Posts Tagged ‘poesia’

Lolita Rinforzi presenterà a “Spoleto Arte” la sue poesie racchiuse nel libro “Un cuore in trasparenza”

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

La magnifica cornice del sontuoso Palazzo Leti Sansi, nel centro storico spoletino, farà da contesto ospitante alla presentazione del suggestivo libro di poesie di Lolita Rinforzi, dal titolo “Un cuore in trasparenza” (Futura Edizioni). L’evento è fissato per domenica 12 luglio 2015 alle ore 17.00, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes. La grande mostra collettiva di “Spoleto Arte” curata dal Prof. Vittorio Sgarbi, fungerà da prezioso contorno artistico all’interessante iniziativa culturale.

Il testo è corredato da un apposito cd in versione audio, attraverso cui è possibile non soltanto leggere, ma anche ascoltare le poesie, interpretate magistralmente dall’attore Claudio Carini e accompagnate dalla coinvolgente musica del pianista Maurizio Maestrini, il tutto riunito in un’armoniosa commistione. Al riguardo la poetessa racconta: “Ho conosciuto il maestro Maestrini durante un concerto ad Assisi e mi sono subito innamorata della sua musica, che con grande semplicità rappresenta una speciale congiunzione tra classico e contemporaneo. Grazie all’ispirazione portata dalle sue note coinvolgenti è nato questo lavoro“.

La Rinforzi è nativa di Perugia e risiede ad Assisi. Con orgoglio e fierezza è entrata ufficialmente a fare parte della Confederazione dei Cavalieri Crociati, è una dama dei Cavalieri Malta. Questo riconoscimento prestigioso le è stato conferito grazie alla poesia. È tra le poche donne e l’unica poetessa ad avere ricevuto tale onorificenza. Da sempre è appassionata di poesia e scrivere in versi le permette di manifestare ed esprimere la sua innata vena creativa. La Rinforzi spiega: “Mi affascina tutto ciò che arricchisce la mia persona e ho l’entusiasmo di un adolescente nell’apprendere le cose“.

Riemergere più forti dalle illusioni dell’amore

Scritto da Fabiola Marchet il . Pubblicato in Cultura, Libri

Tempo e distacco anche fisico sono le medicine per l’anima, spiegano le poesie raccolte nel libro della promessa siciliana Giovannella Sallemi

“Sono vinta. / E rinasco / nell’amare la farfalla / che vive un giorno.” È un percorso di rinascita e cambiamento quello raffigurato dalle poesie di Jo (Giovannella) Sallemi, raccolte nel suo libro d’esordio Immergersi – Forme di vita. Il talento poetico della scrittrice siciliana è stato scoperto da Edizioni EventualMente, la casa editrice ragusana specializzata proprio nella letteratura in versi, che questo mese pubblica il suo primo volume.

Le ventuno poesie che compongono l’opera, alcune molto brevi, altre più articolate, sono unite dal filo conduttore della sofferenza interiore per un amore ormai finito, che ancora sopravvive nel cuore dell’autrice non più come fuoco ardente, bensì come sola brace. Non ispira più emozioni trascinanti come la fiamma che avvampa, ma al contrario lo si guarda con distacco. Fissare una brace riporta alla realtà, a percepire il contesto dopo l’emozionante attrazione generata dalla vampa.

È stata questa l’immersione da cui Jo Sallemi è ormai uscita, e sceglie consapevolmente di soffocare il suo fuoco senza fretta, con il solo aiuto del tempo e della distanza. “S’alza la marea fino alle soglie dell’anima”, così l’autrice raffigura quel sentimento di rabbia impotente di fronte all’amore non corrisposto, o peggio tradito, che tutti hanno provato qualche volta nella vita. Lo affronta con quell’approccio di antica saggezza meridionale basato sulla capacità di sopportare guardando oltre, sicuri che nessuna delusione, per quanto grande, può fermare lo scorrere del tempo. Il giunco si piega di fronte al temporale, che alla fine svanisce, mentre il giunco rialza la testa: “Tutto è spinto a riva. / Cerca di diventare conscio / presente. / Ma la marea si abbassa. / Rientrano le acque / ed è passato.”

