Posts Tagged ‘monti’

ELOGIO, CON APPUNTO, DELLA CANCELLIERI UN MINISTRO QUASI RADICALE

Scritto da Roberto Lamanna il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Italia, Legale, Politica

Da oggi, e finalmente, è in vigore il decreto legge che reca con sé le “disposizioni urgenti in materia di esecuzione della pena”. Quello che volgarmente si vuole chiamare svuota carceri, ma che in realtà non svuoterà un bel niente visto che per questo scopo occorrono un’amnistia per i processi pendenti e un indulto per le pene non gravi. Adesso il Parlamento ha due mesi di tempo per ratificare questo provvedimento fortemente voluto da Anna Maria Cancellieri, il nuovo ministro di Grazia e Giustizia, che, per essere un prefetto prestato a via Arenula, ha avuto il grande pregio di avere almeno dimostrato come deve comportarsi un uomo, anzi una donna, di governo: dire la verità senza ipocrisie e giri di parole. E senza pensare a conservarsi la poltrona. Quasi una radicale impropria prestata a questo esecutivo. E infatti con i radicali, almeno in parte, la Cancellieri va d’accordo. Quantomeno da quando ha osato l’inosabile, ossia pronunziare la parola amnistia.

Ieri però, e questo è un appunto che ci si può permettere di farle, si è fatta buggerare dal solito fuori onda. E ha offeso gli avvocati delle Camere penali di Napoli con quella frase, non ipocrita anche essa ma egualmente non opportuna, in cui diceva “adesso parlo loro per togliermeli dai piedi”. Ufficialmente aveva detto loro cose anche più ostili, rispetto a una lobby che ostacola le riforme. E si riferiva alla giustizia civile e alla reintroduzione dell’istituto della media conciliazione, tanto avversato dagli avvocati ma anche già una volta affossato dalla Corte Costituzionale.

La Cancellieri però sa dell’esistenza di ben altre lobby, quella dei giustizialisti di destra e di sinistra e quella del partito dei pm, che tenteranno in ogni maniera non solo di ostacolare le sue aperture a provvedimenti di clemenza, che pure l’Europa ormai esige perché l’Italia si rimetta in regola anche con la giustizia e le carceri e non solo con il rapporto tra deficit e pil, ma anche lo stesso cammino del decreto legge che ridisegna la Cirielli e le norme per l’applicazione della pena. Che potrebbe faticare a essere approvato entro due mesi dal Parlamento se i vari leghisti, grillini e fratellini d’Italia si metteranno di traverso, magari insieme a qualche franco tiratore dentro la maggioranza.

Eppure si tratta di misure di buon senso. Come ad esempio la messa alla prova , istituto già collaudato per i minori, o la possibilità di scontare la pena agli arresti domiciliari per reati fino a sei anni nel massimo edittale, pensata soprattutto per la legge sugli stupefacenti, per consumatori e piccoli spacciatori, ovviamente non per i trafficanti.

La Cancellieri è la persona giusta per chiudere la stagione delle finte emergenze securitarie. Oggi comincia a finire l’epoca della Bossi Fini, della Fini Giovanardi e della ex Cirielli. Da oggi un prefetto di ferro ha il coraggio di dire alla politica, quasi fosse stata eletta nel Partito radicale e non si trattasse invece di un esponente dell’ex governo Monti, che la sicurezza dei cittadini si alimenta recuperando quando possibile chi devia o delinque. Non stipando il disagio sociale in carceri discarica, lasciando a quella gente derelitta la scelta tra la recidiva e il suicidio dietro le sbarre.

– See more at: http://ambrogiocrespi.it/elogio-con-appunto-della-cancellieri-un-ministro-quasi-radicale/#sthash.nf6FpiVW.dpuf

AGENZIA PROMOTER ORGANIZZA PER I DETENUTI DEL CARCERE DI SAN VITTORE LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “DIECI UOMINI PER MARILYN MONROE” DI ENRICO MONTI E MORGANA MONTERMINI

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Libri

Grande partecipazione da parte dei detenuti del San Vittore, a Milano, che, grazie all’organizzazione di Salvo Nugnes, relatore dell’evento e Direttore di Agenzia Promoter, hanno assistito alla presentazione del libro “Dieci uomini per Marilyn Monroe” degli autori Morgana Montermini ed Enrico Monti.

L’incontro si è tenuto durante la mattinata di Giovedì 7 Febbraio 2013, presso il noto carcere, dove i due scrittori, da sempre appassionati della grande Diva, hanno offerto ai reclusi, un momento ricreativo e di svago, raccontando uno spaccato della vita di Marilyn, riflesso nelle storie di dieci uomini che durante la sua straordinaria, quanto breve esistenza, l’hanno amata o semplicemente avuta. Da Joe di Maggio al Presidente John Kennedy, da Frank Sinatra al commediografo Arthur Miller e gli altri, che hanno impresso un sigillo significativo nel suo percorso esistenziale.

