Posts Tagged ‘padiglione’

La celebre artista genovese Milena De Martino, presente quest’anno alla Biennale di Venezia, incontra personaggi vip di spicco

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Con l’organizzazione del manager Salvo Nugnes Direttore di Promoter Arte, Milena De Martino porta un’opera astratta e materica al Padiglione Tibet a Venezia, che mostra la sua evoluzione artistica, recentemente concentrata su una pittura che lei definisce “Astratto materico informale” e che vede come protagonisti oggetti spaziali come galassie, comete e stelle.

 Della sua opera l’artista dice: “Io espongo un quadro materico, che chiamo Astratto Materico informale, che è il frutto del mio percorso, mi sono liberata dal sistema raffigurativo della pittura e adesso faccio rilievi, pitto-scultura e così via. Questo perché secondo me la trasformazione della materia ci porta sullo spazio. In particolare l’opera che espongo rappresenta galassie e pianeti, quello che secondo me è molto lontano da noi.”

La celebre artista genovese, laureata in Lettere e Filosofia presso l’Università di Genova, ha conseguito un master in filosofia orientale, detto Reiki, iniziando in seguito ad occuparsi sempre più di “Poesia visiva” esponendo in varie gallerie d’Italia.

Nella foto di repertorio qui riportata possiamo vedere la De Martino in compagnia del celebre attore, registra e produttore cinematografico statunitense Denzel Washington; infatti l’artista nel corso della sua carriera ha avuto la possibilità di conoscere molte celebrità del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’arte.

Intervista all’artista Milena De Martino in occasione dell’esposizione della sua opera presso il Padiglione Tibet a Venezia

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura

Sabato 1 Giugno 2013 è stato inaugurato il Padiglione Tibet, a Venezia, evento parallelo alla 55° Esposizione Internazionale d’Arte. In occasione dell’esposizione della sua opera “Espansione” Milena De Martino rilascia un’intervista.

SIAMO A CONOSCENZA DELLA SUA PRESTIGIOSA PARTECIPAZIONE AL PADIGLIONE TIBET PRESSO LA CHIESA DI SANTA MARTA A VENEZIA, CHE INAUGURERÀ DOMANI, COMPLIMENTI! È LA PRIMA VOLTA CHE ESPONE A VENEZIA?

Si, è la prima volta che espongo qui, ma conosco bene questa splendida città che è Venezia. Sono andata in visita molte volte in questi anni e ho avuto il piacere più volte di visitare la Biennale.

COME VEDE LA BIENNALE D’ARTE?

È un’esibizione artistica molto importante, credo la più grande del mondo. La localizzazione stessa della Biennale è incredibile: Venezia, la culla dell’arte da secoli, che ha ispirato e attirato artisti da tutto il mondo.

CHE OPERA ESPONE?

Io espongo un quadro materico, che io chiamo “Astratto Materico informale”, che è il frutto del mio percorso, mi sono liberata dal sistema raffigurativo della pittura e adesso faccio rilievi, pitto-scultura e così via. Questo perché secondo me la trasformazione della materia ci porta sullo spazio. In particolare l’opera che espongo rappresenta galassie e pianeti, quello che secondo me è molto lontano da noi.

CHE SIGNIFICATO DÀ A QUEST’OPERA?

Il titolo della mia opera è “Espansione”, e con questo voglio andare oltre ciò che noi vediamo della materia, oltre quello che è il nostro concetto di materia, e attraverso il colore trovare un’energia che va oltre noi stessi.

QUAL È LA SUA FORMAZIONE?

La mia formazione è artistico-filosofica, ho fatto la scuola d’arte e poi l’accademia, in seguito mi sono laureata in filosofia.

COME HA CONOSCIUTO IL DOTT. SALVO NUGNES?

L’ho conosciuto durante un’asta con un gallerista che mi ha preso sotto l’ala un paio d’anni fa, il signor Merighi, che è un mercante d’arte contemporanea e appunto durante quest’occasione ho avuto appunto l’opportunità di conoscere il dott. Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter e Promoter Arte.

QUALI SONO I SUOI PROGETTI ARTISTICI FUTURI?

Io ho il progetto di fare un tour, di esporre in varie piazze importanti che sono Monaco, Milano, Lugano, Venezia e Roma. Arrivo già da un percorso molto lungo dove ho esposto varie volte e continuo con questo tour in queste bellissime piazze italiane e non per far conoscere la mia arte.