Nella realtà l’autrice ha scelto di interporre una distanza fisica con l’amato, tornando nella natìa Sicilia dopo dieci anni trascorsi in Toscana. Il cambio di prospettiva è raccontato da quattro poesie scritte in momenti successivi, e unite da un verso ricorrente: “sei tu che perdi me”. La consapevolezza che siamo noi, non gli altri, a definire il nostro reale valore, le permette di affrontare la sofferenza tenendo lo sguardo fisso sull’uscita. Fino a varcarla e guardare indietro senza rimorsi: “La distanza che ho preso non è ancora sufficiente / Ma è abbastanza per vedere che sei un punto nello spazio ormai”.

Prima o poi lo scorrere del tempo restituisce anche la forza per riaprire la scatola delle esperienze sofferte, per estrarne quelle parti che desideriamo comunque portare con noi, perché hanno valore a prescindere: “Cosa nascondo nel pugno stretto / Quella sabbia su cui scrivesti ti voglio bene / Quella sabbia che rubai prima che l’onda cancellasse le tue parole.”

In questa vicenda personale, ma tanto comune e quindi comprensibile da tutti, come dovrebbe essere sempre la letteratura, trova spazio anche l’attualità: una poesia è infatti dedicata a Parigi, colpita dal tragico attentato terroristico alla rivista «Charlie Hebdo». Seguita da un’altra dedicata a un ipotetico internato nel famigerato campo di concentramento di Dachau, come a ricordarci che noi europei l’orrore non l’abbiamo solo subito, ma anche imposto.

Immergersi – Forme di vita è una lettura agile di sole 76 pagine, al costo di 10 euro, da regalare a un’amica/o alle prese con le difficoltà dell’amore.

Jo Sallemi, classe1975, vive a Pedalino, una frazione di Comiso (Ragusa). Diplomata al Liceo Linguistico, prosegue gli studi a Catania alla Facoltà di Scienze Politiche dove nel 2004 consegue la laurea nell’indirizzo politico-sociale.
Il periodo etneo le permette di approfondire la sua passione per il teatro, fermo restando l’amore per la letteratura, il cinema e la musica.
Dopo un decennio trascorso in Toscana dove ha lavorato come responsabile alle vendite della libreria Mondadori di Lucca, è tornata in Sicilia con la sua famiglia.
Immergersi è il suo primo libro edito.

Ufficio stampa

Giro di Parole – divisione di Metaphor

Tel. 02 30910986

media@girodiparole.it

 

Edizioni EventualMente
Viale della Riscossa, 2C/2D
97013 Comiso località Pedalino (RG)
Tel. 333 5025424
www.edizionieventualmente.it

info@edizionieventualmente.it

Terza edizione del Premio letterario “Mangiaparole”. Scadenza 31 dicembre 2014

Scritto da Progetto Cultura il . Pubblicato in Cultura, Libri

Il 31 dicembre 2014 è la data ultima per poter partecipare alla terza edizione del Premio letterario “Mangiaparole”, un concorso ideato ed organizzato dall’omonima libreria caffèletterario di Roma (www.mangiaparole.it) in collaborazione con Edizioni Progetto Cultura (www.progettocultura.it). 
Si tratta di un Premio, ricordiamo, che si articola in tre distinte Sezioni:

A) Silloge di poesia (da un minimo di 15 a un massimo di 60 componimenti);

B) Raccolta di racconti (minimo 3 racconti, per uno sviluppo complessivo massimo di 60 cartelle);

C) Romanzo.