Non solo parole, ma anche musica. Infatti, insieme ad Ermanno Bellucci, Enrico e Morgana, che oltre che scrittrice è pure cantante, hanno dato un assaggio dello spettacolo teatral-musicale omonimo al libro, nel quale vengono descritti aneddoti, episodi e vicende su Marilyn Monroe, come una sorta di diario di bordo, recitando, in accompagnamento con la chitarra acustica, una poesia di Pierpaolo Pasolini a Lei dedicata.

AGENZIA PROMOTER PRESENTA PRESSO IL CARCERE SAN VITTORE IL LIBRO “DIECI UOMINI PER MARILYN MONROE”

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Comunicati Stampa

Giovedì 7 Febbraio 2013, all’interno dello storico carcere di San Vittore, a Milano, si terrà la presentazione del libro “Dieci uomini per Marilyn Monroe” di Morgana Montermini e Enrico Monti, con l’organizzazione di Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter. L’evento si svolgerà dinanzi ai detenuti del carcere, in cui spesso vengono create iniziative e manifestazioni culturali e d’intrattenimento.

Il libro, pubblicato da Incontri Editrice, è scritto a quattro mani dai due autori, come omaggio appassionato alla celebre star, che considerano icona femminile a modello, per antonomasia e contiene gli inediti ritratti dei dieci uomini, che hanno impresso il sigillo nella vita di Marilyn, lasciando un segno indelebile: John e Bob Kennedy, Joe di Maggio, Yves Montand, Frank Sinatra, Clark Gable, Arthur Miller, Ralph Greenson, Johnny Hyde, Sam Giancana. L’intento di Morgana Montermini e Enrico Monti, è di riuscire a descrivere il reale peso dell’anima di Marilyn, un peso davvero ingombrante e scomodo, per restituirle, come donna e come attrice, quella dignità, che le è spesso stata negata, in nome dell’effimero mondo cinematografico.

Da questi dialoghi e monologhi, è stato estrapolato il copione dell’omonimo spettacolo teatral-musicale, con la direzione artistica della Montermini, che è anche musicista e cantautrice e da anni si prodiga per divulgare un messaggio, sull’importanza della musicoterapia e sui suoi effetti curativi e di benessere.

La Montermini afferma “Mi sono divertita a descrivere gli umori e le debolezze degli uomini, che hanno amato Marilyn, giocando a svestirli dei ruoli obbligati dal tempo, dalle cariche istituzionali che ricoprivano, da difetti e menzogne, lasciando loro solo il gusto, di poter ricordare il magnifico tempo, condiviso con la diva, tempo di amori folli e imprudenti, che dall’aldilà non possono più compromettere. Dieci uomini per Marilyn Monroe, come dieci scatti fotografici, da immortalare e da amare“. E aggiunge “Da anni interpreto musicalmente Marilyn, ripercorrendo le sue canzoni, quelle che lei stessa cantò nei film ed ho capito, prima ancora di leggere biografie, quanto amore avesse per la musica, in ogni momento della propria esistenza“.

Bruno Vespa ospite a “Cultura Milano” per presentare il suo ultimo libro “Il palazzo e la piazza” presso lo spazio culturale Milano Art Gallery Venerdì 8 Febbraio 2013

Scritto da AgenziaPromoter il . Pubblicato in Cultura, Libri

Importante appuntamento per “Milano Art Gallery – Spazio Culturale” che Venerdì 8 Febbraio 2013, ospiterà Bruno Vespa, per presentare il suo ultimo libro “Il Palazzo e la Piazza” (Mondadori).

L’incontro, che si terrà dalle ore 17.30, presso il rinomato spazio culturale, situato in via G. Alessi n.11, nel cuore del capoluogo lombardo, apre la stagione 2013 del nutrito calendario del Festival Artistico Letterario “Cultura Milano”. Ideato e organizzato da Salvo Nugnes, Direttore di Agenzia Promoter, il festival si propone di rendere la cultura accessibile a tutti, con appuntamenti ad ingresso libero, che vedono la partecipazione di personaggi di spicco del calibro di Margherita Hack, Vittorio Sgarbi, Francesco Alberoni e Corrado Augias.

Bruno Vespa, il noto scrittore e giornalista, conosciuto come ideatore e conduttore del programma televisivo “Porta a Porta” racconterà, attraverso il suo ultimo successo letterario, come i grandi errori del passato stiano influenzando presente e futuro e analizzerà a fondo i casi d’immoralità e corruzione che hanno fatto più scalpore nella storia della politica.

Dal crollo di Wall Street del ‘29 alla salita al potere di Mussolini, dai miracoli del dopoguerra all’indebitamento pubblico, dall’entrata dell’Euro alle ragioni della bancarotta di alcuni Paesi europei, dal governo Berlusconi al governo Monti. Vespa interroga i protagonisti di ieri e oggi, allo scopo di spiegare a tutti, cause ed effetti del cataclisma in corso.

Durante l’incontro, ci sarà la possibilità di entrare in contatto diretto e potersi relazionare, da vicino, con Vespa, che ponendosi al medesimo livello del pubblico, creerà un vivace e coinvolgente dibattito con i presenti, che si concluderà con un ricco buffet.