di edizione, ulteriori opere, oltre a quelle vincitrici, ritenute meritevoli di considerazione nonché, relativamente alle Sezioni Poesia e Racconti, di raccogliere i migliori testi in un’Antologia del Premio.
Per conoscere nel dettaglio le modalità di partecipazione, o per richiedere informazioni, scrivere a info@progettocultura.it

Intervistato l’ideatore di #26motiviperfarearte il noto cantautore Vittorio Gucci in occasione del ricevimento del premio alla carriera

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

Lo scorso 10 Ottobre 2014, il noto imprenditore, cantautore e showman Vittorio Gucci è stato insignito di una prestigioso Premio alla carriera, consegnatogli a Treviso, presso l’Auditorium Fondazione Cassamarca, dal Prefetto Maria Augusta Marrosu e dall’Assessore al Sociale Liana Manfio. Di seguito l’intervista che ha rilasciato Gucci, ideatore del prestigioso Concorso Nazionale “26MotiviPerFareArte”.

D: Ci è giunta notizia del prestigioso premio, di cui è stato insignito a Treviso, in occasione della serata di gala per i festeggiamenti dei 150 anni della Croce Rossa. E’ compiaciuto di aver ricevuto il riconoscimento dall’Assessore al Sociale e dal Prefetto di Treviso? Quale motivazione è scritta nella pregiata targa premio?
R: Per l’impegno nell’imprenditoria giovanile e l’innovatività del Progetto #26MotiviPerFareArte.

D: Come si è svolta la serata?
R: C’era un bellissimo concerto di musica classica dell’Orchestra “I Solisti Veneti” diretti dal Grande Maestro Claudio Scimone per la ricorrenza del 150 Anni della Croce Rossa Italiana e a metà serata sono stato premiato.

D: Insieme a lei hanno premiato anche il famoso maestro Claudio Scimone, fondatore dei “Solisti Veneti”. Ha pensato di creare una futura sinergia con questo personaggio di grande levatura?
R: Mi piacerebbe molto.. Magari di fare un Festival di Sanremo insieme Diretto dal Maestro stesso!

D: Sappiamo, che attualmente si sta dedicando a un progetto molto importante, il concorso denominato “#26motiviperfarearte” da lei ideato. Come si stanno svolgendo le selezioni degli artisti partecipanti?
R: Benissimo, siamo a circa 800 opere ricevute sino ad oggi e tutte molto belle. Sarà davvero difficile scegliere tra questi giovanissimi talenti!

“26MotiviPerFareArte”: Avanti i giovani, questo il pensiero di Vittorio Gucci premiato per la carriera dal Prefetto Maria Augusta Marrosu e dall’Assessore al Sociale Liana Manfio

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Lo scorso 10 Ottobre 2014, il noto imprenditore, cantautore e showman Vittorio Gucci è stato insignito di un prestigioso Premio alla carriera, consegnatogli a Treviso, presso l’Auditorium Fondazione Cassamarca, dal Prefetto Maria Augusta Marrosu e dall’Assessore al Sociale Liana Manfio. Di seguito l’intervista che ha rilasciato Gucci, ideatore del prestigioso Concorso Nazionale “26MotiviPerFareArte”.

D: Ci è giunta notizia del prestigioso premio, di cui è stato insignito a Treviso, in occasione della serata di gala per i festeggiamenti dei 150 anni della Croce Rossa. E’ compiaciuto di aver ricevuto il riconoscimento dall’Assessore al Sociale e dal Prefetto di Treviso? Quale motivazione è scritta nella pregiata targa Premio?

R: Per l’impegno nell’imprenditoria giovanile e l’innovatività del Progetto #26MotiviPerFareArte.

D: Come si è svolta la serata?

R: C’era un bellissimo concerto di musica classica dell’Orchestra “I Solisti Veneti” diretti dal Grande Maestro Claudio Scimone per la ricorrenza del 150 Anni della Croce Rossa Italiana e a metà serata sono stato premiato.
D: Insieme a lei hanno premiato anche il famoso maestro Claudio Scimone, fondatore dei “Solisti Veneti”. Ha pensato di creare una futura sinergia con questo personaggio di grande levatura?

R: Mi piacerebbe molto. Magari di fare un Festival di Sanremo insieme diretto dal Maestro stesso!
D: Sappiamo, che attualmente si sta dedicando a un progetto molto importante, il concorso denominato “#26motiviperfarearte” da lei ideato. Come si stanno svolgendo le selezioni degli artisti partecipanti?

R: Benissimo, siamo a circa 800 opere ricevute sino ad oggi e tutte molto belle. Sarà davvero difficile scegliere tra questi giovanissimi talenti!
D: Ci racconta qualche anticipazione sulla serata, che sta organizzando al rinomato “Gattopardo Café” di Milano in data 26 Ottobre?

R: Sarà una serata di allegria. Musica, gadget e tanti giovani che verranno a conoscerci . #26MotiviPerFareArte è tutto questo!!