La giuria del Premio, composta dalla redazione della casa editrice e presieduta dal Prof. Franco Ferrarotti (per la Poesia: Sez. A) e dal Prof. Cristiano Castelfranchi (per la Narrativa: Sez. B e C), selezionerà una rosa di 15 finalisti per ognuna delle tre Sezioni.
I vincitori saranno designati nel corso della serata di premiazione, che si terrà a Roma presso i locali di “Mangiaparole”, in Via Manlio Capitolino, 7/9 (la data/ora di svolgimento verranno tempestivamente comunicate agli interessati).
Il Premio per l’opera vincitrice di ogni Sezione consiste nella pubblicazione (a titolo completamente gratuito) da parte di Edizioni Progetto Cultura, previo regolare contratto di edizione.
La giuria si riserva la facoltà di pubblicare nelle collane di Edizioni Progetto Cultura, sempre previo regolare contratto di edizione, ulteriori opere, oltre a quelle vincitrici, ritenute meritevoli di considerazione nonché, relativamente alle Sezioni Poesia e Racconti, di raccogliere i migliori testi in un’Antologia del Premio.
Per conoscere nel dettaglio le modalità di partecipazione, o per richiedere informazioni, scrivere a info@progettocultura.it

Arbor mirabilis, le poesie in forma di romanzo di Savino Carone

Scritto da inpress il . Pubblicato in Cultura, Libri

Arbor mirabilisMilano – A due anni dal fortunato esordio poetico con La coda del Logos, Savino Carone torna in libreria con la sillogeArbor mirabilis. Poesie in forma di romanzo (ed. Rupe mutevole, Parma). 

Il libro sarà presentato giovedì 4 dicembre alle ore 19.00 presso il ritrovo d’arte e cultura “Le Trottoir alla Darsena” (Piazza XXIV Maggio, 1). Introdurrà Giovanni Schiavo Campo, scrittore, poeta e critico d’arte. Sarà presente l’autore. Le musiche e le letture sono a cura di Paola Prinzivalli, scrittrice, autrice, musicista. 

Fin dal titolo, il libro annuncia la sua originalità. L’autore, infatti, si spinge oltre la tradizionale raccolta di versi, ricostruendo in questo denso volumetto il percorso interiore, il vissuto personale, le occasioni e le suggestioni letterarie che “entrano” nella creazione poetica.


«Ho cercato di mettere in campo un lavoro che seguisse un suo percorso ideale – spiega Carone – con riferimenti e contenuti non solo personali, ma che evidenziassero quale tipo di logica segue un autore di versi e quale sia, quando compone, il suo background letterario che rimane sempre legato e non avulso da tutto ciò che si è pensato e scritto prima di lui».

La raccolta di versi, dunque, non solo rivela i moti dell’animo del poeta ma consente d’entrare nello scrittoio dell’autore, per cogliere la tensione del confronto con i modelli ideali, antichi e moderni, posti sugli scaffali della sua biblioteca, l’accurato lavoro di lima e di taglio, il lavorio formale e materiale del verso che fissa sulla pagina il fluire magmatico dei pensieri, delle inquietudini e dei sentimenti. L’obiettivo dichiarato dell’autore è quello di «uscire dalla nicchia che relega la poesia quasi a un prodotto minore della letteratura» ponendo l’accento sul fatto che «essere poeti non è solo commuoversi in presenza di un bel tramonto, ma comporta un lavoro vero e assiduo di frequentazione di classici e non, una coscienza critica e un gusto sicuro nella scelta dei riferimenti ai quali ancorarsi per non perdersi nel mare magnum dell’esistente». 

Nel libro, articolato in sette parti, si susseguono così versi editi e inediti, scampoli di vita in prose, citazioni tratte dalla Città del Sole di Tommaso Campanella, dallePoesie di Thomas Stearns Eliot o dalla Ballata del vecchio marinaio di Samuel Taylor Coleridge, amalgamate in un’originale struttura caratterizzata da una feconda contaminazione stilistica che, come sottolinea Mauro Romano nella prefazione, schioda «schemi e convenzioni di un contemporaneo modo di poetare» e propone «un’originalità che si distacca dai modelli convenzionali». 

Savino Carone è originario di Barletta, ma vive e lavora a Capoliveri (Isola d’Elba). Ha pubblicato Ogni maledetta mattina, raccolta di articoli giornalistici; due guide dedicate alle miniere dell’Isola d’Elba, Calamita e Vallone e Breve visita al Compendio Minerario di Capoliveri, e la silloge La Coda del Logos.



Info e contatti
Le Trottoir alla Darsena
Piazza XXIV Maggio, 1 – Milano
tel. 02.83.78.166
e-mail: info@letrottoir.it 

Hai una poesia nel cassetto? Partecipa anche tu all’edizione 2014 “Il Rumore della Poesia” Scadenza il 10 novembre

Scritto da Fabiola Marchet il . Pubblicato in Cultura, Libri

Per il terzo anno consecutivo, Edizioni EventualMente promuove la pubblicazione de Il Rumore della Poesia, un’elegante antologia di componimenti in versi con lo scopo di offrire visibilità ai poeti e artisti italiani, esordienti e non.

La raccolta antologica, disponibile a partire dal 1° dicembre 2014, si avvale quest’anno di una nuova formula: gli autori non saranno solo gratificati dalla pubblicazione, ma potranno personalizzare l’intero volume dedicandolo alle persone care in occasione delle festività natalizie. Sarà proprio Edizioni EventualMente a recapitare ai destinatari le copie prenotate, aggiungendo un simpatico biglietto con dedica delle dimensioni di 12×17 cm. La spedizione è prevista entro il 10 dicembre 2014.

Pubblicare poesie in Italia è difficile. Da tempo mancano gli investimenti su questo genere letterario che ha dato al nostro Paese alcuni degli scrittori più ispirati di sempre. La formula studiata dall’editore siciliano, semplice e conveniente, permette agli autori di ottenere visibilità senza ricorrere alla pubblicazione a pagamento. È sufficiente acquistare la propria copia della raccolta, con in più la possibilità, figlia di quel calore umano tipicamente meridionale, di farla arrivare direttamente a una persona cara con un biglietto di auguri.

Ogni autore che desidera comparire nell’antologia può inviare da una a tre poesie inedite, della lunghezza massima di trenta versi a tema libero, assieme a un breve curriculum letterario e al codice fiscale, entro e non oltre il 10 novembre 2014. A ogni poeta verranno riservate da una a tre pagine dell’antologia, che verrà inserita in catalogo nella collana Frangipane.

La partecipazione è gratuita, previa prenotazione di una copia del volume al costo di 10 Euro da inviare assieme agli elaborati, tramite assegno, vaglia postale o bonifico (intestati a Nicola Rampin),  a Edizioni EventualMente/Il Rumore della Poesia, viale della Riscossa 2c/2d, 97013 Comiso Località Pedalino (RG). È previsto uno sconto su ordini superiori a una copia.

L’editore è disponibile per ogni approfondimento sul progetto. Ulteriori informazioni anche all’indirizzo www.edizionieventualmente.it.

Ufficio stampa
Giro di Parole – divisione di Metaphor
Tel. 02 30910986
media@girodiparole.it

Edizioni EventualMente
Viale della Riscossa, 2C/2D
97013 Comiso località Pedalino (RG)

Tel. 333 5025424
www.edizionieventualmente.itinfo@edizionieventualmente.it

Uscita la prima silloge poetica di Silvia Pattarini.

Scritto da Tiziana Iaccarino il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

Profumo d’inchiostro” è il titolo della nuova silloge poetica di Silvia Pattarini. Autrice che si sta facendo conoscere per le sue innate doti per la poesia e una grande voglia di affascinare il pubblico con le emozioni che sa trasmettere.
Già uscita nel 2013 con l’opera “Biglietto di terza classe” per la 0111 Edizioni, la Pattarini è una scrittrice sensibile che ama districarsi in più generi.
Ha già partecipato a numerosi concorsi letterari sia per poesia che per prosa e sembra pronta a conquistare un pubblico maggiore con la sua grande e positiva intraprendenza letteraria.

Nella sua nuova opera esprime sentimenti puri e personali, ma tratta anche temi sociali, di interesse collettivo e soprattutto rivela un animo generoso di passione e vivida armonia con il mondo.