L’imprenditore Vittorio Gucci di 26MotiviPerFareArte riceve una targa premio di riconoscimento alla carriera

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

L’imprenditore Vittorio Gucci, conosciuto come poliedrico personaggio e showman televisivo, nonché come cantante, compositore e musicista di acclarata fama, ha ricevuto un’importante targa premio di riconoscimento istituzionale alla carriera da parte del Comune e della prefettura di Treviso, in data Venerdì 10 Ottobre 2014, in occasione del concerto dell’orchestra “I Solisti Veneti” diretta dal Maestro Claudio Scimone. L’esclusiva serata di gala, che ha celebrato i 150 anni della Croce Rossa Italiana, si è svolta nel prestigioso Auditorium Fondazione Cassamarca, a Treviso.

Attualmente Gucci, riconosciuto “per il grande impegno a favore dell’imprenditoria giovanile”, si sta dedicando al lancio dell’interessante progetto da lui ideato e denominato “26MotiviPerFareArte” un concorso nazionale riservato ad artisti dai 18 ai 26 anni, che potranno partecipare a titolo gratuito ad un’accurata selezione fatta da un’autorevole giuria di qualità presieduta dal critico Vittorio Sgarbi e composta da nomi di grande spicco del panorama odierno: Giorgio Forattini, Cristiano De André, Alessandro Meluzzi, Jo Squillo, Antonio Vandoni, Stefano Bidini. I 26 vincitori vedranno la loro opera d’arte realizzata ad hoc su capi d’abbigliamento, occhiali da sole e tanti altri oggetti di svariato e molteplice utilizzo. In particolare, uno dei vincitori verrà designato tra i detenuti del carcere di bollate e uno invece sarà scelto tra i membri della comunità Exodus di Don Antonio Mazzi, che riceverà anche una cospicua cifra in dono a titolo di solidarietà benefica.

Sono già partiti una serie di spot televisivi in onda sulle reti ammiraglie Mediaset, che promuovono la lodevole iniziativa del concorso, sul quale è possibile attingere informazioni utili per l’iscrizione visionando il sito www.26motiviperfarearte.com. Inoltre, in data Domenica 26 Ottobre 2014 dalle ore 20.30 Gucci ha organizzato una piacevole serata di festa a tema arte e musica, presso il famoso locale milanese “Gattopardo Caffè” alla quale è possibile accedere in modo gratuito, ricevendo in omaggio simpatici gadget loghizzati con il brand di 26MotiviPerfareArte.

Palazzo Falier domenica 28 settembre: Il “Premio Margherita Hack” alla sua prima edizione

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è svolta Domenica 28 settembre 2014, a Venezia, la prima edizione del “Premio Margherita Hack”. Nella meravigliosa cornice di Palazzo Falier, storico edificio affacciato sul Canal Grande, a pochi passi da Ponte dell’Accademia, la nota direttrice e scrittrice Silvana Giacobini ha presentato la solenne cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento, istituito dal manager Salvo Nugnes, in ricordo dell’amica astrofisica e divulgatrice scientifica, scomparsa a 91 anni nel Giugno 2013, che ha lasciato un segno indelebile nella storia italiana. L’iniziativa è patrocinata dall’INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il Premio è stato assegnato a personalità che si sono particolarmente distinte nel campo della scienza, della cultura, dell’arte, del sociale e dell’impegno animalista, selezionate da un comitato di esperti e intellettuali, presieduto dal sociologo Francesco Alberoni e composto dal fisico Antonino Zichichi, dallo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi, dal Direttore del quotidiano “La Repubblica” Ezio Mauro e dal fondatore della Fondazione Exodus Don Antonio Mazzi.

Per la categoria “Cultura” premiato da Alberoni, lo scrittore e critico letterario Alessandro Bertante “per il suo impegno nella comprensione di una società multietnica e multilingue”. Per la categoria “Arte” premiato da Sgarbi, lo scultore e speleologo Filippo Dobrilla “per l’innato estro e talento creativo”. Per la categoria “Scienze” premiato dalla Prof.ssa Silvia Dalla Torre, delegata di Zichichi, il professore di Fisica Teorica Augusto Sagnotti “per l’eccellenza della Sua attività scientifica e in particolare per lo studio delle divergenze matematiche che mettono in crisi la Teoria della Forza Gravitazionale di Einstein”. Per la categoria “Sociale” premiata dal giornalista Paolo Mauri, rappresentante di Mauro, l’attrice e conduttrice Barbara De Rossi “per la fervida battaglia contro la violenza sulle donne”. Infine, per la categoria “Impegno animalista” premiato da Don Mazzi, il Presidente della LIPU Lega Italiana Protezione Uccelli Fulvio Mamone Capria “per il costante impegno nella tutela e difesa degli animali”.

“Vogliamo mantenere sempre viva la memoria su quanto ha fatto per noi Margherita, nei tanti anni di studi e ricerche” afferma l’organizzatore e prosegue “Ha speso l’intera vita, dimostrando un’autentica propensione e ha sempre conservato una spontanea modestia, un’umiltà profonda, una semplicità radicata, che le hanno permesso di rimanere una persona schietta e verace, di non scendere mai a compromessi e di guadagnarsi la stima e il rispetto di tutti”.

Per informazioni visitare il sito ufficiale di Margherita Hack www.margheritahack.it.