Ecco alcuni titoli contenuti nell’opera: “I luoghi dell’anima”, “Madre”, “Voglio scrivere sui muri”, “Bucaneve”, “Passioni”. La silloge contiene emozioni dirette e grandi temi da scoprire e su cui riflettere.

Profumo d’inchiostro” è in vendita su Amazon al link: http://www.amazon.it/Profumo-dinchiostro-Silvia-Pattarini-ebook/dp/B00OVFWH0Q/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1414313596&sr=8-2&keywords=Profumo+d%27inchiostro .

Tiziana Iaccarino.

“Spoleto incontra Venezia: l’artista eclettico Massimo Mariano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

È un appuntamento culturale imperdibile quello della grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” con l’autorevole curatela di Vittorio Sgarbi, in corso dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014 nello splendido scenario veneziano, all’interno dello splendido Palazzo Falier, residenza nobiliare risalente al XV secolo, sul Canal Grande. Tra le personalità in esposizione vi sarà anche l’artista Massimo Mariano.
Mariano è un pittore di Montecassiano, splendido borgo medievale in provincia di Macerata, dove vive e lavora tuttora, alternando numerosi viaggi all’estero. Da sempre viaggiatore e cittadino del mondo, è proprio durante uno dei suoi soggiorni a Parigi che inizia a eseguire i primi schizzi, dedicati alla popstar Madonna. Le sue prime opere sono alimentate dal forte bisogno di dare sfogo espressivo alla sua inquietudine interiore, realizzate senza alcuna specifica formazione tecnica, salvo ciò che aveva imparato dagli studi adolescenziali presso la Scuola d’Arte, presto abbandonati. Quando Massimo Mariano torna a Montecassiano ha modo di dedicarsi all’arte come mai aveva potuto fare prima, alla pittura innanzitutto, ma anche alla scultura, alla poesia e alla musica, secondo una concezione totale dell’espressione che non pone limiti alla sua prorompente voglia di comunicare.
L’arte rimane comunque un rifugio intimo, fino a quando, durante una visita notturna di Vittorio Sgarbi a Montecassiano, Mariano si presenta al Professore convincendolo a seguirlo nel suo studio. Sgarbi rimane impressionato dall’istintività e dall’originalità creativa di Mariano, da lui subito definito un “nuovo Ligabue”.
Il parallelo con il più celebre artista emiliano, è la propizia formula critica che accompagna i primi successi di rilievo conseguiti da Mariano. La sua pittura, con una matrice espressionista d’impronta brut, abbina la virulenza di una componente cromatica pastosa, dai contrasti marcati, a un’estrema varietà di soluzioni compositive, che dall’iniziale primitivismo popolare si muove progressivamente verso orizzonti figurativi sempre più sofisticati.

Bando della III° edizione del Premio letterario “Mangiaparole”

Scritto da Progetto Cultura il . Pubblicato in Cultura, Libri

Edizioni Progetto Cultura e “Mangiaparole” , libreria-caffèletterario di Roma, indicono la III° edizione del Premio letterario MANGIAPAROLE (in appresso, per brevità, Premio), che si articola in tre Sezioni:

A) Silloge di poesia (da un minimo di 15 a un massimo di 60 componimenti);
B) 
Raccolta di racconti
 (minimo 3 racconti, per uno sviluppo complessivo massimo di 60 cartelle);
C) 
Romanzo
.

La giuria del Premio, composta dalla redazione della casa editrice e presieduta dal Prof. Franco Ferrarotti (per la Poesia: Sez. A) e dal Prof. Cristiano Castelfranchi (per la Narrativa: Sez. B e C), selezionerà una rosa di 15 finalisti per ognuna delle tre Sezioni.

L’elenco dei finalisti verrà pubblicato sul sito della casa editrice (www.progettocultura.it) e della libreria-cafféletterario “Mangiaparole” (www.mangiaparole.it); agli interessati verrà data comunicazione anche via e-mail.
I vincitori saranno designati nel corso della serata di premiazione, che si terrà a Roma presso i locali di “Mangiaparole”, in Via Manlio Capitolino, 7/9 (la data/ora di svolgimento verranno tempestivamente comunicate agli interessati).

Il Premio per l’opera vincitrice di ogni Sezione consiste nella pubblicazione (a titolo completamente gratuito) da parte di Edizioni Progetto Cultura, previo regolare contratto di edizione.
La giuria si riserva la facoltà di pubblicare nelle collane di Edizioni Progetto Cultura, previo regolare contratto di edizione, ulteriori opere, oltre a quelle vincitrici, ritenute meritevoli di considerazione nonché, relativamente alle Sezioni Poesia e Racconti, di raccogliere i migliori testi in un’Antologia del Premio.

Modalità di partecipazione. Gli autori dovranno inviare i dattiloscritti in unica copia – indicando la sezione per la quale partecipano e allegando, oltre a una breve sinossi dell’opera, anche un curriculum con i propri dati personali (indirizzo, telefono, e-mail e codice fiscale) – entro il termine del 31 dicembre 2014 (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: EDIZIONI PROGETTO CULTURA – Casella Postale 746 – 00144 ROMA EUR.

Si richiede una quota di partecipazione pari a 20 euro per spese di organizzazione e di segreteria, da versare tramite bonifico bancario con Iban = IT06I0558403252000000051351 (Banca Popolare di Milano, Ag. Roma) ovvero c/corrente postale n° 52028743 intestato a Edizioni Progetto Cultura – Roma, indicando come causale “Premio Letterario Mangiaparole”. Ricevuta del pagamento effettuato dovrà essere acclusa al plico contenente il dattiloscritto. I dattiloscritti inviati non saranno restituiti.

La partecipazione al Premio comporta automaticamente l’accettazione integrale del presente Regolamento. Con l’invio dei dattiloscritti s’intende accordato il consenso al trattamento dei dati personali da parte dei partecipanti a Premio per ogni aspetto connesso attività di Edizioni Progetto Cultura e di Mangiaparole.

“Latte&Limoni”, la nuova raccolta di liriche di Anna Maria Dall’Olio.

Scritto da Tiziana Iaccarino il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

Si intitola “Latte&Limoni” (ed. La Vita Felice, 2014) ed è la nuova attesissima raccolta di liriche della poetessa toscana Anna Maria Dall’Olio.

Una avventura letteraria nella quale l’artista si cimenterà con sicuro impegno promozionale in un settore complesso come quello editoriale. Ma il pubblico ha già dimostrato di gradire gli interventi pubblici dell’artista che ha all’attivo moltissime partecipazioni a eventi e fiere ed è protagonista di presentazioni letterarie in scenari diversi e affascinanti, in occasione delle quali è stata seguita, apprezzata, applaudita.

Le sue opere sono amate perché l’artista sa presentarle a dovere, ne recita le liriche, ne parla con grande trasporto e soprattutto tratta argomenti interessanti che stanno a cuore a tutti: dalle discriminazioni alla fame, dalla sopraffazione sociale alle difficoltà che incontrano i giovani nella vita, fino ad argomenti più delicati inerenti i sentimenti. Nella nuova raccolta, infatti, si parlerà anche di amore.

Una nuova interessante e piacevole opera che, certamente, spingerà le persone a rivalutare la lirica in generale e ad apprezzarne i contenuti. Dopotutto, i riscontri ottenuti dall’artista finora, anche dalla sua precedente raccolta intitolata “Solo 10 Poesie. L’angoscia del pane” (Lietocolle, 2010) le ha portato un riscontro notevole e una buona risposta da parte del pubblico.

Ma cosa aspettarsi dalle nuove presentazioni dell’artista? Vi invitiamo a scoprirlo nel suo sito ufficiale: http://annamariadallolio.it/ e sulla sua pagina social che è già molto seguita: https://www.facebook.com/pages/Anna-Maria-DallOlio/523319041016383 .

Infine, per ogni info su “Latte & Limoni” (ed. La Vita Felice, 2014) dal sito della casa editrice, potete cliccare sul seguente link:  http://www.lavitafelice.it/scheda-libro/anna-maria-dallolio/latte-limoni-9788877995940-170444.html .

Tiziana Iaccarino.

PREMIO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA “COMUNE di GENAZZANO”

Scritto da Direttore Editoriale il . Pubblicato in Arte, Cultura, Istruzione

L’associazione Culturale ED. “I Rumori dell’Anima” in collaborazione con il comune di Genazzano e con il patrocinio dello stesso, indice la I edizione del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa “Comune di Genazzano”. Il ricavato, escludendo le spese di segreteria e di organizzazione, andrà alla Croce Rossa Italiana-Co…mitato di Genazzano a sostegno dell’attività di rilevanza sociale sul territorio come la distribuzione di alimenti e vestiario. Sarà nostra cura collaborare con loro nella distribuzione di tali beni primari.
Possono partecipare autori che abbiano compiuto i 18 anni di età al momento dell’invio del componimento. I premi saranno assegnati alle opere che si distingueranno per la qualità letteraria e/o per la tematica di impegno sociale, morale e/o educativo trattata. Saranno accettate opere inedite (mai pubblicate su altre antologie e/o libri personali), e opere pubblicate sul web. È consentita la partecipazione dello stesso autore a più di una sezione con opere differenti, previo pagamento di una ulteriore quota di partecipazione.
Regolamento:
ARTICOLO 1: Le Sezioni
Il concorso si articola in quattro sezioni:
Sezione A: Poesia a tema libero Si può concorrere con massimo 2 (due) poesie, che non siano classificate nei primi tre posti in altri concorsi.
Sezione B: Poesia a tema. Il tema proposto è: La Povertà Si può concorrere con massimo 2 (due) poesie inedite, che non siano classificate nei primi tre posti in altri concorsi.
Sezione C: Racconto breve in lingua italiana a tema libero, che non superi le 2 cartelle dattiloscritte (carattere book antiqua 12). Si può concorrere con un solo racconto che non sia classificato nei primi tre posti in altri concorsi.
Sezione D: Racconto breve in lingua italiana a tema. Il tema proposto è: La Povertà. Il racconto non deve superare le 2 cartelle dattiloscritte (carattere book antiqua 12). Si può concorrere con un solo racconto che non sia classificato nei primi tre posti in altri concorsi.
Le opere dovranno essere completamente anonime, prive di firma e di qualsiasi altro segno di riconoscimento quali foto, disegni o filigrana, pena l’esclusione dal concorso.
ARTICOLO 2: Scadenza di invio
Il termine ultimo per inviare le opere è fissato entro e non oltre il 31 Luglio 2014 Le adesioni che giungeranno oltre i termini previsti dal presente regolamento, non saranno prese in considerazione.
ARTICOLO 3: Modalità di invio Il concorrente invierà all’indirizzo di posta elettronica ass.irumoridellanima@gmail.com un’unica e-mail, alla quale dovrà allegare i seguenti files:
1. Un file in formato WORD (.doc, .docx), contenente il proprio nome e cognome, l’età, l’indirizzo, un recapito telefonico, un indirizzo e-mail. Assieme alle generalità, una dichiarazione attestante che l’opera (o le opere) in concorso (specificando i titoli) sono frutto del proprio ingegno e, l’ autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lg.n° 196/2003 per la tutela degli stessi.
2. Un file in formato WORD (.doc, .docx), contenente i propri elaborati (Titolo e testo), specificando nel nome del file la sezione per la quale sono in concorso.
3. Un file WORD (.doc, .docx), contenente una breve biografia e una foto.
4. Copia del versamento della quota di partecipazione, fissata in euro 20 per ogni sezione alla quale si concorre. Per i soci ordinari dell’Associazione la quota prevista è di euro 15. Tale contributo servirà a coprire parzialmente le spese di segreteria e di organizzazione e parte del ricavato sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana-Comitato di Genazzano. Il versamento dovrà essere effettuato sulla postepay  n° 4023600584422655 intestata a Paola Bosca, C.F.BSCPLA58C52H501U.
L’assenza, nell’invio della mail, di uno qualsiasi dei punti appena descritti determinerà l’esclusione dal concorso.
ARTICOLO 4: Premi
I primi due classificati di ogni sezione, saranno premiati con targa personalizzata offerta dal comune di Genazzano, nella persona del primo cittadino e con  diploma di merito dall’Associazione Culturale “I Rumori dell’Anima”. Per i vincitori delle quattro sezioni, sarà affissa una pergamena con i propri nomi e i titoli delle opere, in una delle sale del “Castello Colonna”. I terzi classificati riceveranno targa personalizzata dall’Associazione culturale “I Rumori dell’Anima”. Dal quarto al decimo posto, menzione di merito personalizzata con lode alla creatività. I premi saranno consegnati personalmente ai vincitori. Qualora i vincitori fossero impossibilitati a presenziare, il premio verrà spedito all’indirizzo indicato addebitandosi le spese di spedizione. Ogni autore partecipante ha anche facoltà, se lo ritiene, di richiedere il rilascio di un attestato personalizzato di partecipazione. Detta attestazione a titolo partecipativo sarà recapitata previo invio di 5 euro sulla postepay  n° 4023600584422655 intestata a Paola Bosca, C.F.BSCPLA58C52H501U In questo caso nel file con i propri dati si dovrà aggiungere la seguente frase: “RICHIEDO ATTESTATO” e allegare la copia del versamento.
ARTICOLO 5: La Giuria
La giuria sarà composta da importanti esponenti del campo letterario, i cui nomi saranno resi noti il giorno della cerimonia di premiazione. Il giudizio della giuria sarà insindacabile. I giurati si riservano il diritto di assegnare diploma di merito alle opere più meritevoli.
ARTICOLO 6: Risultati e Premiazioni
I risultati saranno resi noti in modo pubblico sul social network Facebook e sul sito       dell’Associazione http://www.ass-cult-irumoridellanima.com/ Tutti gli autori partecipanti sono invitati alla Cerimonia di premiazione che si terrà il giorno 6 Settembre 2014 alle ore 17:00 presso la sala “Cinema-Teatro Italia” del Castello Colonna di Genazzano.
ARTICOLO 7:
L’Associazione si riserva di realizzare un’Antologia con le opere presentate al concorso, sia premiate che finaliste, e quelle segnalate e/o ritenute meritevoli di pubblicazione. Con la partecipazione al concorso, ogni autore acconsente alla divulgazione delle proprie    opere da parte degli organizzatori, senza avere nulla a pretendere e rinunciando a qualsiasi pretesa economica. Tutti i diritti restano comunque di proprietà dell’autore. Le opere inviate per il Concorso non saranno restituite. Ogni autore, per il fatto stesso di      partecipare al Premio, dichiara la paternità e la proprietà intellettuale e creativa delle opere inviate; dichiara, altresì, di avere pieno possesso dei diritti dell’opera, piena disponibilità e che l’opera non è sottoposta ad alcun vincolo editoriale. L’Organizzazione non risponde di eventuali operazioni di plagio.
Con la pubblicazione all’interno dell’Antologia, tutti i diritti di utilizzazione dell’opera inviata, sono da considerarsi ceduti automaticamente a titolo gratuito. L’Autore ne conserverà comunque la proprietà letteraria.
La partecipazione al concorso comporta la piena accettazione del presente bando. L’inosservanza di uno qualsiasi degli articoli costituisce motivo di esclusione dal premio.
ORGANIZZATRICI DELL’EVENTO PAOLA BOSCA E LUCIA MEROLA

http://www.ass-cult-irumoridellanima.com/2014/05/premio-nazionale-di-poesia-e-narrativa.html

https://www.facebook.com/events/598244816940429/?fref=ts